La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 DPR 15 marzo 2010 n. 89 Regolamento di organizzazione dei percorsi della sezione ad indirizzo sportivo dei sistemi dei licei DPR 5 marzo 2013 n. 52 Regolamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 DPR 15 marzo 2010 n. 89 Regolamento di organizzazione dei percorsi della sezione ad indirizzo sportivo dei sistemi dei licei DPR 5 marzo 2013 n. 52 Regolamento."— Transcript della presentazione:

1 1 DPR 15 marzo 2010 n. 89 Regolamento di organizzazione dei percorsi della sezione ad indirizzo sportivo dei sistemi dei licei DPR 5 marzo 2013 n. 52 Regolamento di organizzazione dei percorsi della sezione ad indirizzo sportivo del sistema dei licei, a norma dellart. 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89. NOTA MIUR N. 170 del rinvio dellattivazione all.A.S. 2014/2015 NOTA MIUR N. 270 del atttivazione in forma sperimentale solo per le scuole paritarie a partire dallA.S. 2013/2014 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo

2 2 Primo BIENNIO: + 3 ore di Discipline Sportive ora di Scienze motorie e sportive ora di Scienze naturali FINALITA Il Liceo sportivo è incardinato nel liceo scientifico, con il medesimo monte ore con l'eliminazione della "Lingua e cultura latina" - "Disegno e storia dell'arte" e la riduzione di 1 ora di Filosofia nel triennio. Tali discipline sono così SOSTITUITE DISCIPLINE SPORTIVE In questultima materia si approfondiscono TEORIA e PRATICA di molti sport, la cui scelta sarà rimessa allIstituzione Scolastica, in base alle richieste degli alunni e delle famiglie. Secondo BIENNIO e QUINTO anno: + 3 ore di "Diritto ed economia dello sport" + 2 ore discipline sportive, Scienze motorie e sportive.

3 3 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Novità presenti nel testo definitivo DPR 5 marzo 2013 n. 52 ART. 1 (comma 2) La sezione ad indirizzo sportivo SI INSERISCE, a partire dal primo anno di studio, NEL PERCORSO del liceo scientifico di cui allart. 8 del 15 marzo 2010 n. 89 nellambito del quale PROPONE INSEGNAMENTI ED ATTIVITA SPECIFICHE. ART. 1 (comma 3) Le istituzioni scolastiche che richiedono lattivazione della sezione ad indirizzo sportivo DEVONO DISPORRE DI IMPIANTI ED ATTREZZATURE GINNICO-SPORTIVE ADEGUATI.

4 4 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Novità presenti nel testo definitivo DPR 5 marzo 2013 n. 52 Art. 3 (comma 1) È chiarito che le forme di flessibilità didattica e organizzativa previste dal decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, sono finalizzate ad ADEGUARE IL PERCORSO liceale agli SPECIFICI BISOGNI FORMATIVI DEGLI STUDENTI, ivi compresi, GLI ALUNNI DISABILI E CON BISOGNI FORMATIVI EDUCATIVI SPECIALI. ART. 3 (comma 2) Orario delle lezioni

5 5 DISCIPLINE1°2°3°4°5° Lingua e Letteratura Italiana44444 Lingua e Cultura Straniera33333 Storia e Geografia33 Storia222 Filosofia222 Matematica e Informatica55444 Fisica22333 Scienze naturali33333 Diritto e Economia dello Sport333 Discipline Sportive33222 Scienze Motorie e Sportive33333 Religione o attività alternative11111 TOTALE ORE SETTIMANALI DISCIPLINE1°2°3°4°5° Lingua e Letteratura Italiana44444 Lingua e Cultura Latina33333 Lingua e Cultura Straniera33333 Storia e Geografia33 Storia222 Filosofia333 Matematica *55444 Fisica22333 Scienze naturali **22333 Disegno e Storia dellArte22222 Scienze Motorie e Sportive22222 Religione o attività alternative11111 TOTALE ORE SETTIMANALI Quadro Orario Liceo Sportivo Quadro Orario Liceo Scientifico Modello Ministeriale * Con informatica al 1° biennio ** Biologia – Chimica – Scienze della terra

6 6 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Novità presenti nel testo definitivo DPR 5 marzo 2013 n. 52 Art. 3 (comma 5) In prima applicazione del presente regolamento, nel rispetto della programmazione regionale dellOfferta Formativa, e TENUTO CONTO DELLA VALUTAZIONE effettuata dallUfficio Scolastico Regionale è prevista l'istituzione di UNA SEZIONE di Liceo Sportivo per PROVINCIA EVITANDO COMUNQUE CHE LATTIVAZIONE DI TALI SEZIONI POSSA DETERMINARE ESUBERI DI PERSONALE IN UNA O PIÙ CLASSI DI CONCORSO. ART. 3 (comma 6) Eventuali sezioni aggiuntive di Liceo Sportivo POSSONO ESSERE ISTITUITE QUALORA LE RISORSE DI ORGANICO ANNUALMENTE ASSEGNATE LO CONSENTANO e sempreché ciò NON DETERMINI LA CREAZIONE DI SITUAZIONI DI ESUBERO DI PERSONALE

7 7 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Novità presenti nel testo definitivo DPR 5 marzo 2013 n. 52 Art. 4 (comma 1) Al fine di assicurare il pieno raggiungimento delle finalità istituzionali è prevista la realizzazione di accordi e collaborazioni con soggetti qualificati. In particolare: lettera a) Nellambito del sistema delle scuole statali i competenti Uffici Scolastici Regionali stipulano apposite convenzioni. - Comitati Regionali CONI - Comitati Regionali CIP - Con le Province - I soggetti associati al CONI e al CIP Le convenzioni saranno stipulate sulla base di linee programmatiche definite di concerto tra il MIUR e il Ministro con delega allo sport e concordate con il CONI (Nazionale) e il CIP (Nazionale). DALLA STIPULA DELLE CONVENZIONI NON POSSONO DERIVARE NUOVI O MAGGIORI ONERI PER LA FINANZA PUBBLICA.

8 8 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Novità presenti nel testo definitivo DPR 5 marzo 2013 n. 52 Art. 4 (comma 1) lettera c) Le scuole statali o paritarie possono stipulare ulteriori convenzioni finalizzate alla realizzazione di specifici obiettivi legati alla formazione e allattività sportiva anche con le PROVINCE, i COMUNI, le CITTA METROPOLITANE, le ISTITUZIONI, gli ENTI, le ASSOCIAZIONI o le AGENZIE operanti sul territorio che intendano dare il loro apporto alla realizzazione di specifici obiettivi legati alla formazione e allattività sportiva. DALLA STIPULA DELLE CONVENZIONI NON POSSONO DERIVARE NUOVI O MAGGIORI ONERI PER LA FINANZA PUBBLICA.

9 9 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Novità presenti nel testo definitivo DPR 5 marzo 2013 n. 52 Art. 6(comma 1) Viene specificato che la VERIFICA PERIODICA dellefficacia delle attività della sezione ad indirizzo sportivo sarà effettuata dalla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per lautonomia scolastica. A tal fine, per un quinquennio dallentrata in vigore del regolamento, il MIUR si avvale di un apposito gruppo di lavoro, con la funzione di monitorare sul territorio nazionale: L assetto organizzativo-didattico-disciplinare della sezione ad indirizzo sportivo; Le esperienze realizzate dalle scuole in campo didattico-sportivo Le professionalità così formate, Limpiantistica specifica degli istituti scolastici La cultura sportiva propria di ogni territorio. NATURALMENTE DALLISTITUZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO NON POSSONO DERIVARE NUOVI O MAGGIORI ONERI PER LA FINANZA PUBBLICA.

10 10 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Materia: SCIENZE MOTORIE e SPORTIVE DPR 5 marzo 2013 n. 52 Linee generali e Competenze Al termine del percorso liceale lo studente ha acquisito la consapevolezza della propria corporeità intesa come CONOSCENZA, PADRONANZA e RISPETTO del PROPRIO CORPO…….. ha acquisito una BUONA PREPARAZIONE MOTORIA. Lo studente consegue la padronanza del proprio corpo SPERIMENTANDO UNAMPIA GAMMA DI ATTIVITA MOTORIE e SPORTIVE La conoscenza e la PRATICA di VARIE ATTIVITA SPORTIVE sia INDIVIDUALI che di SQUADRA permettono allo studente di scoprire e valorizzare attitudini ………….. Lattività sportiva, sperimentata nei diversi ruoli di giocatore, arbitro, giudice ed organizzatore valorizza la personalità dello studente…….. Lattività sportiva si realizza IN ARMONIA con LISTANZA EDUCATIVA, sempre PRIORITARIA. Essa potrà essere propedeutica alleventuale attività prevista allinterno dei CENTRI SPORTIVI SCOLATICI. Gli studenti fruiranno inoltre di MOLTEPLICI opportunità per familiarizzare e sperimentare luso di tecnologie e strumenti sportivi anche INNOVATIVI, applicabili alle attività SVOLTE e alle altre discipline

11 11 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo Materia: DISCIPLINE SPORTIVE DPR 5 marzo 2013 n. 52 Linee generali e Competenze – Obiettivi Specifici d Apprendimento PRIMO BIENNIO SPORT INDIVIDUALI Teoria e pratica di ALMENO 2 SPORT di SQUADRA. La scelta è in funzione di quanto previsto dal POF, sulla base delle disponibilità: di impianti. Strutture e risorse identificate. Tecniche esecutive e tattiche di gara. Arbitraggio e Giuria. 2) ORIENTEERING Teoria e pratica SPORT DI SQUADRA 1 Teoria e pratica delle discipline sportive di ATLETICA LEGGERA (concorsi e gare). Tecniche esecutive e tattiche di gara. 3) Elementi di Teoria e pratica di 2 SPORT scelti in funzione di quanto previsto dal POF, sulla base delle disponibilità di impianti, strutture e risorse identificate.

12 12 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo DISCIPLINE SPORTIVE L inee generali e Competenze – Obiettivi Specifici di Apprendimento SECONDO BIENNIO 2) SPORT INDIVIDUALI a. Completamento dello studio ed applicazione delle discipline dellATLETICA LEGGERA (concorsi e gare). Metodiche di allenamento con i PESI e le MACCHINE da FITNESS. Strumenti e tecniche di apprendimento. Nellattuazione di UN CONTINUM DIDATTICO METODOLIGICO con il biennio precedente, agli studenti è dato ampliare la conoscenza TEORICA e TECNICO-PRATICA delle discipline sportive nel numero delle stesse e negli apprendimenti specifici. AFFINANO la produzione dei Gesti Sportivi e PADRONEGGIANO i Fondamentali Tecnici degli SPORT di BASE (messi in pratica nel primo biennio 1) ATTIVITA MOTORIA e SPORTIVA per DISABILI e SPORT INTEGRATO b. Teoria e pratica di almeno 2 sport DIVERSI da quelli del biennio precedente. Arbitraggio e Giuria.

13 13 Liceo Scientifico ad Indirizzo Sportivo DISCIPLINE SPORTIVE L inee generali e Competenze – Obiettivi Specifici di Apprendimento SECONDO BIENNIO 2) SPORT INDIVIDUALI Studio delle caratteristiche tecniche principali. Eventuale pratica di uno sport se previsto nel POF e in relazione alle disponibilità di strutture e risorse tecniche. 4) SPORT DI SQUADRA Teoria e pratica di 2 SPORT di SQUADRA DIVERSI da quelli studiati nel primo biennio. Arbitraggio e Giuria. 1) ATTIVITA MOTORIA e SPORTIVA per DISABILI e SPORT INTEGRATO 3) SPORT COMBINATI 5) SPORT DI COMBATTIMENTO

14 14 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo DISCIPLINE SPORTIVE L inee generali e Competenze – Obiettivi Specifici di Apprendimento QUINTO ANNO 2) SPORT INDIVIDUALI Approfondimenti teorici degli sport di combattimento. EVENTUALE pratica di uno sport, se previsto nel POF e in relazione alle disponibilità di strutture e risorse tecniche. 3) SPORT DI SQUADRA Teoria e pratica di ULTERIORI SPORT di SQUADRA DIVERSI da quelli studiati nei PRECEDENTI ANNI. Arbitraggio e Giuria. 1) ATTIVITA MOTORIA e SPORTIVA per DISABILI e SPORT INTEGRATO Teoria e Tecnica di almeno 2 ALTRI SPORT INDIVIDUALI DIVERSI da quelli del biennio precedente. Arbitraggio e Giuria. 4) SPORT DI COMBATTIMENTO

15 15 Liceo Scientifico ad Indirizzo Sportivo Tematiche trattate negli specifici insegnamenti – Fitness e allenamento. – Attività sportive. – Fisiologia dellesercizio fisico. – Gruppi muscolari interessati. – Metodi e test di allenamento. – Attività sportive competitive e non competitive. – Teoria e pratica delle discipline dellatletica leggera. – Sport individuali, sport di squadra, sport combinati. – Sport di combattimento. – Tecniche per la prevenzione dei danni della pratica. – Attività motoria e sportiva per disabili e sport integrato. – Fondamenti delle teorie di allenamento tecnico-pratico e di strategia competitiva degli sport praticati. – Conoscenza della letteratura scientifica e tecnica delle scienze motorie e sportive.

16 16 Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo 1) Liceo Sportivo …….NON SOLO PER GLI SPORTIVI ADEGUARE IL PERCORSO liceale agli SPECIFICI BISOGNI FORMATIVI DEGLI STUDENTI, ivi compresi, GLI ALUNNI DISABILI E CON BISOGNI FORMATIVI EDUCATIVI SPECIALI. 2) FLESSIBILITA ORGANIZZATIVA e DIDATTICA anche in funzione delle esigenze di eventuali studenti atleti agonisti di alto livello, incluse le deroghe per le assenze ai sensi del DPR 122/09 e della CM 20 del 2011 di studenti atleti impegnati in competizioni internazionali certificate da organismi sportivi nazionali 3 ) 3 ) DEVONO DISPORRE DI IMPIANTI ED ATTREZZATURE GINNICO-SPORTIVE ADEGUATI. 4 ) 4 ) UNA SEZIONE di Liceo Sportivo per PROVINCIA EVITANDO COMUNQUE CHE LATTIVAZIONE DI TALI SEZIONI POSSA DETERMINARE ESUBERI DI PERSONALE IN UNA O PIÙ CLASSI DI CONCORSO. 5 ) 5 ) Al fine di assicurare il pieno raggiungimento delle finalità istituzionali è prevista la realizzazione di ACCORDI e COLLABORAZIONI con soggetti qualificati DALLA STIPULA DELLE CONVENZIONI NON POSSONO DERIVARE NUOVI O MAGGIORI ONERI PER LA FINANZA PUBBLICA.


Scaricare ppt "1 DPR 15 marzo 2010 n. 89 Regolamento di organizzazione dei percorsi della sezione ad indirizzo sportivo dei sistemi dei licei DPR 5 marzo 2013 n. 52 Regolamento."

Presentazioni simili


Annunci Google