La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BLUETONGUE IN PIEMONTE: AGGIORNAMENTO SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA Direzione Sanità Settore Prevenzione Veterinaria Patrizia Vignetta Verona 10.02.2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BLUETONGUE IN PIEMONTE: AGGIORNAMENTO SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA Direzione Sanità Settore Prevenzione Veterinaria Patrizia Vignetta Verona 10.02.2011."— Transcript della presentazione:

1 BLUETONGUE IN PIEMONTE: AGGIORNAMENTO SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA Direzione Sanità Settore Prevenzione Veterinaria Patrizia Vignetta Verona

2 Il Piemonte introduce annualmente quasi capi dai Dipartimenti francesi. E pertanto stato esposto a rischio BT in relazione alla presenza della malattia nei dipartimenti confinanti ed in quelli di approvvigionamento. La malattia è stata presente in Piemonte dalla fine del 2008 e nel 2009 in forma non epidemica, contenuta da due campagne di vaccinazione obbligatorie. VALUTAZIONE DEL RISCHIO BTV

3 Zone di nascita dei bovini introdotti in Piemonte nel periodo gennaio novembre 2007

4 SITUAZIONE PIEMONTESE FOCOLAI PER PROVINCIA PROVINCIA DI CUNEO 16 focolai alla fine della stagione epidemica 2008 (dic – gen) PROVINCIA DI TORINO 8 focolai in tarda stagione epidemica 2009 (fino allinizio 2010) PROVINCIA DI ASTI 2 focolai in tarda stagione epidemica 2009

5 Mappa rischio O.E. e focolai Fattori di rischio considerati per la presenza di Culicoides: temperatura, stagionalità catture, uso del suolo, altimetria, posizione trappole

6 LA SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA BT IN PIEMONTE Prima campagna di vaccinazione obbligatoria nel 2009: capi vaccinati (bovini ed ovi-caprini) interventi effettuati % di copertura del patrimonio sensibile superiore al 90% Sistema sentinella mantenuto attivo su animali appositamente non vaccinati 392 aziende sentinella controllate con cadenza quindicinale

7 In Piemonte sono presenti 392 aziende sentinella distribuite nelle diverse province (in azzurro il patrimonio zootecnico sensibile).

8 PROVINCIAN. AZIENDE SENTINELLA PRELIEVI gennaio – dicembre 2010 PRELIEVI mensili (novembre) TORINO VERCELLI BIELLA NOVARA VERBANIA CUNEO ASTI ALESSANDRIA TOTALE PIEMONTE Totale controlli 2010: test Il sistema sentinella nella stagione 2010 di attività dei vettori non ha fatto rilevare positività.

9

10 CONSIDERAZIONI FINALI Linfezione in Piemonte non ha assunto carattere epidemico ed è stata efficacemente contenuta dalle due campagne di vaccinazione Il sistema sentinella, mantenuto attivo e molto capillare, non ha fatto rilevare nuovi casi di circolazione virale nellultima stagione di attività dei vettori Per le province di Cuneo (soggetta a restrizione) e AL, BI, VB, NO, VC (basso rischio) è stata avviata la procedura per la riacquisizione dello stato di indennità BT

11 Nel 2011 la Regione Piemonte ha previsto leffettuazione di interventi di vaccinazione su base facoltativa (invii extraregionali, esteri, rinforzo dellimmunità su richiesta) La stagione di attività dei vettori 2011 è cruciale per verificare leradicazione della malattia in Piemonte Cè grande attenzione per i requisiti di introduzione dei capi esteri provenienti da territori dove la malattia è stata epidemica (rischio reinfezione) Ha suscitato preoccupazione il focolaio di Gorbio, al confine con la Liguria, in quanto il patrimonio piemontese non è protetto per BTV1

12 GRAZIE PER LATTENZIONE!


Scaricare ppt "BLUETONGUE IN PIEMONTE: AGGIORNAMENTO SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA Direzione Sanità Settore Prevenzione Veterinaria Patrizia Vignetta Verona 10.02.2011."

Presentazioni simili


Annunci Google