La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TRICHINELLA Spp. Dr. Michele Dottori ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE DI REGGIO EMILIA Via Pitagora,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TRICHINELLA Spp. Dr. Michele Dottori ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE DI REGGIO EMILIA Via Pitagora,"— Transcript della presentazione:

1 TRICHINELLA Spp. Dr. Michele Dottori ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE DI REGGIO EMILIA Via Pitagora, REGGIO EMILIA

2 PICCOLO NEMATODE; FEMMINA VIVIPARA; FASE INTESTINALE (POCHE SETTIMANE) PER ADULTI E LARVE DI 1° STADIO; FASE MUSCOLARE (MUSCOLI STRIATI) PER LARVE DI 2° STADIO (CISTI); MUCOSA DEL TENUE CIRCOLO EMATICO MUSCOLO / CICLO AUTO – ETEROXENO (OSPITE DEFINITIVO ED INTERMEDIO COINCIDONO)

3 SUIDI (SUINO, CINGHIALE) ; CARNIVORI SELVATICI (LUPO, VOLPE) ; ORSI; CARNIVORI DOMESTICI (CANE, GATTO) ; MUSTELIDI; FOCHE E TRICHECHI; CETACEI; RICCIO; RATTI ED ALTRI RODITORI; UOMO; VOLATILI (T. PSEUDOSPIRALIS) ; RETTILI.

4

5 T. SPIRALIS LARVE INCISTATEBRITOVI MAMMIFERI 37 – 40°CNATIVA MURRELLI NELSONI LARVE NON INCISTATE T. PSEUDOSPIRALIS MAMMIFERI ED PAPUAE UCCELLI 37 – 42°C ZIMBABWENSIS IDENTIFICAZIONE DI SPECIE PCR MULTIPLEX (ISS ROMA)

6

7 T. SPIRALIS REGIONI TEMPERATE; SCARSAMENTE RESISTENTE AL CONGELAMENTO NELLE CARNI SUINE, PIÙ RESISTENTE NELLE EQUINE; MOLTO INFETTANTE PER I SUIDI; È LA PIÙ PATOGENA PER LUOMO (INCUBAZIONE BREVE) PERCHÉ LA FEMMINA PRODUCE MOLTE LARVE; È IL PRINCIPALE RISCHIO IN EUROPA; COSMOPOLITA, TRANNE CHE NELLE AREE FREDDE.

8 T. BRITOVI COMUNE IN EUROPA CENTRALE E MERIDIONALE NEI CARNIVORI SELVATICI; TOLLERA IL CONGELAMENTO PER BREVI PERIODI; PER LE CARNI DI CINGHIALE SI CONSIGLIA -25°C PER 10 gg oppure -20°C PER 4w; NELLE CARNI DI SUINO CONGELATE SOPRAVVIVE 3W; NELLE CARNI DI CARNIVORI CONGELATI 1 ANNO; DOPO SPIRALIS È LA PIÙ INFETTIVA PER I SUINI.

9 T. NATIVA TIPICA DEI CARNIVORI ARTICI, IN EUROPA NON È STATO MAI TROVATO UN SUINO INFETTO; RESISTE BENISSIMO AL CONGELAMENTO: NELLE CARNI DI CARNIVORO A -18°C, PER 5 ANNI; IN EUROPA SI TROVA IN SVEZIA E FINLANDIA; IDENTIFICATA IN 2 CINGHIALI; UNA SOLA VOLTA NEL SUINO IN CINA; TRICHECHI SERBATOI.

10 T. PSEUDOSPIRALIS COSMOPOLITA; NON RESISTE AL CONGELAMENTO ED ALLA PUTREFAZIONE; MAMMIFERI (SUIDI, RATTI, UOMO) ED UCCELLI; DOPO SPIRALIS E BRITOVI È LA PIÙ INFETTIVA PER I SUIDI, MA SOPRAVVIVE PER BREVI PERIODI NEL MUSCOLO DI SUINO.

11 T. MURRELLI ANIMALI SELVATICI USA; NO SUIDI. T. NELSONI CARNIVORI AFRICANI; RESISTE ALLE ALTE TEMPERATURE. T. PAPUAE SUINI NUOVA GUINEA; ANCHE RETTILI. T. ZIMBABWENSIS MAMMIFERI E RETTILI.

12

13 MALATTIA NELLUOMO NEL MONDO A RISCHIO; INCUBAZIONE (1-4w) ; FASE ENTERICA (PICCOLO INTESTINO) ; FECI MOLLI, DOLORI ADDOMINALI (4-5 gg) ; FASE MUSCOLARE; FEBBRE, EDEMA FACCIALE, MIALGIA, EVENTUALI COMPLICAZIONI CARDIOLOGICHE E NEUROLOGICHE;

14 MENO GRAVE NEI BAMBINI; MORTE RARA; DIAGNOSTICA DI LABORATORIO: EOSINOFILI; ENZIMI MUSCOLARI; SIEROLOGIA. CASI LIEVI MISCONOSCIUTI; DOSE INFETTANTE: 1 larva/1g; minima 100 – 300 larve.

15 2003 POSITIVI IN SUINI RURALI O ALLAPERTO GERMANIA: 1 FINLANDIA: 2 SPAGNA: 24 ITALIA: 0 RESTANTI CEE0

16 LUOMO SI INFETTA INGERENDO CARNI POCO COTTE DI SUINI RURALI, EQUINI IMPORTATI E CARNI DI PAESI ENDEMICI NON CONTROLLATE; LEMIGRAZIONE HA FAVORITO IL FENOMENO, COME LA CUCINA CHE TRADIZIONALMENTE USA CARNI POCO COTTE; SERBATOI SELVATICI: VOLPI, CINGHIALI, VOLATILI (PSEUDOSPIRALIS) ;

17 CONTATTI CON I SUINI RURALI; ALIMENTAZIONE IMPROPRIA EQUINI; I RATTI SONO VITTIME (ALL. INFETTI, DISCARICHE) ; ALLEVAMENTI INDUSTRIALI SICURI (NON IN ROMANIA) ; MAI DIMOSTRATA TRASMISSIONE VERTICALE NEI SUINETTI.

18

19 ESISTONO PAESI FREE? INFEZIONI UMANE DA CARNE SUINA; IN SARDEGNA NEL 2005 DOPO ANNI DI SILENZIO; IN IRLANDA NEI SELVATICI CÈ, MA CUOCIONO BENE LE CARNI; IN GB LULTIMO CASO NEL 1957; IN AUSTRIA ULTIMO CASO NEL 1970 (SUINO CHE AVEVA MANGIATO VOLPE) ; BELGIO NULLA;

20 DANIMARCA NULLA; FRANCIA UN CASO NEL 1985, MA CI SONO I CASI TRA IL 1975 ED IL 2000, DA CARNE DI CAVALLO! GERMANIA NON CÈ ENDEMIA, MA CI SONO 1 – 10 CASI /ANNO PER IMPORTAZIONE CARNI EST; GRECIA ULTIMO CASO NEL 1982; SVEZIA SOLO FINO AL 1978; OLANDA NULLA; UNGHERIA FINO AL 1980.

21 ITALIA 1° CASO NEL 1887; DAL 1948 AL EPISODI DA SUINI RURALI; DAL 1933 AL 1946 IN SICILIA (EMIGRANTI USA); CARNE DI CAVALLO (1975 – 2000) 1030 CASI!

22 PAESI ENDEMICI SERBIA: SI CONSUMANO CARNI DI SUINO POCO COTTE; FINLANDIA (POCHI CASI ): T. SPIRALIS NEI SUINI DOMESTICI; SPAGNA: CASI OGNI ANNO, SUINI RURALI; POLONIA: CASI OGNI ANNO, SUINI RURALI; PAESI BALTICI: BULGARIA: MOLTI CASI; CROAZIA: MOLTI CASI; NORVEGIA: SPORADICI; ROMANIA: MOLTI CASI; SLOVENIA: ?? SLOVACCHIA: POCHI CASI.

23

24

25

26 SUIDI CARNIVORI MUSTELIDI RATTI (NELLE CAROGNE LE LARVE VIVONO POCHE SETTIMANE) ; SOLIPEDI (SPIRALIS, BRITOVI,PSEUDOSPIRALIS); ARTIODATTILI CAPRIOLI (CROAZIA) RENNE (RUSSIA) OVINI/BOVINI (CINA!) LAGOMORFI RARAMENTE PINNIPEDI/CETACEI IN ITALIA VOLPI E CINGHIALI 0.06% (SPIRALIS, BRITOVI, PSEUDOSPIRALIS).

27


Scaricare ppt "TRICHINELLA Spp. Dr. Michele Dottori ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE DI REGGIO EMILIA Via Pitagora,"

Presentazioni simili


Annunci Google