La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le piante sono composte dalle radici, dal fusto e dalle foglie. Le radici formano un apparato radicale, nella parte inferiore delle radici si trova la.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le piante sono composte dalle radici, dal fusto e dalle foglie. Le radici formano un apparato radicale, nella parte inferiore delle radici si trova la."— Transcript della presentazione:

1 Le piante sono composte dalle radici, dal fusto e dalle foglie. Le radici formano un apparato radicale, nella parte inferiore delle radici si trova la cuffia, che ha funzioni protettive, lapice vegetativo, che è formato dalle cellule meristematiche. Infine si trova la zona di assorbimento ricca di peli radicali, dove viene assorbita lacqua.

2 Il fusto si trova al di sopra delle radici e ha funzione di sostegno; collega le parti della pianta con le radici, assicurando gli scambi nutritizi. Nel fusto si trova la linfa grezza, formata da acqua e sali minerali disciolti in essa, la linfa grezza sale dalle radici alle foglie, nel fusto si trova la linfa elaborata formata dalle sostanze prodotte dalla fotosintesi clorofilliana e va dalle foglie a tutte le parti della pianta. Il fusto ha un asse principale: i rami. Sui rami nascono le gemme, organi formati da piccole foglie che incappucciano il ramo proteggendolo. Lapice vegetativo, dove si formano nuovi rami e nuove foglie, nel fusto si trovano due vasi conduttori che permettono la salita e la discesa della linfa: lo xilema o legno e il floema o libro.

3 Nella foglia avviene la fotosintesi clorofilliana ed è lorgano delle piante vascolari. La foglia si divide in: picciolo, lamina fogliare e le nervature. Il picciolo è di forma cilindrica, collega la foglia al ramo e contiene i vasi di scorrimento della linfa. La lamina fogliare è la parte più sottile della foglia e presenta due superfici: la pagina superiore e la pagina inferiore. Tra queste due superfici si trova il mesofillo, un tessuto le cui cellule sono ricche di cloroplasti, dove si svolge la fotosintesi clorofilliana. Le nervature sono immerse nel mesofillo, sono formate dalla ramificazione dei vasi conduttori, che percorrendo la foglia, assicurano il trasporto della linfa.

4 La pianta, durante la fotosintesi clorofilliana, sfrutta lenergia solare, trasforma lacqua assorbita dal terreno e lanidride carbonica dellaria in glucosio, liberando lossigeno. Il glucosio viene trasformato in amido e distribuito in tutte le parti della pianta. La fotosintesi clorofilliana può avvenire solo di giorno, perché ha bisogno della luce del sole.

5 Durante la respirazione lo zucchero si combina con lossigeno dellaria, trasformandosi in acqua e in anidride carbonica, liberando lenergia, utilizzata dalle cellule per svolgere importanti funzioni. Questa reazione chimica può essere rappresentata in simboli: Glucosio+ossigeno=enzimi+anidride carbonica+ acqua+energia La respirazione avviene sia di giorno sia di notte. Durante la fotosintesi la pianta assorbe anidride carbonica e libera ossigeno, nella respirazione fa linverso. Le piante cambiando lossigeno dellatmosfera permettono la vita sulla terra.

6 La pianta assorbe lacqua dalle radici per osmosi, arrivata alle foglie viene sfruttata nel processo di fotosintesi e poi ritorna nellatmosfera, sotto forma di vapore acqueo, attraverso la traspirazione. La traspirazione è il fenomeno per cui la pianta emette acqua attraverso le foglie sotto forma di vapore acqueo. La quantità di acqua liberata dalla pianta nellatmosfera, è regolata dalle cellule degli stomi. Se laria è umida, gli stomi si gonfiano dacqua e si aprono facendola uscire; se laria è secca gli stomi si chiudono e lacqua viene trattenuta allinterno della foglia.

7 I due organi dellangiosperme sono: il fiore e il frutto. Il fiore è formato da foglie disposte a corona allestremità di uno stelo. Nel fiore si notano le parti sterili da quelle fertili. Nella parte sterile si trova una corona di foglioline chiamate sepali, nel loro insieme formano il calice. Allinterno si trovano i petali che nel loro insieme formano la corolla. Allinterno della corolla si trovano gli stami (organo maschile) e il pistillo (organo femminile). Gli stami sono sottili e allestremità si trovano le antere, che contengono il polline. Il pistillo è formato da un tubicino, lo stilo, che finisce con la parte più larga e appiccicosa, lo stimma, che trattiene il polline; alla base si trova lovario che contiene gli ovuli.

8 Nellangiosperme, limpollinazione consiste nel trasporto del polline dallantera allo stigma per mezzo del vento (impollinazione anemofila), dellacqua, degli insetti (impollinazione entomofila). Il polline arrivato allo stimma, fiorisce emettendo il tubetto pollinico, che entra nel tessuto portando il gamete maschile allovario, che contiene la cellula uovo da fecondare. Le principali fecondazioni sono: quella diretta o autofecondazione e quella incrociata, che avviene tra gameti di individui diversi.

9 I semi dellangiosperme sono racchiusi e protetti dal frutto, derivato dalla parete dellovario che dopo la fecondazione, si ingrossa e sono: i frutti, la mela, la pesca, i pomodori, le melanzane, i peperoni e i baccelli dei piselli. Il frutto è dolce e polposo, queste caratteristiche sono funzioni della pianta e attirano gli animali. Essi sono allettati dal sapore, si nutrono dei frutti ed eliminano con le feci il seme che viene abbandonato lontano dalla pianta madre, dove potrà germinare senza la concorrenza di una pianta adulta vicina.


Scaricare ppt "Le piante sono composte dalle radici, dal fusto e dalle foglie. Le radici formano un apparato radicale, nella parte inferiore delle radici si trova la."

Presentazioni simili


Annunci Google