La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Progetto di prevenzione della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Progetto di prevenzione della."— Transcript della presentazione:

1 Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Progetto di prevenzione della depressione femminile e post-natale Comune di Ferrara CHIARA BENVENUTI Direttore Dipartimento Cure primarie Distretto Centro-Nord CHIARA BENVENUTI Direttore Dipartimento Cure primarie Distretto Centro-Nord

2 BEN ARRIVATO ! Progetto di prevenzione della depressione post-natale Distretto-Centro Nord La depressione materna ha effetti, se non riconosciuta e trattata: - sulla madre - sulla relazione madre-figlio - sullo sviluppo affettivo e cognitivo del bambino - sulle relazioni famigliari La depressione materna ha effetti, se non riconosciuta e trattata: - sulla madre - sulla relazione madre-figlio - sullo sviluppo affettivo e cognitivo del bambino - sulle relazioni famigliari

3 Sono colpite mediamente il 10-15% delle donne nella fase del puerperio Molti fattori di rischio intervengono nella genesi della malattia: - Vulnerabilità soggettiva - Mancanza di una rete di sostegno significativa - Isolamento sociale e relazionale - Difficoltà di coppia Molti fattori di rischio intervengono nella genesi della malattia: - Vulnerabilità soggettiva - Mancanza di una rete di sostegno significativa - Isolamento sociale e relazionale - Difficoltà di coppia

4 FINALITA DEL PROGETTO Prevenire con azioni efficaci, coordinate e partecipate, la depressione femminile post-natale: - migliorando la competenza genitoriale - supportando il ruolo - offrendo forme di aiuto attraverso la rete dei servizi FATTORI DI PROTEZIONE Prevenire con azioni efficaci, coordinate e partecipate, la depressione femminile post-natale: - migliorando la competenza genitoriale - supportando il ruolo - offrendo forme di aiuto attraverso la rete dei servizi FATTORI DI PROTEZIONE

5 OBIETTIVI del Progetto OBIETTIVI del Progetto - Conoscere e individuare i fattori di rischio della donna nel puerperio. q- Attuare alcuni semplici interventi di supporto ai genitori in difficoltà nel prendersi cura e accudire il proprio bambino nei primi mesi di vita. - Orientare le famiglie ad un efficace utilizzo dei servizi del territorio, sanitari, sociali, educativi. - Conoscere e individuare i fattori di rischio della donna nel puerperio. q- Attuare alcuni semplici interventi di supporto ai genitori in difficoltà nel prendersi cura e accudire il proprio bambino nei primi mesi di vita. - Orientare le famiglie ad un efficace utilizzo dei servizi del territorio, sanitari, sociali, educativi.

6 Il Progetto è Biennale 1 - Progettazione e realizzazione di un percorso formativo interistituzionale e multiprofessionale. 2 - Costituzione di un gruppo di progetto interistituzionale (dipartimento cure primarie/DSM, distretto centro.nord, Comune di Ferrara) per la definizione dellintervento e lelaborazione di protocolli. 3 -Progettazione e realizzazione di una formazione specifica per gli operatori dedicati al progetto 1 - Progettazione e realizzazione di un percorso formativo interistituzionale e multiprofessionale. 2 - Costituzione di un gruppo di progetto interistituzionale (dipartimento cure primarie/DSM, distretto centro.nord, Comune di Ferrara) per la definizione dellintervento e lelaborazione di protocolli. 3 -Progettazione e realizzazione di una formazione specifica per gli operatori dedicati al progetto Azioni 2008

7 Azioni coinvolgimento dei servizi perinatali sia Azienda Usl che S. Anna (corsi di accompagnamento alla nascita e punti nascita) per favorire lincontro precoce degli operatori con le mamme 5 – informazione mirata nel punto nascita S. Anna da parte degli operatori della Pediatria di Comunità 6 - coinvolgimento dei pediatri di famiglia 4 - coinvolgimento dei servizi perinatali sia Azienda Usl che S. Anna (corsi di accompagnamento alla nascita e punti nascita) per favorire lincontro precoce degli operatori con le mamme 5 – informazione mirata nel punto nascita S. Anna da parte degli operatori della Pediatria di Comunità 6 - coinvolgimento dei pediatri di famiglia

8 Azioni Azioni attivazione in 2 nuclei di cure primarie della città (circoscrizione di via Bologna e Pontelagoscuro) di un punto di accoglienza per interventi a bassa soglia su donne con bambini al di sotto dei 12 mesi con la presenza di ostetrica, assistente sanitaria ed educatore presa in carico delle situazioni a rischio individuate e loro accompagnamento alla rete dei servizi sanitari e sociali attivazione in 2 nuclei di cure primarie della città (circoscrizione di via Bologna e Pontelagoscuro) di un punto di accoglienza per interventi a bassa soglia su donne con bambini al di sotto dei 12 mesi con la presenza di ostetrica, assistente sanitaria ed educatore presa in carico delle situazioni a rischio individuate e loro accompagnamento alla rete dei servizi sanitari e sociali

9 Sedi individuate: Centro Piccola Casa - viale Krasnodar 112 (circoscrizione di via Bologna) Circoscrizione Pontelagoscuro (ancora da definire) Le Sedi valorizzano lintervento con una nuova attenzione ai bisogni globali della mamma e del bambino Sedi individuate: Centro Piccola Casa - viale Krasnodar 112 (circoscrizione di via Bologna) Circoscrizione Pontelagoscuro (ancora da definire) Le Sedi valorizzano lintervento con una nuova attenzione ai bisogni globali della mamma e del bambino

10 Laccesso senza appuntamento La frequenza settimanale Il personale già formato al counseling, alla osservazione dei bisogni e dei fattori di rischio La continuità garantita da un piccolo gruppo di operatori di Salute Donna, Pediatria di Comunità, educatori del Comune di Ferrara Laccesso senza appuntamento La frequenza settimanale Il personale già formato al counseling, alla osservazione dei bisogni e dei fattori di rischio La continuità garantita da un piccolo gruppo di operatori di Salute Donna, Pediatria di Comunità, educatori del Comune di Ferrara

11 VERIFICA DEL PROGETTO Il gruppo di progetto definisce gli indicatori di efficacia e di processo e il cronogramma. Il gruppo interistituzionale costituito nel 2007 nellambito dei Piani per la Salute effettuerà il monitoraggio. Il gruppo di progetto definisce gli indicatori di efficacia e di processo e il cronogramma. Il gruppo interistituzionale costituito nel 2007 nellambito dei Piani per la Salute effettuerà il monitoraggio.

12 Questo progetto è sperimentale nel Distretto Centro Nord. Se il modello operativo viene valutato positivamente potrà essere replicato in altre sedi della provincia Questo progetto è sperimentale nel Distretto Centro Nord. Se il modello operativo viene valutato positivamente potrà essere replicato in altre sedi della provincia

13 Gli attori coinvolti Azienda USL: U.O Piani per la Salute Dipartimento Cure primarie Centro-Nord Dipartimento Salute Mentale Direzione del Distretto Centro Nord Comune di Ferrara: Assessorato alla Salute e Servizi alla Persona Assessorato alla Pubblica Istruzione (centri per le Famiglie) Assessorato alle Pari Opportunità Università degli Studi di Ferrara: Facoltà di Lettere e Filosofia; corso di studi Scienze della comunicazione Associazioni:Donne Giustizia Azienda USL: U.O Piani per la Salute Dipartimento Cure primarie Centro-Nord Dipartimento Salute Mentale Direzione del Distretto Centro Nord Comune di Ferrara: Assessorato alla Salute e Servizi alla Persona Assessorato alla Pubblica Istruzione (centri per le Famiglie) Assessorato alle Pari Opportunità Università degli Studi di Ferrara: Facoltà di Lettere e Filosofia; corso di studi Scienze della comunicazione Associazioni:Donne Giustizia

14 Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Ferrara 14 Febbraio 2008 Ridotto del Teatro Comune di Ferrara Progetto di prevenzione della."

Presentazioni simili


Annunci Google