La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Lighting Design Software PROLITE 4.2 Nuova versione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Lighting Design Software PROLITE 4.2 Nuova versione."— Transcript della presentazione:

1 1 Lighting Design Software PROLITE 4.2 Nuova versione

2 2 Prolite 4.1 è la nuova versione del software per la progettazione illuminotecnica di ambienti interni, aree esterne, e strade, con funzioni di visualizzazione delle tabelle, dei risultati, dei grafici e delle immagini realistiche dellambiente da diversi punti di vista. Rappresenta un valido supporto al progettista per la preventivazione e la realizzazione di tutta la documentazione da fornire al cliente a supporto delle scelte di progetto INTRODUZIONE AL PROGRAMMA

3 3 SCOPO DEL PROGETTO ILLUMINOTECNICO Il programma calcola illuminamenti e luminanze di tutte le superfici dellambiente, arredi inclusi, tenendo in considerazione anche le ombre da essi create.

4 4 REQUISITI DEL SISTEMA Computer:Pentium 100 MHz o superiore Memoria RAM:32 MB Disk Drive:CD ROM multisessione X16 Video:Risoluzione 800 x 600 pixel Mouse:Windows compatibile Sistema operativo: Windows 98/2000/Windows NT v. 4.1 (Service Pack 3) E consigliabile, prima di effettuare linstallazione del programma, verificare che la configurazione del proprio computer sia almeno del tipo seguente:

5 5 GESTIONE ED INSTALLAZIONE Chiudere ogni applicazione eventualmente aperta Inserire il CD-ROM nel lettore CD Automaticamente si apre una finestra che permette la consultazione del CD-ROM e linstallazione dei software tecnici Scegliere licona Prolite da installare e seguire le istruzioni a video Terminata linstallazione entrare nel programma tramite licona creatasi automaticamente nel menù avvio

6 6 Definire la geometria dellarea inserire la geometria dellarea esterna Inserire le linee del campo da gioco Scegliere le linee Modificare eventualmente i dati Le funzioni Pan Zoom e Grid Stabilire la posizione delle torri e degli apparecchi Dimensionare la torre Inserire gli apparecchi Determinare i puntamenti Simmetrizzare le torri Elaborare i calcoli Visualizzare i risultati Stampare il progetto Il comando Help ITER DI PROGETTAZIONE DI AMBIENTI ESTERNI

7 7 LE FUNZIONI PAN-ZOOM-GRID Pan: permette di spostare il disegno allinterno del Piano di Lavoro. Selezionando il bottone PAN la freccia del mouse viene sostituita col disegno di una mano: premendo il tasto sinistro del mouse viene catturato il disegno che può essere spostato in tutte le direzioni allinterno del Piano di Lavoro Zoom: consente di ingrandire o di rimpicciolire il disegno (zoom in e zoom out). Grid: questa funzione consente di cambiare il passo della griglia del Piano di Lavoro e quindi di cambiare la scala secondo cui viene rappresentato il disegno. PANZOOM GRID

8 8 AMBIENTI ESTERNI -CAMPO DA CALCIO- (definizione della geometria dellarea) La definizione dellarea di studio di un progetto è possibile attraverso 3 soluzioni alternative: Creare la geometria dellarea disegnandola con il mouse Creare la geometria dellarea importando lambiente da file DXF o da autocad Scegliere lambiente selezionandolo dalla libreria Le fasi successive alla definizione del campo da calcio seguono il medesimo iter di progetto, lesempio progettuale esposto utilizza il metodo della creazione dellarea selezionandola da libreria

9 9 -CAMPO DA CALCIO- (definizione della geometria dellarea) Dal menù Ambiente scegliendo lopzione librerie si accede ad una proposta di ambienti fra cui selezionare larea desiderata. Il campo da calcio è costituito da un area rettangolare individuata dal comando outdoor rectangular area le righe del campo vengono disegnate in un secondo momento, sovrapponendole allarea con lo stesso procedimento degli arredi visto per gli ambienti interni. Andranno inserite le dimensioni del campo e la posizione dei pali o delle torri su cui saranno installati i proiettori nonché i puntamenti.

10 10 GEOMETRIA DELLAREA Per definire la geometria del campo selezionare dal menù ambiente Libreria ambienti e successivamente outdoor rectangular area. Per confermare larea selezionare apri. Inserire le dimensioni del campo da gioco

11 11 GEOMETRIA DELLAREA E necessario definire il colore e la riflessione della superficie, il software propone di default un colore di riflettanza della superficie mediamente utilizzato per i campi sportivi allaperto, corrispondente al 25%. E comunque possibile variarlo cliccando sopra il colore attivo.

12 12 Questa funzione permette di gestire gli arredi allinterno degli ambienti in esame. Una libreria di base fornisce elementi di varie forme come muri divisori, cubi, porte, e molti altri tipi di arredi. Lelemento selezionato è evidenziato con linee tratteggiate di colore verde e viene considerato elemento corrente. Le funzioni principali associate al menù riguardano: - inserimento di un nuovo arredo - duplicazione e movimento dellarredo - scala arredo per modificarne le dimensioni - eliminazione di un arredo - modifica dei colori dellarredo INSERIMENTO LINEE DEL CAMPO DA GIOCO

13 13 INSERIMENTO LINEE DEL CAMPO DA GIOCO Per inserire le linee di campo selezionare arredi e successivamente aggiungi arredo, quindi scegliere la cartella sport.

14 14 Selezionata la categoria e il tipo di arredo desiderato, il programma visualizza in anteprima larredo e presenta la finestra con cui definire il colore. INSERIMENTO LINEE DEL CAMPO DA GIOCO

15 15 Stabilito il colore dellarredo ed il nome personalizzato, lelemento scelto verrà visualizzato nel colore verde. INSERIMENTO LINEE DEL CAMPO DA GIOCO

16 16 Larredo inserito va riproporzionato secondo le dimensioni x ed y attribuendogli le stesse dimensioni del campo attraverso la scelta arredi e scala arredo, compare poi la finestra in cui inserire le dimensione del campo. INSERIMENTO LINEE DEL CAMPO DA GIOCO

17 17 INSERIMENTO LINEE DEL CAMPO DA GIOCO Ora larredo va sovrapposto allarea rettangolare trascinandolo con il mouse oppure dal menù arredi attraverso la scelta spostamento relativo arredo sovrapponendolo allarea.

18 18 INSERIMENTO STRUTTURA (torri) Nellilluminazione di aree esterne generalmente gli apparecchi vengono posizionati su palo e supportati da una struttura. Questa funzione consente il dimensionamento di questultima definendo: - le sue dimensioni secondo coordinate x,y. - Il numero di file e di colonne le cui inersezioni determinano il numero di apparecchi per ogni struttura. - La sua posizione x, y nellarea rispetto allorigine degli assi di riferimento. La struttura una vota definita potrà essere duplicata simmetricamente.

19 19 INSERIMENTO STRUTTURA (torri) Dal menù struttura selezionare aggiungi struttura x dimensionare e successivamente inserire le torri Inserire i dati della struttura, il nome, la sua dimensione orizzontale X e verticale Y, il numero di file e di colonne e sue coordinate rispetto al campo.

20 20 INSERIMENTO STRUTTURA (torri) Agendo sulle lenti (comando Zoom In-Out) è possibile e consigliato ingrandire il particolare della struttura inserita.

21 21 INSERIMENTO APPARECCHI Mantenendo la struttura selezionata (di colore rosso) agire con il tasto destro del mouse e selezionare Lista apparecchi. Apparirà la tabella riportata dalla quale selezionare il menù apparecchi.

22 22 Dopo avere stabilito che il campo da calcio verrà illuminato con proiettori selezionare il menù Proiettori. INSERIMENTO APPARECCHI

23 23 INSERIMENTO APPARECCHI Per il progetto desempio selezionare il proiettore Stadium GW Le scelte effettuate vengono visualizzate con la descrizione dellapparecchio scelto e della sorgente luminosa ad esso associata.

24 24 INSERIMENTO APPARECCHI Cliccando su inserisci per 5 volte (tante quante sono le intersezioni tra righe e colonne inserite nella struttura) vengono visualizzati gli apparecchi.

25 25 DEFINIZIONE DEI PUNTAMENTI Tra i vari metodi utilizzati per stabilere il puntamento degli apparecchi il più immediato è quello di selezionare ogni singolo apparecchio e cliccare su punta.

26 26 DEFINIZIONE DEI PUNTAMENTI Il puntamento diventa dinamico e lo si determina direttamente con lo spostamento del mouse seguendo il semicerchio automatico come indicatore di posizione.

27 27 SIMMETRIZZARE LE TORRI Selezionando strutture e successivamente simmetrizza strutture (Vert/Orizz) si possono duplicare e simmetrizzare le strutture ed i rispettivi apparecchi prima di procedere al calcolo.

28 28 CALCOLI Per procedere al calcolo di verifica illuminotecnica, selezionare dal menù calcoli lopzione inizio.

29 29 CALCOLI Per le aree esterne si sceglie la tipologia di calcolo solo diretto che si limita alla sola componente diretta, vale a dire quella componente relativa allilluminazione delle superfici che proviene esclusivamente dagli apparecchi senza considerare interriflessioni fra pareti o altre superfici dellambiente.

30 30 VISUALIZZAZIONE RISULTATI Il risultato di calcolo riporta il valore degli illuminamenti (minimo massimo e medio) in una tabella.

31 31 VISUALIZZAZIONE RISULTATI Dal menù risultati, scegliendo seleziona superficie si accede alla tabella di visualizzazione del tipo di grafico desiderato.

32 32 Esempi di rappresentazioni grafiche possibili ricavate dal menù Visualizza - Risultati. VISUALIZZAZIONE RISULTATI VALORISPOT

33 33 Esempi di rappresentazioni grafiche possibili ricavate dal menù Visualizza - Risultati. VISUALIZZAZIONE RISULTATI TRIDIMENSIONALEISOLUX

34 34 VISUALIZZAZIONE RISULTATI Selezionando Vista 3D dal menù viste appare la finestra per la visione tridimensionale dellarea che riporta automaticamente larea nella vista tridimensionale

35 35 VISUALIZZAZIONE RISULTATI La visualizzazione del rendering a colori è possibile selezionando dal menù visualizzazione- rendering- shading la funzione solido con linee.

36 36 Cliccando sulla doppia freccia indicata a menù Tumble il movimento del mouse rende la prospettiva di rendering dinamico ruotandola fino alla inquadratura desiderata. RENDERING

37 37 CALCOLO ECONOMICO Selezionando la funzione Calcoli - Calcolo Economico, è possibile effettuare un calcolo economico dellimpianto. Scegliendo il calcolo completo è necessario inserire in tutti i campi richiesti, i dati economici legati al prodotto e alla manutenzione, alla vita delle sorgenti ed al loro costo, terminato linserimento il programma provvede al calcolo presentando i risultati nellopportuna finestra.

38 38 CALCOLO ECONOMICO I risultati del calcolo economico riportano fra gli altri dati, quelli relativi ai costi dinvestimento, alle spese annuali di esercizio ed agli ammortamenti.

39 39 SALVATAGGIO PROGETTO Prima di uscire dal programma è opportuno effettuare il salvataggio del progetto in corso dal menù File - Salva progetto. I dati di progetto inseriti, verranno riportati nella stampa.

40 40 STAMPA DEI RISULTATI Dal menù di stampa si possono selezionare tutti i grafici precedentemente visualizzati per allegarli alla stampa del progetto illuminotecnico che riporta i risultati di calcolo. E anche possibile selezionare una lingua di stampa differente da quella in cui è stato realizzato il progetto.

41 41 IL COMANDO HELP Il comando Help consente di consultare il manuale operativo del software e quindi di avere un supporto on-line come soluzione per ogni incertezza. Sempre con Help si possono lanciare dimostrazioni automatiche delle principali funzioni del programma con esempi di progettazione per interni, esterni e strade della durata di alcuni minuti. Lenciclopedia permette anche di reperire informazioni sulle grandezze illuminotecniche.


Scaricare ppt "1 Lighting Design Software PROLITE 4.2 Nuova versione."

Presentazioni simili


Annunci Google