La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modellare 1 Daniele Marini Con contributi di Maurizio Rossi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modellare 1 Daniele Marini Con contributi di Maurizio Rossi."— Transcript della presentazione:

1 Modellare 1 Daniele Marini Con contributi di Maurizio Rossi

2 Sintesi e analisi Dalla forma geometrica allimmagine dallimmagine alla forma geometrica Problema diretto e problema inverso

3 Creare una rappresentazione Una rappresentazione di un modello ha due significati: –rappresentazione astratta, matematica della struttura –raffigurazione della forma La rappresentazione astratta richiede tecniche di costruzione La rappresentazione astratta richiede un metodo di descrizione della struttura dati che la descrive Riassumiamo questi concetti distinguendo tra superfici e volumi nel diagramma seguente

4 Schemi di rappresentazione Sono il modo con cui un modello per la sintesi di immagini viene descritto. I principali: mesh o griglia poligonale poliedri patch parametriche (bicubiche..) CSG (geometria solida costruttiva) suddivisione spaziale (voxel) implicite: x 2 + y 2 + z 2 = r 2 Oggetto di studio del CAD

5 Quale schema scegliere? per il rendering di forme statiche? per il rendering di forme animate o dinamiche? oggetti rigidi o flessibili o malleabili? quali tipi di forma: semplici come un mondo di solidi elementari o complesse come la testa di una persona? NON ESISTE LO SCHEMA UNICO UNIVERSALE

6 Superfici o volumi I modelli possono essere forme bidimensionali descritte su una superficie … oppure forme tridimensionali Le forme tridimensionali possono essere descritte da superfici nello spazio … o da volumi nello spazio I volumi possono anche essere rappresentati come solidi delimitati da superfici

7

8 Elementi base Quadrilatero (o triangolo) piano Patch parametrica CSG voxel

9 Rappresentazione Poliedrica Vertici, spigoli, facce, oggetti Semplice, a volte costoso, problemi di precisione e accuratezza, dipende dalla curvatura, può essere automatizzato (reverse modeling 3d, luce strutturata, o con algoritmi - es. sweep -trascinamento) Con sistemi automatici si generano molti triangoli: problema della decimazione dei triangoli (eliminazione dei triangoli inutili) video

10

11

12 Importanza della struttura dati: struttura di un disegno piano video

13 Struttura di una scena

14 Procedimenti costruttivi: sweep (estrusione e rotazione) video

15 Rotazione

16 Rappresentazione parametrica Funzioni di Bernstein blending functions Funzioni di Bernstein fino al 3° ordine:

17 Costruire una curva di Bezier

18 Vincoli di continuità agli estremi del poligono video

19

20 Superfici parametriche: Bezier

21 Patch bicubiche parametriche P(u,v) = i j C i,j B i (u)B j (v) C i,j sono 16 punti di controllo u, v sono parametri reali in (0,1) P è un polinomio bicubico video

22 Valutare la superficie parametrica Come trovare punti sulla superficie: –Valutazione diretta dellequazione parametrica (costosa) –Algoritmi progressivi: De Casteljau - interpolazione lineare progressiva, vediamo lesempio di calcolo dei punti su una parabola: b0b0 b1b1 b2b2 b01b01 b11b11 b02b02

23 De Casteljau Il caso della parabola riguarda una curva piana, per le superfici il metodo si generalizza: Il punto è il punto con parametro t sulla curva di Beziér b n calcolato come: Per le superfici di interesse per la grafica n=3 I punti b i sono i punti di controllo dettagli sul metodo si trovano su: G. Farin Curves and surfaces for computer aided geometric design, AP

24 NURBS Non Uniform Rational B Splines: si considerano i pesi w i (chiamati shape parameters) se i pesi sono tutti =1 si hanno le curve di Bezier

25 Curve parametriche per interpolazione Spline cubiche Matrice di Hermite: Teoria, vantaggi e svantaggi delle diverse forme sono oggetto di studio della geometria computazionale video


Scaricare ppt "Modellare 1 Daniele Marini Con contributi di Maurizio Rossi."

Presentazioni simili


Annunci Google