La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL MERCATO DEL GAS NATURALE: quale intervento pubblico? Ferrante Giulia Lamonica Angelica Grazia AA 2013/2014 Prof. Catalano Giuseppe.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL MERCATO DEL GAS NATURALE: quale intervento pubblico? Ferrante Giulia Lamonica Angelica Grazia AA 2013/2014 Prof. Catalano Giuseppe."— Transcript della presentazione:

1 IL MERCATO DEL GAS NATURALE: quale intervento pubblico? Ferrante Giulia Lamonica Angelica Grazia AA 2013/2014 Prof. Catalano Giuseppe

2 AGENDA: 1/18 La natura economica del bene Lintervento pubblico: perché? In che modo? Analisi della filiera del gas Il mercato del gas: lItalia nel contestoeuropeo Riordino dei livelli di governo Conclusioni

3 2/18 LA NATURA ECONOMICA DEL BENE Rivale Escludi- bile Bene privato Monopolio naturale Presenza di elevati costi fissi di struttura Monopolio naturale Presenza di elevati costi fissi di struttura Esternalità positive La diffusione del servizio contribuisce allo sviluppo del paese Esternalità positive La diffusione del servizio contribuisce allo sviluppo del paese Fallimento del mercato: come intervenire? Fallimento del mercato: come intervenire?

4 3/18 LINTERVENTO PUBBLICO – 1/3 Problema equità Problema efficienza allocativa Produzione pubblica Lo Stato italiano crea lEni con la legge n.136 del 10/02/1953: monopolio pubblico nel settore del gas Ma si rivela efficiente questa soluzione?

5 LINTERVENTO PUBBLICO – 2/3 4/18 Direttiva UE 98/30/CE: creazione del mercato interno dellenergia, tuttavia restano singole competenze nazionali DL 164/2000 – Decreto Letta : promozione della concorrenza nel settore del gas in Italia, mercati contendibili «Nei limiti del presente decreto tutte le attività di importazione, esportazione, trasporto e dispacciamento, distribuzione e vendita di gas naturale, in qualunque sua forma e comunque utilizzato, sono libere» Direttiva UE 2003/55/CE : abroga la precedente direttiva, stabilendo norme comuni per il mercato interno del gas naturale

6 5/18 LINTERVENTO PUBBLICO – 3/3 Liberalizzazione del mercato del gas Unbundling Third Party Access (TPA) Free Entry nelle attività concorrenziali Libera scelta del fornitore da parte dei clienti finali Lo stato regolamenta il mercato AEEGAntitrust

7 6/18 ANALISI DELLA FILIERA DEL GAS DL 164/2000 Unbundling: scomposizione verticale della filiera

8 7/18 UPSTREAM Produzione: rappresenta il 10% del fabbisogno nazionale e il 90% circa è di competenza di Eni Importazione: tra le compagnie di rilievo si hanno Enel ed Edison ma Eni riesce ad essere di fatto monopolista nel settore avvalendosi dei contratti ToP stipulati prima della direttiva 98/30/CE (Art.24 DL164/2000) MIDSTREAM Stoccaggio: svolto principalmente presso vecchi giacimenti dismessi, rappresenta per questo un monopolio di fatto della società Stogit (100% Snam a sua volta controllata per 8,54% da Eni) pur essendo presente nel settore Edison

9 8/18 Trasporto: via mare la competenza è di Gnl Italia (100% Snam) mentre via terra Snam rete gas (100% Snam) gestisce il 96% circa della rete nazionale affiancato da pochi operatori a livello delle reti locali; resta un monopolio naturale Distribuzione: attività svolta a seguito della stipula di un contratto tra lente pubblico concedente e il soggetto gestore del servizio attraverso una gara, la concessione inoltre ha durata pluriennale DOWNSTREAM Vendita: distinta dallattività di distribuzione solo a partire dal 2003, presenta una struttura frammentata dellofferta e libera scelta del fornitore da parte dellutente: non cè concorrenza effettiva sui prezzi poiché Eni rifornisce i propri concorrenti!

10 IL MERCATO DEL GAS NATURALE 9/18 COSA ACCADE IN EUROPA? Si prevede che la domanda di gas naturale in Europa si mantenga pressoché stabile (dai 552 mld/mc/a del 2011 ai 586 mld/mc/a nel 2030) nel periodo Calo della produzione interna, previste importazioni fino all80% del fabbisogno interno entro il 2030: aumento della dipendenza dai paesi extra-UE, già aumentati al 62,4% nel 2010 rispetto al 43,5% del 1995 Creazione del mercato unico europeo dellenergia su base continentale Strategia UE 2020: rafforzamento dei poteri esteri dellUnione per poter conseguire un maggior coordinamento dei paesi membri

11 10/18 Cosa fare? Diversificare le fonti di fornitura del gas Migliorare la sicurezza degli approvvigionamenti Realizzare le infrastrutture necessarie allo sviluppo del mercato In che modo? Strumenti regolamentari: il Trattato di Lisbona chiarisce lambito delle competenze tra Unione e Stati membri Strumenti finanziari : si renderà necessario lintervento pubblico per integrare e stimolare gli investimenti necessari per i progetti riguardo le infrastrutture che non risultano economicamente redditizi per il mercato, ma sono giustificati da esternalità positive e benefici a livello europeo

12 11/18 Bilancio domanda-offerta di gas naturale in Europa E (mld/mc/a)

13 12/18 QUALE E IL RUOLO DELLITALIA? Importanza del mercato del gas in Italia Da sempre significativi investimenti nel settore dovuti in parte al rifiuto al nucleare e alla presenza di un operatore robusto come Eni E il paese dellUnione Europea che ne fa maggior ricorso: se ne stima lutilizzo come input per lelettricità pari circa al 50% vs la media UE del 23,6% e quello relativo ai consumi primari intorno al 35% vs il 25,1% europeo Le importazioni rappresentano il 90% del fabbisogno interno Posizionamento geografico strategico Italia come hub dellEuropa continentale

14 13/18 Criticità del sistema gas italiano Sbilanciamento tra domanda e offerta: sovraccapacità di importazione Sicurezza: rigidità della rete delle infrastrutture che non consente di sviluppare appieno la competitività sugli approvvigionamenti Prezzi incrementati del 20% circa rispetto alla media UE: ruolo chiave svolto dai contratti ToP (Take or Pay) di lungo periodo indicizzati allandamento dei prodotti petroliferi Come può lo Stato intervenire? Strategia Energetica Nazionale

15 14/18 Composizione del prezzo del gas alle utenze domestiche in Italia nel 2012 (%)

16 15/18 RIORDINO DEI LIVELLI DI GOVERNO LIVELLI ISTITUZIONALI ESTERNI : Parlamento europeo e il Consiglio europeo: emanano direttive di liberalizzazione e armonizzazione Stati membri devono mettere in atto quanto deciso Commissione europea: controllo e verifica LIVELLI ISTITUZIONALI INTERNI: Situazione complessa dovuta ad una legislazione concorrente: si rende necessaria la riforma del titolo V della costituzione per ripartire le competenze tra Stato, Regioni e Enti locali

17 16/18 CONCLUSIONI LItalia è tra i paesi più avanzati nella definizione delle normative primarie e di scelte regolatorie orientate alla concorrenza (in particolare Francia e Germania) Ma in realtà lo stato insoddisfacente della concorrenza sul mercato nazionale della vendita del gas, mostra come tale definizione di normative primarie e ladozione di una regolazione relativamente avanzata siano una condizione necessaria ma non sufficiente al raggiungimento di un adeguato contesto concorrenziale inconfutabile posizione dominante di Eni (problema di accesso alla rete) In Italia, il grado di abbandono delle tariffe regolate per il mercato libero del gas è abbastanza contenuto: su un totale di quasi 21 milioni di clienti solo 3 milioni (pari al 15%) sono sul mercato libero, di cui 2,2 milioni sono famiglie

18 17/18 Bibliografia: Bosi, P Corso di scienza delle finanze (V ed.), Bologna, Il Mulino Autorità per lenergia elettrica e il gas 2003Indagine conoscitiva sullo stato della liberalizzazione del settore del gas naturale (IC 22) Relazione annuale sullo stato dei servizi e sullattività svolta Gazzetta Ufficiale n Legge 10 febbraio 1953, n Istituzione dell'Ente Nazionale Idrocarburi (E.N.I.) Gazzetta Ufficiale n Legge 14 novembre 1995, n Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilità. Istituzione delle Autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee n. L 204/1 1998Direttiva 98/30/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 giugno 1998 relativa a norme comuni per il mercato interno del gas naturale Gazzetta Ufficiale n Decreto legislativo 23 maggio 2000, n Attuazione della direttiva n. 98/30/CE recante norme comuni per il mercato interno del gas naturale, a norma dell'articolo 41 della legge 17 maggio 1999, n. 144

19 18/18 Gazzetta ufficiale dell'Unione europea n. L 176/ Direttiva 2003/55/ce del Parlamento Europeo e del Consiglio del 26 giugno 2003 relativa a norme comuni per il mercato interno del gas naturale e che abroga la direttiva 98/30/CE Energia.pdf?uuid=231cdaa2-f820-11e2-b0d2-9290ada7c4f9 Energia.pdf?uuid=231cdaa2-f820-11e2-b0d2-9290ada7c4f9


Scaricare ppt "IL MERCATO DEL GAS NATURALE: quale intervento pubblico? Ferrante Giulia Lamonica Angelica Grazia AA 2013/2014 Prof. Catalano Giuseppe."

Presentazioni simili


Annunci Google