La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RIORDINO delle PROVINCE e Progetto di Legge sulle FUNZIONI La proposta del Partito Democratico del Veneto a cura di Bruno PIGOZZO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RIORDINO delle PROVINCE e Progetto di Legge sulle FUNZIONI La proposta del Partito Democratico del Veneto a cura di Bruno PIGOZZO."— Transcript della presentazione:

1 RIORDINO delle PROVINCE e Progetto di Legge sulle FUNZIONI La proposta del Partito Democratico del Veneto a cura di Bruno PIGOZZO

2 Articolo 16: Riduzione della spesa degli enti territoriali Articolo 17: Riordino delle province e loro funzioni Articolo 18: Istituzione delle città metropolitane e soppressione delle province del relativo territorio Articolo 19: Funzioni fondamentali dei comuni e modalità di servizio associato di funzioni e servizi comunali Articolo 20: Disposizioni per favorire la fusione di comuni e razionalizzazione dellesercizio delle funzioni comunali D L 95/2012 spending review Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini

3 Articolo 16: Riduzione della spesa degli enti territoriali Obiettivi patto stabilità interno regioni a statuto ordinario: 700mln x 2012; 1000mln x 2013 e 2014; 1050 dal 2015 Obiettivi patto stabilità interno regioni a statuto speciale e prov autonome: 600mln x 2012; 1200mln x 2013; 1500mln x 2014; 1575mln dal 2015 Riduzione fondo riequilibrio e trasferimenti x comuni mln Riduzione fondo riequilibrio e trasferimenti x province mln

4 Articolo 17: Riordino delle province e loro funzioni ENTE INTERMEDIO: Consiglio (max 10) e Presidente SUSSIDIARIETA: trasferimento ai comuni di tutte le funzioni amministrative conferite alle province su materie di competenza statale Funzioni di area vasta pianificazione territoriale di coordinamento, tutela e valorizzazione dellambiente; pianificazione servizi di trasporto, costruzione e gestione strade Programmazione e gestione edilizia scolastica 2° grado

5 Articolo 18: Istituzione delle città metropolitane e soppressione delle province del relativo territorio Pianificazione territoriale generale e delle reti infrastrutturali Strutturazione sistemi coordinati servizi pubblici e relativa organizzazione Mobilità e viabilità Promozione e coordinamento dello sviluppo economico

6 Articolo 19: Funzioni fondamentali dei comuni e modalità di servizio associato di funzioni e servizi comunali Definizione delle funzioni fondamentali Obbligo della gestione associata (unioni >10000 abitanti e convenzioni triennali) <5000 (<3000 montani) La regione può ridefinire limiti e ambiti ottimali Scadenze: 1.GEN.2013 almeno 3 funzioni; 1.GEN.2014 le altre Unioni montane

7 Ipotesi di RIORDINO Conferenza Regione Autonomie Locali Deliberazione 20 luglio 2012 (art17 dl 95/2012) Fissa i requisiti minimi: a) dimensione territoriale non inferiore a chilometri quadrati b) popolazione residente non inferiore a abitanti

8 Le Province: situazione attuale

9 La Conferenza ha inserito ulteriori parametri la tutela dellintegrità del territorio delle province oggetto del riordino i flussi demografici (es. parametri scolastici, sanitari e lavorativi) gli assi viari esistenti eventuali proposte comunali

10 Conferenza Permanente Regione Autonomie Locali 5 IPOTESI di RIORDINO

11 IPOTESI 1 (dufficio) 5 province: BL+TV PD+RO VE VI VR

12 IPOTESI 2 (ANCI Veneto) 6 province: PD+RO BL TV VE VI VR

13 IPOTESI 3 (UPI- Muraro) 7 province

14 IPOTESI 4 (Pigozzo) 5 province VR+VI PD+TV VE BL RO

15 IPOTESI 5 (Variati) subito 7 province, tra 24 mesi 3 province: VI+VR+RO PD+TV+VE BL

16 LIPOTESI SCELTA 7 province = lo status quo

17 CAMBIARE APPROCCIO per GOVERNARE IL CAMBIAMENTO Osservare le diverse componenti territoriali: Conformazione geografica Nodi infrastrutturali e reti della viabilità, logistica, porti, aeroporti Mobilità quotidiana Dati macroeconomici di sviluppo

18 Nodi infrastrutturali

19 Spostamenti quotidiani x lavoro/studio

20 Evoluzione normativa regionale Statuto artt L R 18/2012 Disciplina dellesercizio associato di funzioni e servizi comunali LR xxx/2012 Norme in materia di unioni montane Progetti di legge: 294 (del PdL): Norme in materia di funzioni provinciali 303 (del PD): Nuove norme in materia di conferimento di funzioni amministrative al sistema delle autonomie locali

21 Statuto regionale art La Regione informa la propria attività al principio di responsabilità politica ed amministrativa dei diversi livelli di governo locale nonché al rispetto e alla valorizzazione dellautonomia dei comuni, delle loro unioni, delle province, delle città metropolitane così come riconosciute dalla Costituzione, attribuendo le funzioni amministrative secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione, adeguatezza, completezza, efficienza ed economicità, in modo da evitare duplicazioni e sovrapposizioni di competenze.

22 Statuto regionale art. 14 La Regione promuove lintegrazione socio- economica delle funzioni metropolitane del territorio regionale e ne favorisce il governo strategico in stretta collaborazione con le autonomie locali, attuando forme specifiche di coordinamento, anche interregionale, per lo sviluppo del sistema dei servizi e delle infrastrutture di rango metropolitano

23 Indirizzi del Comitato Economico e Sociale Europeo le aree metropolitane: ambiti funzionali che costituiscono importanti centri economici e mercati del lavoro; di norma non corrispondono a precedenti entità amministrative; snodi principali della rete TEN-T, nel quadro strategico di Europa 2020 potranno porsi allavanguardia degli sviluppi futuri.

24 La PROPOSTA del PD in Consiglio 2 province metropolitane: VR+VI PD+TV+RO* 1 città metropolitana: VE 1 provincia dolomitica: BL *provincia polesana

25 NUOVE NORME IN MATERIA DI CONFERIMENTO DI FUNZIONI AMMINISTRATIVE AL SISTEMA DELLE AUTONOMIE LOCALI

26 Progetto di legge del PD n. 303: NUOVE NORME IN MATERIA DI CONFERIMENTO DI FUNZIONI AMMINISTRATIVE AL SISTEMA DELLE AUTONOMIE LOCALI definisce le COMPETENZE di REGIONE: programmazione generale, indirizzo, controllo CITTA METROPOLITANA: programmazione specifica e coordinamento PROVINCIA: coordinamento di area vasta COMUNE: erogazione dei servizi, meglio se in forma associata, su ambiti ottimali

27 Aree Metropolitane Art. 1 cm 4: la Regione può individuare, di concerto con gli enti locali, specifiche aree metropolitane quali soggetti dello sviluppo regionale e forme di governo strategico del territorio.

28 Province metropolitane Ente intermedio, esercitano le seguenti funzioni di area vasta: a)coordinamento in ordine allesercizio delle funzioni amministrative di cui allarticolo 2; b)pianificazione territoriale di coordinamento; c)tutela e valorizzazione dellambiente ivi compresa la gestione del patrimonio ittico e venatorio; d)pianificazione dei servizi di trasporto in ambito provinciale, in coerenza con la programmazione regionale; e)costruzione, classificazione e gestione delle strade provinciali e regolazione della circolazione stradale ad esse inerente; f)programmazione della rete scolastica e gestione delledilizia scolastica relativa alle scuole secondarie di secondo grado.

29 Città metropolitana Oltre le funzioni attribuite alle province, esercita le seguenti funzioni: a)partecipazione alla programmazione ed alla pianificazione di livello regionale; b)pianificazione territoriale generale e delle reti infrastrutturali (piattaforme portuali e aereoportuali, trasporti ferroviari, logistica) c)strutturazione e organizzazione di sistemi coordinati di gestione dei servizi pubblici e delle reti a servizio della mobilità, viabilità e intermodalità; e)gestione integrata degli interventi di difesa del suolo e del ciclo integrato delle acque e dei rifiuti; f)promozione, coordinamento ed interventi dello sviluppo economico (poli fieristici, attività turistiche, reti di servizi materiali ed immateriali alle imprese, università e ricerca); g)promozione e coordinamento dello sviluppo culturale e sociale in sinergia con le istituzioni culturali e universitarie.

30 Il cambiamento è iniziato… ora è nostro dovere governarlo!


Scaricare ppt "RIORDINO delle PROVINCE e Progetto di Legge sulle FUNZIONI La proposta del Partito Democratico del Veneto a cura di Bruno PIGOZZO."

Presentazioni simili


Annunci Google