La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO FREEDOM 2013-2015 SCUOLE IN RETE Contro il bullismo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO FREEDOM 2013-2015 SCUOLE IN RETE Contro il bullismo."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO FREEDOM SCUOLE IN RETE Contro il bullismo

2 SCUOLE che hanno aderito alla rete LICEO C.CATTANEO scuola capofila Direzioni Didattiche DD ANNA FRANK TORINO DD MANZONI TORINO DD NOVARO TORINO DD ILARIA ALPI TORINO DD 2° CIRCOLO CHIVASSO DD SABIN TORINO DD 3° CIRCOLO COLLEGNO DD AGAZZI TORINO DD ALLIEVO TORINO Istituti secondari primo grado S.M.S. Bobbio Torino rino S.M.S. Nievo-Matteotti Torino S.M.S. Brignone Pinerolo S.M.S. Gramsci Settimo tor.

3 SCUOLE che hanno aderito alla rete Istituti comprensivi IC MARIA MONTESSORI SAN MAURIZIO CANAVESE I.C. 66 MARTIRI GRUGLIASCO I.C. STATALE CORIO CANAVESE IC CASTELLO DI MIRAFIORI TORINO IC DI CORIO CORIO IC CENA TORINO IC CIRIE

4 SCUOLE che hanno aderito alla rete IC CORSO RACCONIGI TORINO IC PACINOTTI TORINO IC REGIO PARCO TORINO IC VIA RICASOLI TORINO IC MARCONI TORINO IC BORGATA PARADISO COLLEGNO IC LEONARDO DA VINCI TORINO

5 SCUOLE che hanno aderito alla rete Scuole secondarie primo grado SM DANTE ALIGHIERI TORINO SM NIEVO-MATTEOTTI TORINO SM VIOTTI TORINO SM DON MINZONI-GRAMSCI COLLEGNO SM BOBBIO TORINO

6 SCUOLE che hanno aderito alla rete Istituti secondari secondo grado IIS MAJORANA GRUGLIASCO IIS PEANO TORINO IIS CURIE GRUGLIASCO IIS NATTA RIVOLI IIS BECCARI TORINO IIS ALBERT LANZO

7 SCUOLE che hanno aderito alla rete IIS GIOLITTI TORINO IIS OLIVETTI IVREA I.I.S. EUROPA UNITA CHIVASSO IIS PORRO PINEROLO IM REGINA MARGHERITA TORINO LA FACCIO CASTELLAMONTE LS JUVARRA VENARIA

8 PERCORSO PROGETTUALE La scuola capofila vuole offrire un supporto ai Collegi Docenti proponendo azioni strutturate per affrontare il tema del disagio e del bullismo; alcune scuole-polo hanno discusso le problematiche inerenti il tema del bullismo ed hanno elaborato il loro singolo progetto dopo un positivo confronto di opinioni. Le riflessioni sui possibili percorsi hanno portato allelaborazione di progetti aventi tutti la finalità di creare gruppi operativi capaci di implementare un piano di azione globale per prevenire il bullismo e favorire la legalità interiore.

9 RISORSE E AZIONI MESSE IN CAMPO La scuola capofila si è avvalsa della collaborazione di Enti Istituzionali e Associazioni di volontariato per valorizzare le risorse istituzionali e non, presenti sul territorio, per progettare azioni atte a raggiungere gli obiettivi fissati nel progetto

10 RISORSE: GRUPPO DI LAVORO LICEO C. CATTANEO SUPPORTO: Polizia Municipale Torino - Sicurezza Urbana - Prossimità AZIONI: QUESTIONARIO ON-LINE SU VIOLENZE AGITE, SUBITE, PARTECIPATE, ASSISTITE DA SOMMINISTRARE AGLI ALLIEVI DI ALCUNE CLASSI EVENTUALE QUESTIONARO ON-LINE DA COMPILARE A CURA DEI DOCENTI FASE 1:MONITORAGGIO DELLE PROBLEMATICHE

11 FASE 2:SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE RISORSE: Polizia Municipale Torino- Sicurezza Urbana – Prossimità Esperti in problematiche giuridiche AZIONI: incontri di formazione docenti su problematiche di tipo giuridico e di politica scolastica come approccio al tema dellaggressività degli alunni, con particolare riguardo ai rischi delle nuove tecnologie Incontri di formazione rivolti a gruppi classi su tematiche inerenti la legalità

12 FASE 2:SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE RISORSE: AGE Piemonte Sportello di counseling a sostegno della genitorialità a richiesta delle singole Istituzioni scolastiche verranno attuati incontri di formazione rivolti ai genitori di presentazione delle problematiche di fondo sullo stare bene a scuola

13 FASE 2:SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE RISORSE: Polizia Municipale Torino- Sicurezza Urbana – Prossimità Associazioni di volontariato Progetto Move up AZIONI: Azioni mirate di intervento nelle singole scuole sulla base delle richieste e dei bisogni rilevati: interventi nelle singole classi formazione di gruppi di docenti, Incontri territoriali per le famiglie percorsi aperti alle famiglie su temi mirati

14 FASE 2:SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE RISORSE: Esperta nella gestione delle prevaricazioni e dei conflitti: Dott.ssa Alessia Biancofiore AZIONI Sportello psicologico per le diverse componenti scolastiche MODALITA DI SVOLGIMENTO Consulenza on-line tramite Consulenza telefonica Colloqui diretti

15 FASE 3: MONITORAGGIO DELLE AZIONI E VALIDAZIONE PROGETTO E previsto il monitoraggio dellefficacia e lefficienza delle azioni messe in campo attraverso un controllo delle varie attività (questionari di customer satisfaction, schede con descrittori e indicatori di efficienza).

16 FASE 4: DIFFUSIONE DELLE AZIONI E VALIDAZIONE PROGETTO Sono previsti momenti di diffusione delle attività: Divulgazione di pieghevoli di lotta al fenomeno del bullismo elaborati dagli alunni del liceo C.Cattaneo e rivolti agli adolescenti Eventuale organizzazione di un momento conclusivo delle attività realizzate nellanno scolastico, aperto al territorio, in cui siano riportati i risultati delle azioni svolte e sia dato ampio spazio alla discussione ed alle attività che sono risultate più proficue.


Scaricare ppt "PROGETTO FREEDOM 2013-2015 SCUOLE IN RETE Contro il bullismo."

Presentazioni simili


Annunci Google