La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Oriente cristiano, terra di mezzo. Letteratura siriaca e scuola di Antiochia Centro Culturale Milano 15 maggio 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Oriente cristiano, terra di mezzo. Letteratura siriaca e scuola di Antiochia Centro Culturale Milano 15 maggio 2008."— Transcript della presentazione:

1 Oriente cristiano, terra di mezzo. Letteratura siriaca e scuola di Antiochia Centro Culturale Milano 15 maggio 2008

2 1. Oriente cristiano 2. Scuola di Antiochia 3. Letteratura Siriaca

3 Oriente cristiano

4 VS Alessandria Antiochia

5 Lesegesi allegorica (Alessandria) Dal visibile allinvisibile Realtà Divine Mysteria (Vangelo eterno Ap 14,16) VERA realtà LEGGE OMBRA della realtà Vangelo temporale IMMAGINE UNICO VANGELO Sacramento

6 Storia e contemplazione: la theoria (Antiochia) Evento storicoA Evento futuro messianicoA A: A = Abbozzo: Quadro finito TheoriaModo di conoscere A attraverso A Salomone – Gesù Davide – Gesù

7 Il terzo polmone: il mondo siriaco Il siriaco ahla arb tyvrb Efrem di Nisibi

8 Cosa è il siriaco? Dialetto dellaramaico (che è la lingua di Gesù nella Palestina del I sec.) parlato ad Edessa (attuale Urfa, in Turchia). E ancora usato oggi come lingua liturgica in due Chiesa: (ancora un poco dai Maroniti) Chiesa dellEst (Assira) Chiesa Siro-Ortodossa

9 Perché studiare il siriaco? Studi biblici -traduzione dellAT dir. dallebraico e legata ai Targumim - Diatessaron e testimone antico Studi patristici Studi liturgici -Addai e Mari -- Qui nasce la poesia liturgica -- Battesimo siriaco molto vicino ai riti giudaici Antica cristianità siriaca -- unico resto di cristianità genuinamente semitica

10 Perché studiare il siriaco? Ponte di culture Cristiani siri nella Baghdad del IX secolo Traduzioni allarabo (ma anche Armeno, Georgiano, Sogdiano, Medio-persiano, Copto, Etiopico, Cinese…

11 Periodizzazione essenziale ETA DORO: fino al VII secolo: periodo più creativo Periodo ARABO: fino al XIV secolo: consolidamento e compilazione (Gregorio Abul Fara= Barhebraeus, +1286) Decadenza: dal XIV secolo a oggi: diminuizione, ma non totale scomparsa. In ambito SyrOcc ci sono tentativi di lingua letteraria, alcuni circoli monastici; il Neo Aramaico

12 Efrem il Siro: elementi del suo mondo * Poeta teologo. Non definizioni (che agli occhi di Efrem erano bestemmie) ma piuttosto un approccio simbolico basato su giochi di paradossi B A A B

13 Efrem il Siro: elementi del suo mondo * Scrittura e Creazione sono un tutto che rivela il mistero di Dio. Per mezzo dei simboli e dei tipi si scoprono le relazioni tra il mondo celeste e quello terrestre. Lo Spirito le rinnova sempre per chi le contempla: Benedetto è il Misericordioso che vide la spada di fronte al paradiso che sbarrava la strada allAlbero della vita; Egli venne e prese per sé un corpo che fu ferito, così che con lapertura del suo fianco Egli poté aprire la strada al paradiso (Inni sulla Natività, 8,4)

14 Efrem il Siro: elementi del suo mondo un processo di riacquisizione del paradiso celeste La vita cristiana, è vista essenzialmente come un processo di riacquisizione del paradiso celeste, reso di nuovo accessibile allumanità grazie alla morte di Cristo sulla croce.,, di indossare il manto di lode e così di unirsi agli angeli nel cantare linno trisagio Lumanità è ancora una volta resa capace, nel battesimo, di indossare il manto di lode e così di unirsi agli angeli nel cantare linno trisagio. suscitare, nella profondità del cuore, questo senso di meravigliadà vita La lode è la nota dominante della poesia di Efrem: le sue ampie meditazioni sulla creazione e la Scrittura vogliono suscitare, nella profondità del cuore, questo senso di meraviglia e di timore che dà vita alla vera celebrazione del Creatore di tutto

15 Lo Spirito Santo fuoco Lo Spirito Santo-fuoco è presente e agisce nei sacramenti come in tutti gli avvenimenti della intera storia della salvezza Dallo Spirito che covava (r h p) sulle acque in Genesi alla nuova era dellIncarnazione, Battesimo e Pentecoste Lo Spirito agisce nei misteri: così si mischia alla materia, è un processo di tangibilità dellinvisibile

16 Lo Spirito scende sui doni: essendo AMORE li cova come una chioccia essendo FUOCO li scalda, vi insuffla vita, fecondità e calore, nel trasformarli in corpo e sangue di Cristo

17 Lo Spirito Fuoco purifica e dà la vita a tutto: è immagine della santificazione del credente Il pane cotto dal calore, lacqua scaldata per il battesimo: lo Spirito si mischia con la creazione per trasformarla in mezzo di salvezza

18 LEucaristia è il Pane di vita che contiene lo Spirito Fuoco: luomo mangia il Fuoco divino! Il fuoco che consumava i sacrifici (1Re 18,38), puniva i peccati (Gn 19,24), … ed ora è fuoco di misericordia Fuoco e Spirito: umanità e divinità di Cristo. Per mezzo dei Sacramenti, presenza dello Spirito Fuoco nella creazione, noi siamo uniti a Cristo e dunque al Padre.

19 Ha mischiato in essi Fuoco e Spirito Per renderli, dal di dentro, Fuoco e Spirito Fuoco e Spirito sono nel grembo di lei che ti ha portato, Fuoco e Spirito sono nel fiume in cui sei stato battezzato, Fuoco e Spirito sono nel nostro battesimo, e nel Pane e nel Calice ci sono Fuoco e Spirito Santo

20 Riassumiamo discorso poetico - Efrem utilizza il discorso poetico nella teologia, affrontando le stesse questioni che, contemporaneamente i Cappadoci (ad esempio) affrontano con il logos - Lo Spirito Fuoco è unimmagine (biblica) potente (e teologicamente correttissima) con la quale Efrem ci fa sentire la presenza di Dio nella creazione; ci illustra una efficace teologia sacramentaria; ci spiega la divinizzazione delluomo come partecipazione alla vita trinitaria per mezzo dellunione a Cristo operata dallo Spirito.


Scaricare ppt "Oriente cristiano, terra di mezzo. Letteratura siriaca e scuola di Antiochia Centro Culturale Milano 15 maggio 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google