La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 I MATERIALI Capitolo 2.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 I MATERIALI Capitolo 2."— Transcript della presentazione:

1 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 I MATERIALI Capitolo 2

2 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Proprietà fisiche, meccaniche e termiche di alcuni materiali. In alcuni casi i valori si collocano entro range piuttosto estesi in quanto differenti composizioni del materiale o differenti trattamenti dello stesso ne possono modificare in modo significativo il comportamento. * I valori sono molto diversificati in relazione alla composizione dei materiali. ** I valori si riferiscono a mattoni pieni. *** I valori si riferiscono a legno di conifera e alla direzione parallela alla disposizione delle fibre.

3 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Grafico del comportamento di diverse categorie di materiali relativamente a densità (indicata in ascissa) e modulo elastico (indicato in ordinata).

4 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Grafico del comportamento di diverse categorie di materiali relativamente a densità (in ascissa) e resistenza meccanica (in ordinata

5 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Grafico del comportamento di diverse categorie di materiali relativamente a costo (in ascissa) ed energia incorporata (in ordinata).

6 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Grafico del comportamento di diverse categorie di materiali relativamente a costo (in ascissa) e frazione riciclabile (in ordinata).

7 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Materiali lapidei naturali

8 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Alcuni tra i più diffusi materiali lapidei. Dallalto: ardesia, marmo, calcare, arenaria, basalto, granito. Alcune delle lavorazioni delle superfici dei materiali lapidei. Dallalto: scalpellatura rossolana, scalpellatura- levigatura, scalpellatura a punta larga, martellatura, martellatura- spazzolatura-levigatura, lavorazione con sega diamantata

9 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Distacco di un blocco dal banco a mezzo di esplosione. Impianto di segagione a disco diamantato.

10 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Malte, calcestruzzo semplice e armato

11 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Impasto manuale della malta di sabbia e cemento.

12 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Impianto di produzione del cemento.Cava per lestrazione di aggregati fini.

13 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Malta per la realizzazione dei giunti di una muratura in laterizio. Impastatrice per malte e calcestruzzo.

14 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Materiali ceramici: i laterizi

15 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Laterizi per muratura: a) mattone pieno UNI (120x250x55 mm); b) mattone semipieno UNI (120x250x55 mm); c) mattone doppio UNI in laterizio porizzato (120x250x120 mm). Laterizi per muratura: a) blocco in laterizio porizzato (300x250x190 mm); b) blocco in laterizio porizzato a setti sottili (380x250x238 mm). Laterizi forati: a) laterizi forati a dieci e a otto fori (80x250x500 mm); b) laterizio forato a tre fori (45x150x300 mm).

16 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Tavelle e tavelloni: a) tavellone (60x600x250 mm); b) tavella a quattro fori (30x500x250 mm). Laterizi per solaio: a) pignatta per solaio completamente gettato in opera (16x25x50 mm); b) pignatta per solaio con travetto prefabbricato (20x25x42mm); Laterizi per copertura: a) tegola marsigliese; b) tegola portoghese; c) coppo; d) embrice.

17 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Produzione per estrusione del filone per la realizzazione di blocchi. A fianco, taglio del filone estruso in blocchi

18 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Produzione di mattoni stampati a mano ed essiccazione naturale.

19 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Legno

20 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013

21 Elementi lineari di legno massiccio. Elemento lineare in legno lamellare. Sono visibili, grazie alla differente disposizione della venatura, i listelli di partenza che costituiscono lelemento. Pannello di compensato. Sono ben visibili, grazie al differente colore, gli strati sovrapposti con orientamento perpendicolare delle fibre.

22 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Pannello tamburato con cornice in legno massiccio e pannelli di chiusura in medium density fiberboard. Pannelli tamburati con anima interna in cartone alveolare e pannelli esterni in truciolare impiallacciati con lastre di legno di diverso tipo. Pannelli truciolari di diverso spessore.

23 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Pannello in fibra di legno. Materassino di fibra di legno. Pannello oriented strandboard (OSB).

24 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Abbattimento degli alberi con ripulitura e prima sezionatura dei fusti per il trasporto. Riduzione alle dimensioni commerciali: realizzazione di tavole. Riduzione alle dimensioni commerciali: realizzazione di una trave.

25 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Metalli: lacciaio

26 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Profilati laminati acaldo. Profilati formati a freddo. Lamiere piane.Lamiere grecate

27 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Lamiere stirate.Reti tessute

28 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Impianto di produzione dellacciaio a ciclo integrale Caricamento della ghisa grezza fusa nel convertitore Carica dei rottami di acciaio in un forno elettrico.

29 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Schema del ciclo di produzione dellacciaio dalla materia prima al prodotto finito secondo le due filiere del ciclo integrale e del forno elettrico.

30 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Macchina per la piegatura a freddo della lamiera. Formatura a freddo di un profilato in acciaio.

31 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Vetro

32 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Lastre di vetro chiaro di diverso spessore prodotte con il processo float. Lastre di vetro laminato con rulli. Elementi di vetro U-glass composti in una chiusura verticale.

33 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Lastra di vetro retinato.Vetri stratificati

34 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Vetri fotovoltaici. Tegola in vetro stampato. Copertura con tegole in laterizio e tegole in vetro stampato.

35 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Vetrocamera. Fibre di vetro in rotolo. Tessuto realizzato mediante intreccio di nastri di fibre di vetro.

36 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Processo di produzione del vetro float.

37 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Materie plastiche

38 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Differenti tipi di policarbonato (PC) alveolare prodotto per estrusione. Differenti tipi lastre di polimetilmetacrilato (PMMA) accoppiate.

39 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Tabella di sintesi degli impieghi delle principali materie plastiche sintetiche.

40 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Tessili tecnici

41 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Tessuto poliestere- PVC permeabile. Tessuto poliestere- PVC impermeabile. Tessuto vetro-PTFE mesh mpermeabile. Tessuto vetro-PTFE mesh permeabile.

42 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Tessuto vetro-PTFE impermeabile. Tessuto vetro- PTFE impermeabile sbiancato. Tessuto vetro- silicone. Tessuto PTFE espanso

43 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Fase di tessitura di un tessuto in fibre di poliestere. Fase di spalmatura con PVC di un tessuto in fibre di poliestere.

44 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Fase di taglio di un tessuto in poliestere-PVC. Fase di saldatura di teli di tessuto in poliestere- PVC.

45 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Materiali fibrorinforzati

46 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Processo di pultrusione. Le fibre continue vengono impregnate nella matrice e il materiale prende forma nel passaggio nella filiera. Differenti tipi di profilati in resina epossidica rinforzata con fibre di vetro realizzati per pultrusione.

47 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Materiali isolanti

48 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Materiali isolanti: a)pannello multistrato in fibra di legno mineralizzata; b) pannello in fibra di legno; c) pannello in sughero espanso; d) materassino in fibra di cotone; e) fibra di cellulosa sfusa; f) lana di vetro; g) lana di roccia; h) vetro cellulare; i) perlite espansa sfusa; l) polistirene espanso; m) polistirene espanso estruso; n) poliuretano espanso.

49 Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 Tabella relativa ai valori di conducibilità termica, di densità e di energia incorporata di alcuni materiali isolanti, considerando tra i materiali prodotti per ogni categoria quello caratterizzato da una densità più bassa. I valori di energia incorporata sono espressi al kg di materiale (terza colonna) e considerando la quantità di materiale necessaria a ottenere una resistenza termica pari a 1 m2K/W (quarta colonna).


Scaricare ppt "Campioli, Lavagna, Tecniche e architettura, Città Studi © De Agostini Scuola 2013 I MATERIALI Capitolo 2."

Presentazioni simili


Annunci Google