La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMUNITA CASA A COLORI A SSEMINI - CAGLIARI Certificato n° IT07/1604 Settore EA: 38F.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMUNITA CASA A COLORI A SSEMINI - CAGLIARI Certificato n° IT07/1604 Settore EA: 38F."— Transcript della presentazione:

1 COMUNITA CASA A COLORI A SSEMINI - CAGLIARI Certificato n° IT07/1604 Settore EA: 38F

2 COMUNITA CASA A COLORI La comunità ad alta intensità socio assistenziale Casa a Colori nasce ad Assemini (CA) ufficialmente il 13 agosto del 2009, ed è rivolta allaccoglienza di 10 minori della fascia dai 13 ai 18 anni con disturbo mentale e/o sottopposti a misure giudiziarie. In Sardegna fino a quella data non vi era alcuna struttura dedicata a quel target dutenza; ad accogliere i minori con disturbo mentale erano, e ancora sono, le comunità socio assistenziali. Nei casi più gravi si ricorre a strutture presenti nel resto della penisola

3 ANNO 2013: NUORO STRUTTURA SOCIO SANITARIA RESIDENZIALE PER IL TRATTAMENTO DI ADOLESCENTI E GIOVANI ADULTI CON DISTURBO MENTALE E/O SOTTOPOSTI A MISURE GIUDIZIARIE

4 COMUNITA CASA A COLORI COMUNITA AD ALTA INTENSITA ASSISTENZIALE PER ADOLESCENTI CON DISTURBO PSICHIATRICO E DISAGIO SOCIALE

5 COMUNITA CASA A COLORI Allegato alla Delib.G.R. n. 7/12 del D.G.R. n.21/52 del 08/04/2008 Requisiti per lAutorizzazione al funzionamento delle Strutture Sociali rivolte a minori e giovani adulti, persone con disturbo mentale e persone con disabilita con esiti stabilizzati ORGANIZZATIVI – PERSONALE: deve essere garantita la interdisciplinarietà dellequipe con almeno 9 operatori di ambito psicologico ed educativo bisogna prevedere la supervisione da parte di una figura qualificata esterna alla struttura il personale sanitario è assicurato dalla ASL di competenza il numero degli operatori in servizio deve garantire la presenza contemporanea di almeno due operatori ogni quattro utenti, durante le ore notturne deve essere assicurata la presenza di almeno un operatore

6 COMUNITA CASA A COLORI Equipe casa a colori: 1 direttore sanitario 1 pedagogista - coordinatore 4 psicologi 3 educatori 1 animatore 2 ausiliari (pulizie, cucina) 1 operaio 1 supervisore esterno 1 psicoterapeuta per le famiglie e per i ragazzi

7 COMUNITA CASA A COLORI DA SETTEMBRE 2009 AD OGGI

8 COMUNITA CASA A COLORI

9

10 METODOLOGIE: Trattamento psicofarmacologico Sostegno psicoeducativo Sostegno scolastico Terapia di gruppo Terapia individuale Promozione di attività di socializzazione Attività ludiche di gruppo o individuali Gestione di progetti di inserimento lavorativo e formativo

11 COMUNITA CASA A COLORI OSPITE ATTIVITA INDIVIDUALI Cura di sé e dello spazio di vita ATTIVITA RIABILITATIVE Laboratori espressivi: musica, lettura, pittura Laboratori di cucina, ceramica, Tirocini di lavoro Corsi di formazione professionale ATTIVITA CLINICHE: Psicofarmacologia Terapia individuale Terapia familiare ATTIVITA LUDICO RICREATIVE: Sport, laboratori esterni, gite

12 COMUNITA CASA A COLORI Aspetti critici : assenza del lavoro di rete e delega delle sorti dellospite assenza quasi totale del PEI da parte del servizio inviante mancanza di servizi di aggregazione sociale appropriati per i ragazzi assenza procedure gestione episodi critici assenza da parte degli Enti del supporto alle famiglie mancanza di corsi di formazione per i ragazzi con età inferiore ai 16 anni

13 COMUNITA CASA A COLORI Punti di forza Collaborazione con la clinica universitaria che offre un confronto puntuale sullandamento degli ospiti e collaborazione nella gestione degli stessi Collaborazione tra i singoli specialisti per il buon esito dellintervento Tenacia nellobiettivo di prendersi cura del paziente

14 COMUNITA CASA A COLORI Approccio sistemico attraverso unottica di circolarità (U. Telfener); Contesto nel quale è possibile effettuare un confronto di idee, azioni, progettualità. Dove far emergere significati relativi alle azioni, ai processi e alle relazioni; Differente dalla psicoterapia; Tre i livelli sui quali si muove la supervisione: produzione, spiegazione, estetica LA SUPERVISIONE

15 COMUNITA CASA A COLORI TEMATICHE RICORRENTI Aggressività: dellutente? Delleducatore?; Necessità di una presa in carico con obiettivi chiari e condivisi; Il vissuto di Equipe; Inserimento in comunità, presa in carico, dimissioni: vissuto degli operatori e costruzione di unimmagine del minore; Limportanza e linfluenza delle informazioni e del contesto; Rapporto con i servizi del territorio; Le risonanze personali che rendono o troppo ciechi o troppo responsivi

16 COMUNITA CASA A COLORI RISCHI E CRITICITA 1) Istruzioni, soluzioni, idee: necessità delloperatore o del supervisore? Dipende dal contesto e dalle richieste esplicite o implicite provenienti dal contesto stesso? 2) Pensare alla supervisione come occhio onniscente; 3) Confusione tra lideale e il concreto; 4) Rispondere allassunto di base insito nel tema della salute mentale: esclusione/inclusione; 5) Isomorfismi (scissione); 6) Cadere nella patologia e nellidea di incurabilità, farsi spaventare dalla patologia


Scaricare ppt "COMUNITA CASA A COLORI A SSEMINI - CAGLIARI Certificato n° IT07/1604 Settore EA: 38F."

Presentazioni simili


Annunci Google