La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Applicazione: problemi sugli azionamenti a velocità variabile (VSD) Introduzione Azionamento a velocità variabile su un sistema di primaria importanza;

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Applicazione: problemi sugli azionamenti a velocità variabile (VSD) Introduzione Azionamento a velocità variabile su un sistema di primaria importanza;"— Transcript della presentazione:

1 Applicazione: problemi sugli azionamenti a velocità variabile (VSD) Introduzione Azionamento a velocità variabile su un sistema di primaria importanza; il LED indicatore di guasto è acceso Secondo il VSD (azionamento a velocità variabile), il codice di errore è F4; vale a dire quindi che l'azionamento ha rilevato una condizione di "sottotensione" e si è arrestato Come è possibile determinare se il guasto risiede nell'azionamento, nel motore o in una tensione di alimentazione distorta? Un tipico sistema di distribuzione elettrica industriale tradizionale con carichi non lineari

2 Diagnosi dei guasti VSD Utilizzo di un multimetro digitale Verificare la tensione di rete in ingresso (Figura 1) – Un multimetro tradizionale visualizzerà i valori di tensione medi o rms – In base al tipo di distorsione, il valore rms o di picco potrebbe non rivelare l'esistenza di un problema Verificare la tensione del Bus DC del VSD – La tensione del Bus DC è direttamente proporzionale al picco della tensione di rete in ingresso – Eventuali distorsioni o errori nell'ampiezza di picco della tensione di rete possono generare un errore di sovratensione o sottotensione La tensione del Bus DC dell'azionamento in Figura 2 mostra il 20 % circa in meno rispetto al valore nominale di 160 V Figura 1. La misurazione della tensione di rete in ingresso su un azionamento a modulazione di ampiezza di impulso non mostra anomalie Figura 2. Controllo del livello di tensione del Bus DC inferiore al valore nominale, indice di un potenziale problema È necessario sostituire il controller e/o il motore?

3 Diagnosi della distorsione della tensione di rete Utilizzo dell'oscilloscopio Verificare la tensione di rete in ingresso – Collegare l'oscilloscopio alla fase e il cavo di massa al neutro – La forma d'onda rivela picchi della sinusoide arrotondati, con l'estremità superiore quasi piatta (Figura 3) – In questo caso, il rapporto dei valori misurati in "picco" e quelli in "rms" è minore di 1,4, ovvero come dovrebbe essere – La Figura 4 mostra un circuito con una forma d'onda della tensione di rete ideale Figura 3. Forma d'onda dell'oscillosco- pio che mostra una tensione di rete in ingresso dall'estremità superiore piatta Figura 4. Sinusoide della tensione di rete ideale La distorsione delle forme d'onda è causata da un carico non lineare collegato al medesimo circuito di alimentazione e non necessariamente dal VSD o dal motore

4 Ricerca guasti con l'utilizzo dell'oscilloscopio Conclusione Un multimetro digitale è in grado di visualizzare i valori RMS corretti o di picco Un oscilloscopio mostrerà graficamente l'ampiezza (RMS o picco) nonché eventuali distorsioni, disturbi e rumori presenti nella forma d'onda ScopeMeter Fluke Serie 120 L'oscilloscopio a doppio ingresso e il multimetro interato facilitano incredibilmente la ricerca guasti! Un'immagine vale più di mille parole. Più dati vedi, più problemi sei in grado di risolvere!


Scaricare ppt "Applicazione: problemi sugli azionamenti a velocità variabile (VSD) Introduzione Azionamento a velocità variabile su un sistema di primaria importanza;"

Presentazioni simili


Annunci Google