La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Terrorismo radiologico e nucleare e incidenti radiologici Giampiero Tosi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Terrorismo radiologico e nucleare e incidenti radiologici Giampiero Tosi."— Transcript della presentazione:

1 Terrorismo radiologico e nucleare e incidenti radiologici Giampiero Tosi

2 Terrorismo nucleare Utilizzo di sostanze radioattive fissili, allo scopo di produrre mediante unesplosione nucleare morte e distruzione e il rilascio nellambiente dei prodotti radioattivi di fissione Terrorismo radiologico Uso deliberato di sostanze radioattive senza esplosione nucleare, ma eventualmente con esplosivi convenzionali, allo scopo di produrre morte di persone, contaminazione dellambiente e panico generalizzato

3 Incidente radiologico Evento imprevisto, legato alla presenza o alluso sconsiderato di sostanze radioattive, che può comportare, per una o più persone, lassorbimento di dosi superiori ai limiti, oltre che, in taluni casi, danni al funzionamento di un impianto.

4 Non flere, non indignari, sed intelligere Baruch Spinòza Brevis tractatus de Deo, de homine et de salute (1660)

5 La prima esplosione nucleare della storia Alamogordo, New Mexico, 16 luglio 1945

6 I padri della bomba atomica Enrico Fermi Robert Oppenheimer The Pila Group

7 Hiroshima, 6 agosto 1945 Le atomiche su Hiroshima e Nagasaki Il fungo di Nagasaki 9 agosto 1945

8 Le atomiche di Hiroshima e Nagasaki A sinistra, la bomba di Hiroshima ( 235 U - circa 12.5 kT) A destra, la bomba di Nagasaki ( 239 Pu - circa 21 kT)

9 La fissione nucleare 235 U + n fissione n MeV

10 Detonatori utilizzati nella bombe a fissione Bomba a uranio arricchito (arricchimento > 90% nellisotopo fissile 235 U) massa critica 16 kg Bomba al plutonio ( 239 Pu) massa critica 10 kg

11 Effetti di unesplosione nucleare Effetti immediati e tardivi da radiazioni, dovuti alla radiazione nucleare immediata (raggi, neutroni) e al fallout radioattivo Ustioni e cecità, dovuti alla radiazione termica (flash) Danni meccanici, dovuti allonda durto Blocco delle apparecchiature elettroniche, dovuto allimpulso elettromagnetico

12 Missili con testata nucleare SS19 (ex URSS)TITAN1 (USA)

13 Tipologia di attacchi di terrorismo nucleare Detonazione in un centro abitato di ordigno sottratto ad arsenali di Paesi dotati di armi nucleari (evento assai poco probabile, per la difficoltà di sottrazione e di trasporto dellordigno e di attivazione dei dispositivi di detonazione) Detonazione di Improvised Nuclear Device (IND), e cioè di un ordigno costruito artigianalmente utilizzando materiali fissili speciali (uranio arricchito, plutonio) acquisiti in maniera illecita. In particolare, si può temere luso di valigette nucleari (nuclear suitcase): si tratta di ordigni di potenza relativamente limitata ( kT) ma altamente distruttivi

14 Effetti sanitari conseguenti allesplosione di un ordigno nucleare in funzione della potenza equivalente (kT di TNT) e della distanza dallepicentro dellesplosione

15 Nel 1896 Becquerel scopre la radioattività naturale Henry Becquerel Marie e Pierre Curie

16 Nel 1934 Irène Curie e Frederic Joliot scoprono la radioattività artificiale, bombardando con neutroni alcuni elementi leggeri (Bo, Mg, Al). Nellanno successivo (1935), sono insigniti del Premio Nobel per la Chimica.

17 Penetrazione delle radiazioni nella materia

18 Tipologia di atti di terrorismo radiologico Abbandono in luogo pubblico di sorgente di alta attività (es.: sorgenti per radiografie industriali, sorgenti per teleradioterapia, sorgenti per irraggiatori - tipicamente: 60 Co, 137 Cs) Esplosione di una bomba sporca Contaminazione radioattiva di risorse idriche e alimentari Contaminazione radioattiva di specifici siti Attacco a infrastrutture contenenti sostanze radioattive Attacco a trasporto di sostanze radioattive

19 Che cosè una bomba sporca ? (dirty bomb, o arma radiologica) Una bomba sporca è una bomba contenente esplosivo convenzionale, come la dinamite, mescolato con una sostanza radioattiva (come 60 Co, 90 Sr, 137 Cs o altri radionuclidi) che, in seguito allesplosione, viene dispersa al suolo e nellatmosfera provocando, oltre ai ben noti effetti conseguenti allesplosione, lirradiazione esterna e la contaminazione delle persone e la contaminazione dellambiente.

20 Le torri di raffreddamento della centrale nucleare di Three Mile Island Un eventuale attacco convenzionale contro una centrale nucleare avrebbe come conseguenza una grave contaminazione radioattiva dellambiente con prodotti di fissione e residui di combustibile nucleare, paragonabile a quella provocata nel 1986 dallincidente di Chernobyl

21 Cosa si può fare per mitigare le conseguenze sulle persone dellesplosione di una bomba sporca o di una contaminazione radioattiva? Anzitutto, non farsi prendere dal panico, e poi ……….

22 se ci si trova allaperto e in prossimità dellesplosione coprire naso e bocca con un pezzo di stoffa, in modo da impedire linalazione di polveri o di fumi contaminati non toccare oggetti scagliati a distanza dallesplosione, che potrebbero essere radioattivi ripararsi allinterno di un edificio non danneggiato dallesplosione, per proteggersi dalleventuale irradiazione esterna una volta che ci si trovi allinterno delledificio, togliersi gli indumenti esterni, che potrebbero essere contaminati, e inserirli in un sacchetto di plastica (se disponibile!) insieme con il pezzo di stoffa utilizzato per coprire bocca e naso chiudere la borsa di plastica, e attendere istruzioni da parte delle autorità una volta rientrati a casa, fare unaccurata doccia e tenere accesa la radio, per ricevere istruzioni

23 se ci si trova allinterno di un edificio e in prossimità dellesplosione se ledificio non è stato danneggiato, rimanere allinterno, chiudendo bene porte e finestre, per impedire lingresso di polveri o fumi contaminati spegnere condizionatori, ventilatori, impianti di riscaldamento, ecc. per impedire lingresso di polveri o fumi contaminati fare una doccia accurata tenere accesa la radio per ricevere istruzioni dalle autorità se ledificio è stato danneggiato, allontanarsi immediatamente, cercando riparo in un edificio vicino non danneggiato

24 se ci si trova in auto e in prossimità dellesplosione chiudere i finestrini e il condizionatore o limpianto di riscaldamento coprire naso e bocca con un pezzo di stoffa, in modo da impedire linalazione di polveri o di fumi contaminati ripararsi appena possibile allinterno di un edificio non danneggiato dallesplosione se il traffico è bloccato, parcheggiare, se possibile, in una posizione sicura e allombra e spegnere il motore tenere accesa la radio per ricevere istruzioni dalle autorità rimanere nellauto sino ad aver ricevuto il consenso per rimettersi in movimento

25 Sorgente orfana (D.lgs. 6 febbraio 2007, n. 52) Sorgente sigillata … che non è sottoposta a controlli da parte delle autorità, o perché non lo è mai stata, o perché è stata abbandonata, smarrita, collocata in un luogo errato, sottratta illecitamente al detentore o trasferita ad un nuovo detentore non autorizzato. Le più probabili sorgenti orfane Co – 60 (emivita: 5,26 anni) Cs-137 (emivita: 30,17 anni) Ir-192 (emivita: 75,20 giorni) Ra-226 (emivita: 1620 anni) Sr - 90 (emivita: 28 anni)

26 Il più grave incidente radiologico della storia (Goiania, Brasile, 1987) Centinaia di persone furono esposte / contaminate da una sorgente di Cs-137 di altissima attività (74 TBq – 2000 Ci) proveniente da unapparecchiatura per telecesioterapia lasciata incustodita dallInstituto Goiano de Radioterapia, che aveva cessato la sua attività.

27 Cs-137: caratteristiche fisiche Tipo di decadimento: β- Emivita: 30,17 anni E-β max.: 510 keV E-γ: 662 keV

28 Monitoraggio del terreno La mano di chi manomise la testata dellapparecchiatura

29

30 Incidente di Vicenza (13 gennaio 2004) Nelle polveri di abbattimento dei fumi di una fonderia viene riscontrato un livello molto alto di radioattività (circa 25 kBq/kg, pari a 1000 volte la radioattività residua dellincidente di Chernobyl) Vengono attivate le procedure previste nel caso di riscontro di attività abnormi nellambiente Si trova che lagente contaminante è Cs-137, con unattività dellordine di 1 GBq Si stimano dosi agli individui esposti dellordine, al massimo, del mSv Nessun effetto sanitario

31 Contenitore schermato per sorgenti di Cs-137 uguale a quello fuso Attività della sorgente: 1 – 4 GBq

32 Portale a scintillatori plastici per misure di radioattività

33 Strumentazione per spettrometria γ con rivelatore al germanio

34 Conclusioni Controllo rigoroso di tutti gli impianti nucleari, di ricerca, industriali e sanitari dove si detengano e impieghino sostanze radioattive e materiale nucleare Controllo e possibile centralizzazione dei depositi di rifiuti radioattivi Sostituzione progressiva, quando tecnicamente possibile, delle sorgenti radioattive di alta attività con macchine radiogene (apparecchi a raggi X, acceleratori di particelle) Ricerca e messa in sicurezza delle sorgenti orfane Informazione del pubblico Predisposizione di piani di emergenza e formazione del personale addetto Attività di intelligence


Scaricare ppt "Terrorismo radiologico e nucleare e incidenti radiologici Giampiero Tosi."

Presentazioni simili


Annunci Google