La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DISCERNIMENTO SPIRITUALE Secondo S. IGNAZIANO Storia e Metodo 21 maggio 2009 Monastero delle Monache Camaldolesi, Roma Hans Zollner SJ.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DISCERNIMENTO SPIRITUALE Secondo S. IGNAZIANO Storia e Metodo 21 maggio 2009 Monastero delle Monache Camaldolesi, Roma Hans Zollner SJ."— Transcript della presentazione:

1 DISCERNIMENTO SPIRITUALE Secondo S. IGNAZIANO Storia e Metodo 21 maggio 2009 Monastero delle Monache Camaldolesi, Roma Hans Zollner SJ

2 base biblica base patristica discernimento nel medioevo gli Esercizi spirituali di S. Ignazio le regole del discernimento

3 BASE BIBLICA

4 Antico Testamento 1. I termini che indicano la realtà del discernimento derivano da due radici ebraiche: SPT e BHN a. spt : assume il senso usuale di giudicare, essendo usato per indicare il giudizio degli anziani, del Re e dei giudici – prospettiva giuridica b. bhn: esaminare, sondare, scrutare, purificare per mezzo del fuoco – prospettiva sapienziale 2. discernimento nella missione profetica 3. discernimento del vero profeta dal falso

5 VANGELI SINOTTICI Il D. si fa dinanzi alla persona di Gesù Criteri del Discernimento: a) a) frutti (Mt 7,16) b) b) scrittura (Mt 1,23) c) c) umiltà, semplicità (Mc 9,35) d) d) amore dei poveri (Mt 25,31) e) e) persecuzione a causa del vangelo (Mt 5,1-2)

6 1 Giovanni d. come la conoscenza che Dio ci dona di se stesso mediante la nostra comunione con Gesù Cristo 1Gv 4:1 Carissimi, non prestate fede a ogni ispirazione, ma mettete alla prova le ispirazioni, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono comparsi nel mondo. 1Gv 4:2 Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio.

7 Discernimento in S. PAOLO 1) 1) D. = credere in Dio Padre e in Gesù Cristo (Rom 1,3-6) 2) 2) D. = carisma (1 Cor 12,10) 3) 3) D. = verifica dellautenticità vissuta mediante il confronto con il Cristo 1) nella Chiesa (1 Cor 15,10) 2) frutti (Gal 5,22-26) 3) Ef 5, : Non spegnete lo Spirito, non disprezzate le profezie; esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono. Astenetevi da ogni specie di male.

8 BASE PATRISTICA Erma (sec. II) Orìgene ( ) Padri del deserto (sec. III-IV) SantAntonio Abate ( ) Evagrio ( ) Cassiano ( ) Diadoco (sec. V)

9 Il Pastore dellErma (sec. II) Il Pastore di Erma è lopera per mezzo della quale la dottrina dei due spiriti si è sviluppata in mondo cristiano. Per Erma la giustizia è un cammino retto, presieduta dallangelo della giustizia. La via della ingiustizia è presieduta dall angelo della iniquità. Ambedue cercano di penetrare nel cuore delluomo. Come discernere il buono dal cattivo spirito? Il Pastore di Erma ci dà a proposito un piccolo trattato di d. degli spiriti, il più antico che conosciamo.

10 Origene ( ) Contesto generale della sua dottrina sul d.: Contesto generale della sua dottrina sul d.: Preocupazione per definire qual è lorigine del cattivo spirito e la sua attuazione sulluomo Come si situa la libertà delluomo in questa situazione di combattimento spirituale Base scritturistica Base scritturistica

11 Santo Antonio Abate ( ) Antonio, padre dei monaci e esperto in discernimento. Antonio invita tutti ad avere fiducia perché il demonio è debole, non cè forza. I mezzi per la lotta contro il demonio sono: il discernimento, la preghiera e lascesi, la fede e il segno della croce

12 MEDIOEVO S. Bernardo Jean Gerson


Scaricare ppt "DISCERNIMENTO SPIRITUALE Secondo S. IGNAZIANO Storia e Metodo 21 maggio 2009 Monastero delle Monache Camaldolesi, Roma Hans Zollner SJ."

Presentazioni simili


Annunci Google