La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D 11- 6- 2010 Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D 11- 6- 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D 11- 6- 2010 Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D 11- 6- 2010."— Transcript della presentazione:

1 Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D

2

3 Il persistere dello stereotipo della donna Il grande business dei mass media

4 <<.. Ma tu sei donna è diverso..>> <<.. Avete voluto la parità, adesso sono fatti vostri..>> <<.. Se le donne si vestono così allora se la cercano..>> <<.. eh... ma se sei una donna, magari carina, vestita un po' bene, ti metti la gonna... e il lavoro lo trovi!..>>

5 Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina La lenta integrazione dei Diritti Fondamentali della Donna nel mondo occidentale e nell'età moderna, parte dalla fine del XVIII secolo (1791) con Olympe de Gouges, che scrive la Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina Come la Dichiarazione dei diritti delluomo e del cittadino, anche la Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina è costituita da un preambolo e 17 articoli. Come la Dichiarazione dei diritti delluomo e del cittadino, anche la Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina è costituita da un preambolo e 17 articoli. Articolo 1 La Donna nasce libera e ha gli stessi diritti dell'uomo. Le distinzioni sociali non possono essere fondate che sull'interesse comune. Articolo 12 E' necessario garantire maggiormente i diritti della donna e della cittadina; questa garanzia deve essere istituita a vantaggio di tutti e non solo di quelle cui è affidata.

6 A Vindication of the Rights of Woman La Rivendicazione dei Diritti della Donna (A Vindication of the Rights of Woman) è l'opera più importante della Wollstonecraft, sviluppo conseguente dei precedenti Rights of Men e uno dei primi scritti di filosofia femminista. > > Wollstonecraft riconosce l'esistenza, ai suoi tempi, di molte donne sciocche e superficiali, ma non a causa di una loro innata deficienza di spirito, bensì proprio a motivo dell'esclusione da una corretta educazione. Wollstonecraft riconosce l'esistenza, ai suoi tempi, di molte donne sciocche e superficiali, ma non a causa di una loro innata deficienza di spirito, bensì proprio a motivo dell'esclusione da una corretta educazione.

7 Donne e cultura: storie di emarginazione e persecuzione Donne e cultura: storie di emarginazione e persecuzione "Ipazia nacque ad Alessandria nel 370 d.C. dove fu allevata ed istruita dal padre Teone, il maggior matematico dell'epoca. "Ipazia nacque ad Alessandria nel 370 d.C. dove fu allevata ed istruita dal padre Teone, il maggior matematico dell'epoca. Allo studio della matematica affiancò quello della filosofia, Anziché prendere marito, grazie all'appoggio del padre, dedicò la sua vita alla ricerca. Allo studio della matematica affiancò quello della filosofia, Anziché prendere marito, grazie all'appoggio del padre, dedicò la sua vita alla ricerca. Donna e intellettuale, libera pensatrice di religione pagana, si oppose alla ditruzione della biblioteca di Alessandria e pagò con la vita il suo successo e la sua intelligenza: fu lapidata dagli appartenenti ad una setta cristiana guidati del Vescovo Cirillo. Donna e intellettuale, libera pensatrice di religione pagana, si oppose alla ditruzione della biblioteca di Alessandria e pagò con la vita il suo successo e la sua intelligenza: fu lapidata dagli appartenenti ad una setta cristiana guidati del Vescovo Cirillo..

8 Nel '300 Novella D'Andrea prendeva il posto del padre defunto, professore di legge canonica a Bologna, insegnando da dietro una tenda per non distrarre gli studenti con la sua straordinaria bellezza. Nelle raffinate corti rinascimentalisti diffonde uno stile culturale femminilizzato, delle arti e delle lettere, a fianco di quello mascolino delle armi. In questo ambiente si intrattenevano in conversazioni intellettuali donne come la Duchessa Elisabetta Gonzaga di Urbino. Ma anche per queste donne privilegiate esistevano limitazioni: solo gli uomini di corte avevano il privilegio di rispondere alle domande e elaborare contenuti. Alle donne rimaneva solo il piacere di formularle.

9 Figlia di Jacques Necker, ministro delle finanze di Luigi XVI, sposò il barone de Stael.Holstein, ambasciatore svedese in Francia. Vivace e intraprendente, diede vita ad un proprio circolo culturale in cui ospitò i maggiori intellettuale dell'epoca. Infastidito dal suo acume e dalla sua cultura, Napoleone dispose l'interdizione da Parigi della donna, che non avrebbe dovuto avvicinarsi a meno di 150 chilometri dalla città. Stabilitasi sul lago di Ginevra, a Coppet, inaugurò un nuovo salotto e continuò a scrivere e a viaggiare Madame De Stael

10 Nel 1788, si fa notare pubblicando due opuscoli politici che sono stati notati e dibattuti in quel periodo, in particolare sul "Journal général de France" ma anche in altri giornali. Olympe sviluppa allora un progetto d'impostazione patriottica nella sua celebre Lettera al Popolo proponendo un vasto programma di riforme sociali e societarie nelle sue Osservazioni patriottiche. Questi scritti sono seguiti da altri nuovi opuscoli indirizzati ai rappresentanti delle tre principali legislature della Rivoluzione, ai clubs patriottici e a diverse personalità tra cui Mirabeau, La Fayette e Necker da lei ammirato particolarmente. Ostinata sostenitrice dei diritti e delle libertà di tutti, polemizzò con Robespierre, che sospetta di mire dittatoriali. Viene condannata a morte dal Tribunale Rivoluzionario il 6 agosto del 1793 Olympe de Gouges

11 Donne e parità Nuova Zelanda (prima dellindipendenza) 1893 Paesi scandinavi Gran Bretagna 1918 Stati Uniti d'America 1920 Francia 1944 Italia 1946/1948 Portogallo 1976

12 Il Linguaggio: principale mezzo di espressione del pregiudizio Luso di un termine anziché di un altro comporta una modificazione nel pensiero e nellatteggiamento di chi lo pronuncia e quindi di chi lo ascolta Luso di un termine anziché di un altro comporta una modificazione nel pensiero e nellatteggiamento di chi lo pronuncia e quindi di chi lo ascolta Ciò che conta è […] un cambiamento sostanziale dellatteggiamento nei confronti della donna, un senso che traspaia attraverso la scelta linguistica Per > non si intende > alla norma uomo […] Molte persone sono convinte di ciò, eppure si continua a dire che la donna deve essere pari alluomo e mai che luomo deve essere pari alla donna e nemmeno che la donna e luomo (o luomo e la donna) devono essere pari: strano concetto di parità questo in cui il parametro è sempre luomo Per > non si intende > alla norma uomo […] Molte persone sono convinte di ciò, eppure si continua a dire che la donna deve essere pari alluomo e mai che luomo deve essere pari alla donna e nemmeno che la donna e luomo (o luomo e la donna) devono essere pari: strano concetto di parità questo in cui il parametro è sempre luomo

13 NO!SI! Maria Rossi, Amministratore Unico Maria Rossi, Amministratrice Unica Maria Rossi, Segretario Generale Maria Rossi, Segretaria Generale Maria Rossi, Direttore Generale Maria Rossi, Direttrice Generale Maria Rossi, Procuratore Legale Maria Rossi, Procuratrice Legale

14 Le donne nel mondo del lavoro investono di più in cultura rispetto agli uomini riescono meglio negli studi danno maggiore rilievo al lavoro rispetto al passato rivestono una molteplicità di ruoli nelle diverse fasi della vita Presentano percorsi di vita più complessi e frastagliati. Tuttavia rimangono alcune aree di criticità e i brillanti successi registrati nello studio non vengono adeguatamente ricompensati nel momento in cui le donne accedono al mondo del lavoro

15 Nella transizione scuola-lavoro le donne trovano lavoro più tardi, sono peggio retribuite e continuano ad essere meno soddisfatte del tipo di lavoro trovato. Nella transizione scuola-lavoro le donne trovano lavoro più tardi, sono peggio retribuite e continuano ad essere meno soddisfatte del tipo di lavoro trovato. Le donne incontrano maggiore difficoltà di accesso a ruoli decisionali alti Le donne incontrano maggiore difficoltà di accesso a ruoli decisionali alti Le donne anziane sono svantaggiate per quanto riguarda la situazione socio-economica. Le donne anziane sono svantaggiate per quanto riguarda la situazione socio-economica. Le donne vanno incontro a interruzioni del lavoro in concomitanza con la nascita dei figli. Le donne vanno incontro a interruzioni del lavoro in concomitanza con la nascita dei figli. Diplomate che lavorano 52,7% Diplomate che lavorano 52,7% Laureate che lavorano 69% Laureate che lavorano 69% Diplomati che lavorano 58,7% Diplomati che lavorano 58,7% Laureati che lavorano 79% Laureati che lavorano 79% A tre anni dal conseguimento del diploma:

16 Un oggetto nei media: la donna La società è molto influenzata da media e riviste in cui compare un'idea 'particolare' della donna e della sua sessualità. Il corpo della donna è spesso usato nelle pubblicità, come mezzo per vendere prodotti di ogni genere, dove sono presentate quasi nude. La società è molto influenzata da media e riviste in cui compare un'idea 'particolare' della donna e della sua sessualità. Il corpo della donna è spesso usato nelle pubblicità, come mezzo per vendere prodotti di ogni genere, dove sono presentate quasi nude. Ciò incoraggia l'utente a pensare alla donna, non come un essere umano, ma solo come un oggetto. Ciò incoraggia l'utente a pensare alla donna, non come un essere umano, ma solo come un oggetto.

17 Nella pubblicità di intimo le ragazze mostrano il loro corpo perfetto: devono sempre essere belle e magre Questi stereotipi rafforzano linsicurezza delle ragazze più giovani che si rispecchiano in questi modelli. Questi stereotipi rafforzano linsicurezza delle ragazze più giovani che si rispecchiano in questi modelli.

18 Forse è il momento che i media smettano di rappresentare perfetti e irreali stereotipi femminili, poiché questi possono interferire con la crescita delle ragazze; è necessario cominciare a presentare le persone realisticamente, con i loro difetti e le loro imperfezioni. Forse è il momento che i media smettano di rappresentare perfetti e irreali stereotipi femminili, poiché questi possono interferire con la crescita delle ragazze; è necessario cominciare a presentare le persone realisticamente, con i loro difetti e le loro imperfezioni.

19 WOMEN ON A MISSION

20 Bibliografia Il sessismo nella lingua italiana, Alma Sabatini per la Presidenza del Consiglio dei Ministri e Commissione Nazionale per la Parità e le Pari Opportunità tra uomo e donna, 1987 La Donna e le Pari Opportunità nel mondo del Lavoro, approfondimento dottrinale della dott.ssa Giuseppina Rosaria Aliberti

21 Redattrici: Francesca Bellingeri Nicole Marcomini Con la partecipazione di: Valeria Asti, Giacomo Bertoni, Paolo Cantù, Mattia Catalano, Chiara Cirillo, Valentina DallAsta, Sara Di Giulio, Andrea Elia, Giacomo Garbagnoli, Giovanni Lanati, Irene Papetti, Chiara Quarantelli, Luca Tedeschi, Giorgia Trabatti, Andrea Zanin Insegnanti: Silvana Spallarossa, Alessandra Pedevilla Kim Kiss Liceo T. Taramelli classe 5^D


Scaricare ppt "Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D 11- 6- 2010 Liceo Scientifico T. Taramelli. Pavia Classe 5^D 11- 6- 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google