La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE STATALE C. MONDELLI Sede Centrale: ITAS C.Mondelli – Massafra - Sedi aggregate: ITIS E.Amaldi -Massafra – ITIS E.Amaldi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE STATALE C. MONDELLI Sede Centrale: ITAS C.Mondelli – Massafra - Sedi aggregate: ITIS E.Amaldi -Massafra – ITIS E.Amaldi."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE STATALE C. MONDELLI Sede Centrale: ITAS C.Mondelli – Massafra - Sedi aggregate: ITIS E.Amaldi -Massafra – ITIS E.Amaldi Statte – Collegio dei docenti 4 ottobre 2013 Gruppo di Lavoro per lInclusione

2 I Bisogni Educativi Speciali Premessa Larea dello svantaggio scolastico è molto più ampia di quella riferibile esclusivamente alla presenza di diversa abilità. La Direttiva del 27 dicembre 2012 ridefinisce e completa il tradizionale approccio allintegrazione scolastica, basato sulla certificazione della disabilità, estendendo il campo di intervento e di responsabilità di tutta la comunità educante allintera area dei Bisogni Educativi Speciali (B.E.S.) comprendente: 1. svantaggio sociale e culturale; 2. disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici; 3. difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse.

3 Con tale circolare il MIUR specifica che: la Direttiva del 27 dicembre 2012 estende a tutti gli studenti, nelle indicate situazioni di difficoltà, il diritto alla personalizzazione dellapprendimento (richiamandosi espressamente ai principi enunciati dalla Legge 53/2003); è compito dei Consigli di classe, indicare in quali altri casi (permanendo l'obbligo di presentazione delle certificazioni in situazioni di disabilità e di DSA) sia opportuna e necessaria l'adozione di una personalizzazione della didattica e/o di misure compensative o dispensative, attraverso la redazione collegiale del Piano Didattico Personalizzato; fermo restando quanto previsto dall'art. 15 c. 2 della L. 104/92, il Gruppo di lavoro H di Istituto assumerà la denominazione di Gruppo di lavoro per l'inclusione (G.L.I.) incrementando i propri compiti ed occupandosi, altresì, delle problematiche relative a tutti gli alunni con bisogni educativi speciali (B.E.S.). C.M. n. 8 del 6 marzo 2013 Indicazioni operative

4 Art.1 – Composizione del GLI dIstituto Presso l Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore C. MONDELLI con sedi aggregate I.T.I. E. AMALDI Massafra e Statte è costituito il Gruppo di Lavoro per lInclusione. Il G.L.I. dIstituto è composto da: 1. Dirigente Scolastico (o suo delegato) che lo presiede; 2.Funzione Strumentale allIntegrazione ITAS « C. Mondelli» - Massafra –Prof.ssa Andreace L.; 3.Referente all Integrazione sedi aggregate di Massafra e Statte : prof.ssa Lamanna A.; prof.ssa Serini MR 4.Esperto DSA sede centrale ITAS: Prof. Nappa; sede aggregata ITIS Statte prof.ssa Elisabetta Moro 5.Referente Dipartimento ITAS :Prof.ssa Leonardi B. 6. Docenti specializzati per le attività di sostegno degli alunni con disabilità certificata sede ITAS (Uno per Area:AD01: Prof.ssa Daddabbo; AD02: Prof.ssa Colaninno;AD03: già rappresentata con prof..rri Andreace e Nappa). 7. Rappresentante dei genitori di studenti con disabilità e/o DSA e/o rappresentante di Associazioni Territoriali BES : Sig.Alagni Pasquale 8.Rappresentante personale ATA: DSGA (o suo delegato); 9.Uno o più rappresentanti di operatori sociali o sanitari ASL- UTR- altro ENTE (laddove vi sia disponibilità). Regolamento del G.L.I. dIstituto (ESTRATTO Bozza)

5 Art.2 – Convocazione e Riunioni del G.L.I. Le riunioni sono convocate dal Dirigente Scolastico e presiedute dallo stesso o da un suo delegato. Le deliberazioni sono assunte a maggioranza dei componenti. Di ogni seduta deve essere redatto apposito verbale. Il G.L.I. si riunirà in seduta ordinaria a settembre/ottobre e aprile/maggio. Regolamento del G.L.I. dIstituto (ESTRATTO Bozza)

6 Art.3 – Competenze e Funzioni del G.L.I. Il G.L.I. d Istituto presiede alla programmazione generale dellintegrazione scolastica nella scuola ed ha il compito di collaborare alle iniziative educative e di integrazione previste dal piano educativo individualizzato dei singoli alunni attraverso lattuazione di precoci interventi atti a prevenire il disadattamento e lemarginazione e finalizzati alla piena realizzazione del diritto allo studio degli alunni con disabilità. In particolare il GLI svolge le seguenti funzioni: rilevare i BES presenti nella scuola; elaborare una proposta di Piano Annuale per lInclusività riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico (entro il mese di giugno, discusso e deliberato in Collegio dei Docenti e inviato ai competenti Uffici degli UUSSRR, nonché ai GLIP e al GLIR); rilevare, monitorare e valutare il livello di inclusività della scuola; gestire e coordinare lattività dellIstituto in relazione agli alunni con disabilità al fine di ottimizzare le relative procedure e lorganizzazione scolastica; analizzare la situazione complessiva dellistituto (numero di alunni con disabilità, DSA, BES, tipologia dello svantaggio, classi coinvolte); individuare i criteri per lassegnazione degli alunni con disabilità alle classi; individuare i criteri per lassegnazione dei docenti di sostegno alle classi, per la distribuire le ore delle relative aree e istabilire lutilizzo delle compresenze tra i docenti; definire le linee guida per le attività didattiche di sostegno agli alunni con disabilità dellIstituto da inserire nel POF; seguire lattività dei Consigli di classe e degli insegnanti specializzati per le attività di sostegno, verificando che siano attuate le procedure corrette e che sia sempre perseguito il massimo vantaggio per lo sviluppo formativo degli alunni nel rispetto della normativa; proporre lacquisto di attrezzature, strumenti, sussidi, ausili tecnologici e materiali didattici destinati agli alunni con disabilità e DSA o ai docenti che se ne occupano; definire le modalità di accoglienza degli alunni con disabilità; analizzare casi critici e proposte di intervento per risolvere problematiche emerse nelle attività di integrazione; formulare proposte per la formazione e laggiornamento dei docenti.


Scaricare ppt "ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE STATALE C. MONDELLI Sede Centrale: ITAS C.Mondelli – Massafra - Sedi aggregate: ITIS E.Amaldi -Massafra – ITIS E.Amaldi."

Presentazioni simili


Annunci Google