La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Allievi - Servizio di Prevenzione e Protezione Compiti di realtà

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Allievi - Servizio di Prevenzione e Protezione Compiti di realtà"— Transcript della presentazione:

1 Allievi - Servizio di Prevenzione e Protezione Compiti di realtà

2 IC Puccini DD Campi Bisenzio IC Piero della Francesca I progetti delle scuole e duchiamoci… alla Sicurezza ISA Firenze Studenti i n … Sicurezza Siamo sicuri ? Sicura..mente

3 Scuola ISA Firenze Scuola IC Puccini Scuola IC Piero della Francesca Scuola DD Campi Bisenzio N. allievi 900 N. allievi 140 N. allievi 450 N. allievi 162 In totale 1652 bambini/ragazzi Quanti allievi abbiamo coinvolto?

4 Scuola ISA Firenze Scuola IC Puccini Scuola IC Piero della Francesca Scuola DD Campi Bisenzio N. docenti 10 N. docenti 15 N. docenti 25 N. docenti 14 Complessivamente n. 50 colleghi Quanti sono i docenti impegnati nei progetti che presentiamo?

5 nellistituto con: Il SPP nel territorio con: Enti locali, Polizia Municipale, Vigili del fuoco,INAIL, associazioni del territorio, Ufficio Scolastico Regionale, Assessorato Pubblica Istruzione etc A BBIAMO ATTIVATO COLLABORAZIONI :

6 Imparare ad imparare Progettare Comunicare Collaborare e partecipare Agire in modo autonomo e responsabile Risolvere problemi Individuare collegamenti e relazioni Acquisire ed interpretare linformazione Ci siamo posti questi obiettivi:

7 Siamo Sicuri ? Sicura..mente e duchiamoci alla Sicurezza Studenti i n Sicurezza Il nostro lavoro produrrà:

8 -Avvio di una politica d'Istituto, che coinvolga tutte le componenti della scuola e le predisponga ad una proficua condivisione promuovendo leducazione alla salute e alla sicurezza. -Una gestione autonoma del Sistema sicurezza attraverso il coinvolgimento diretto degli studenti e tutto il personale della scuola ( dirigenti,docenti,personale ATA…famiglie.) che determini la percezione e il governo del rischi e miri allo sviluppo della tutela propria ed altrui e in più in generale della popolazione. Promozione e divulgazione della cultura della salute e sicurezza attraverso percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie scolastiche inserite nel curricolo dei vari ordini di scuola. -Costruzione di un modello partecipativo di gestione della sicurezza,che faccia maturare negli studenti,in un gioco di corresponsabilità con gli adulti,la consapevolezza di essere attori e piccoli costruttori del loro futuro. -Educare gli studenti alla cultura della sicurezza in ogni segmento della propria esistenza. -Sviluppare le capacità di osservazione per leggere la realtà circostante. -Stimolare la conoscenza e le relazioni causa-effetto. -Comprendere ed usare una corretta terminologia inerente alla sicurezza. -Saper riconoscere la presenza dei pericoli, -Saper agire in situazioni problematiche,ipotizzando soluzioni e assumendo comportamenti per evitare tali pericoli. -Saper individuare i rischi e agire per governarli.Saper -Sostenere sempre azioni responsabili alla propria ed altrui sicurezza e salute e al proprio ed altrui benessere.

9 nellIstituto …vivere in modo consapevole nellambiente scolastico e di vita, divenendo protagonisti attivi ( mettendo in pratica comportamenti mirati alla salvaguardia della sicurezza personale e degli altri) con atteggiamenti di prevenzione…negli allievi … l'alunno diviene un cittadino consapevole dellimportanza del rispetto delle regole (e dei comportamenti) come prevenzione e tutela della propria e dellaltrui salute.l'alunno diviene un cittadino consapevole dellimportanza del rispetto delle regole (e dei comportamenti) come prevenzione e tutela della propria e dellaltrui salute. l'alunno interiorizza e pratica un corretto stile di vita basato sull rispetto delle regole e le applica nel vissuto quotidiano.…(comportamenti corretti da mettere in pratica.)l'alunno interiorizza e pratica un corretto stile di vita basato sull rispetto delle regole e le applica nel vissuto quotidiano.…(comportamenti corretti da mettere in pratica.)

10 Riconoscere situazioni di pericolo personale e collettivo in contesti diversi Saper controllare la propria emotività, attivare comportamenti idonei in situazione di pericolo e/o emergenza. Conoscere i mezzi di comunicazione in emergenza: numeri utili, segnaletica, operatori. Affrontare in modo più responsabile problemi quotidiani inerenti la cura e la salute della propria e altrui persona

11 Obiettivi del progetto sono quelli di permettere agli studenti di familiarizzare con i sistemi di gestione della sicurezza negli edifici scolastici acquisendo la consapevolezza di essere parte di un corpo sociale e istituzionale in un clima di collaborazione tra docenti studenti e istituzioni. Tali obiettivi verranno perseguiti affiancando gli studenti delle classi quarte e quinte dalla scuola media superiore di secondo grado, docenti ASPP e al SPP nella valutazione del rischio e più specificamente: costruzione di schede funzionali alla valutazione dei rischi, predisposizione di moduli di registrazione di incidenti e infortuni, effettuazione di interviste a lavoratori della scuola per conoscere la percezione dei propri rischi, predisposizione di uno strumento informativo per le classi prime sulle procedure di sicurezza, stesura del piano di evacuazione, valutazione dei rischi connessi alle attività di laboratorio, stesura regolamenti, verifica periodica efficienza dispositivi emergenza, verifica periodica efficienza segnaletica, organizzazione e valutazione prove evacuazione.

12 M ONITORAGGIO – VALUTAZIONE E STRATEGIE DI MIGLIORAMENTO DEL PERCORSO Modalità di MONITORAGGIO tramite: Griglie Relazioni Questionari Scheda in relazione allattività e alletà Osservazione dei comportamenti nellambito scolastico


Scaricare ppt "Allievi - Servizio di Prevenzione e Protezione Compiti di realtà"

Presentazioni simili


Annunci Google