La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministro per lInnovazione e le Tecnologie Ministro per lInnovazione e le Tecnologie E-democracy: elementi qualificanti lavviso nazionale Giulio De Petra,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministro per lInnovazione e le Tecnologie Ministro per lInnovazione e le Tecnologie E-democracy: elementi qualificanti lavviso nazionale Giulio De Petra,"— Transcript della presentazione:

1 Ministro per lInnovazione e le Tecnologie Ministro per lInnovazione e le Tecnologie E-democracy: elementi qualificanti lavviso nazionale Giulio De Petra, Roma 11 maggio 2004 Iniziative per linnovazione nelle PA locali: la seconda fase di e-government locale Attuazione del Programma del Ministro per lInnovazione e le Tecnologie

2 2 Linee di azione, modalità e risorse seconda fase RISORSE FINANZIARIE (meuro) LINEA DI AZIONE MODALITA DI ATTUAZIONE UMTS CIPE 2003 (Mezzogiorno) FINANZIARIA 2003 TOTALE 1. Lo sviluppo dei servizi infrastrutturali locali (SPC) Cofinanziamento APQ 3526 (LB)61 2. Diffusione territoriale dei servizi per cittadini e imprese Marketplace delle soluzioni di e-government Creazione del catalogo Anche APQ 6026 (LB)86 3. Linclusione dei piccoli comuni nellattuazione dell e-government (CST) Cofinanziamento APQ Lavviamento di progetti per lo sviluppo della cittadinanza digitale (e-democracy) Avviso nazionale Cofinanziamento La promozione dellutilizzo dei nuovi servizi presso cittadini e imprese Gara europea per la selezione di un fornitore di mercato APQ 99 TOTALE

3 3 Oggetto, durata e fondi Oggetto: la promozione della partecipazione dei cittadini alle attività delle Pubbliche Amministrazioni Locali e ai loro processi decisionali attraverso lutilizzo delle Tecnologie dellInformazione e della Comunicazione (ICT) Ambiti di intervento: riguardano le modalità di utilizzo delle nuove tecnologie della comunicazione per sostenere la partecipazione dei cittadini lungo il ciclo di vita delle politiche locali. Durata: 24 mesi Cofinanziamento: Max 50% Fondi a disposizione: 9,5 milioni di euro

4 4 Promotori e partenariato I progetti potranno essere presentati da Enti locali: le Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano, le Province, i Comuni, le Unioni di comuni, le Comunità montane, le Comunità isolane e di arcipelago La partecipazione è aperta sia alle singole amministrazioni sia ad aggregazioni di amministrazioni I progetti devono garantire la più ampia partecipazione dei destinatari delle politiche. A tal fine la partecipazione può realizzarsi anche mediante accordi di partenariato con soggetti portatori di interessi collettivi (es.: associazioni, etc.) interessati alle diverse fasi del ciclo di vita delle politiche. Nella progettazione degli interventi, attenzione a: valorizzare i bacini di sapere ed esperienze significative rispetto allambito delle politiche locali; rafforzare la partecipazione dei soggetti tendenzialmente esclusi.

5 5 Requisiti qualificanti dei progetti I progetti presentati dovranno avere i seguenti requisiti generali: – precisa individuazione di uno specifico ambito di intervento locale e delle fasi del ciclo di vita su cui liniziativa si concentra; – individuazione dei partner (associazioni, cittadini, etc.); – individuazione delle tecnologie più adeguate; – adattamento organizzativo delle strutture degli Enti coinvolti – definizione di un quadro esplicito di regole della partecipazione – definizione di un adeguato piano di promozione dell'iniziativa tanto sul territorio che allinterno degli enti coinvolti – definizione di un piano di autovalutazione in itinere centrata sul processo partecipativo che si intende attivare – definizione di linee di sviluppo delliniziativa al termine del finanziamento (riuso)

6 6 Descrizione del progetto Ogni progetto presentato dovrà dettagliare: 1.unanalisi del contesto di riferimento (sia in termini di contesto socio- demografico che di diffusione dell'uso delle ICT) e la descrizione delle azioni pregresse o parallele promosse sul versante della promozione, esperienze sulla partecipazione dei cittadini a livello locale, etc. 2.il piano delle attività del progetto che definisca gli obiettivi del progetto, descriva le politiche locali sul tema del coinvolgimento dei cittadini, il percorso partecipativo e le regole della partecipazione, le caratteristiche del partenariato e lattività di promozione 3.i modelli di autovalutazione basati su strumenti di CRM e analisi dellandamento del progetto in itinere 4.lorganizzazione del progetto e il piano dei costi da sostenere per realizzare liniziativa nel rispetto della normativa vigente in termini di rendicontazione 5.le tecnologie ICT scelte per la partecipazione 6.il piano di riuso

7 7 Criteri di valutazione -1 CriteriPunteggio Qualità del soggetto proponente in termini di: esperienze pregresse ed in corso in progetti analoghi comprese attività di promozione della partecipazione dei cittadini ai processi decisionali anche senza luso di tecnologie ICT 5 Qualità del partenariato ruolo e pertinenza degli attori coinvolti nel partenariato attestato da specifici accordi 15 Qualità della progetto in termini: chiarezza degli obiettivi che si intendono raggiungere coerenza con gli allegati tecnici adeguatezza del piano di attività agli obiettivi del progetto pianificazione del progetto completezza della documentazione di progetto congruità dei costi 20 Qualità della soluzione tecnologica in termini di: caratteristiche tecnologiche del progetto adeguatezza rispetto agli obiettivi del progetto usabilità e accessibilità 20

8 8 Criteri di valutazione -2 Qualità della processo partecipativo al ciclo di vita in termini di: chiarezza delle regole di partecipazione coerenza dei processi attivati sul territorio con i processi interni alle amministrazioni modalità di autovalutazione adeguatezza del piano di promozione e analisi della soddisfazione dellutenza. 30 Quota di cofinanziamento richiesta5 Modalità di riuso dellesperienza progettuale e realizzativa in termini di: esistenza di un piano di trasferimento del progetto scalabilità della soluzione ed economicità del trasferimento supporto nellattuazione di interventi analoghi in altri cicli di vita interni allamministrazione proponente. 5 Totale punteggio100

9 9 Elementi di qualità dei progetti Sono elementi qualificanti i progetti – La qualità del processo partecipativo – La qualità dei proponenti – Ladeguatezza delle soluzioni tecnologiche adottate – La qualità del progetto nel suo complesso

10 10 Qualità processo partecipativo Qualità processo partecipativo – Chiarezza del modello partecipativo in termini di: inclusività e pertinenza degli attori coinvolti; azioni mirate per il coinvolgimento di associazioni, comunità professionali e gruppi informali di cittadini; chiarezza delle regole della partecipazione; coerenza dei processi attivati sul territorio e internamente alla PAL garantendo un feedback adeguato; – Chiarezza delle modalità di autovalutazione in itinere del processo partecipativo; – Adeguatezza del piano di promozione; – Azioni mirate per la valorizzazione dei contributi di soggetti sociali svantaggiati o verso aree territoriali svantaggiate.

11 11 – Esperienze pregresse ed in corso sul versante della promozione della partecipazione dei cittadini, attivate dai partner pubblici e dagli attori sociali coinvolti nel progetto; – Iniziative pregresse e parallele per l'innovazione della relazione fra cittadini e amministrazioni attraverso l'uso delle nuove tecnologie, volte anche a contrastare il digital divide; promuovere servizi di e-government; favorire la formazione agli skills digitali del personale politico ed amministrativo delle PAL; promuovere la cultura della customer satisfaction nelle prestazioni pubbliche. Qualità dei proponenti Qualità dei proponenti

12 12 – Adeguatezza rispetto agli obiettivi specifici della fase del processo decisionale (es: emersione di progettualità dei cittadini, dialogo fra cittadini e amministratori, selezione di alternative, ecc.); – Usabilità ed accessibilità; – Rapporto costi/benefici; – Riusabilità della soluzione Qualità delle soluzioni tecnologiche Qualità delle soluzioni tecnologiche

13 13 – Aderenza ai requisiti generali enunciati nel bando – Qualità e percorribilità del Piano di attività; – Completezza delle informazioni relative ai requisiti tecnici enunciati nel bando (Analisi di contesto, Piano di attività, Piano dei costi); – Qualità e adeguatezza del Piano dei costi; – Trasferibilità delle soluzioni e metodologie adottate. Qualità del progetto Qualità del progetto

14 14 Le azioni a supporto dellavviso Diffusione di Linee guida per la promozione della cittadinanza digitale Promozione dellavviso sul territorio Spazio informativo e formativo dedicato su Crcitalia.it Help desk Telematico per assistenza alla presentazione ad oggi 90 richieste già evase Creazione e gestione di una comunità professionale sul tema della e-democracy per gli operatori del settore


Scaricare ppt "Ministro per lInnovazione e le Tecnologie Ministro per lInnovazione e le Tecnologie E-democracy: elementi qualificanti lavviso nazionale Giulio De Petra,"

Presentazioni simili


Annunci Google