La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fondamenti e modalità di configurazione

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fondamenti e modalità di configurazione"— Transcript della presentazione:

1 Fondamenti e modalità di configurazione
02 - IL SISTEMA BUS KNX Fondamenti e modalità di configurazione

2 OBIETTIVI DEL MODULO Al termine del corso conoscerete:
le caratteristiche della tecnologia a “bus” la storia dell’associazione Konnex (KNX) che differenza c’è tra un protocollo proprietario ed uno standard quali sono i vantaggi derivanti dall’utilizzo di sistemi KNX quali sono le differenze tra configurazione easy-mode e system-mode

3 SISTEMA NERVOSO – SISTEMA BUS
Si crea una rete di dispositivi come il sistema nervoso dell’uomo… …per controllare le funzioni dell’edificio e garantirne un corretto funzionamento…

4 STORIA DELL’AUTOMAZIONE
I sistemi bus per l'automazione ebbero larga diffusione negli anni '80 soprattutto in ambito industriale. Per vari motivi l'automazione dell'edificio invece ebbe una diffusione più lenta e frazionata.

5 STORIA DELL’AUTOMAZIONE
Successivamente si è passati da una logica centralizzata a impianti con dispositivi intelligenti a intelligenza distribuita.

6 NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Protocollo proprietario (chiuso) I costruttori fecero scelte diverse: Protocollo standard (aperto)

7 UN’ESPERIENZA “STANDARD”
In questo contesto, in Europa, negli anni '90 operavano essenzialmente tre associazioni di aziende ognuna delle quali proponeva la propria tecnologia: EIBA (European Installation Bus Association) BCI (BatiBUS Club International) EHSA (European Home Systems Association)

8 NASCITA DI KNX Le tre associazioni si unirono e attuarono la cosiddetta “convergenza”. Nacque così l’associazione Konnex e il protocollo KNX.

9 VANTAGGI RISPETTO AD ALTRI PROTOCOLLI
Interoperabilità Bassa obsolescenza Semplicità e bassa invasività del cablaggio Ampia scelta modalità di configurazione Flessibilità dell’impianto finito Affidabilità Sicurezza elettrica e biocompatibilità Riusabilità dei progetti Scalabilità

10 L’ASSOCIAZIONE KONNEX
I membri Ulteriori informazioni  -

11 DOMOTICA E BUILDING AUTOMATION
Questi concetti si applicano a: Il grosso edificio L’abitazione residenziale Building Automation Domotica (Home Automation)

12 Dopo avere collegato tutto, cosa devo fare?

13 CONFIGURAZIONE DEI DISPOSITIVI
Tutti i prodotti KNX/EIB, all’acquisto si presentano completamente “puliti” ovvero privi di ogni riferimento di identificazione e di configurazione. BUS KNX/EIB

14 MODALITÀ DI CONFIGURAZIONE
KNX mette a disposizione 2 diverse tipologie di configurazione: di progettazione S-mode Liberamente programmabile Un unico tool Alte prestazioni e funzioni Per professionisti con una buona formazione N° DISPOSITIVI E-mode Configurazione semplice Tools semplificati Funzioni limitate Per professionisti con formazione di base Funzionalità

15 STRUMENTI PER LA CONFIGURAZIONE
E-Mode (Easy) S-Mode (System) Engineering Tool Software Home Automation Building Automation

16 PORTE E INTERFACCE DI CONNESSIONE
INTERFACCIA KNX / IP INTERFACCIA KNX / USB ROUTER KNX / IP

17 DUE GAMME DIVERSE

18 DUE GAMME DIVERSE

19 IL SISTEMA CHORUS KNX EASY
GW KIT di configurazione KNX Easy con palmare Facile da utilizzare Palmare: PDA HP iPAQ 114 Classic Handheld Software (micro SD card) Manuale d’uso (mini CD) Interfaccia KNX/IP Wireless (GW90839) Borsa in nylon per contenere il kit Descrive i vari elementi che compongono il kit di configurazione KNX Easy.

20 TOPOLOGIA ALBERO Ampia libertà della scelta della topologia più appropriata al caso specifico BUS No anello! STELLA

21 AMPLIAMENTO LINEA Ampliamento – Max 64 dispositivi (da 64 a 127) Bridge PSU PSU Linea 1 – Max 64 dispositivi (da 0 a 63) PSU Ampliamento – Max 64 dispositivi (da 128 a 191) Bridge Bridge Ampliamento – Max 64 dispositivi (da 192 a 255) PSU Totale: 256 dispositivi – 3000 m di linea – 2100 m massima distanza tra due dispositivi Il Bridge/Repeater non ha indirizzo fisico

22 AMPLIAMENTO LINEA PSU B PSU B PSU B PSU (da 0 a 63) (da 64 a 127) (da 128 a 191) (da 192 a 255) B PSU dispositivi (da 64 a 127) PSU B PSU dispositivi (da 0 a 63) dispositivi (da 128 a 191) B PSU dispositivi (da 192 a 255) I quattro segmenti possono essere connessi in serie o in parallelo

23 DIMENSIONAMENTO DI UNA LINEA
Alimentatore: - 320 mA mA 5 mA + 1 mA per ogni LED 5 mA 8 mA Verifica della potenza assorbita dai dispositivi: - In genere i componenti assorbono tra 5 e 12 mA - Componenti complessi o dotati di LED possono assorbire valori superiori - Verificare le specifiche tecniche fornite dal costruttore o riportate in ETS - Dimensionare l'alimentatore in modo appropriato

24 DISTANZE Limiti costruttivi: Numero di componenti massimo : 256
Numero di canali massimo: 1024 Distanze lungo il cavo bus:

25 Architettura KNX Ad un sistema KNX si possono collegare fino a oltre dispositivi, come sensori di presenza, controllo accessi, attuatori per luce, lampade di emergenza, display, termostati… tutto quello che serve per rendere vivibile e sicuro un edificio. Dorsale Piano 3 Dorsale principale DP DP DP DP DP DP DP Dorsale Piano 2 DP DP LC AL DP DP DP DP DP DP DP DP DP LC AL Dorsale Piano 1 DP DP DP DP DP DP DP DP LC AL DP AL LC Accoppiatore AL Alimentatore DP Dispositivo

26 TOPOLOGIA KNX AREA 15 Linea dorsale AREA 3 AREA 2 AREA 1
LC AREA 15 Linea dorsale LC AREA 3 Accoppiatore di Linea (Area) LC AL LC AREA 2 AREA 1 AL Linea principale LC Alimentatore AL Linea 1 Linea 15 LC LC DSP 1 Dispositivo AL AL DSP 1 DSP 1 Anche le linee principali e dorsale possono ospitare dispositivi DSP 63 DSP 63

27 RIEPILOGO DATI CARATTERISTICI KNX
Tecnologia adatta per  domotica e building automation Mezzo Fisico di trasmissione  cavo, radiofrequenza Topologia della rete  libera Certificazioni ottenute  conforme a CENELEC EN50090 Alimentazione dei dispositivi  direttamente dal bus Numero max dispositivi istallabili  oltre 60000 Lunghezza max di una linea  mt. Intelligenza del sistema  distribuita Memorizzazione funzioni  permanente Uso del personal computer  per istallare impianti “System Mode” Facilità di configurazione  utilizzo dispositivi “Easy”

28 VERIFICA OBIETTIVI Prova a rispondere alle seguenti domande:
quali sono le principali caratteristiche della tecnologia a “bus” ? Come e quando è nata l’associazione Konnex (KNX)? Che differenza c’è tra un protocollo proprietario ed uno standard? Quali sono i vantaggi derivanti dall’utilizzo di sistemi KNX ? Quali sono le differenze tra configurazione Easy-mode e System-mode?


Scaricare ppt "Fondamenti e modalità di configurazione"

Presentazioni simili


Annunci Google