La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sintassi del dativo 1.Verbi che reggono il dativo 2.Dativo che segue nomi o aggettivi 3.Complementi (funzioni)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sintassi del dativo 1.Verbi che reggono il dativo 2.Dativo che segue nomi o aggettivi 3.Complementi (funzioni)"— Transcript della presentazione:

1 Sintassi del dativo 1.Verbi che reggono il dativo 2.Dativo che segue nomi o aggettivi 3.Complementi (funzioni)

2 1.1 Dativo con i verbi Può TRATTARSI DI: Verbi che in italiano reggono il complemento di termine, es. do Verbi che in italiano sono transitivi, es. suadeo Verbi che in italiano reggono altri complementi, es. confido NB: Essendo intransitivi, hanno il passivo solo in forma impersonale.

3 1.2 Alcuni verbi che reggono il dativo Molti composti di SUM es. PRAESUM Verbi di amicizia o ostilità: -ASSENTIOR (essere daccordo con) -AUXILIOR (aiutare) -FAVEO (favorire) -GRATULOR (congratularsi con) -IGNOSCO (perdonare) -INSIDIOR (minacciare) -INVIDEO (invidiare) -IRASCOR (arrabbiarsi con) -MINOR (minacciare) -NOCEO (nuocere) -PARCO (risparmiare) -SATISFACIO (soddisfare) -SUBVENIO (aiutare) – SUCCURRO (soccorrere) FIDO (fidarsi di) CONFIDO (confidare in) DIFFIDO (diffidare di) SUADEO (persuadere) PERSUADEO (persuadere) BENEDICO (parlo bene di) M ALEDICO (parlo male di) Verbi di eccellenza: -ANTECELLO (essere superiore a) -EXCELLO (essere superiore a) - PRAESTO (essere superiore a) - ANTEEO (essere superiore a) - ANTECEDO (essere superiore a) NUBO (sposarsi con)

4 1.3 Verbi con doppia costruzione: alcuni esempi DONO e CIRCUMDO – Alicui aliquid – Aliquem aliqua re CONSULERE – Alicui = badare, provvedere a qualcuno – Aliquem = domandare consiglio a qc. – De aliquo / In aliquem = punire q.c. CAVERE – Alicui = badare, provvedere a qualcuno – Aliquem = stare attento a qc. – (Ab) aliquo = guardarsi da q.c. VACARE – Alicui rei = dedicarsi a q.c. – (Ab) aliqua re = essere libero da q.c.

5 1.4 Verbi di forma passiva impersonale (Terza persona singolare, genere neutro, privi di soggetto) La persona che subisce lazione è in dativo In italiano, chi subisce lazione è il soggetto della frase – Quindi il dativo diventa in italiano il soggetto della frase e il verbo va concordato con esso Il complemento dagente è a/ab + ablativo – Es. A patre filio ignoscitur: Il figlio è perdonato dal padre. – Sociis subventum est: Gli alleati vennero soccorsi. – Divitibus a pauperis invidetur: I ricchi sono invidiati dai poveri. – A rege civitati persuasum est: La città fu persuasa dal re. – A nobis Iovi supplicatur: Giove è supplicato da noi.

6 2.1 Aggettivi con il dativo Utilità o danno Somiglianza o dissomiglianza Amicizia o ostilità Vicinanza o parentela Attitudine

7 3.1 Funzioni del dativo (complementi) Dativo di interesse – Dativo di vantaggio o svantaggio, es. id mihi facio – Dativo etico, es. ecce tibi eodem die litteras accepi – Dativo di relazione o del punto di vista, di solito un participio Dativo di fine, es. milites oppidi praesidio reliquit Dativo dagente, es. amanda patria est nobis Dativo di possesso, es. est tibi sapientia

8 3.2 Dativo etico Il dativo etico indica la persona che partecipa emotivamente all'azione; è pleonastico e si traduce solo quando si vuole dare un tono enfatico alla frase: Forsitan mihi istos tuos amores defendere audes?? Forse osi difendere proprio davanti a me codesto tuo amore??

9 3.3 Dativo di fine e di effetto Dativo di fine si trova con verbi come do, mitto, verto, tribuo, venio, relinquo, capio, dico in espressioni come: -dare o mittere muneri= dare o mandare in dono -mittere o venire o ire auxilio=mandare o andare in aiuto -relinquere praesidio=lasciare a difesa -canere receptui=suonare a raccolta -diem dicere colloquio=stabilire il giorno del colloquio -locum capere castris=scegliere un luogo per l'accampamento Dativo di effetto si trova solo con il verbo sum e indica il risultato di un'azione, in frasi del tipo: -auxilio esse=essere d'aiuto -saluti esse=essere di salvezza -usui esse=essere di utilità -laudi esse=essere di lode -ludibrio esse=essere oggetto di scherno -curae esse=stare a cuore

10 3.4 Doppio dativo consiste nell'unione del dativo di fine o di effetto con quello di vantaggio (o svantaggio). 1. dativo di fine + dativo di vantaggio. esempi: -mandare in dono prigionieri a qualcuno=captivos alicui muneri mittere -condurre legioni di sostegno a qualcuno=legiones subsidio alicui ducere 2.dativo di effetto + dativo di vantaggio. esempi: -stare a cuore a qualcuno=cordi alicui esse -essere di peso a qualcuno=labori alicui esse -essere di gioia a qualcuno=gaudio alicui esse


Scaricare ppt "Sintassi del dativo 1.Verbi che reggono il dativo 2.Dativo che segue nomi o aggettivi 3.Complementi (funzioni)"

Presentazioni simili


Annunci Google