La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Docente tutor distituto Marina Babusci Dirigente scolastico Dott.sa Maria Salvia Istituto Comprensivo Statale «A. Vespucci» Vibo Marina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Docente tutor distituto Marina Babusci Dirigente scolastico Dott.sa Maria Salvia Istituto Comprensivo Statale «A. Vespucci» Vibo Marina."— Transcript della presentazione:

1 docente tutor distituto Marina Babusci Dirigente scolastico Dott.sa Maria Salvia Istituto Comprensivo Statale «A. Vespucci» Vibo Marina

2 I.C. "AMERIGO VESPUCCI" PQM 2012/2013 CLASSE 3^C docente tutor M. Babusci Lattività inizia con losservazione di una comune scatola di scarpe, che diligentemente ogni ragazzo ha portato da casa, e con la richiesta di immaginarne lapertura, come è stato fatto con il cubo nellattività precedente.

3 I.C. "AMERIGO VESPUCCI" PQM 2012/2013 CLASSE 3^C docente tutor M. Babusci Le congetture sullapertura sono verificate con la visione dello sviluppo animato del parallelepipedo pace/ADPARA.html

4 I.C. "AMERIGO VESPUCCI" PQM 2012/2013 CLASSE 3^C docente tutor M. Babusci I ragazzi rilevano le misure delle dimensioni della scatola.

5 I.C. "AMERIGO VESPUCCI" PQM 2012/2013 CLASSE 3^C docente tutor M. Babusci Dopo aver ridotto di ¼ le dimensioni reali della scatola, ne disegnano lo sviluppo in piano.

6 I.C. "AMERIGO VESPUCCI" PQM 2012/2013 CLASSE 3^C docente tutor M. Babusci Come da richiesta successiva, disegnano lo sviluppo di un secondo parallelepipedo di dimensioni liberamente scelte da ognuno.

7 I.C. "AMERIGO VESPUCCI" PQM 2012/2013 CLASSE 3^C docente tutor M. Babusci Descrivono le caratteristiche geometriche del solido e individuano le relazioni di parallelismo, perpendicolarità e complanarità tra facce, spigoli e vertici.

8 I.C. "AMERIGO VESPUCCI" PQM 2012/2013 CLASSE 3^C docente tutor M. Babusci Quanto realizzato in questa attività ha sicuramente: Consolidato la capacità di individuare e riconoscere le relazioni di parallelismo, perpendicolarità e complanarità tra facce, spigoli e vertici delle figure solide in genere. Potenziato la capacità di generalizzare, i ragazzi hanno infatti riconosciuto con prontezza che anche per aprire un parallelepipedo, come per il cubo, sono necessari 7 tagli e che tale numero scaturisce dalla formula n. spigoli – ( n. facce – 1) Offerto ulteriore occasione di rilevare misure e disegnare forme geometriche in scala ridotta rispetto alle misure ottenute.


Scaricare ppt "Docente tutor distituto Marina Babusci Dirigente scolastico Dott.sa Maria Salvia Istituto Comprensivo Statale «A. Vespucci» Vibo Marina."

Presentazioni simili


Annunci Google