La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Indice 1. Costituzione Patto Territoriale 2. Attuazione 3. Monitoraggio e valutazione 4. Innovatività e metodologia 5. I Patti in Europa ed in Italia 6.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Indice 1. Costituzione Patto Territoriale 2. Attuazione 3. Monitoraggio e valutazione 4. Innovatività e metodologia 5. I Patti in Europa ed in Italia 6."— Transcript della presentazione:

1 Indice 1. Costituzione Patto Territoriale 2. Attuazione 3. Monitoraggio e valutazione 4. Innovatività e metodologia 5. I Patti in Europa ed in Italia 6. Il P.T.O. Appennino Centrale

2 1. Costituzione del Patto Territoriale 1.a Definizione Modello di sviluppo locale fondato sul coinvolgimento attivo dal basso (approccio bottom up) del partenariato istituzionale, economico e sociale (enti locali, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, etc.) PATTO TERRITORIALE

3 COMPOSIZIONE DEL PARTENARIATO ASSOCIAZIONI IMPRENDITORIALI SINDACATI CAMERE DI COMMERCIO PROVINCE COMUNI ORGANIZZAZIONI NON PROFIT UNIVERSITA 1.b Attori locali significativi 1. Costituzione del Patto Territoriale COMUNITA MONTANE Banche

4 1. Costituzione di un Patto Territoriale 1.c Concertazione LE ATTIVITA DI CONCERTAZIONE Le attività di concertazione si svolgono attraverso una serie di incontri e lorganizzazione di tavoli di discussione. Esse sono finalizzate in primo luogo a sviluppare: Il coinvolgimento attivo dei partner Lanalisi e la diagnosi socio-economica dellarea di riferimento del Patto La strategia di interventi condivisa che conduce alla redazione di un Piano di Azione Locale Gli impegni che i partner assumono per portare a realizzazione il Piano di Azione

5 1. Costituzione del Patto Territoriale 1.c Concertazione Modalità di organizzazione del Partenariato Al fine di garantire unottimale organizzazione delle attività può essere necessario dotarsi di alcuni organi rappresentativi e di un regolamento di funzionamento del Partenariato. Assemblea del Partenariato (raccoglie tutti gli aderenti) Comitato Direttivo (organo più operativo e più ristretto) Coordinatore Istituzionale (rappresenta il Patto allesterno) Segreteria Tecnica Coordinatore Tecnico

6 Sindacati: condizioni di maggior flessibilità nelluso della forza lavoro Imprese: realizzazione nuove iniziative e nuovi investimenti, creazione nuova occupazione, etc. Enti Locali: semplificazioni amministrative e burocratiche, riduzione oneri di concessione, etc. 1. Costituzione di un Patto Territoriale 1.c Concertazione Al fine di garantire un effettivo valore aggiunto alle attività di partenariato ogni attore locale assume precisi impegni che vengono formalizzati in specifici protocolli di intesa. A titolo esemplificativo, nellesperienza italiana gli impegni dei partner principali hanno riguardato:

7 Definizione del Piano di Azione Locale (P.A.L.) Definizione e sottoscrizione Protocolli di intesa 1. Costituzione del Patto Territoriale 1.c Concertazione Avvio delle attività di animazione e sensibilizzazione del territorio Raccolta manifestazioni di interesse per la definizione del P.A.L. e delle specifiche linee di intervento per favorire lo sviluppo Attivazione sportello di assistenza sul territorio Costituzione Società di Gestione del Patto/Agenzia di Sviluppo Locale Esiti della concertazione

8 1. Costituzione di un Patto Territoriale 1.d La struttura del Piano di Azione Locale P.A.L. ANALISI DIAGNOSI LETTURA PARTECIPATA DEL TERRRITORIO 1 INDIVIDUAZIONE ASSI STRATEGICI DI INTERVENTO 2 DEFINIZIONE MISURE AZIONI 3 PIANI FINANZIARI 4 PROCEDURE ATTUAZIONE E VALUTAZIONE 5 RUOLO PARTENARIATO ATTUAZIONE COMUNICAZIONE 6

9 Commissione Europea (approvazione, regolamentazione) Amministrazione Centrale Nazionale ( finanziamento programma, Regolamentazione, assistenza ) SIL Soggetto Intermediario Locale (Responsabile attuazione locale) Comitato Tecnico (Unità Operativa, S.I.L. e Amministrazioni Centrali) 2. Attuazione 1.a Attuazione del PAL GESTIONE

10 2. Attuazione 1.a Attuazione del PAL Costituzione Soggetto Locale per lattuazione del Patto S.I.L. Soggetto Intermediario Locale

11 2. Attuazione 1.b Funzioni del SIL FUNZIONI DEL S.I.L. Iniziative collettive di animazione e supporto per lo sviluppo dellarea sensibilizzazione, promozione territorio; sviluppo imprese e iniziative di marketing territoriale, divulgazione opportunità, partecipazione attiva alle reti nazionali ed europee dei P.T.O Attuazione del Patto territoriale per loccupazione Rappresentanza interessi soggetti sottoscrittori; attivazione risorse finanziarie/tecniche organizzative, monitoraggio e verifica dei risultati, del rispetto impegni/obblighi, snellimento degli iter burocratici relativi a iniziative di sviluppo Gestione delle risorse finanziarie supporto tecnico, istruttoria tecnico- amministrativa, valutazione e impegno di spesa, accertamenti regolare esecuzione; erogazione degli incentivi; coordinamento e supervisione di tutte le attività; monitoraggio continuo finanziario, procedurale e fisico, controllo interno e rendicontazione della spesa.

12 3. Monitoraggio e valutazione Monitoraggio FISICO (realizzazione interventi) e FINANZIARIO (avanzamento spesa) INTERNO - SIL - ESTERNO -Ministero Economia

13 - modalità di approccio alle tematiche dello sviluppo (approccio BOTTOM UP e non TOP DOWN) - coinvolgimento attivo del partenariato - condivisione delle linee strategiche di sviluppo socio-economico - capacità di organizzazione risorse umane - capacità, canalizzare, impegnare e spendere risorse finanziarie - creazione di capitale relazionale Linnovatività dei Patti Territoriali per lOccupazione 4. Innovatività e metodologia

14 IN EUROPA - 89 Patti Territoriali per lOccupazione Dimensione territoriale 5. I Patti in Europa ed in Italia

15 Dimensione territoriale 5. I Patti in Europa ed in Italia IN ITALIA - 10 Patti Territoriali per lOccupazione collocati nelle regioni centro-meridionali dellItalia 1.PTO Agro Nocerino Sarnese – Regiona Campania 2.PTO Alto Belice Corleonese – Regione Sicilia 3.PTO Calatino Sud Simeto – Regione Sicilia 4.PTO Catania Sud – Regione Sicilia 5.PTO Matese – Regione Molise 6.PTO Area Nord Est Napoli – Regione Campania 7.PTO Nord Barese Ofantino – Regione Puglia 8.PTO Oristano – Regine Sardegna 9.PTO Sangro Aventino – Regione Abruzzo 10.PTO Appennino Centrale – Umbria/Toscana/Emilia Romagna/Marche Le risorse finanziarie dei PAL di tutti i 10 Patti Territoriali ammontano a circa 500 milioni di euro, di cui circa il 7%, valore di significativo interesse, è stato assicurato dagli enti locali dei territori dei Patti. Circa 235 milioni di euro sono stati assicurati dal POM che prevede 140 milioni euro di cofinanziamento comunitario ed il resto di quota nazionale. Circa 265 milioni di euro sono stati assicurati dal PA Programma Aggiuntivo finanziato solo con risorse nazionali. La nuova occupazione creata da tutti i 10 Patti è pari a circa a regime I RISULTATI

16 Il Programma Operativo Multiregionale (P.O.M.) 5. I Patti in Europa ed in Italia 29/12/ (Decisione C(98) 3978) - Approvazione del P.O.M. da parte della Commissione Europea con il cofinanziamento dei vari Fondi UE per circa il 60% 31/12/ Data limite per gli impegni giuridicamente vincolanti 31/12/ Chiusura degli interventi cofinanziati con fondi comunitari POM con i relativi pagamenti Nellestate del 1997 i dieci Patti Territoriali Italiani con il supporto dellassistenza tecnica fornita dalla Commissione UE elaborano un Programma Operativo Multiregionale contenente i 10 Sottoprogrammi con tutte le Misure di Sviluppo individuate sui 10 territori. Il valore complessivo del Programma è pari ad oltre 235 Milioni di Euro.

17 5. I Patti in Europa ed in Italia Il Programma Aggiuntivo dei Patti Territoriali (circa 265 Milioni di Euro) Con lapprovazione, da parte del Ministero dellEconomia e delle Finanze, dei Programmi Aggiuntivi dei Patti Territoriali, nella seconda metà del 2003 e linizio del 2004, è stata avviata una riprogrammazione delle risorse finalizzata, in primo luogo, al completamento di interventi non conclusi, in secondo luogo, alla definizione di iniziative consistenti esclusivamente, per disposizione normativa, in Azioni di Sistema locali e di rete. 31/12/ Chiusura degli interventi di completamento di tutti i Patti 31/12/ Chiusura delle azioni di sistema locale e di rete

18 5. I Patti in Europa ed in Italia Principali Azioni di sistema 1) Miglioramento della progettualità 2) Assistenza diretta nella progettazione 3) Sistemi informativi territoriali 4) Cooperazione internazionale 5) Individuazione di pacchetti localizzativi 6) Assistenza per gli investitori 7) Innovazione amministrativa 8) Politiche sociali e del lavoro 9) Turismo, cultura, tempo libero e sport 10) Ambiente, beni culturali Il Programma Aggiuntivo dei Patti Territoriali


Scaricare ppt "Indice 1. Costituzione Patto Territoriale 2. Attuazione 3. Monitoraggio e valutazione 4. Innovatività e metodologia 5. I Patti in Europa ed in Italia 6."

Presentazioni simili


Annunci Google