La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

53° Distretto Scolastico - Nocera Inferiore ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "53° Distretto Scolastico - Nocera Inferiore ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi 1."— Transcript della presentazione:

1 53° Distretto Scolastico - Nocera Inferiore ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi 1

2 I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti Introduzione del dirigente scolastico Le figure della sicurezza scolastica funzioni del SSP (Servizio di prevenzione e protezione) Il ruolo del dirigente e del preposto Novità introdotte dal D.lgs 106/09 Il DVR di Istituto Fattori di rischio occupazionali Valutazione dei rischi generali e specifici 2

3 I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti Il piano di emergenza Gestione dellemergenze e piano di evacuazione Vie di esodo plesso triennio (via Atzori) Vie di esodo plesso biennio (via de Curtis) -interventi dei colleghi -questionario finale 3

4 ……PERCHE SIAMO QUI? D.Lgs 626/94 D.Lgs 81/08 - TESTO UNICO SULLA SICUREZZA – obblighi dei lavoratori …I lavoratori deono obbligatoriamente partecipare ai programmi di formazione e addestramento (art. 20 comma 2-h) - D.Lgs. 81/08). I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

5 5

6 Inoltre: Il TU (artt. 32 e 37) introduce anche il libretto formativo del cittadino ( ancora in fase di definizione…), su cui dovranno essere annotate tutte le iniziative di informazione e formazione in carico a lavoratori, preposti, RSPP e ASPP, RLS, addetti PS e antincendio per consentire al datore di lavoro di programmare lattività di formazione e consentire lispezione agli organi di vigilanza….. I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

7 Aspetti generali D.lgs 81/08: Ampliamento del campo di applicazione delle disposizioni in materia di salute e sicurezza (articoli 2 e 3): Estensione delle norme a tutti i settori di attività, privati e pubblici a tutte le tipologie di rischio ( es. quelli legati allo stress lavoro-correlato, lavoratrici in stato di gravidanza nonché quelli connessi, alletà, alla provenienza da altri stati) a tutti i lavoratori e lavoratrici (es: subordinati e autonomi in qualsiasi forma, lavoratori a distanza, ecc.) I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

8 Aspetti generali D.lgs 81/08: Concetti chiave Programmazione: attività normale e continuativa Organizzazione: precisare ruoli, competenze responsabilità Standardizzazione: delle procedure dintervento Consultazione e Partecipazione: dei lavoratori Formazione e Informazione: dei lavoratori Impianto Sanzionatorio 8

9 La scuola viene indicata come luogo privilegiato per la promozione della cultura della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Lart. 11 del decreto in oggetto, prevede linserimento in ogni attività scolastica ……di specifici percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie scolastiche volti a favorire la conoscenza delle tematiche della salute e della sicurezza nel rispetto delle autonomie scolastiche NOVITÀ PER LA SCUOLA INTRODOTTE DAL D.lgs 81/08 I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

10 10

11 Datore di lavoro (DS) RLS DIRIGENTI E PREPOSTI FIGURE SENSIBILI (Addetti alle emergenze) Medico competente MC RSPP I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti Il sistema della Sicurezza secondo il Testo Unico ? 11

12 Dirigente scolastico (Maurizio de Gemmis) E il responsabile di tutte le funzioni della sicurezza Delega a dirigenti e preposti mantenendo corresponsabilità in ogni attività E responsabile del DVR (valutazione dei rischi) e del programma di formazione-informazione dei dipendenti Responsabile della Sicurezza (Giuseppe Amato) Collabora col DS alla stesura del DVR Partecipa alle riunioni periodiche sulla Sicurezza Sollecita interventi per il mantenimento dei livelli di Sicurezza Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (Alfonso Cantarella) Non ha specifiche responsabilità Fa parte del SSP e partecipa alle riunioni periodiche Si fa portavoce di istanze dei lavoratori per la sicurezza Ha accesso ai documenti della sicurezza e interagisce con il DS e le Istituzioni del Territorio in merito a problematiche inerenti la sicurezza 12

13 13

14 I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

15 Procedura di evacuazione subito dopo il termine delle prime scosse Emergenza terremoto Stato di preallarme Attivazione squadra antincendio Procedura di evacuazione coordinata allevento, solo su via libera Emergenza incendio Stato di preallarme Procedura di evacuazione coordinata allevento,solo su via libera Emergenza alluvione I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

16 DS Responsabili di plesso Collaboratori scolastici Squadra antincendio Squadra di Primo soccorso DOCENTIRSPP Il Sistema di gestione delle emergenze I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

17 INCARICATI DI PRIMO SOCCORSO Gli incaricati di primo soccorso (PS) sono persone formate ed opportunamente addestrate ad intervenire prontamente ed autonomamente per soccorrere chi si infortuna o accusa un malore. Caso A: urgente e grave Chiamare subito il 118 Caso B: non grave né urgente Accompagnare in ospedale Caso C: lieve Prestare cure a Scuola I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti Possono essere reclutati anche allinterno dei docenti purchè dotati di specifica abilitazione 17

18 - Gli interventi di PS devono avvenire tempestivamente, al momento della segnalazione; - lazione dellincaricato di PS è circoscritta al primo intervento su una persona bisognosa di cure immediate e si protrae, a discrezione dellincaricato stesso e senza interferenze di altre persone non competenti, fintantoché lemergenza non sia terminata. - lintervento dellincaricato di PS è finalizzato al soccorso di chiunque si trovi nei locali o nelle pertinenze della scuola. RESPONSABILITA DEGLI INCARICATI DI PRIMO SOCCORSO I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

19 - Il DS è responsabile unico ed ufficiale di tutta lorganizzazione e la gestione della sicurezza a scuola; pertanto, lincaricato di PS chiamato ad intervenire deve avvisare non appena possibile il DS o un suo collaboratore di quanto è accaduto e di come intende procedere. - Nel caso in cui linfortunato sia un allievo, spetta al DS o ai suoi collaboratori il compito di comunicare alla famiglia laccaduto e i provvedimenti presi. - Qualora un incaricato di PS riscontri carenze nella dotazione delle valigette di PS, deve avvisare la persona che sovrintende allacquisto e alla gestione dei materiali di PS. - Il DS è responsabile unico ed ufficiale di tutta lorganizzazione e la gestione della sicurezza a scuola; pertanto, lincaricato di PS chiamato ad intervenire deve avvisare non appena possibile il DS o un suo collaboratore di quanto è accaduto e di come intende procedere. - Nel caso in cui linfortunato sia un allievo, spetta al DS o ai suoi collaboratori il compito di comunicare alla famiglia laccaduto e i provvedimenti presi. - Qualora un incaricato di PS riscontri carenze nella dotazione delle valigette di PS, deve avvisare la persona che sovrintende allacquisto e alla gestione dei materiali di PS. RESPONSABILITA DEGLI INCARICATI DI PRIMO SOCCORSO I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

20 20

21 21

22 ADDETTI ALLA PREVENZIONE INCENDI E ALLA LOTTA ANTINCENDIO Gli addetti alla prevenzione incendi e alla lotta antincendio (Squadra Antincendio) sono persone formate ed opportunamente addestrate a mettere in atto precise azioni di carattere preventivo nel campo della prevenzione incendi e ad intervenire prontamente nel caso di un principio dincendio. Possono essere reclutati anche allinterno dei docenti purchè dotati di specifica abilitazione I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

23 Comportamenti generali in caso di emergenza Interrompere le attività lavorative Non attardarsi a recuperare oggetti personali Seguire le indicazioni degli addetti emergenze Percorrere le vie desodo senza correre Non utilizzare gli ascensori Raggiungere il punto di raccolta I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

24 PROCEDURA DI ESODO NON SCAPPARE!!!!! APRIFILACHIUDIFILA PREPARARSI IN FILA LASCIANDO TUTTO IN CLASSE I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

25 Tabelle degli incarichi-allievi durante lemergenza – a.s AAprifilasostChiudifilasostaltri IALongobardiFedericoGiovialeBoffardi IIABoveBattipagliaViolanteFattorusso IBBarbarìaDi SommaRussoFalcone IIBGrimaldi D.NacchioGrimaldi A.Cuomo ICRomanoDe rosaGuidoneFiamma IICFisichellaFiorenzoFezzaGambardella IDBarcellonaDAngeloBuonfiglioDi Maio IIDBiancoCretellaIesceRuggiero IEGarganoSantorielloBoveIapicco IIEPetrosinoImperatoSgaglioneDAgosto IFBaseliceBergaminelliGalloGenova IIFGioiellaMerolaSaliernoMarloni IGRosaBoveRiccioScannapieco IIGPetrosinoManzoLongobardiPandolfi IHDambrosioStanzioneDamicoBuonocore IIHMarrazzo eDe GirolamoSchiavoneCavallaro II ITortoraSabatinoAbruzzoMatrone 25

26 PROVE DI EVACUAZIONE Sono tipicamente finalizzate alla simulazione e verifica dei tempi di risposta del sistema di sicurezza scolastico allemergenze Durante la simulazione programmata verranno verificate le sequenze di esodo e i tempi di evacuazione globali Le sequenze di esodo verranno verificate raccogliendo i moduli contrassegnati al momento delluscita dalledificio scolastico consegnati ai preposti sui portoni e alle scale di emergenza Il docente ha il compito di sensibilizzare i ragazzi col compito di aprifila e chiudifila al proprio incarico I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti

27 27

28 28

29 29

30 30

31 31

32 32

33 33

34 I.t.i G. Marconi – Nocera Inf. Formazione docenti


Scaricare ppt "53° Distretto Scolastico - Nocera Inferiore ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi 1."

Presentazioni simili


Annunci Google