La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Divisione batterica Replicazione del cromosoma batterico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Divisione batterica Replicazione del cromosoma batterico."— Transcript della presentazione:

1

2 Divisione batterica

3

4 Replicazione del cromosoma batterico

5

6 Replicazione del DNA

7 Divisione batterica

8 Formazione del setto nella divisione batterica

9 Fissione binaria in Escherichia coli

10 Bacillo in divisione

11 Cocchi in divisione

12 Streptococchi a vari stadi di divisione

13 Microrganismo°CTempo di duplicazione Microrganismo°CTempo di duplicazione Velocità di crescita di alcuni batteri l Bacillus stearothermophilus608,4 minuti l Vibrio natriegens379,6 minuti l Escherichia coli4021 minuti l Bacillus subtilis4025,8 minuti l Pseudomonas putida3045 minuti l Vibrio marinus1581 minuti l Rhodobacter sphaeroides30132 minuti l Mycobacterium tuberculosis376 ore l Nitrobacter agilis2720 ore

14 Terreni di coltura in batteriologia ¶Liquidi u di arricchimento u di arricchimento selettivo ·Solidi - solidificabili: contengono agar all'1-2% (fonde a 100 °C e solidifica a 45 °C) - solidificabili: contengono agar all'1-2% (fonde a 100 °C e solidifica a 45 °C) - solidificati: contengono sostanze proteiche che, se riscaldate, vengono denaturate, solidificando - solidificati: contengono sostanze proteiche che, se riscaldate, vengono denaturate, solidificando u di isolamento u di isolamento selettivo Di trasporto Di trasporto u semisolidi (contengono agar allo 0,5%) u liquidi (soluzioni saline tamponate)

15 Curva di crescita batterica

16 Fattori ambientali che condizionano la crescita batterica ÊTemperatura: tutti i batteri sono caratterizzati da un intervallo di temperatura in cui possono crescere; allinterno di tale intervallo vi è un optimum di replicazione, che in genere è molto prossimo al limite superiore dellintervallo. In base alla temperatura di crescita i batteri si dividono in tre gruppi: In base alla temperatura di crescita i batteri si dividono in tre gruppi:

17 Temperature di crescita batterica Psicrofili (o criofili): crescono tra circa –5 e 20 °C; optimum di sviluppo intorno ai 15 °C. Mesofili: crescono tra circa 20 e 45 °C; optimum di sviluppo intorno ai 37 °C. Termofili: crescono tra circa 40 e oltre 90 °C; optimum di sviluppo intorno ai 60 °C.

18 Condizioni ambientali estreme di crescita microbica

19 Temperature di crescita batterica

20 ËAtmosfera: in base alla percentuale di ossigeno (o di altri gas) richiesta nellatmosfera di incubazione i batteri si dividono in: u Aerobi obbligati: crescono solo in presenza di ossigeno atmosferico (21%) u Aerobi facoltativi (o anaerobi facoltativi): crescono indifferentemente in presenza o in assenza di ossigeno (ma generalmente la crescita è più rigogliosa in sua presenza) u Anaerobi obbligati stretti: crescono solo in assenza di ossigeno atmosferico e muoiono se esposti allossigeno u Anaerobi obbligati aerotolleranti: crescono in assenza di ossigeno ma ne sopportano lesposizione, per tempi e/o a concentrazioni variabili (generalmente 2-8%) u Microaerofili: crescono in presenza di ossigeno atmosferico ma lo sviluppo è più rigoglioso a concentrazioni inferiori (2- 18%) u Capnofili: richiedono una concentrazione di CO 2 maggiore (10%) di quella contenuta nellatmosfera (0,03%) Fattori ambientali che condizionano la crescita batterica

21 ÌpH: per la maggior parte dei batteri lintervallo consentito è compreso tra 5 e 8; loptimum è compreso tra 6,5 e 7,5: nei terreni di coltura viene mantenuto costante da sistemi tampone (il più usato: K 2 HPO 4 + KH 2 PO 4 ). In base al pH di crescita i batteri si dividono in tre gruppi: In base al pH di crescita i batteri si dividono in tre gruppi: u Alcalofili: pH compreso tra 7 e 11 (optimum 10) u Neutrofili: pH compreso tra 4 e 9 (optimum 7) u Acidofili t facoltativi: crescono meglio a pH acido ma si sviluppano anche a pH 7 t obbligati: crescono solo a pH acido (intorno a 3 o inferiore) ÍPressione osmotica: la concentrazione di NaCl nei terreni di coltura generalmente riflette quella fisiologica plasmatica (0,9%). ÎUmidità: la presenza di acqua libera nei terreni solidi è di vitale importanza. Fattori ambientali che condizionano la crescita batterica

22 Colonie batteriche su piastra

23 Piastre di diversi terreni di coltura

24 Colonie di Bacillus anthracis con caratteristica morfologia a caput medusae 6 X 28 X

25 Tipi nutrizionali dei microrganismi in funzione della fonte di energia e di carbonio

26 METABOLISMO

27 Caratteri generali dei processi catabolici e anabolici

28 GLICOLISI

29 Metabolismo dellacido piruvico

30 Ciclo di Krebs

31 Anabolismo di Escherichia coli


Scaricare ppt "Divisione batterica Replicazione del cromosoma batterico."

Presentazioni simili


Annunci Google