La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Integrazione dei pathways di segnalazione: networks 1.Non solo una cellula riceve piu segnali, ma un singolo segnale attiva uno schieramento complesso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Integrazione dei pathways di segnalazione: networks 1.Non solo una cellula riceve piu segnali, ma un singolo segnale attiva uno schieramento complesso."— Transcript della presentazione:

1 Integrazione dei pathways di segnalazione: networks 1.Non solo una cellula riceve piu segnali, ma un singolo segnale attiva uno schieramento complesso di risposte Lattivazione di un singolo recettore mobilizza piu vie di segnalazione Un singolo segnale puo generare un numero differente di segnali secondari

2 Integrazione dei pathways di segnalazione: networks 2.Le vie di segnalazione sono interconnesse da sistemi interni, cioe molecole che agiscono su componenti di piu vie, legando queste stesse vie tra loro 3.Lintegrazione delle vie di segnalazione puo avvenire a livello della membrana plasmatica, della cascata di eventi intracellulari o nel nucleo FGFR Segnali diversi possono confluire su una stessa via Meccanismi di regolazione di Ras differenti

3 Lespressione del gene even skipped nei precursori muscolari di Drosophila richiede sul pro- motore lassemblaggio di differenti fattori trascrizionali regolati da differenti vie di segnalazione Integrazione dei segnali nel nucleo: lespressione di un gene puo essere regolata da piu vie di segnalazione

4 Integrazione dei segnali nel nucleo: lespressione di un gene puo essere regolata da piu vie di segnalazione Il repressore Groucho regola lo scambio tra le vie di segnalazione mediate da EGF e Notch Gro Hasson P. and Z. Paroush 2006 British J Cancer 94:

5 Il repressore Groucho regola lo scambio tra le vie di segnalazione mediate da EGF e Notch Overespressione di Groucho non fosforilato Overespressione di Groucho costitutivamente fosforilato

6

7 In risposta a segnali esterni una cellula di un organismo multicellulare cambia la sua espressione genica Diversita cellulare in un organismo multicellulare

8 Lespressione genica puo essere regolata a livello di molti passaggi nella via DNA-> RNA -> Proteine Segnali extracellulari - > Non solo un gene ha molte proteine regolatrice che lo controllano, ma una sola proteina regolatrice puo controllare piu geni

9 Controllo combinatorio dei geni durante lo sviluppo Combinazioni di proteine regolatrici possono generare molti tipi cellulari

10 Memoria cellulare Lo schema di espressione genica specifico di una cellula differenziata deve essere ricordato e passato alla sua progenie attraverso tutte le divisioni cellulari Meccanismi: Circuiti a feedback positivo o negativo diretto o indiretto Compattamento della cromatina regolato (Inattivazione della X) Metilazione ed Imprinting

11 Destino cellulare Come si studia?

12 Una cellula e determinata se e specializzata in modo tale da svilupparsi indipen- dentemente dal modo in cui il suo ambiente e disturbato Grazie alla memoria cellulare, una cellula puo diventare determinata molto prima di mostrare alcun segno di differenziamento Una cellula puo essere giafortemente specializzata (impegnata), ma non determinata, oppure determinata ma non ancora differenziata

13 Informazione posizionale: cellule determinate regionalmente Embrioni di pollo a 4 giorni Cellule determinate ma non impegnate Specifica espressione genica

14 Induzione Il processo attraverso il quale una cellula o una popolazione di cellule guida un programma di espressione genica o di attivita proteica in altre cellule Embrione di Xenopus Induzione da parte delle cellule vegetali su quelle animali Specifico per un certo stadio Sostanza diffusibile

15 Induzione a lungo raggio

16

17 Sonic Hedgehog come induttore a lungo raggio nello sviluppo dellarto di pollo Embrione di pollo Tronco e abbozzo ali

18 I morfogeni sono induttori a lungo raggio che esercitano effetti diversi a seconda della concentrazione

19 Strategie per la generazione di gradienti di sostanze diffusibili A,B la semplice diffusione non spiega il gradiente C Degradazione del segnale diffusibile D Gradiente opposto di una inibitore diffu- sibile E Il segnale non e completamente diffu- sibile ma deve essere trasportato in ma- niera regolata

20 Induttori a corto raggio: Inibizione laterale Cellule adiacenti inizialmente simili possono scambiare segnali a corto raggio che le spingono a diventare le une diverse dalle altre

21 Induzione sequenziale

22 Cellule sorelle possono nascere diverse per una divisione cellulare asimmetrica

23

24 Caenorhabditis elegans Piccolo nematode Vantaggi: Semplice (5autosomi e 1 cromosoma sessuale) Facile da mantenere in laboratorio Genoma sequenziato Mutanti disponibili Mappatura del destino cellulare Svantaggi: Cambiamenti evolutivi maggiori che in Drosophila Non per lo studio dellorganogenesi

25 Il C. elegans e anatomicamente semplice trasparente 959 cellule somatiche e cellule germinali Simmetria bilaterale Due sessi: ermafrodita e maschio Lautofecondazione produce progenie omozigote

26 Sviluppo circa 3 giorni: embriogenesi (558 cellule), 4 stadi larvali e mute Durata vita 3 settimane Sviluppo

27 Caratteristica: estrema precisione nello sviluppo Schema di interazioni cellula-cellula e sequenza di divisioni cellulari riproducibili

28 La maggior parte delle cellule si differenzia in uno stadio tardivo dello sviluppo. Eccezioni: intestino (stadio 8 cells) e gonadi (stadio 16 cells) Par, 6 Geni ad effetto materno, organizzatori del citoscheletro Divisione asimmetrica delluovo per lorganizzazione anteroposteriore dellembrio- ne e la creazione della cellula fondatrice della linea germinale Segregazione dei granuli P (particelle ribonucleproteiche) nella cellula fondatrice della linea germinale

29 Schemi progressivamente piu complessi vengono creati da intera- zioni cellula-cellula Notch-delta per Asse dorso-ventrale Wnt per regolare endoderma/mesoderma no Wnt= 2MS + Wnt =2E Analisi genetica mutanti mesodermaendoderma

30 Geni eterocronici controllano i tempi di sviluppo Meccanismi interni alla cellula, insieme a segnali passati e presenti ricevuti, dettano sia sia la sequenza dei suoi cambiamenti biochimici che i tempi delle divisioni I prodotti dei geni etero- cronici sono spesso microRNAi

31 RNA Interference Scoperto in C.elegans 3 metodi: 1) microiniezione dsRNA; 2) nel cibo batteri che producono il dsRNA di interesse; 30 immersione del verme direttamente nella soluzione con dsRNA Rnai per studiare la funzione di un gene Screening per RNAi per identificare componenti di vie di segnalazione, processi metabolici, di sviluppo etc.)

32

33 Cellule selezionate muoiono per apoptosi come parte del programma di sviluppo 1030 nuclei sono generati, ma 131 cellule muoiono Lapoptosi dipende dallespressione dei geni ced-3 e ced-4 in assenza di espressione di ced-9 Ced cell death abnormal Conservati tra le specie (ced-9= Bcl) Iperplasia ma non letalita

34

35


Scaricare ppt "Integrazione dei pathways di segnalazione: networks 1.Non solo una cellula riceve piu segnali, ma un singolo segnale attiva uno schieramento complesso."

Presentazioni simili


Annunci Google