La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006."— Transcript della presentazione:

1 1Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006

2 2Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Prolite 4.2 è la nuova versione del software per la progettazione illuminotecnica di ambienti interni, aree esterne, e strade, con funzioni di visualizzazione delle tabelle, dei risultati, dei grafici e delle immagini realistiche dellambiente da diversi punti di vista. Rappresenta un valido supporto al progettista per la preventivazione e la realizzazione di tutta la documentazione da fornire al cliente a supporto delle scelte di progetto Introduzione al programma

3 3Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Scopo del progetto illuminotecnico Il programma calcola illuminamenti e luminanze di tutte le superfici dellambiente, arredi inclusi, tenendo in considerazione anche le ombre da essi create.

4 4Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Requisiti del sistema Computer:Pentium 100 MHz o superiore Memoria RAM:32 MB Disk Drive:CD ROM multisessione X16 Video:Risoluzione 800 x 600 pixel Mouse:Windows compatibile Sistema operativo: Windows 98/2000/Windows NT v. 4.2 (Service Pack 3) E consigliabile, prima di effettuare linstallazione del programma, verificare che la configurazione del proprio computer sia almeno del tipo seguente:

5 5Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Gestione ed installazione Chiudere ogni applicazione eventualmente aperta Inserire il CD-ROM nel lettore CD Automaticamente si apre una finestra che permette la consultazione del CD-ROM e linstallazione dei software tecnici Scegliere licona Prolite da installare e seguire le istruzioni a video Terminata linstallazione entrare nel programma tramite licona creatasi automaticamente nel menù avvio

6 6Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Iter di progettazione per INTERNI Personalizzazioni Definire la geometria dellarea Tracciare lambiente per segmenti Stabilire colori e riflettanze dello stesso Stabilire altezza locale e piano di lavoro Inserire gli arredi Scegliere larredo Modificare i dati dellarredo Le funzioni Pan Zoom e Grid Scegliere ed inserire gli apparecchi Modifica dei puntamenti Elaborare i calcoli Visualizzare i risultati di calcolo Stampare il progetto Il comando Help

7 7Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Nel Prolite 4.2 si possono impostare due personalizzazioni, modificabili dal menu che si apre cliccando su FILE- PERSONALIZZA. Personalizzazioni

8 8Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Personalizzazioni 1 2 Le personalizzazioni consistono in: 1.Fascio di luce: definisce laspetto grafico del fascio di luce sul piano dove si sta puntando lapparecchio e indica la direzione della massima emissione luminosa. 2.Step Rotazioni Angolari: questa funzione riguarda la rotazione degli arredi. Impostando il valore dell angolo il programma provvede a ruotare larredo per step angolari, diversamente chiederà ogni volta di definire langolo di rotazione.

9 9Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 La definizione dellarea di studio di un progetto è possibile attraverso 3 soluzioni alternative: 1)Creare la geometria dellarea disegnandola con il mouse 2)Creare la geometria dellarea importando lambiente da file DXF o da autocad 3)Scegliere lambiente selezionandolo dalla libreria Le fasi successive alla definizione dellarea seguono il medesimo iter di progetto, lesempio progettuale esposto utilizza il 1° metodo della creazione della geometria. Definire la geometria dellarea

10 10Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 (1) Disegnare la geometria dellarea Larea di lavoro è composta da una griglia di punti posti ad interdistanze costanti, secondo il passo mostrato nella parte superiore sinistra del monitor che, di default, è pari a 1 metro, modificabile selezionando licona della lente, in funzione delle dimensioni dellambiente. Selezionare dal menù Ambiente la funzione Crea Ambiente, per attivare le funzioni di inserimento. Partendo dallorigine degli assi, tracciare con il mouse il perimetro del locale premendo il tasto sinistro del mouse ad ogni vertice (tenere sempre premuto il tasto shift). Per tracciare lati curvi usare il tasto destro del mouse. Successivamente dovranno essere definiti i colori e le altezze del locale e del piano di lavoro. Dal menù Ambiente selezionare Crea/Ambiente per disegnare la pianta del locale.

11 11Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 (1) Disegnare la geometria dellarea Cliccando sullarea e spostandosi con il mouse si visualizza un segmento le cui coordinate sono indicate nella barra di lavoro inferiore. Cliccando una seconda volta viene definito un segmento fra due punti della griglia.

12 12Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 (1) Disegnare la geometria dellarea E possibile anche inserire superfici curve, che il programma approssima come una spezzata composta da elementi definiti dalloperatore, con il tasto destro del mouse. Compare la finestra con cui definire il numero di segmenti con cui si intende spezzare la linea curva.

13 13Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 (1) Disegnare la geometria dellarea Dopo aver disegnato lambiente, si possono modificarne dimensioni e geometria. Selezionando dal menù Ambiente, Modifica ambiente appare la tabella delle coordinate dei vertici in cui è possibile inserire oppure eliminare un vertice.

14 14Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Per modificare manualmente la geometria dellarea, selezionare il vertice da eliminare o inserire. Eliminare un vertice Inserire un vertice Cliccando su Inserisci vertice il programma aggiunge nella direzione antioraria un vertice Trascinando il vertice selezionato (premendo shift) si crea il nuovo vertice. Cliccando su Elimina vertice il programma provvede a congiungere i vertici attigui tra di loro con una linea retta (1) Disegnare la geometria dellarea

15 15Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Si può importare unarea ed utilizzarla come sfondo su cui poi ripetere le operazioni di creazione ambiente come indicato fino ad ora. Cliccando su Dxf e scegliendo importa come sfondo, si può importare larea in formato Dxf di AUTOCAD. (2) Importare la geometria dellarea da DXF

16 16Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 E necessario, dopo aver importato larea scelta, ridisegnare lambiente seguendo sempre il procedimento (1) mantenendo la pianta importata come sfondo per ridefinirne i contorni. (2) Importare la geometria dellarea da DXF

17 17Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 (3) Importare lambiente dalla libreria Unaltra possibilità e quella di importare direttamente un ambiente scegliendolo da una libreria predefinita, già caricata con il software. Cliccare su Ambiente e infine scegliere Libreria Ambienti

18 18Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 (3) Importare lambiente dalla libreria Dalla libreria scegliere lambiente che si intende sviluppare e poi caricarlo nel progetto illuminotecnico in corso.

19 19Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Colori e riflettanze Terminata la definizione della geometria del locale, mediante la chiusura dellarea ritornando al punto di partenza, il programma mostra la finestra con cui definire i seguenti parametri dellambiente: Il tipo di ambiente tra interni ed esterni; è una scelta alternativa Laltezza del locale (m) considerando il soffitto piano Il colore di pareti, pavimento e soffitto Laltezza del piano di lavoro

20 20Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Scegliere il colore delle superfici cliccando sopra il colore attivo agendo con la freccia a destra. La riflettanza, espressa in valore percentuale, indica la quantità di luce riflessa dalla superficie in esame ed è associata al colore prescelto. Colori e riflettanze

21 21Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Questa funzione permette di gestire gli arredi allinterno degli ambienti in esame. Una libreria di base fornisce elementi di varie forme come muri divisori, cubi, porte, ecc. Lelemento selezionato è evidenziato con linee tratteggiate di colore verde e viene considerato elemento corrente. Le funzioni principali associate al menù riguardano: inserimento di un nuovo arredo duplicazione e movimento dellarredo scala arredo per modificarne le dimensioni eliminazione di un arredo modifica dei colori dellarredo Inserire gli arredi

22 22Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Scegliere un arredo Selezionare Aggiungi arredo dal menù Arredi per accedere alla libreria. Scegliere la categoria di appartenenza dellarredo secondo lelenco proposto suddiviso in cartelle.

23 23Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Selezionata la categoria e il tipo di arredo desiderato, il programma visualizza in anteprima larredo e presenta la finestra con cui definire il colore. Stabilito il colore dellarredo ed il nome personalizzato, lelemento scelto verrà visualizzato nel punto di origine degli assi. Scegliere un arredo

24 24Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Modificare un arredo Per spostare manualmente larredo cliccare col mouse sulloggetto e trascinarlo. Rilasciare poi il tasto raggiunta la posizione desiderata. Il menù arredi, fra le varie possibilità, offre anche lopportunità di: modificare le dimensioni dellarredo ruotare larredo duplicare larredo cambiare colori e riflettanze.

25 25Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Selezionando la vista 3D dal menù Viste è possibile visualizzare lambiente appena disegnato, secondo una prospettiva tridimensionale. Modificare un arredo

26 26Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Modificare un arredo Agendo sul cursore delle rotazioni è possibile scegliere la prospettiva più conveniente per la visualizzazione dellarea. Selezionando il comando colorazione con linee si visualizzano le superfici.

27 27Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Le funzioni PAN-ZOOM-GRID Pan: permette di spostare il disegno allinterno del Piano di Lavoro. Selezionando il bottone PAN la freccia del mouse viene sostituita col disegno di una mano: premendo il tasto sinistro del mouse viene catturato il disegno che può essere spostato in tutte le direzioni allinterno del Piano di Lavoro Zoom: consente di ingrandire o di rimpicciolire il disegno (zoom in e zoom out). Grid: questa funzione consente di cambiare il passo della griglia del Piano di Lavoro e quindi di cambiare la scala secondo cui viene rappresentato il disegno. PAN ZOOM GRID

28 28Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Questa funzione consente, dopo aver individuato il tipo di apparecchio, di determinare: Il numero di apparecchi necessari per ottenere sul piano di lavoro il livello di illuminamento medio desiderato. La disposizione automatica degli stessi per file e per colonne. Il calcolo del numero di apparecchi viene eseguito nel parallelepipedo che lo contiene. In un ambiente irregolare può verificarsi che, alcuni apparecchi, risultino posizionati al di fuori dello stesso in questo caso il programma provvede alla loro automatica eliminazione. Scegliere ed inserire gli apparecchi

29 29Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Tipi di inserimento Ci sono tre modi per definire la modalità operativa di inserimento degli apparecchi: aggiungere un apparecchio per volta aggiungere gli apparecchi per file e per colonne richiedere il calcolo automatico del numero di apparecchi necessari per ottenere i livelli di illuminamento richiesti.

30 30Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Appare larchivio con visualizzazione della curva fotometrica dellapparecchio prescelto in relazione alla sorgente luminosa ad esso associata. Dopo aver effettuato la scelta (Aggiungi Automaticamente Apparecchio), appare il menù in cui si seleziona la categoria di appartenenza del prodotto in base alla sua destinazione duso: generici, proiettori, strade. Tipi di apparecchio

31 31Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Ad ogni apparecchio è in genere collegato un singolo rilievo ma è anche possibile che ad uno stesso vengano associate più fotometrie come nel caso di apparecchi con diverse posizioni di lampada. Nel caso di più rilievi associati allo stesso apparecchio il programma attiva le funzioni Seguente e Precedente con cui poter scorrere la lista dei rilievi ad esso associati. Le fotometrie degli apparecchi

32 32Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Informazioni tecniche sugli apparecchi Le scelte effettuate vengono visualizzate con la descrizione dellapparecchio scelto e della sorgente luminosa ad esso associata.

33 33Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Selezionata la funzione compare la finestra con cui possono essere definiti i seguenti parametri: il livello medio di illuminamento [lux] desiderato sul piano di lavoro la distanza dal pavimento a cui posizionare gli apparecchi [m] il coefficiente di manutenzione degli apparecchi [%]. E inoltre possibile definire se gli apparecchi siano disposti a luce diretta o indiretta selezionando la casella con lindicazione del fascio verso il basso o verso lalto. Definire lilluminamento

34 34Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 appare subito, da un calcolo semplificato, il numero degli apparecchi necessari allottenimento del Inserito il valore del livello di illuminamento medio desiderato sul piano di lavoro del valore di illuminamento desiderato espresso sotto forma di righe e di colonne. Calcolo semplificato del numero di apparecchi

35 35Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Nel caso di area irregolare, alcuni apparecchi potrebbero risultare esterni alla superficie. Il programma provvede automaticamente ad eliminarli per rendere la configurazione regolare. Si procede quindi al calcolo per una verifica definitiva. Calcolo semplificato del numero di apparecchi

36 36Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 E possibile modificare manualmente il puntamento di ogni apparecchio visualizzando dinamicamente lo schema del fascio luminoso. Selezionando lapparecchio in pianta e cliccando con il tasto destro del mouse si accede al menù puntamento. Modificare il puntamento degli apparecchi

37 37Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Con la rotazione del mouse è possibile orientare (visualizzandolo) ogni singolo apparecchio puntandolo nella direzione desiderata. Modificare il puntamento degli apparecchi

38 38Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Il programma consente di scegliere 3 tipologie di calcolo: Semplificato: è un calcolo rapido e valido solo per ambienti assimilabili al parallelepipedo, utilizzato nella fase iniziale della progettazione e non considera né ombre né arredi. Solo diretto: si limita alla sola componente diretta, vale a dire quella componente relativa allilluminazione delle superfici che proviene esclusivamente dagli apparecchi senza considerare interriflessioni fra pareti o altre superfici dellambiente. Completo: il calcolo considera sia la componente diretta che quella derivante dalle interriflessioni fra le superfici costituenti lambiente, siano esse pareti o elementi di arredo. E consigliabile considerare almeno 3 interriflessioni. Elaborare i calcoli

39 39Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Per procedere al calcolo di verifica illuminotecnica, selezionare dal menù calcoli lopzione inizio. Scegliendo il calcolo completo è possibile stabilire il numero di interriflessioni desiderate. Aumentando il numero di interriflessioni aumenta la precisione del calcolo. Vanno selezionate inoltre le due opzioni: ombre e arredi, cliccando sulle apposite caselle. Elaborare i calcoli

40 40Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Terminata lelaborazione del calcolo, oltre alla rappresentazione grafica dei valori di illuminamento riportati in pianta, appaiono i valori degli illuminamenti min-max e medio riassunti per ogni superficie. Selezionando la superficie desiderata si visualizzano in dettaglio i risultati in lux nei punti di calcolo. Elaborare i calcoli

41 41Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Dal menù risultati si accede alla selezione di differenti tipi di risultati: Seleziona superficie (permette di accedere alla visualizzazione grafica dei risultati sulle differenti superfici) Riepilogo risultati P.Lavoro - Illuminamenti Pavimento - Illuminamenti Visualizzare i risultati di calcolo

42 42Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Dal menù risultati selezionando Seleziona superficie è possibile scegliere la superficie sulla quale visualizzare i risultati cliccando con il mouse allinterno dellarea più volte fino a visualizzare (controllando il menù in basso a sinistra) la superficie interessata. Visualizzare i risultati di calcolo

43 43Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Seleziona superficie, permette di selezionare la superficie sulla quale visualizzare i risultati di calcolo. Il passaggio da una superficie allaltra è visibile nella barra di lavoro inferiore, dopo averla scelta cliccare su OK. Visualizzare i risultati di calcolo Ora e possibile scegliere il tipo di rappresentazione da allegare al progetto scegliendola tra Valore, Isovalore, Spot e Tridimensionale.

44 44Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Seleziona superficie, permette di selezionare la superficie sulla quale visualizzare i risultati di calcolo. Il passaggio da una superficie allaltra è visibile nella barra di lavoro inferiore, dopo averla scelta cliccare su OK. Ora e possibile scegliere il tipo di rappresentazione da allegare al progetto scegliendola tra Valore, Isovalore, Spot e Tridimensionale. Visualizzare i risultati di calcolo

45 45Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Esempi di rappresentazioni grafiche possibili ricavate dal menù Risultati - Seleziona Superficie VALORIISOVALORI Va determinato lintervallo degli isovalori Visualizzare i risultati di calcolo

46 46Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 SPOT TRIDIMENSIONALE Va determinato langolo di rotazione del grafico Esempi di rappresentazioni grafiche possibili ricavate dal menù Risultati - Seleziona Superficie Visualizzare risultati di calcolo

47 47Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Selezionando Vista 3D dal menù Viste, appare la finestra per la visione tridimensionale dellambiente. Visualizzare i risultati di calcolo RENDERING

48 48Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Cliccando la doppia freccia a menù il movimento del mouse rende la prospettiva dinamica ruotandola fino alla inquadratura desiderata. Selezionando dal menù Visualizzazione- Rendering appaiono tutti i tipi di Rendering possibili. Visualizzare i risultati di calcolo RENDERING

49 49Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Esempi di rendering WIREFRAME A COLORISHADING SOLIDO RADIOSITY

50 50Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Texture Una texture è un'immagine di tipo bitmap utilizzata per rivestire la superficie di un oggetto virtuale, tridimensionale, o bidimensionale. Questa immagine viene poi duplicata sia verticalmente che orizzontalmente fino a ricoprire lintero piano selezionato. Dopo aver cliccato dal menù Texture lopzione Aggiungi, appare un archivio di tipologie di superfici differenti da poter inserire. Nel nostro caso utilizzeremo la texture parquet per il pavimento e aggiungeremo tre quadri semplicemente deselezionando lopzione ripeti verticalmente e lopzione ripeti orizzontalmente.

51 51Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Texture Rendering precedente con laggiunta delle texture

52 52Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Selezionando la funzione Calcoli - Calcolo Economico, è possibile è possibile effettuare un calcolo economico dellimpianto. Scegliendo il calcolo completo è necessario inserire in tutti i campi richiesti, i dati economici legati al prodotto e alla manutenzione, alla vita delle sorgenti ed al loro costo, terminato linserimento il programma provvede al calcolo presentando i risultati nellopportuna finestra. Calcolo economico

53 53Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 I risultati del calcolo economico riportano fra gli altri dati, quelli relativi ai costi dinvestimento, alle spese annuali di esercizio ed agli ammortamenti. Calcolo economico

54 54Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Prima di uscire dal programma è opportuno effettuare il salvataggio del progetto in corso dal menù File - Salva progetto. I dati di progetto inseriti, verranno riportati nella stampa. Salvataggio

55 55Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Dal menù di stampa si possono selezionare tutti i grafici precedentemente visualizzati per allegarli alla stampa del progetto illuminotecnico che riporta i risultati di calcolo. E anche possibile selezionare una lingua di stampa differente da quella in cui è stato realizzato il progetto. Stampare il progetto

56 56Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006 Il comando Help consente di consultare il manuale operativo del software e quindi di avere un supporto on-line come soluzione per ogni incertezza. Sempre con Help si possono lanciare dimostrazioni automatiche delle principali funzioni del programma con esempi di progettazione per interni, esterni e strade della durata di alcuni minuti. Lenciclopedia permette anche di reperire informazioni sulle grandezze illuminotecniche. Il comando Help


Scaricare ppt "1Software PROLITE – Illuminazione dInterniLuglio 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google