La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Perché studiare il Latino? Alcune riflessioni a cura di Aurora Cherubini – Nicola Renzi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Perché studiare il Latino? Alcune riflessioni a cura di Aurora Cherubini – Nicola Renzi."— Transcript della presentazione:

1 Perché studiare il Latino? Alcune riflessioni a cura di Aurora Cherubini – Nicola Renzi

2 Il Latino: 1.Perché potenzia e sviluppa le capacità logiche 2.Perché migliora consistentemente la conoscenza dellitaliano 3.Perché è la chiave per poter comprendere la modernità attraverso lo studio delle civiltà antiche, che sono le nostre radici

3 1) Il Latino e le capacità logiche Dario Antiseri: lunico lavoro scientifico, il vero lavoro di ricerca eseguito dagli alunni è la versione di latino: qui lo studente lavora per congetture, confutazioni, fa ricerca.Dario Antiseri: lunico lavoro scientifico, il vero lavoro di ricerca eseguito dagli alunni è la versione di latino: qui lo studente lavora per congetture, confutazioni, fa ricerca. Cavalli Sforza, la genetica e la ricerca scientificaCavalli Sforza, la genetica e la ricerca scientifica Il San Raffaele di MilanoIl San Raffaele di Milano

4 2) Il Latino e litaliano Litaliano è una lingua neolatina, cioè figlia del Latino, come il francese, lo spagnolo, il portoghese, il rumeno…Litaliano è una lingua neolatina, cioè figlia del Latino, come il francese, lo spagnolo, il portoghese, il rumeno…

5 2) Il Latino e litaliano Di conseguenza il 90% delle parole italiane derivano dal latino, ed il loro significato può essere compreso appieno, solo conoscendo il loro valore originaleDi conseguenza il 90% delle parole italiane derivano dal latino, ed il loro significato può essere compreso appieno, solo conoscendo il loro valore originale

6 2) Esempi IMPERATORE: deriva dal latino IMPERATOR (radice = IMP; suffisso = TOR) che significa: comandante vittoriosoIMPERATORE: deriva dal latino IMPERATOR (radice = IMP; suffisso = TOR) che significa: comandante vittorioso

7 2) Esempi PONTEFICE: deriva dal latino PONTIFEX (PONTEM + FACERE) che era il massimo sacerdote della religione romanaPONTEFICE: deriva dal latino PONTIFEX (PONTEM + FACERE) che era il massimo sacerdote della religione romana

8 2) Esempi AUGURI, INAUGURARE AUGUSTO e AUTORITA: derivano dalla stessa radice latina (AUG-/AUC-) e rispettivamente dalle parole:AUGURI, INAUGURARE AUGUSTO e AUTORITA: derivano dalla stessa radice latina (AUG-/AUC-) e rispettivamente dalle parole: –AUGUR (addetto a prevedere il futuro) –AUGUSTUS (nome assunto da Ottaviano) –AUCTORITAS (potere politico)

9 2) Esempi DEFICIENTE: deriva dal latino DEFICIENS (DE + FACIO) che signica: incapace di fareDEFICIENTE: deriva dal latino DEFICIENS (DE + FACIO) che signica: incapace di fare

10 2) Esempi IMBECILLE: deriva dal latino IMBECILLIS (IN + BACULUM) cioè, alla lettera, privo di bastone e per estensione, privo di punti di appoggio, di capacità.IMBECILLE: deriva dal latino IMBECILLIS (IN + BACULUM) cioè, alla lettera, privo di bastone e per estensione, privo di punti di appoggio, di capacità.

11 2) Esempi RIVALE: deriva dal latino RIVUS (ruscello), infatti spesso i nemici erano coloro che occupavano un territorio adiacente, separato da un corso dacqua.RIVALE: deriva dal latino RIVUS (ruscello), infatti spesso i nemici erano coloro che occupavano un territorio adiacente, separato da un corso dacqua.

12 2) Esempi CLASSICO: deriva dal latino CLASSIS (divisione politica e sociale) raggruppamento in cui venivano divisi i cittadini per votare. I più influenti stavano nelle CLASSES gli alti erano detti INFRACLASSEMCLASSICO: deriva dal latino CLASSIS (divisione politica e sociale) raggruppamento in cui venivano divisi i cittadini per votare. I più influenti stavano nelle CLASSES gli alti erano detti INFRACLASSEM

13 2) Esempi PECUNIA: deriva dal latino PECUS, PECORIS (bestiame), infatti ai primordi della civiltà romana la ricchezza si misurava secondo il bestiame posseduto.PECUNIA: deriva dal latino PECUS, PECORIS (bestiame), infatti ai primordi della civiltà romana la ricchezza si misurava secondo il bestiame posseduto.

14 2) Esempi ONESTO: deriva dal latino HONOS, HONORIS (carica pubblica, onore) Quindi lonestà veniva sentita come strettamente connessa con la vita pubblica e politica.ONESTO: deriva dal latino HONOS, HONORIS (carica pubblica, onore) Quindi lonestà veniva sentita come strettamente connessa con la vita pubblica e politica.

15 2) Esempi CATTIVO: deriva dal latino CAPTIVUS (prigioniero) ad indicare la forte ostilità nei confronti di nemici catturati e avvertiti come un pericolo.CATTIVO: deriva dal latino CAPTIVUS (prigioniero) ad indicare la forte ostilità nei confronti di nemici catturati e avvertiti come un pericolo.

16 2) Esempi Anche i TOPONIMI (nomi dei luoghi) ci portano a riflettere sulle nostre radici latine, ecco qualche esempio:Anche i TOPONIMI (nomi dei luoghi) ci portano a riflettere sulle nostre radici latine, ecco qualche esempio:

17 2) Esempi FORLI: deriva dal latino FORUM LIVII, cioè piazza della gens LiviaFORLI: deriva dal latino FORUM LIVII, cioè piazza della gens Livia

18 2) Esempi FORLIMPOPOLI: deriva dal latino FORUM POPILII, cioè piazza della gens PopiliaFORLIMPOPOLI: deriva dal latino FORUM POPILII, cioè piazza della gens Popilia

19 2) Esempi AOSTA: deriva dal latino AUGUSTA PRAETORIA, cioè città fondata da Augusto, sede di distaccamenti militariAOSTA: deriva dal latino AUGUSTA PRAETORIA, cioè città fondata da Augusto, sede di distaccamenti militari

20 2) Esempi SENIGALLIA: deriva dal latino SENA GALLICA, cioè città fondata dai GALLI SENONISENIGALLIA: deriva dal latino SENA GALLICA, cioè città fondata dai GALLI SENONI

21 2) Esempi MONTEBELLO: deriva dal latino MONS BELLI, cioè città della guerra (era infatti un fortino di difesa)MONTEBELLO: deriva dal latino MONS BELLI, cioè città della guerra (era infatti un fortino di difesa)

22 2) Esempi CLASSE: deriva dal latino CLASSIS (flotta), infatti presso Ravenna era dislocato uno dei più importanti porti militari dei romaniCLASSE: deriva dal latino CLASSIS (flotta), infatti presso Ravenna era dislocato uno dei più importanti porti militari dei romani

23 2) Il Latino e litaliano Ma il LATINO è anche il miglior modo per comprendere i legami esistenti tra le lingue moderneMa il LATINO è anche il miglior modo per comprendere i legami esistenti tra le lingue moderne

24 2) Esempio FATHERFATHER PèREPèRE PADREPADRE VATERVATER –Sono parole derivanti da una unica radice ben riconoscibile dal LATINO: PATER

25 3) Le Civiltà antiche e la modernità La lingua è uno degli strumenti privilegiati per capire la storia e le caratteristiche di un POPOLO, secondo due diverse chiavi di lettura:La lingua è uno degli strumenti privilegiati per capire la storia e le caratteristiche di un POPOLO, secondo due diverse chiavi di lettura: –A) Come si dicono le cose –B) Cosa si dice

26 A) Esempio Gli ESCHIMESI hanno 35 modi diversi per chiamare la neve.Gli ESCHIMESI hanno 35 modi diversi per chiamare la neve. Allo stesso modo i Romani avevano 2 termini diversi per descrivere il BIANCO e 2 per descrivere il NEROAllo stesso modo i Romani avevano 2 termini diversi per descrivere il BIANCO e 2 per descrivere il NERO –ALBUS & CANDIDUS –ATER & NIGER

27 B) Cosa si dice Il LATINO, come lingua letteraria e scientifica, ha una storia lunghissima:Il LATINO, come lingua letteraria e scientifica, ha una storia lunghissima: –III sec. a.C. – XVIII sec. d.C. Molto più lunga, ad esempio, della letteratura italiana –1100 – oggi E delle altre letterature moderne

28 B) Le Civiltà antiche e la modernità Ecco perché ignorare il LATINO significa ineludibilmente ignorare anche più di 1000 anni di storia e di cultura.Ecco perché ignorare il LATINO significa ineludibilmente ignorare anche più di 1000 anni di storia e di cultura. Come sostiene CICERONE:Come sostiene CICERONE: –Nescire quid ante quam natus sis acciderit, id est semper esse puerum

29 3) Le Civiltà antiche e la modernità Come sostiene LUCIO RUSSO :Come sostiene LUCIO RUSSO : –Se la comunità rinuncerà a leggere le opere greche e latine attraverso una consistente minoranza, non avremo perso solo la letteratura, la filosofia e la scienza classiche, ma avremo buttato anche la chiave indispensabile per capire quasi tutta la filosofia e la letteratura moderne e non potremo più nemmeno leggere scienziati come Galileo e Newton, che scrissero buona parte delle loro opere in LATINO

30 3) Le Civiltà antiche e la modernità Studiare il LATINO, allora, non vuol dire solamente studiare una lingua, ma significa soprattutto confrontarsi con una cultura della quale la nostra è figlia.Studiare il LATINO, allora, non vuol dire solamente studiare una lingua, ma significa soprattutto confrontarsi con una cultura della quale la nostra è figlia. Questo è possibile servendosi della lingua quale codice per interpretare le FONTI antiche:Questo è possibile servendosi della lingua quale codice per interpretare le FONTI antiche:

31 3) La Filologia Lo studio delle opere scritte in latino dagli antichi e dai moderni, sui più svariati argomenti:Lo studio delle opere scritte in latino dagli antichi e dai moderni, sui più svariati argomenti: –Storia –Poesia –Epica –Politica –Economia –Filosofia….

32 3) La Numismatica Lo studio delle antiche monete, dalle quali si ricavano dati importantissimi:Lo studio delle antiche monete, dalle quali si ricavano dati importantissimi: –Economici, –Cronologici –Sociali……

33 3) LArcheologia Cioè lo studio delle origini, dei monumenti delle città e dellarte anticaCioè lo studio delle origini, dei monumenti delle città e dellarte antica

34 3) LEpigrafia Lo studio dei testi in latino iscritti su pietra o su altri materiali non cartaceiLo studio dei testi in latino iscritti su pietra o su altri materiali non cartacei


Scaricare ppt "Perché studiare il Latino? Alcune riflessioni a cura di Aurora Cherubini – Nicola Renzi."

Presentazioni simili


Annunci Google