La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 2 Ecosistema urbano : la vivibilità dei capoluoghi di provincia italiani realizzato da Legambiente con la collaborazione scientifica dellIstituto di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 2 Ecosistema urbano : la vivibilità dei capoluoghi di provincia italiani realizzato da Legambiente con la collaborazione scientifica dellIstituto di."— Transcript della presentazione:

1

2 1

3 2 Ecosistema urbano : la vivibilità dei capoluoghi di provincia italiani realizzato da Legambiente con la collaborazione scientifica dellIstituto di ricerche Ambiente Italia e con la collaborazione editoriale del Il Sole 24 Ore.

4 3 Ecosistema E un sistema naturale che comprende gli organismi viventi e il loro ambiente. Un ecosistema è un insieme di animali e piante che si mettono in relazione tra di loro e vivono in un unico ambiente. Esistono vari tipi di, ecosistemi, Tutti gli elementi dellecosistema sono collegati in modo assai stretto da flussi energetici e la variazione di una sola di queste relazioni si riflette su tutto il sistema.

5 4 LEcosistema città occupa solo la duecentesima parte della superficie terrestre ma consuma energia e produce emissioni climalteranti

6 5 nel XX secolo cè stata una urbanizzazione rapida in conseguenza dellaumento della popolazione

7 6 Cosa si intende per vivibilità? Vivibilità, è la qualità della vita in un determinato ambiente o contesto. Essa si misura valutando diversi elementi.

8 7 Ogni anno viene pubblicato un rapporto sulla vivibilità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani (104), suddivise in tre gruppi: 15 città grandi con popolazione superiore ai abitanti città medie con popolazione compresa tra e abitanti città piccole con popolazione inferiore a abitanti

9 8 ariaacqua rifiuti trasporti e mobilità spazio e verde urbano energia Linsieme degli indicatori selezionati per la graduatoria copre tutte le principali componenti ambientali presenti in una città: Il valore massimo ottenibile riportato in base 100, rappresenta la prestazione di una città sostenibile. Lindagine si riferisce ai capoluoghi di provincia come riferimento della vivibilità dellintero territorio provinciale. Quindi i valori di Campobasso sono in media corrispondenti a tutti i paesi della provincia di Campobasso. politiche ambientali pubbliche e private

10 9 Aria La qualità dellaria viene misurata con delle centraline che controllano la presenza di… Biossido di Azoto-NO 2 ( Biossido di Azoto emissioni derivanti dai processi di combustione, cioè prodotto dal traffico automobilistico e dal riscaldamento domestico) Polveri sottili PM10 (insieme di particelle solide e liquide presenti nellatmosfera, le principali fonti sono: sorgenti naturali, erosione, incendi di boschi, eruzioni vulcaniche; attività umana (combustione). Ozono (gas altamente velenoso per gli esseri viventi)

11 10 Acqua La qualità dellacqua si ottiene calcolando… Consumi idrici domestici (consumi giornalieri pro capite di acqua potabile per uso domestico (l/ab) Perdite della rete Capacità di depurazione (si prende in considerazione: gli abitanti allacciati al servizio di depurazione; il numero dei giorni di funzionamento dellimpianto di depurazione e lefficienza di depurazione) Ciclo dellAcqua depurazione

12 11 infiltrazione lago Ghiacciaio fiume sorgente acqua falde acquifere sotterranee scorrimento nel sottosuolo (fiume sotterraneo) scorrimento in superficie vapore acqueo evaporazione Traspirazione delle piante Formazione delle nuvole vento neve Pioggia - grandine mare IL CICLO DELLACQUA

13 12 Città Impianti di depurazione Centrale termica industrie paesi Aziende agricole raffinerie

14 13 Fogne Le acque di scarico passano attraverso griglie che trattengono gli oggetti più voluminosi, stracci, foglie … Lacqua passa, quindi in una vasca, dove particelle più leggere salgono in superficie, mentre la sabbia, più pesante, si deposita sul fondo. Lacqua viene fatta posare per tre- quattro ore. In questo modo oltre metà della sporcizia si deposita sul fondo. Nellacqua così trattata si immettono dei batteri che consumano gran parte delle sostanze inquinanti rimaste. Lacqua viene separata dai batteri e può essere riversata pulita nel fiume Alcune città e industrie si trovano sul mare e spesso immettono direttamente nellacqua i loro scarichi. Le zone costiere, inoltre, subiscono linquinamento portato dai fiumi e prodotto da milioni di persone che vanno in vacanza al mare. Non trasformiamo il mare in una pattumiera!

15 14 Rifiuti La qualità del sistema di smaltimento rifiuti viene misurato calcolando Produzione pro capite kg/ab annua Percentuale raccolta differenziata di rifiuti differenziati (frazione recuperabile) sul totale di rifiuti prodotti.

16 15 Trasporti Trasporto pubblico: passeggeri (viaggi fatti da ogni cittadino) Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Venezia 558 Trento 181 Siena 210 Palermo 52 Latina 8 Vibo Valenzia 1 Trasporto pubblico: offerta (percorrenza annua per abitante) Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Genova 100 Parma 96,2 Savona 54,5 Bari 0,0 Brindisi, Latina, Lucca, Pescara, Prato, Taranto, Varese. 0,0 Avellino, Belluno, Caltanisetta, Campobasso, Crotone, Enna, Frosinone, Gorizia, LAquila, Nuoro, Oristano, Pordenone, Rovigo, Vibo V., Viterbo 0,0 Mobilità sostenibile (capacità degli amministratori ad attivare strumenti che favoriscono la mobilità sostenibile, e sono: presenza di autobus a chiamata; controllo dei varchi delle ZTL mobility manager comunale piano spostamento casa- lavoro Car-sharing) La qualità del sistema dei trasporti viene calcolato ….. Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Milano 83 km Cagliari 51 km Siena 71 km Verona 26 km Siracusa 11 km Sondrio 5 km

17 16 Trasporti Tasso di motorizzazione: AUTO (auto circolanti ogni 100 abitanti) Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Venezia 41 La Spezia 50 Savona 55 Catania 72 Latina 73 Aosta 201 Tasso di Motorizzazione: MOTO (moto circolanti ogni 100 abitanti) Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Venezia 7 Foggia 6 Cosenza 6 Genova 23 Livorno 25 Imperia 25 Isole pedonali (estensione pro capite della superficie stradale pedonalizzata mq/ab) La qualità del sistema dei trasporti viene calcolato …..

18 17 Trasporti Zone a traffico limitato (ZTL) (estensione pro capite di area destinata a ZTL mq/ab) Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Firenze 11,53 mq*ab Pisa 14,75 mq*ab Siena 30,56 mq*ab Verona Messina 0,0 Cagliari Latina Siracusa 0,0 Caltanisetta Campobasso Crotone Cuneo Enna Frosinone Isernia Massa Oristano Ragusa Savona Vibo Valentia 0,0 Piste ciclabili (vengono considerati i km di pista ciclabile in sede propria, in corsia riservata, su marciapiede, promiscue bici/pedoni e le zone con moderazione di velociatà 20 – 30 km/h calcolo mq ogni 100 ab.) Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Padova 16,47 mq Reggio E. 35,13 mq Lodi 25,70 mq Napoli 0 Siracusa 0 Caltanisetta Enna Isernia Nuoro Potenza Vibo Valentia 0,0 Indice di ciclabilità: capacità degli amministratori di attivare degli strumenti che favoriscano la mobilità ciclabile, i parametri sono: presenza di Biciplan, segnaletica direzionale dedicata ai ciclisti, ciclo-parcheggi, bici- stazione, piano di riciclo delle biciclette abbandonate, strumenti per il contrasto dei furti, bike-sharing (indice 0-100). La qualità del sistema dei trasporti viene calcolato ….. Città GrandiCittà MedieCittà Piccole Bologna - 75,8Parma - 87,1Cremona – 64,3 Messina, Napoli, Trieste 0 Arezzo, Brindisi, Catanzaro, La Spezia, Livorno, Lucca, Monza, Perugia, Salerno, Sassari Ascoli Piceno, Avellino, Benevento, Caltanisetta, Chieti, Crotone, Enna, Frosinone, Isernia, Lecco, Massa, Nuoro, Oristano, Potenza, Siena,Verbania, Vibo Valentia.

19 18 Ambiente urbano Verde urbano fruibile in aria urbana mq/ab (verde di quartiere, parchi urbani, verde storico) Aree verdi totali (estensione della superficie delle diverse tipologie di aree verdi: verde di quartiere, parchi urbani, verde storico, aree di arredo urbano, aree a verde funzionale, forestazione urbana, aree protette e riserve naturali, confrontandola con lintera superficie comunale) La qualità dellambiente urbano viene calcolato ….

20 19 Energia Energie rinnovabili e teleriscaldamento (questo gruppo di indici si propone di illustrare limpiego e la diffusione nei comuni di fonti di energia rinnovabile o a minore impatto ambientale, nello specifico i parametri sono: per il solare fotovoltaico, la potenza installata sugli edifici comunali; per il solare termico, i metri quadri di pannelli sugli edifici comunali; per il teleriscaldamento, i metri cubi riscaldati.) Consumi elettrici domestici (consumo elettrico domestico pro capite annuale in kWh/ab – fonte ISTAT) Solare Fotovoltaico Kw/1000 ab Solare Termico mq/1000 ab Teleriscaldamento mc/ab Verona 18,91 Lucca 28,85 Lodi 9,55 Catania 4,80 Como 7,86 Verbania 11,98 Torino 42,97 Brescia 201,34 Mantova 98,05 Bari, Catania 0,0 Sassari, Taranto 0,0 Agrigento, Aosta, Campobasso, Caserta, Enna, Isernia, Lecco, Macerata, Mantova, Matera, Oristano, Rovigo, Savona, Trapani 0,0 Napoli 0,0 Brescia, Catanzaro, Foggia, Latina, Lucca, Monza, Pescara, Pistoia, Ravenna, Reggio C., Salerno, Taranto, Treviso, Vicenza 0,0 Agrigento, Ascoli P., Biella, Campobasso, Caserta, Crotone, Cuneo, Enna, Frosinone, Gorizia, Isernia, Lecco, Massa, Oristano, Potenza, Rovigo, Viterbo Vi sono pochissime citta che utilizzano questa forma di energia rinnovabile. La qualità del sistema energetico viene calcolato ….

21 20 Semplificazione e procedure per listallazione di impianti di solare termico/fotovoltaico, introduzione nel regolamento edilizio di norme o disposizioni riguardante il risparmio energetico e limpiego di fonti di energia rinnovabili; stanziamento di incentivi per il risparmio energetico e fonti rinnovabili, acquisto da parte dellAmministrazione di energia elettrica da fonti rinnovabili; banca dati degli edifici certificati, esistenza dellenergy manager per lAmm. Comunale, audit energetici, e interventi su edifici comunali post.-audit. Costituisce un indicatore del grado di innovazione e attenzione allambiente da parte delle imprese, ma anche delle pubbliche amministrazioni. Calcolo Iso 14001/1000 imprese attive. Indice 0/100 composto da: Zonizzazione acustica, Piano Urbano del Traffico (PUT), Piano Energetico Comunale (PEC) e del Piano dAzione per lEnergia Sostenibile (PAES), questultimo riguarda la riduzione dellemissioni di CO2.

22 21 Indice 0/100 composto da: se lAmministrazione è in possesso della certificazione Emas o ISO 14001, utilizzo di carta riciclata negli uffici comunali, la presenza di auto ecologiche nel parco auto dellAmm. Comunale, lacquisto di prodotti equi&solidali, la presenza di un sistema di raccolta differenzia allinterno degli uffici. Capacità di risposta al questionario inviato da Legambiente, sia in termini di schede consegnate, sia in termini di effettive risposte assegnate su tutti i 122 parametri.

23 22 La classifica generale della vivibilità dei capoluoghi Città grandi Venezia (62,47%) Città piccole Belluno (70,02%) Città medie Bolzano (65,84%)

24 23 La classifica generale della vivibilità dei capoluoghi Città grandi Catania (16,36%) Città piccole Caltanisetta (19,58%) Città medie Siracusa (29,47%)

25 24 Ecosistema urbano : la vivibilità dei capoluoghi molisani

26 25 e le provincie Molisane……… 1^ Belluno con il 70,02% 13^ Campobasso con il 50,45% 38^ Isernia con il 35,72% 45^ Caltanisetta con il 19,58%

27 26 Aria La qualità dellaria viene misurata con delle centraline che controllano la presenza di smog, gas dannosi, polveri sottili Biossido di Azoto-NO2 ( (Biossido di Azoto emissioni derivanti dai processi di combustione, cioè prodotto dal traffico automobilistico e dal riscaldamento domestico) PM 10 (insieme di particelle solide e liquide presenti nellatmosfera, le principali fonti sono: sorgenti naturali, erosione, incendi di boschi, eruzioni vulcaniche; attività umana (combustione). 1^ Nuoro 5^ Campobasso 15^ Isernia 31^ Frosinone 1^ Oristano 5^ Campobasso 25^ Isernia 31^ Lecco Ozono (gas altamente velenoso per gli esseri viventi) 1^ Agrigento 6^ Campobasso 31^ Frosinone Isernia nd

28 27 Acqua La qualità dellacqua viene misurata calcolando Consumo pro-capite Perdite della rete Sostanze tossiche Capacità di depurazione Consumi idrici domestici (consumi giornalieri pro capite di acqua potabile per uso domestico (l/ab) 1^ Agrigento 96,9 l/ab 12^ Isernia 146,0 l/ab 14^ Campobasso 147,4 l/ab 45^ Lodi 233,8 l/ab Dispersione della rete (differenza percentuale tra lacqua immessa e quella consumata per usi civili, industriali e agricoli) 1^ Pordenone 10% 40^ Campobasso 65% 41^ Cosenza 73% Isernia nd Capacità di depurazione (indice composta da % di abitanti allacciati agli impianti di depurazione, giorni di funzionamento dellimpianto di depurazione, capacità di depurazione) 1^ Aosta 100% 40^ Campobasso 100% 18^ Isernia 95% 40^ Benevento 20%

29 28 Rifiuti Produzione annua pro-capite kg/ab Percentuale raccolta differenziata di rifiuti differenziati (frazione recuperabile) sul totale di rifiuti prodotti. 1^ Belluno 404,5 kg/ab 4^ Campobasso 453,5 kg/ab 9^ Isernia 478,7 kg/ab 45^ Massa 880,5 kg/ab 1^ Pordenone 77,8% 37^ Campobasso 12,2% 44^ Isernia 7,4% 45^ Cosenza 1,1%

30 29 Trasporti Trasporto pubblico: passeggeri (viaggi fatti da ogni cittadino) Trasporto pubblico: offerta (percorrenza annua per abitante) Mobilità sostenibile indice (capacità degli amministratori ad attivare strumenti che favoriscono la mobilità sostenibile, e sono: presenza di autobus a chiamata; controllo dei varchi delle ZTL mobility manager comunale piano spostamento casa-lavoro Car-sharing, La qualità del sistema dei trasporti viene calcolato ….. 1^ Siena 210 (pass/ab) 8^ Campobasso 60 (pass/ab) 23^ Isernia 29 (pass/ab) 45^ Vibo Valentia 1 (pass/ab) 1^ Savona 54,5/100 13^ Isernia 28,6/100 24^ Teramo 14,3/100 27^ Campobasso 0/100 1^ Siena 71 (km-vetture/ab) 12^ Campobasso 26 (km- vetture/ab) 23^ Isernia 19 (km-vetture/ab) 43^ Sondrio 5 (km-vetture/ab)

31 30 Trasporti Tasso di motorizzazione: AUTO (auto circolanti ogni 100 abitanti) Tasso di Motorizzazione: MOTO (moto circolanti ogni 100 abitanti) Isole pedonali (estensione pro capite della superficie stradale pedonalizzata mq/ab) La qualità del sistema dei trasporti viene calcolato ….. 1^ Savona 55 (auto/100ab) 30^ Campobasso 68 (auto/100ab) 34^ Isernia 69 (auto/100ab) 45^ Aosta 201 (auto/100ab) 1^ Verbania 2,08 mq/ab 20^ Isernia 0,23 mq/ab 36^ Campobasso 0,02mq/ab 40^ Caserta, Enna, Trapani 0,0 mq/ab 1^ Cosenza 6 (moto/100ab) 11^ Campobasso 9 (moto/100ab) 11^ Isernia 9 (moto/100ab) 45^ Imperia 25 (moto/100ab)

32 31 Trasporti Zone a traffico limitato (ZTL) (estensione pro capite di area destinata a ZTL mq/ab) Piste ciclabili (vengono considerati i km di pista ciclabile in sede propria, in corsia riservata, su marciapiede, promiscue bici/pedoni e le zone con moderazione di velocità 20/30 km/h calcolo mq ogni 100 ab.) misura i metri equivalenti di piste ciclabili ogni 100 abitanti M_EQ/100AB Indice di ciclabilità: capacità degli amministratori di attivare degli strumenti che favoriscano la mobilità ciclabile, i parametri sono: presenza di Biciplan, segnaletica direzionale dedicata ai ciclisti, ciclo-parcheggi, bici-stazione, piano di riciclo delle biciclette abbandonate, strumenti per il contrasto dei furti, bike-sharing (indice 0-100). La qualità del sistema dei trasporti viene calcolato ….. 1^ Cremona 64,3/100 10^ Campobasso 23,1/100 22^ Caserta, Ragusa 5,1/100 24^ Isernia 0/100 1^ Siena 30,56 mq/ab 28^ Trapani 0,03 mq/ab 29^ Isernia 0,0 mq/ab 29^ Campobasso 0,0mq/ab 1^ Lodi 25,70 (M_EQ/100 ab) 21^ Campobasso 3,80 (M_EQ/100 ab) 34^ Trapani 0,35 (M_EQ/100 ab) 35^ Isernia 0,0 (M_EQ/100 ab) 1^ Verbania 2,08 mq/ab 20^ Isernia 0,23 mq/ab 36^ Campobasso mq/ab 40^ Trapani mq/ab

33 32 Ambiente urbano Verde urbano fruibile in aria urbana mq/ab (verde di quartiere, parchi urbani, verde storico) Aree verdi totali Aree verdi totali (estensione della superficie delle diverse tipologie di aree verdi: verde di quartiere, parchi urbani, verde storico, aree di arredo urbano, aree a verde funzionale, forestazione urbana, aree protette e riserve naturali, confrontandola con lintera superficie comunale) 1^ Sondrio 42,77 mq/ab 29^ Campobasso 5,07 mq/ab 38^ Isernia 2,25 mq/ab 42^ Trapani 0,33 mq/ab 1^ Mantova 5075 mq/ha 9^ Isernia 1924 mq/ha 27^ Campobasso 184 mq/ha 42^ Crotone 12 mq/ha

34 33 Energia Energie rinnovabili e teleriscaldamento (questo gruppo di indici si propone di illustrare limpiego e la diffusione nei comuni di fonti di energia rinnovabile o a minore impatto ambientale, nello specifico i parametri sono: per il solare fotovoltaico, la potenza installata sugli edifici comunali; per il solare termico, i metri quadri di pannelli sugli edifici comunali; per il teleriscaldamento, i metri cubi riscaldati.) Consumi elettrici domestici (consumo elettrico domestico pro capite annuale in kWh/ab – fonte ISTAT) Solare Fotovoltaico Kw/1000 ab installati su edifici comunali 1^ Lodi 9,55 30^ Campobasso, Isernia 0,00 Solare Termico mq/1000 ab installati su edifici comunali 1^ Verbania 11,98 26^ Campobasso, Isernia 0,00 Teleriscaldamento mc/ab volumi 1^ Mantova 98,05 7^ Campobasso, Isernia 0,00 La qualità del sistema energetico viene calcolato …. 1^ Campobasso 917 Kwh/ab 4^ Isernia 973 kwh/ab 44^ Oristano 1330 kwh/ab

35 34 Semplificazione e procedure per listallazione di impianti di solare termico/fotovoltaico, introduzione nel regolamento edilizio di norme o disposizioni riguardante il risparmio energetico e limpiego di fonti di energia rinnovabili; stanziamento di incentivi per il risparmio energetico e fonti rinnovabili, acquisto da parte dellAmministrazione di energia elettrica da fonti rinnovabili; banca dati degli edifici certificati, esistenza dellenergy manager per lAmm. Comunale, audit energetici, e interventi su edifici comunali post.-audit. Costituisce un indicatore del grado di innovazione e attenzione allambiente da parte delle imprese, ma anche delle pubbliche amministrazioni. Calcolo Iso 14001/1000 imprese attive. Indice 0/100 composto da: Zonizzazione acustica, Piano Urbano del Traffico (PUT), Piano Energetico Comunale (PEC) e del Piano dAzione per lEnergia Sostenibile (PAES), questultimo riguarda la riduzione dellemissioni di CO2. 1^ Potenza 93/100 40^ Campobasso e Isernia 0/100 1^ Aosta 6,77 4^ Isernia 5,57 16^ Campobasso 3,24 45^ Rieti 1,04 1^ Lodi 75/100 5^ Campobasso 50/100 30^ Isernia 13/100 36^ Enna 0/100

36 35 Indice 0/100 composto da: se lAmministrazione è in possesso della certificazione Emas o ISO 14001, utilizzo di carta riciclata negli uffici comunali, la presenza di auto ecologiche nel parco auto dellAmm. Comunale, lacquisto di prodotti equi&solidali, la presenza di un sistema di raccolta differenzia allinterno degli uffici. Capacità di risposta al questionario inviato da Legambiente, sia in termini di schede consegnate, sia in termini di effettive risposte assegnate su tutti i 122 parametri, indice in %. 1^ Verbania 98% 19^ Campobasso 87/100 23^ Isernia 86/100 45^ Matera 0/100 1^ Mantova 68/100 22^ Campobasso 17/100 36^ Isernia 2/100 36^ Enna 0/100

37 36 La vivibilità di paesi e città dipende anche da NOI "Non possiamo procedere da soli, non possiamo voltare le spalle. Io oggi ho un sogno" Martin Luther King Washington, 28 agosto 1963


Scaricare ppt "1 2 Ecosistema urbano : la vivibilità dei capoluoghi di provincia italiani realizzato da Legambiente con la collaborazione scientifica dellIstituto di."

Presentazioni simili


Annunci Google