La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistema software per la programmazione di allarmi e promemoria 1 Progetto DUF - Marco Albertin Corso di Linguaggi e Modelli Computazionali Prof. Enrico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistema software per la programmazione di allarmi e promemoria 1 Progetto DUF - Marco Albertin Corso di Linguaggi e Modelli Computazionali Prof. Enrico."— Transcript della presentazione:

1 Sistema software per la programmazione di allarmi e promemoria 1 Progetto DUF - Marco Albertin Corso di Linguaggi e Modelli Computazionali Prof. Enrico Denti

2 Obiettivi Elaborare un linguaggio intuitivo per la scrittura di promemoria. Realizzare un interprete estendibile che fornisca anche un semplice supporto per la gestione degli errori. Progettare una semplice interfaccia grafica per la scrittura e gestione dei promemoria. 2 Progetto DUF - Marco Albertin

3 Analisi del problema Scomposizione del programma in moduli: Interprete. Interfaccia grafica. Componente di mediazione tra i due ambiti. Linterprete necessita di una funzione di valutazione (come valutare un promemoria?). Necessità di salvare i promemoria su filesystem. 3 Progetto DUF - Marco Albertin

4 Grammatica in BNF (1/4) S ::= | ε La stringa vuota è teoricamente accettata dal riconoscitore, ma non dal valutatore (semantica nulla). Le frasi sono costituite da una serie di comandi (infinite frasi possibili). Lordine di comandi diversi tra loro è ininfluente. Il linguaggio è case-sensitive. Progetto DUF - Marco Albertin 4

5 Grammatica in BNF (2/4) ::=, | ::= when( ) | hour( ) | minute( ) | second( ) | context( ) | alertType( ) | text( ) | repeat(, ) ::= - - | / / ::= generic | birthday | anniversary | call | meeting | party | diploma ::= none | discreet | average | maximum | red | lifeordeath ::= [ ] | [] ::=, | ::= yearDelay( ) | dayDelay( ) | hourDelay( ) | minuteDelay( ) | increasing_priority | relaxing_priority | static_priority 5 Progetto DUF - Marco Albertin Comandi principali Formati di data Enumerativi Sottocomandi di repeat

6 Grammatica in BNF (3/4) ::= 198 | 199 | 20 ::= | 10 | 11 | 12 ::= | 1 | 2 | 30 | 31 ::= | 1 | 20 | 21 | 22 | 23 ::= | ::= | | 1 | 2 | 3 ::= | 1 | 20 | 21 | 22 | 23 ::= | ::= 1 | 2 | 3 | 4 | 5 ::= | 5 | 6 ::= 0 | 1 | 2 | 3 | 4 ::= | 6 | 7 | 8 | 9 ::= 0 | Progetto DUF - Marco Albertin 6 Da 1980 a 2099 Da 1 a 12 Da 1 a 31 Da 0 a 23 Da 0 a 59 Da 1 a 364 Da 1 a 23 Da 1 a 59 Da 1 a 99

7 Grammatica in BNF (4/4) ::= | ε ::= a | … | z | A | … | Z | | … Progetto DUF - Marco Albertin 7 Tutti i caratteri sono ammessi eccetto lapostrofo singolo (serve a delimitare la stringa)

8 Considerazioni Il linguaggio è di tipo 3 secondo la classificazione di Chomsky. Grammatica di tipo LL(1). Formalismo del riconoscitore: ASF. Progetto DUF - Marco Albertin 8

9 Scelte progettuali Progettazione di un sistema ibrido. Scrittura dellinterprete tramite il linguaggio Prolog: Non è necessario costruire uno scanner ad hoc. Programmazione più veloce ed ottimizzata. Possibilità di introdurre non determinismo a costo implementativo nullo. Realizzazione dellinterfaccia grafica in C#.NET. Utilizzo di tuProlog come libreria di interfacciamento. Possibilità di creare direttamente un oggetto C# dalla valutazione del linguaggio. Progetto DUF - Marco Albertin 9

10 Scelte progettuali Necessità: rendere possibile la creazione e la gestione di più configurazioni di promemoria (Agenda) persistenti. Soluzione: utilizzare file scritti in XML per memorizzare questo tipo di collezioni. Costruzione di metodi che trasformano i promemoria in XML e viceversa. Utilizzo di strumenti automatici forniti dal linguaggio per la scrittura di file XML. Progetto DUF - Marco Albertin 10

11 Architettura Progetto DUF - Marco Albertin 11 Interfaccia grafica Intermediario / preparatore Strutture dati (Reminder, Agenda,..) Libreria tuProlog Interprete Prolog Librerie DOM

12 Funzionamento 12 Progetto DUF - Marco Albertin Interfaccia graficaInterprete Prolog Scrittura del programma Valutazione del programma Intermediario tuProlog Preparazione goal Recupero delloggetto promemoria Visualizzazione / esecuzione promemoria Ambiente.NET Ambiente Prolog

13 Estensione dellinterprete Il linguaggio Prolog ammette asserzioni dinamiche. Realizzazione di un blocco per la scrittura di produzioni personalizzate: #assert … #endassert Allinterno del blocco vige la grammatica Prolog Riscrittura del programma in forma di goal Prolog aggiungendo la lista per le asserzioni dinamiche. 13 Progetto DUF - Marco Albertin

14 Gestione degli errori Il programma Prolog in caso di fallimento nel riconoscimento o nella valutazione risponderebbe: no. Introduzione della variabile Error nella testa di ogni clausola contenente una stringa di errore. La stringa viene riempita nel punto in cui si verifica il fallimento -> è possibile sapere il punto del programma che ha causato errori. Progetto DUF - Marco Albertin 14

15 Limiti Lestensione dellinterprete presuppone la conoscenza del linguaggio Prolog e del funzionamento dellinterprete statico. La creazione di oggetti C# tramite Prolog lega fortemente i due ambiti applicativi e ne riduce la flessibilità. Forte presenza di strutture imperative allinterno del programma Prolog -> leggibilità scarsa. 15 Progetto DUF - Marco Albertin

16 Sviluppi futuri Creazione di uno schema XSD per la validazione dei file di Agenda. Realizzazione di un file XSLT per rendere i file di Agenda visualizzabili dal Web. Svincolare la parte di valutazione del linguaggio dal programma Prolog impostandola dinamicamente dallintermediario. Creare un Web Service per la creazione di promemoria da remoto. 16 Progetto DUF - Marco Albertin

17 …have a DUF!! Progetto DUF - Marco Albertin 17 And then…


Scaricare ppt "Sistema software per la programmazione di allarmi e promemoria 1 Progetto DUF - Marco Albertin Corso di Linguaggi e Modelli Computazionali Prof. Enrico."

Presentazioni simili


Annunci Google