La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura Area tecnica e di autorizzazione La riforma di medio termine della PAC Andrea Comacchio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura Area tecnica e di autorizzazione La riforma di medio termine della PAC Andrea Comacchio."— Transcript della presentazione:

1 Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura Area tecnica e di autorizzazione La riforma di medio termine della PAC Andrea Comacchio

2 LA RIFORMA NEL COMPLESSO Normativa sui pagamenti diretti che include: Normativa sui pagamenti diretti che include: Regime di pagamento unico (disaccoppiamento) Regime di pagamento unico (disaccoppiamento) Nuovi strumenti finanziari Nuovi strumenti finanziari Modulazione Modulazione Disciplina finanziaria Disciplina finanziaria Condizionalità Condizionalità SIGC SIGC Sviluppo rurale Sviluppo rurale Riforma delle OCM Riforma delle OCM

3 DISACCOPPIAMENTO – RPU Elenco prodotti sottoposti a disaccoppiamento degli aiuti : Cereali, oleaginose, proteaginose, lino, canapa Cereali, oleaginose, proteaginose, lino, canapa supplemento per il grano duro supplemento per il grano duro patate da fecola patate da fecola leguminose da granella leguminose da granella riso riso foraggi essiccati foraggi essiccati bovini, ovini e caprini bovini, ovini e caprini latte dal 2007 (o ) latte dal 2007 (o ) luppolo dal 2005 o 2006 luppolo dal 2005 o 2006 Tabacco/olio doliva/cotone (dal 2006) Tabacco/olio doliva/cotone (dal 2006)

4 DISACCOPPIAMENTO – RPU E fissato, per ciascuno Stato membro un massimale (plafond) degli importi pagabili per anno; E fissato, per ciascuno Stato membro un massimale (plafond) degli importi pagabili per anno; Gli aiuti non sono più collegati al tipo di produzione, ma Gli aiuti non sono più collegati al tipo di produzione, ma Agli agricoltori sono assegnati dei titoli allaiuto, nel rispetto del massimale nazionale, che abbinati ad una superficie ammissibile o allattività zootecnica danno diritto al premio nel rispetto di determinate condizioni Agli agricoltori sono assegnati dei titoli allaiuto, nel rispetto del massimale nazionale, che abbinati ad una superficie ammissibile o allattività zootecnica danno diritto al premio nel rispetto di determinate condizioni

5 LA RIFORMA - OPZIONI Diverse opzioni, lasciate alla discrezione degli Stati membri, da comunicare alla UE entro il 31 luglio dellanno che precede leffettiva applicazione, es. Diverse opzioni, lasciate alla discrezione degli Stati membri, da comunicare alla UE entro il 31 luglio dellanno che precede leffettiva applicazione, es. Anno di prima applicazione; Anno di prima applicazione; Modello storico o regionalizzato; Modello storico o regionalizzato; Disaccoppiamento totale o parziale; Disaccoppiamento totale o parziale; Riserva nazionale o regionale Riserva nazionale o regionale Applicazione art. 69 del regolamento Applicazione art. 69 del regolamento Ecc. Ecc.

6 LE OPZIONI – ITALIA DM 5 agosto 2004 Applicazione dal primo gennaio 2005 Applicazione dal primo gennaio 2005 Pagamento unico secondo il modello « storico »; Pagamento unico secondo il modello « storico »; Disaccoppiamento totale per seminativi, carni bovine ed ovicaprine; Disaccoppiamento totale per seminativi, carni bovine ed ovicaprine; Pagamento diretto sementi certificate interamente accoppiato; Pagamento diretto sementi certificate interamente accoppiato; Anticipo del disaccoppiamento per il settore latte dal 2006 Anticipo del disaccoppiamento per il settore latte dal 2006 Riserva nazionale Riserva nazionale Ricognizione preventiva (AGEA) Ricognizione preventiva (AGEA)

7 LE OPZIONI - ITALIA Applicazione art. 69 del regolamento mediante una trattenuta sul massimale nazionale (art. 41 del reg.): dell8% della componente settoriale seminativi, dell8% della componente settoriale seminativi, del 7% della componente settoriale carni bovine del 7% della componente settoriale carni bovine del 5 % della componente settoriale ovicaprini del 5 % della componente settoriale ovicaprini

8 LE OPZIONI - ITALIA Applicazione art. 69 del regolamento mediante un pagamento supplementare (per Ha o capo): (seminativi) agli agricoltori che utilizzano sementi certificate per la coltivazione di particolari varietà e che adottino modalità di certificazione, tecniche di coltivazione, stoccaggio, ed altre pratiche produttive tali da corrispondere a caratteristiche qualitative richieste dal mercato e che favoriscono la commercializzazione. (seminativi) agli agricoltori che utilizzano sementi certificate per la coltivazione di particolari varietà e che adottino modalità di certificazione, tecniche di coltivazione, stoccaggio, ed altre pratiche produttive tali da corrispondere a caratteristiche qualitative richieste dal mercato e che favoriscono la commercializzazione. (carni bovine) agli allevatori di vacche nutrici e/o di bovini allevati secondo disciplinare di etichettatura o metodo biologico. (carni bovine) agli allevatori di vacche nutrici e/o di bovini allevati secondo disciplinare di etichettatura o metodo biologico. (carni ovine e caprine) agli allevatori singoli e associati con più di 50 capi (carni ovine e caprine) agli allevatori singoli e associati con più di 50 capi

9 RPU - MODELLO STORICO Solo un agricoltore attivo puo accedere ai diritti (ammissibilità: art 33): Solo un agricoltore attivo puo accedere ai diritti (ammissibilità: art 33): Coloro che hanno ricevuto aiuti diretti nel periodo di rif. (all. VI) Coloro che hanno ricevuto aiuti diretti nel periodo di rif. (all. VI) Successione Successione Modifiche forma giuridica, fusioni e scissioni Modifiche forma giuridica, fusioni e scissioni Riserva nazionale Riserva nazionale Acquisto Acquisto

10 RPU - MODELLO STORICO Periodo di rifer./importo di rifer.: Diritti calcolati sulla base degli importi in aiuti diretti aggiustati ( ) divisi per la superficie premiata (incluse le foraggere) (art 37-38, 43) (all. VII) Periodo di rifer./importo di rifer.: Diritti calcolati sulla base degli importi in aiuti diretti aggiustati ( ) divisi per la superficie premiata (incluse le foraggere) (art 37-38, 43) (all. VII)

11 RPU - MODELLO STORICO Es. un agricoltore ha coltivato nei tre anni mediamente 10 ettari di seminativi e ha ricevuto premi per 25 bovini maschi lanno; limporto di riferimento (medio annuo), a titolo di esempio, è pari a : Lagricoltore riceverà 10 titoli da 750 luno

12 RPU - MODELLO STORICO Lagricoltore riceverà 11 titoli (vincolati) da 400 luno Agricoltore che inizia lattività nel periodo di riferimento Agricoltore che inizia lattività nel periodo di riferimento

13 RPU - MODELLO STORICO Calcolo dellimporto di riferimento provvisorio. Calcolo dellimporto di riferimento provvisorio. Taglio dellimporto di riferimento per rispettare il massimale nazionale adattato, considerati gli articoli 69 (tipi specifici di agricoltura) e 70 (sementi). Taglio dellimporto di riferimento per rispettare il massimale nazionale adattato, considerati gli articoli 69 (tipi specifici di agricoltura) e 70 (sementi). Taglio dellimporto per alimentare la riserva nazionale. Taglio dellimporto per alimentare la riserva nazionale. Definizione finale dellimporto di riferimento. Definizione finale dellimporto di riferimento. Detrazione delle percentuali previste dallapplicazione della modulazione (articolo 10 del regolamento (CE) 1782/2003). Detrazione delle percentuali previste dallapplicazione della modulazione (articolo 10 del regolamento (CE) 1782/2003). Erogazione dellaiuto supplementare previsto allarticolo 12 del regolamento (CE) 1782/2003. Erogazione dellaiuto supplementare previsto allarticolo 12 del regolamento (CE) 1782/2003.

14 RPU - MODELLO STORICO esercizio del diritto: deve accompagnarsi ad una parcella ammissibile allaiuto (qualunque superficie agricola dell'azienda investita a seminativi o a pascolo permanente, escluse le superfici destinate a colture permanenti, a colture forestali o ad usi non agricoli) (art 44) esercizio del diritto: deve accompagnarsi ad una parcella ammissibile allaiuto (qualunque superficie agricola dell'azienda investita a seminativi o a pascolo permanente, escluse le superfici destinate a colture permanenti, a colture forestali o ad usi non agricoli) (art 44) (art.46) dall11 novembre (DM 5/8/04) regola dei 10 mesi (art.46) dall11 novembre (DM 5/8/04)

15 E necessario presentare una domanda annuale e dimostrare di condurre un numero di ettari ammissibili corrispondente al numero dei titoli di cui si dispone. Le superfici oggetto di pagamento disaccoppiato possono essere destinate a qualsiasi utilizzo agricolo tranne che: alle coltivazioni permanenti alle orticole, comprese le patate da consumo. E consentito anche non coltivare la superficie ma in tal caso è necessario garantire comunque la manutenzione agronomica del fondo. Il percepimento di pagamenti disaccoppiati zootecnici non richiede necessariamente lattività di allevamento. RPU – Modello storico

16 Diritti allaiuto Storici (standard, di ritiro, soggetti a condiz. partic.) Storici (standard, di ritiro, soggetti a condiz. partic.) Storici vincolati (standard, di ritiro, soggetti a condiz. partic.) Storici vincolati (standard, di ritiro, soggetti a condiz. partic.) Da riserva (agricoltore « nuovo », agricoltore in situazioni particolari, agricoltore con sup. sottoposte a programmi di ristrutturazione e/o sviluppo pubblici) Da riserva (agricoltore « nuovo », agricoltore in situazioni particolari, agricoltore con sup. sottoposte a programmi di ristrutturazione e/o sviluppo pubblici)

17 Regime di pagamento unico Diritti sottoposti a condizioni particolari: Diritti sottoposti a condizioni particolari: Aiuti diretti « senza terra » (art 47) Aiuti diretti « senza terra » (art 47) Regola dei 5000 EUR (art 48) Regola dei 5000 EUR (art 48) Condizioni speciali: 50% attività agricola espressa in UBA (art 49) Condizioni speciali: 50% attività agricola espressa in UBA (art 49) Premi lattiero-caseari (art 50) Premi lattiero-caseari (art 50)

18 La Riserva Nazionale - cosè Riserva nazionale: Riserva nazionale: è una parte del plafond nazionale che viene destinato alla costituzione di titoli per gli agricoltori che si troverebbero ad avere oggi unazienda senza rendita o con una rendita insufficiente.

19 La Riserva Nazionale – a chi è destinata 1. Agricoltori che hanno iniziato lattività dopo il 31 dicembre Agricoltori in situazioni particolari: Ha ricevuto (gratuitamente, per affitto o per successione) un azienda data in affitto a terzi durante il periodo di riferimento... Ha ricevuto (gratuitamente, per affitto o per successione) un azienda data in affitto a terzi durante il periodo di riferimento... Ha effettuato investimenti in capacità di produzione o ha acquistato terreni(eleggibili) entro il 29 settembre 2003….. (15/5/04) Ha effettuato investimenti in capacità di produzione o ha acquistato terreni(eleggibili) entro il 29 settembre 2003….. (15/5/04) Ha preso in affitto per un periodo di sei anni o più unazienda... Ha preso in affitto per un periodo di sei anni o più unazienda... Ha acquistato unazienda il cui terreno era stato affittato nel triennio di riferimento Ha acquistato unazienda il cui terreno era stato affittato nel triennio di riferimento Ha preso parte a programmi nazionali di riorientamento della produzione nel corso del periodo di riferimento… Ha preso parte a programmi nazionali di riorientamento della produzione nel corso del periodo di riferimento… Ha risolto un contenzioso con lamministrazione relativo al periodo di riferimento dopo lassegnazione dei titoli… Ha risolto un contenzioso con lamministrazione relativo al periodo di riferimento dopo lassegnazione dei titoli… 3. Agricoltori in superfici sottoposte a programmi di ristrutturazione e/o sviluppo connessi con una forma di pubblico intervento

20 La Riserva Nazionale – come si alimenta 1. Differenza tra massimale finanziario e titoli calcolati 2. Titoli non attivati 3. Titoli non utilizzati Dopo 3 anni i titoli storici Dopo 3 anni i titoli storici Subito i titoli da riserva non utilizzati Subito i titoli da riserva non utilizzati Titoli restituiti Titoli restituiti 4. Riduzione lineare fino al 3% dei titoli 5. Ulteriore riduzione lineare se la riserva non basta a soddisfare tutte le richieste di cui ai punti 1 e 2 della precedente diapositiva 6. Trattenute da cessioni

21 La Riserva Nazionale – come si usa I titoli da riserva sono determinati dallo Stato membro sulla base delle superfici dichiarate dai richiedenti e distribuendo limporto della riserva avendo come limite limporto medio dei titoli nella regione (DA DEFINIRE) su cui insistono le superfici oggetto della richiesta I titoli da riserva non possono essere venduti per cinque anni e non possono rimanere inutilizzati per lo stesso periodo

22 Fissazione dei titoli Con la presentazione della domanda di aiuto nel primo anno i titoli allaiuto vengono fissati; Con la presentazione della domanda di aiuto nel primo anno i titoli allaiuto vengono fissati; I titoli non utilizzati per tre anni confluiscono alla riserva nazionale (rotazione) I titoli non utilizzati per tre anni confluiscono alla riserva nazionale (rotazione) I titoli possono essere trasferiti con o senza terra I titoli possono essere trasferiti con o senza terra Per essere trasferiti senza terra devono essere utilizzati almeno per l80% in un anno civile Per essere trasferiti senza terra devono essere utilizzati almeno per l80% in un anno civile

23 Trasferimento dei titoli No sistema amministrativo di cessione dei diritti (semplice notifica) (art 25) No sistema amministrativo di cessione dei diritti (semplice notifica) (art 25) Con la terra (affitto o vendita) Con la terra (affitto o vendita) Senza terra (solo vendita) Senza terra (solo vendita) Regola dell80% Regola dell80% Clausola contrattuale Clausola contrattuale Trattenuta sulla vendita Trattenuta sulla vendita Guadagni eccezionali Guadagni eccezionali

24 di cui 25 ha hanno generato pagamenti diretti (area di riferimento) GESTIONE DIRITTI - ESEMPIO Lagricoltore ha ricevuto pagamenti diretti annui pari (importo di riferimento) Lagricoltore lavora 36 Ha di terreno eligibile Limporto di riferimento di viene diviso per larea di riferimento di 25 ha e genera 25 titoli di pagamentoi dellimporto unitario di 300. Lagricoltore prende pagamenti per i suoi 25 titoli solo se ha 25 Ha di terreno eligibile.

25 Esempio Questo agricoltore può cedere fino a 11 ha senza ridurre il suo pagamento aziendale (7.500 )

26 Esempio Se lagricoltore cede più di questi 11 ha, ad es. Altri 5 a causa della fine di un contratto daffitto

27 Avrà solo 20 ha di terreno ammissibile. Significa che 5 titoli allaiuto rimangono inutilizzati. Se lagricoltore cede più di questi 11 ha, ad es. Altri 5 a causa della fine di un contratto daffitto Esempio Questo agricoltore può cedere fino a 11 ha senza ridurre il suo pagamento aziendale (7.500 ) Per questi titoli inutilizzati avrà due opzioni Può cederli ad un altro agricoltore

28 Esempio Per questi titoli inutilizzati avrà due opzioni Avrà solo 20 ha di terreno ammissibile. Significa che 5 titoli allaiuto rimangono inutilizzati Se lagricoltore cede più di questi 11 ha, ad es. Altri 5 a causa della fine di un contratto daffitto, Questo agricoltore può cedere fino a 11 ha senza ridurre il suo pagamento aziendale (7.500 ) Può cederli ad un altro agricoltore

29 Oppure recuperare terreno ammissibile Esempio Per questi titoli inutilizzati avrà due opzioni Avrà solo 20 ha di terreno ammissibile. Significa che 5 titoli allaiuto rimangono inutilizzati Se lagricoltore cede più di questi 11 ha, ad es. Altri 5 a causa della fine di un contratto daffitto Questo agricoltore può cedere fino a 11 ha senza ridurre il suo pagamento aziendale (7.500 ) Può cederli ad un altro agricoltore

30 Esempio Per questi titoli inutilizzati avrà due opzioni Avrà solo 20 ha di terreno ammissibile. Significa che 5 titoli allaiuto rimangono inutilizzati Se lagricoltore cede più di questi 11 ha, ad es. Altri 5 a causa della fine di un contratto daffitto Questo agricoltore può cedere fino a 11 ha senza ridurre il suo pagamento aziendale (7.500 ) Può cederli ad un altro agricoltore Oppure recuperare terreno ammissibile

31 Termini applicazione RPU

32 Ricognizione preventiva Prevista dallarticolo 12 del reg. CE n. 795/2005 per identificare gli agricoltori ammissibili e individuare le superfici e gli importi di riferimento provvisori Prevista dallarticolo 12 del reg. CE n. 795/2005 per identificare gli agricoltori ammissibili e individuare le superfici e gli importi di riferimento provvisori Affidata ad AGEA (DDMM 20/7/04 e 5/8/04) Affidata ad AGEA (DDMM 20/7/04 e 5/8/04)

33 Ricognizione preventiva: finalità comunicare agli agricoltori la situazione del periodo di riferimento così come risultante nelle basi dati del SIAN. comunicare agli agricoltori la situazione del periodo di riferimento così come risultante nelle basi dati del SIAN. definire gli aventi diritto ai sensi dellart. 33 del reg. (CE) 1782/2003, definire gli aventi diritto ai sensi dellart. 33 del reg. (CE) 1782/2003, registrare le trasformazioni aziendali intervenute durante e successivamente al triennio di riferimento. registrare le trasformazioni aziendali intervenute durante e successivamente al triennio di riferimento. le eventuali variazioni che intervengano dopo la data conclusione della ricognizione ed entro la data di termine per la presentazione della domanda di accesso al regime di interventi unico, potranno essere comunicate con la domanda stessa. le eventuali variazioni che intervengano dopo la data conclusione della ricognizione ed entro la data di termine per la presentazione della domanda di accesso al regime di interventi unico, potranno essere comunicate con la domanda stessa.

34 Ricognizione preventiva: attività AGEA ha inviato una comunicazione ai produttori storici e a quelli nuovi (2003 – 2004) AGEA ha inviato una comunicazione ai produttori storici e a quelli nuovi (2003 – 2004) il produttore verifica i dati e: il produttore verifica i dati e: 1. conferma la correttezza o; 2. richiede di registrare le variazioni intervenute

35 Ricognizione preventiva: registrazione conferme e variazioni IL PRODUTTORE PUO: recarsi entro il 10 dicembre 2004 presso il CAA cui ha conferito o intende conferire mandato; recarsi entro il 10 dicembre 2004 presso il CAA cui ha conferito o intende conferire mandato; firmare o compilare (variazione) il quadro D del modello della comunicazione e inviarlo entro il 10 dicembre ad Agea – Agenzia per le erogazioni in agricoltura C.P , Roma. firmare o compilare (variazione) il quadro D del modello della comunicazione e inviarlo entro il 10 dicembre ad Agea – Agenzia per le erogazioni in agricoltura C.P , Roma. Vale il silenzio assenso Vale il silenzio assenso

36 Ricognizione preventiva: eventi da registrare nel SIAN Devono essere registrate: conferma dei dati comunicati, conferma dei dati comunicati, cambiamenti di stato aziendale (modifiche stato giuridico, fusioni, scissioni, successioni) intercorse nel periodo di riferimento e successivamente allo stesso, cambiamenti di stato aziendale (modifiche stato giuridico, fusioni, scissioni, successioni) intercorse nel periodo di riferimento e successivamente allo stesso, informazioni relative alle circostanze eccezionali modificanti i dati del periodo di riferimento informazioni relative alle circostanze eccezionali modificanti i dati del periodo di riferimento

37 Ricognizione preventiva: Variazioni aziendali Successione Successione o Mortis causa o Anticipata (trasf. a eredi legittimi) Fusione aziendale Fusione aziendale Scissione aziendale Scissione aziendale

38 Ricognizione preventiva: Variazioni aziendali Cambiamenti di forma giuridica o denominazione Cambiamenti di forma giuridica o denominazione Trasformazione ditta individuale in società o in impresa familiare Trasformazione ditta individuale in società o in impresa familiare Trasformazione da società in ditta individuale Trasformazione da società in ditta individuale Trasformazione di forma societaria Trasformazione di forma societaria Cambio di denominazione Cambio di denominazione (cambio di intestatario della ditta individuale) (cambio di intestatario della ditta individuale)

39 Ricognizione preventiva: cause di forza maggiore (DM 20/7/04) Incapacità professionale di lunga durata dellagricoltore, ovvero malattia grave o morte di alcuno dei componenti l'impresa familiare Incapacità professionale di lunga durata dellagricoltore, ovvero malattia grave o morte di alcuno dei componenti l'impresa familiare Calamità naturale Calamità naturale Distruzione fortuita dei fabbricati aziendali adibiti all'allevamento Distruzione fortuita dei fabbricati aziendali adibiti all'allevamento Epizoozia sul patrimonio zootecnico Epizoozia sul patrimonio zootecnico Vincolo agroambientale interagente con la produttività aziendale nel triennio Vincolo agroambientale interagente con la produttività aziendale nel triennio Furto di animali Furto di animali Incendio doloso di terzi della produzione o di parti dell'azienda agricola Incendio doloso di terzi della produzione o di parti dell'azienda agricola sequestro di persona dell'agricoltore o di suoi familiari sequestro di persona dell'agricoltore o di suoi familiari sequestro giudiziario o conservativo dell'azienda agricola, ovvero pignoramento immobiliare del terreno, con nomina di custode, ovvero esproprio sequestro giudiziario o conservativo dell'azienda agricola, ovvero pignoramento immobiliare del terreno, con nomina di custode, ovvero esproprio Nomina di curatore, commissario o liquidatore giudiziario per società agricole Nomina di curatore, commissario o liquidatore giudiziario per società agricole Incapacità dell'agricoltore ad esercitare l'attività agricola ovvero a richiedere i premi comunitari per colpa di terzi Incapacità dell'agricoltore ad esercitare l'attività agricola ovvero a richiedere i premi comunitari per colpa di terzi

40 Condizionalità Ogni agricoltore beneficiario di pagamenti diretti è tenuto a rispettare: Ogni agricoltore beneficiario di pagamenti diretti è tenuto a rispettare: i criteri di gestione obbligatori di cui all' allegato III, e i criteri di gestione obbligatori di cui all' allegato III, e a mantenere la terra in buone condizioni agronomiche e ambientali ( allegato IV ). a mantenere la terra in buone condizioni agronomiche e ambientali ( allegato IV ).

41 ALLEGATO III I criteri di gestione obbligatori sono prescritti dalla normativa comunitaria e riguardano (art 4): I criteri di gestione obbligatori sono prescritti dalla normativa comunitaria e riguardano (art 4): 1. sanità pubblica, salute delle piante e degli animali, 2. ambiente, 3. benessere degli animali.

42 ALLEGATO III Criteri Criteri Direttamente applicabili allagricoltore Direttamente applicabili allagricoltore Incidenza sui pagamenti diretti Incidenza sui pagamenti diretti Calendario attuazione (2005 – 2006 –2007) Calendario attuazione (2005 – 2006 –2007) Natura degli standards: Natura degli standards: Regol. (versione in vigore) Regol. (versione in vigore) Dirett. (versione attuata dagli SM) Dirett. (versione attuata dagli SM)

43 ALLEGATO IV Obiettivo Erosione del suolo : Erosione del suolo : Proteggere il suolo mediante misure idonee Proteggere il suolo mediante misure idonee Sostanza organica del suolo: Sostanza organica del suolo: Mantenere i livelli di sostanza organica del suolo mediante opportune pratiche Mantenere i livelli di sostanza organica del suolo mediante opportune pratiche Struttura del suolo: Struttura del suolo: Mantenere la struttura del suolo mediante misure adeguate Mantenere la struttura del suolo mediante misure adeguate Livello minimo di mantenimento: Livello minimo di mantenimento: Assicurare un livello minimo di mantenimento ed evitare il deterioramento degli habitat Assicurare un livello minimo di mantenimento ed evitare il deterioramento degli habitat Norme Copertura minima del suolo Minima gestione delle terre che rispetti le condizioni locali specifiche Mantenimento terrazzamenti Norme inerenti alla rotazione delle colture ove necessario Gestione delle stoppie Uso adeguato delle macchine Densità di bestiame minime e/o regimi adeguati Protezione del pascolo permanente Mantenimento degli elementi caratteristici del paesaggio Evitare la propagazione di vegetazione indesiderata sui terreni agricoli

44 Riduzione o esclusione Responsabilità diretta dellagricoltore: In caso d'inosservanza in conseguenza di un'azione o di un'omissione direttamente attribuibile al singolo agricoltore, relativa a Responsabilità diretta dellagricoltore: In caso d'inosservanza in conseguenza di un'azione o di un'omissione direttamente attribuibile al singolo agricoltore, relativa a a) un'attività agricola, o a) un'attività agricola, o b) qualsiasi superficie agricola dell'azienda, comprese le parcelle messe a riposo. b) qualsiasi superficie agricola dell'azienda, comprese le parcelle messe a riposo. Base imponibile: l'ammontare complessivo dei pagamenti diretti corrisposti nell'anno civile in cui si è verificata l'inosservanza Base imponibile: l'ammontare complessivo dei pagamenti diretti corrisposti nell'anno civile in cui si è verificata l'inosservanza Sanzioni: Sanzioni: Negligenza: non più del 5 % e, in caso di recidiva, del 15 %. Negligenza: non più del 5 % e, in caso di recidiva, del 15 %. infrazione dolosa: la percentuale di riduzione non meno del 20 % e fino all'esclusione totale da uno o più regimi di aiuto ed essere inflitte per uno o più anni civili. infrazione dolosa: la percentuale di riduzione non meno del 20 % e fino all'esclusione totale da uno o più regimi di aiuto ed essere inflitte per uno o più anni civili. In ogni caso, l'ammontare complessivo nell'arco di un anno civile non deve essere superiore all'importo totale dei pagamenti diretti. In ogni caso, l'ammontare complessivo nell'arco di un anno civile non deve essere superiore all'importo totale dei pagamenti diretti. modalità d'applicazione: gravità, portata, durata e frequenza modalità d'applicazione: gravità, portata, durata e frequenza

45 Modulazione Principio di base: Tutti gli importi dei pagamenti diretti corrisposti agli agricoltori per un determinato anno civile in un determinato Stato membro sono ridotti annualmente fino al 2012 in ragione delle seguenti percentuali: (Art. 10) : 3 %, : 4 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %. Principio di base: Tutti gli importi dei pagamenti diretti corrisposti agli agricoltori per un determinato anno civile in un determinato Stato membro sono ridotti annualmente fino al 2012 in ragione delle seguenti percentuali: (Art. 10) : 3 %, : 4 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %, : 5 %.

46 Modulazione Obiettivo: finanziare sviluppo rurale Obiettivo: finanziare sviluppo rurale Ridistribuzione: Ridistribuzione: 1 pt % allo Stato membro in cui gli importi corrispondenti si sono resi disponibili. 1 pt % allo Stato membro in cui gli importi corrispondenti si sono resi disponibili. Gli importi restanti: agli Stati membri sulla base dei seguenti criteri: Gli importi restanti: agli Stati membri sulla base dei seguenti criteri: superficie agricola, superficie agricola, occupazione nel settore agricolo, occupazione nel settore agricolo, prodotto interno lordo (PIL) pro capite espresso in potere d'acquisto. prodotto interno lordo (PIL) pro capite espresso in potere d'acquisto. Riserva: 80 % degli importi totali resi disponibili resta nello Stato membro. Riserva: 80 % degli importi totali resi disponibili resta nello Stato membro. Deroga segale (90% di cui 10 in regioni interessate) Deroga segale (90% di cui 10 in regioni interessate) Deroga RUP e isole dell'Egeo. Deroga RUP e isole dell'Egeo.

47 Modulazione Aiuto supplementare Aiuto supplementare Ragioni finanziarie Ragioni finanziarie Rimborso nei limiti di una franchigia dei primi 5000 EUR di pagamenti diretti o importo inferiore. Rimborso nei limiti di una franchigia dei primi 5000 EUR di pagamenti diretti o importo inferiore. Limiti: massimali di cui all'allegato II. (riduzione lineare) Limiti: massimali di cui all'allegato II. (riduzione lineare) A partire dal bilancio 2007 la Commissione riesamina (comitato gestione) i massimali fissati nell'allegato II per tener conto delle modifiche strutturali delle aziende. A partire dal bilancio 2007 la Commissione riesamina (comitato gestione) i massimali fissati nell'allegato II per tener conto delle modifiche strutturali delle aziende.

48 Disciplina finanziaria A partire dal bilancio 2007, strumento per garantire rispetto dei plafond di Bruxelles A partire dal bilancio 2007, strumento per garantire rispetto dei plafond di Bruxelles adattamento dei pagamenti diretti quando le previsioni indicano che gli importi previsti alla voce 1a, tenendo conto di un margine di 300 milioni di EUR al di sotto degli importi previsti e prima dell'applicazione della modulazione di cui all'articolo 10, paragrafo 2, saranno superati in un determinato esercizio finanziario. adattamento dei pagamenti diretti quando le previsioni indicano che gli importi previsti alla voce 1a, tenendo conto di un margine di 300 milioni di EUR al di sotto degli importi previsti e prima dell'applicazione della modulazione di cui all'articolo 10, paragrafo 2, saranno superati in un determinato esercizio finanziario. Fatte salve le prospettive finanziarie per il periodo Fatte salve le prospettive finanziarie per il periodo Procedura: Consiglio, su proposta Commissione presentata entro il 31 marzo dell'anno civile per il quale si applicano gli adattamenti, fissa tali adattamenti al più tardi il 30 giugno dell'anno civile stesso. Procedura: Consiglio, su proposta Commissione presentata entro il 31 marzo dell'anno civile per il quale si applicano gli adattamenti, fissa tali adattamenti al più tardi il 30 giugno dell'anno civile stesso.

49 Sistema di consulenza aziendale Facoltativo per lo SM fino al 2007 Facoltativo per lo SM fino al 2007 Finalità: attività di consulenza come minimo sui criteri di gestione obbligatori e sulle buone condizioni agronomiche e ambientali di cui al capitolo 1 Finalità: attività di consulenza come minimo sui criteri di gestione obbligatori e sulle buone condizioni agronomiche e ambientali di cui al capitolo 1 Operatori: una o più autorità designate o enti privati. Operatori: una o più autorità designate o enti privati. Condizioni: Condizioni: Sistema volontario per gli agricoltori Sistema volontario per gli agricoltori Priorità eventuale per coloro che ricevono più di EUR l'anno in pagamenti diretti. Priorità eventuale per coloro che ricevono più di EUR l'anno in pagamenti diretti. Obbligo confidenzialità a carico degli enti privati e delle autorità designate Obbligo confidenzialità a carico degli enti privati e delle autorità designate Riesame: entro il la Commissione presenta una relazione sull'applicazione del sistema corredata, se necessario, di proposte adeguate per renderlo obbligatorio. Riesame: entro il la Commissione presenta una relazione sull'applicazione del sistema corredata, se necessario, di proposte adeguate per renderlo obbligatorio.

50 Sistema integrato di gestione e di controllo Status quo Status quo Cross compliance Cross compliance Diritti allaiuto Diritti allaiuto

51 TITOLO IV ALTRI REGIMI DI AIUTO Capitolo 1 Premio specifico alla qualità per il frumento duro Capitolo 1 Premio specifico alla qualità per il frumento duro Capitolo 2 Premio per le colture proteiche Capitolo 2 Premio per le colture proteiche Capitolo 3 Aiuto specifico per il riso Capitolo 3 Aiuto specifico per il riso Capitolo 4 Pagamento per superficie per la frutta a guscio Capitolo 4 Pagamento per superficie per la frutta a guscio Capitolo 5 Aiuto per le colture energetiche Capitolo 5 Aiuto per le colture energetiche Capitolo 6 Aiuto per le patate da fecola Capitolo 6 Aiuto per le patate da fecola Capitolo 7 Premi per i prodotti lattiero-caseari e pagamenti supplementari Capitolo 7 Premi per i prodotti lattiero-caseari e pagamenti supplementari Capitolo 8 Aiuto regionale specifico per i seminativi Capitolo 9 Aiuto alle sementi Capitolo 10 Pagamenti per superficie per i seminativi Capitolo 11 Premi per pecora e per capra Capitolo 12 Pagamenti per le carni bovine Capitolo 13 Aiuto per i legumi da granella

52 ALTRI PAGAMENTI DIRETTI Caratteristiche generali Caratteristiche generali Aiuti accoppiati Aiuti accoppiati Supplemento allaiuto disaccoppiato (cap1-6) Supplemento allaiuto disaccoppiato (cap1-6) settori « a rischio » (riaccoppiamento parziale)(cap 8-12) settori « a rischio » (riaccoppiamento parziale)(cap 8-12) Fase transitoria (cap 7-13) Fase transitoria (cap 7-13) Plafond finanziari Plafond finanziari Superfici di base Superfici di base

53 La domanda unica Deve essere presentata entro il 15 maggio Deve essere presentata entro il 15 maggio E preceduta da un modulo prestampato che lOP invia al produttore con lindicazione delle superfici e dei diritti. Per le superfici lOP deve fornire anche il materiale grafico disponibile. E preceduta da un modulo prestampato che lOP invia al produttore con lindicazione delle superfici e dei diritti. Per le superfici lOP deve fornire anche il materiale grafico disponibile. Lagricoltore in sede di presentazione della domanda unica conferma o corregge le informazioni presenti sul modulo prestampato. Lagricoltore in sede di presentazione della domanda unica conferma o corregge le informazioni presenti sul modulo prestampato.

54 La domanda unica Un agricoltore può presentare solo una domanda unica allanno per i regimi di aiuto a superficie previsti nellallegato 1 del reg. 1782/2003 Un agricoltore può presentare solo una domanda unica allanno per i regimi di aiuto a superficie previsti nellallegato 1 del reg. 1782/2003 Pagamento unico Frumento duro Colture proteiche Riso Frutta a guscio Colture energetiche Patate da fecola Sementi Legumi da granella Specifici tipi di colture e produzioni di qualità (art. 69) Foraggi essiccati Piccoli produttori Olio di oliva Tabacco Luppolo

55 La domanda unica Serve per: la fissazione dei diritti la fissazione dei diritti la richiesta del pagamento unico la richiesta del pagamento unico la richiesta di assegnazione di titoli dalla riserva la richiesta di assegnazione di titoli dalla riserva la ricongiunzione dei dati di riferimento (es. modifiche intercorse tra il 10/12/2004 e la data della domanda 2005) la ricongiunzione dei dati di riferimento (es. modifiche intercorse tra il 10/12/2004 e la data della domanda 2005) recepire i trasferimenti di titoli con o senza terra tra la fine del periodo di riferimento e la presentazione della domanda recepire i trasferimenti di titoli con o senza terra tra la fine del periodo di riferimento e la presentazione della domanda

56 La domanda unica Nella domanda unica possono essere integrate anche le domande per animali e per i prodotti lattiero caseari (premio latte) del 2005 Nella domanda unica possono essere integrate anche le domande per animali e per i prodotti lattiero caseari (premio latte) del 2005 La domanda unica può riguardare anche altri regimi di aiuto non compresi nellallegato 1 del reg.CE 1782/2003 quali: La domanda unica può riguardare anche altri regimi di aiuto non compresi nellallegato 1 del reg.CE 1782/2003 quali: Indennità compensativa Indennità compensativa Misure agroambientali Misure agroambientali Misure forestali (art.31 del reg. 1257/99) Misure forestali (art.31 del reg. 1257/99) Tabacco Tabacco Olio Olio Vino Vino Ecc. Ecc.

57 La domanda unica La domanda contiene le informazioni relative a: La domanda contiene le informazioni relative a: Identità del produttore e dimostrazione qualifica di agricoltore Identità del produttore e dimostrazione qualifica di agricoltore Regimi di aiuto richiesti Regimi di aiuto richiesti Identificazione dei diritti allaiuto Identificazione dei diritti allaiuto Superficie dellazienda (identificazione catastale, uso, dimensione, ubicazione, ecc.) Superficie dellazienda (identificazione catastale, uso, dimensione, ubicazione, ecc.) Dichiarazioni attestanti la conoscenza delle condizioni inerenti il regime/regimi daiuto considerato/i Dichiarazioni attestanti la conoscenza delle condizioni inerenti il regime/regimi daiuto considerato/i Cause di forza maggiore (es. per il mancato utilizzo titoli) Cause di forza maggiore (es. per il mancato utilizzo titoli)

58 La domanda unica I diritti di ritiro e le relative superfici sono dichiarati in modo distinto dagli altri I diritti di ritiro e le relative superfici sono dichiarati in modo distinto dagli altri La domanda unica è integrata con informazioni o documentazione specifica per tipo di regime di aiuto richiesto oltre al pagamento dei diritti: La domanda unica è integrata con informazioni o documentazione specifica per tipo di regime di aiuto richiesto oltre al pagamento dei diritti: Lino e canapa (etichette degli imballaggi, ecc.) Lino e canapa (etichette degli imballaggi, ecc.) Set aside Set aside Frumento duro (sementi certificate) Frumento duro (sementi certificate) Riso (varietà impiegate) Riso (varietà impiegate) Frutta a guscio (numero di alberi, posizione e tipo) Frutta a guscio (numero di alberi, posizione e tipo) Colture energetiche (contratto con trasformatore) Colture energetiche (contratto con trasformatore) Patate da fecola (contratto di coltivazione) Patate da fecola (contratto di coltivazione) Sementi (contratto di coltivazione, ecc.) Sementi (contratto di coltivazione, ecc.)

59 La domanda unica La domanda unica costituisce quindi una sfida per realizzare una effettiva semplificazione delle procedure di adesione ai regimi di aiuto previsti dalla Politica agricola comunitaria


Scaricare ppt "Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura Area tecnica e di autorizzazione La riforma di medio termine della PAC Andrea Comacchio."

Presentazioni simili


Annunci Google