La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Distretto Sociale B Ufficio di Piano Via Armando Fabi 03100 Frosinone Tel. 0775 265455 – Fax 0775.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Distretto Sociale B Ufficio di Piano Via Armando Fabi 03100 Frosinone Tel. 0775 265455 – Fax 0775."— Transcript della presentazione:

1 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Distretto Sociale B Ufficio di Piano Via Armando Fabi Frosinone Tel – Fax Comune Capofila Frosinone

2 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Chi siamo _________________________________ La Legge 328/2000 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali intende assicurare alle persone e alle famiglie un sistema locale di Welfare, la cui programmazione ed organizzazione compete agli Enti locali, alle Regioni ed allo Stato. La Regione Lazio ha individuato il Distretto socio-sanitario quale contesto territoriale ottimale per lattuazione della necessaria sinergia tra i Comuni e le Asl. Lobiettivo è quello di creare un sistema organizzativo omogeneo, basato sullintegrazione socio-sanitaria e sulla collaborazione tra soggetti pubblici e privati. Il Comune di Frosinone, individuato quale Capofila e gli altri 22 Comuni ricadenti nel Distretto Socio- Sanitario B (Amaseno, Arnara, Boville Ernica, Castro dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Falvaterra, Ferentino, Fumone, Giuliano di Roma, Morolo, Pastena, Patrica, Pofi, Ripi, S. Giovanni Incarico, Strangolagalli, Supino, Torrice, Vallecorsa, Veroli, Villa S. Stefano) hanno sottoscritto, con lAmministrazione Provinciale e lAzienda Asl di Frosinone, un Accordo di Programma per la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali, nel dicembre 2002, dando così vita al Distretto Sociale B. Lorganismo maggiormente rappresentativo del Distretto Sociale B di Frosinone è lAssemblea dellAccordo di Programma, composta dai Sindaci dei Comuni sottoscrittori, dal Presidente dellAmministrazione Provinciale e dal Direttore Generale della Asl. Le funzioni di Presidente dellAssemblea sono attualmente svolte dal Vice Sindaco di Frosinone, Assessore ai Servizi Sociali Michele Marini, quale esponente del Comune Capofila.

3 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Chi siamo _________________________________ Il territorio del Distretto Sociale B si estende per 866 Kmq. e conta un numero di residenti pari a unità (dato ISTAT al 31/12/2004), distribuiti tra Comuni caratterizzati da grande variabilità rispetto alle dimensioni, alla storia, alle caratteristiche geografiche e alla vocazione economico- sociale. La dimensione distrettuale non è parsa la più indicata per lerogazione e la gestione dei servizi socio- assistenziali ed educativi, così come previsti dal Piano socio-assistenziale regionale, soprattutto in considerazione della vastità del territorio di riferimento dei Comuni sottoscrittori lAccordo di Programma. Pertanto, nella organizzazione dei servizi, si è ritenuta più funzionale una ripartizione del Distretto stesso in 5 ambiti territoriali ottimali, per bacino di utenza, contiguità geografica e omogeneità socio-culturale. Per ciascuno di essi è stato individuato un Comune referente, scelto in base alle maggiori dimensioni territoriali e demografiche e alla presenza di un ufficio comunale dedicato ai Servizi Sociali. Nella scelta dei raggruppamenti sono stati utilizzati criteri omogenei che hanno consentito una equa distribuzione degli interventi e delle risorse da destinare prioritariamente ai LIVEAS (i livelli essenziali delle prestazioni sociali da garantire a tutti i cittadini). I 5 sub-ambiti risultano essere i seguenti: SUB-AMBITO A: Veroli (referente) e Boville Ernica SUB-AMBITO B: Ceprano (referente), Arnara, Falvaterra, Pastena, Pofi, Ripi, San Giovanni Incarico, Strangolagalli e Torrice SUB-AMBITO C: Ceccano (referente), Amaseno, Castro dei Volsci, Giuliano di Roma, Vallecorsa e Villa S. Stefano SUB-AMBITO D: Ferentino (referente), Fumone, Morolo, Patrica e Supino SUB-AMBITO E: Frosinone.

4 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Chi siamo ________________________________ DISTRETTO SOCIALE B Comune Capofila - Frosinone ASSEMBLEA ACCORDO DI PROGRAMMA Costituita dai Sindaci dei 23 Comuni sottoscrittori dellAccordo di Programma (*) o dai loro delegati, dal Presidente dellAmministrazione Provinciale (o suo delegato) e dal Direttore dellAzienda Sanitaria Locale (o suo delegato). COMITATO DELLACCORDO DI PROGRAMMA Costituito da n. 10 componenti nominati dallAssemblea dei Sindaci: il Vice Sindaco del Comune Capofila con funzioni di Presidente; i 4 Sindaci (o i delegati) dei Comuni referenti di Sub- ambito; n. 3 Sindaci (o i delegati) di altrettanti Comuni del Distretto, appartenenti a sub-ambiti diversi, individuati avendo cura di garantire la rappresentatività di Comuni piccoli, medi e grandi; Il Direttore del Distretto B della ASL /FR (o suo delegato) Il Presidente dellAmministrazione Provinciale (o suo delegato) (*) Accordo di Programma Protocollo dIntesa per la gestione integrata dei servizi sociali e socio-sanitari, nellambito del territorio Distrettuale, secondo quanto previsto dal Piano Socio-assistenziale Predisposto dalla Regione Lazio. Presidente dellAccordo di Programma Michele Marini

5 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Chi siamo _________________________________ STRUTTURA DI PIANO UFFICIO DI PIANO Opera stabilmente presso la sede del Comune Capofila n. 5 UFFICI DI SUB-AMBITO (*) Con sede presso i Comuni referenti di Sub-ambito UFFICIO di COORDINAMENTO Con sede presso il Comune Capofila UFFICIO DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE Con sede presso il Comune Capofila n. 1 Coordinatore Dirigente Settore Servizi Sociali n. 1 Responsabile Ammin.vo Settore Servizi Sociali n. 1 Responsabile Tecnico Settore Servizi Sociali n. 1 Collaboratore Ammin.vo Settore Servizi Sociali n. 1 Collaboratore Ammin.vo OGNI UFFICIO DI SUB-AMBITO E COSTITUITO DA: n. 1 figura specialistica (assistente sociale – psicologo – sociologo – pedagogista) n. 1 figura amministrativa del Comune referente n. 1 figura specialistica (assistente sociale – psicologo sociologo – pedagogista) di altro Comune del Sub-ambito. LUFFICIO DI COORDINAMENTO E COSTITUITO DA: Il Coordinatore Dirigente Settore Servizi Sociali Il Responsabile Amministrativo Settore Servizi Sociali Il Responsabile Tecnico Settore Servizi Sociali Il Referente dellAmministrazione Provinciale Il Referente dellASL I componenti degli Uffici di Sub-ambito n. 1 Esperto Servizi Sociali n. 3 Operatori data entry (*) Sub-ambito Ambito territoriale sovra-comunale ritenuto ottimale per la realizzazione del Piano di Zona; il Comune Referente di Sub-ambito cura la programmazione e la gestione dei servizi in esso attivati, regolate da un Protocollo Intercomunale

6 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Piano di Zona – Progetti _______________________ Gli obiettivi strategici e prioritari del Piano di Zona del Distretto B di Frosinone sono: - Attivazione e accesso ai livelli essenziali di assistenza ampliando lofferta dei servizi e delle prestazioni finora non fruibili da tutti i cittadini del Distretto; - Uniformare la qualità e la quantità dei servizi con regolamenti distrettuali e standard per il funzionamento e la gestione dei servizi e delle prestazioni; - Determinare il costo dei servizi e delle prestazioni in concertazione con le organizzazioni sindacali, le associazioni datoriali, le associazioni degli utenti, gli enti pubblici e privati coinvolti nel sistema di rete, con la cooperazione sociale e il no-profit laico e religioso; - Determinare quote di coofinanziamento dei servizi da parte dei Comuni rapportate ai loro costi reali; - Definire modalità di affidamento e accreditamento delle strutture delegate alla gestione degli interventi alla persona. Da un primo monitoraggio effettuato si è evidenziato che la realizzazione dei servizi previsti dal Piano di Zona sul territorio distrettuale, ha consentito la fruizione degli interventi essenziali ai cittadini di tutti i Comuni del Distretto. Attualmente sono in corso di attuazione i progetti dei Piani di Zona relativi alle annualità 2003 e 2004, riportati nelle successive diapositive.

7 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Piano di Zona – Progetti _______________________ I progetti del Piano di Zona programmati e attivati fin qui sono in numero di 16 e riguardano: Servizio Sociale Le prestazioni previste nel progetto sono le seguenti: sportello segretariato sociale, servizio sociale professionale, pronto intervento sociale. Assistenza Domiciliare integrata Il servizio attiva un sostegno domiciliare ad anziani, disabili e nuclei multiproblematici con minori. Centri Diurni per disabili Sono strutture semiresidenziali per soggetti con handicap; in esse sono svolte attività manuali, espressive, motorie e di socializzazione, finalizzate al mantenimento e al potenziamento dellautonomia personale degli utenti. Centri Socio-educativi per Minori Sono strutture semiresidenziali per minori a rischio di svantaggio socio-culturale o di esclusione sociale; in esse sono svolte attività ricreativo-culturali, di sostegno scolastico e di sostegno alla genitorialità, finalizzate alla prevenzione e alla riduzione delle situazioni di rischio degli utenti. Strutture Residenziali per Minori comunali Si tratta di un servizio che offre ospitalità ed assistenza qualificata sul piano materiale, educativo ed affettivo-relazionale a minori, anche disabili, allontanati dal nucleo familiare in modo temporaneo o permanente, secondo un progetto di intervento individualizzato, redatto con la partecipazione attiva dei servizi territoriale. Centro Diurno Alzheimer Madonna della Speranza Le attività previste nella struttura semiresidenziale sono: assistenza tutelare diurna, attività di mobilizzazione che favoriscono il mantenimento delle abilità residue degli ospiti; attività occupazionali; attività ricreativo-culturali con iniziative sul territorio e momenti aggregativi allinterno della struttura; assistenza sanitaria di base, assistenza infiermieristica ed eventuali interventi specialistici erogati dalla ASL. Sportello famiglia/ Accreditamento strutture residenziali – Sportello Unico Sociale Con il Fondo Unico 2006 sono state ampliate le funzioni dello Sportello Famiglia L.R. 32/01 trasformandolo in uno Sportello Unico Distrettuale.Il progetto,pertanto, oltre alle precedenti funzioni relative al monitoraggio e accreditamento delle strutture residenziali e semiresidenziali contribuirà a realizzare un duplice obiettivo: - assolvere al compito di fornire ai cittadini il panorama completo delle prestazioni sociali e socio-sanitarie disponibili sul territorio; - far conoscere le organizzazioni, pubbliche e private, sociali e socio-sanitarie, operanti nel Distretto e le loro iniziative, in modo da indirizzare i cittadini intenzionati ad offrire la propria opera o il proprio supporto economico e/o professionale.

8 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Piano di Zona – Progetti _______________________ Centro Informativo di Monitoraggio e Valutazione dei Servizi Sociali Il Centro ha la funzione di monitorare il sistema dei Servizi Sociali attivi sul territorio distrettuale, levoluzione della domanda dei servizi e lefficacia delle risorse che i servizi offrono allutenza e di proporre chiavi di lettura dei più significativi fenomeni sociali registrati sul territorio. Casa di Riposo IPAB Ferrari Struttura residenziale che ospita anziani impossibilitati a permanere presso il proprio domicilio in modo temporaneo o permanente. Nella struttura sono erogati: prestazioni alberghiere, servizi socio-assistenziali, interventi culturali e ricreativi ed assistenza sanitaria infermieristica in integrazione con la ASL. L.R. n. 18/2002 – Ludoteche Servizio educativo, culturale e ludico-ricreativo che offre ai bambini e ai ragazzi la possibilità di fare importanti esperienze di gioco e di socializzazione e di esprimere la loro fantasia creatrice. L. n. 162/98 – Interventi in favore di disabili gravi Servizio reso prevalentemente in forma di assistenza domiciliare e di aiuto personale gestite dallutenza in forma diretta o indiretta e in integrazione con gli interventi sanitari programmati dalla ASL. Struttura di Piano Attiva le procedure e coinvolge tutti i soggetti sottoscrittori dellAccordo di Programma nelle azioni e negli adempimenti previsti per la realizzazione del Piano di Zona. Cura la progettazione, il coordinamento, lanalisi e le ricerche finalizzate alla definizione del Piano di Zona; coordina il Centro Informativo nelle attività di monitoraggio; predispone i Capitolati dAppalto per laffidamento dei servizi; supporta il Comitato dellAccordo di Programma e lAssemblea dei Sindaci; cura la gestione amministrativa e finanziaria del budget di Distretto. Programma di interventi ed attività in favore di detenuti ed ex detenuti Il programma prevede interventi ed attività per il recupero e la risocializzazione di detenuti ristretti nella Casa circondariale di Frosinone e di ex detenuti in carico al C.S.S.A. di Frosinone. Il programma in favore dei detenuti si articola in progetti esecutivi ricadenti in 4 aree tematiche: attività formative e scolastiche (corso di informatica, corso Web designer, corso di qualifica Operatore termico); attività ricreative e sportive (dotazione alla Casa circondariale di attrezzature sportive); attività culturali e artistico-artigianali (laboratori musicali, teatrali,audiovisivi e artistico-artigianali); attività terapeutiche e di sostegno (musicoterapia). Il programma in favore degli ex detenuti e dei detenuti sottoposti a misure alternative, è volto al reinserimento sociale e professionale ed è attuato dai Comuni con progetti individualizzati redatti dal Servizio Sociale.

9 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Piano di Zona – Progetti _______________________ D.L.vo n. 286/1998: Piano distrettuale di interventi in favore degli immigrati Il progetto continua e amplia alcuni interventi e servizi attivati in precedenza da alcuni Comuni del Distretto. Il Piano distrettuale per lannualità 2004 prevede la realizzazione dei seguenti progetti: - Accoglienza temporanea per minori stranieri non accompagnati e famiglie in difficoltà – Distretto Sociale B – Frosinone. - Abbracciaperte – Comune di Amaseno. - Corso di formazione di lettura e disegno tecnico – CSP/UIL. - Interventi in favore di immigrati – Comune di Giuliano di Roma. - Centro Servizi Immigrati – Associazione Nuovi Cittadini Ciociari onlus. - I ragazzi immigrati ed il recupero della loro identità – Associazione culturale islamica ETTUBA. - Corso di lingua italiana per stranieri – Comune di Ceprano. - Leggere e crescere – Comune di Morolo. - Studiare insieme – Comune di Morolo. - Io nel mondo – Comune di San Giovanni Incarico. Centro per la famiglia Mediazione familiare Il servizio attiva percorsi di sostegno per genitori in via di separazione, o già separati, finalizzati alla ricerca si accordi soddisfacenti e durevoli allinterno di un progetto genitoriale condiviso; è garantita anche specifica consulenza legale. Struttura residenziale per disabili privi di famigllia Marano come noi La Casa Famiglia Marano come Noi, sita in Ceccano, è una struttura residenziale destinata ad accogliere soggetti con disabilità grave privi di assistenza familiare.La Casa Famiglia eroga in favore dei suoi ospiti le seguenti prestazioni e attività, comprese nel costo della retta:prestazioni alberghiere, servizi socio-assistenziali, attività di sostegno psicosociale e cura, attività legate alle autonomie personali, prestazioni sanitarie e alloccorrenza servizio infiermistico. Legge 285/97 Il Piano di Zona prevede la continuità dei seguenti progetti già attivati nelle precedenti annualità nelle singole realtà di sub- ambito: Progetto n. 1 – Strutturre residenziali per minori (Comuni di Frosinone, Ceccano, Ferentino). Progetto n. 2 – Ludoteca Comunale (Comune di Frosinone). Progetto n. 3 – Devianze giovanili (Distretto Sociale B). Progetto n. 4 – Famiglia e tempo libero (Comune di Boville Ernica). Progetto n. 5 – La Città dei ragazzi e delle ragazze (Comune di Ceccano). Progetti n. 6 – Affidamenti familiari diurni e residenziali (Distretto Sociale B).

10 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Il Portale WEB ______________________________ Una gestione integrata, efficiente ed omogenea dei servizi sociali offerti sul territorio del Distretto Sociale B richiede una definizione organica delle modalità di acquisizione, gestione e utilizzo dei dati riguardanti i servizi sociali e socio-sanitari, nel quadro di un sistema informativo che tenga conto delle articolazioni locali (vari Enti e Istituzioni) e delle con Associazioni di Volontariato-Terzo Settore. Esiste in questo contesto la necessità di attivare strumenti di monitoraggio e controllo della realtà sociale, al fine di cogliere, favorire ed incentivare i processi di integrazione i processi di integrazione tra soggetti pubblici, del privato sociale e dellassociazionismo che concorrono alla realizzazione delle politiche sociali, al fine di ottimizzare le risorse disponibili, attraverso la realizzazione di un Osservatorio, inteso come struttura permanente, finalizzata a: - Definire in modo più consapevole e trasparente le finalità dei servizi offerti e valutarne i risultati; - Realizzare unintegrazione tra enti per lottimizzazione delle risorse; - Promuovere un sistema di politiche sociali che, partendo dallanalisi dei dati e delle informazioni, provenienti da fonti diverse e significative a livello sociale, permetta la programmazione degli interventi in una prospettiva non solo riparativa ma di prevenzione e miglioramento della qualità della vita; - Fornire dati conoscitivi a supporto delle decisioni, sia dei soggetti istituzionali, sia della comunità tutta, in una logica di promozione della qualità della vita.

11 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Il Portale WEB ______________________________ Collegandosi al sito è possibile accedere a notizie generali sul Distretto Sociale B, sui servizi offerti dai 23 Comuni che lo compongono e sulla legislazione nazionale e regionale in materia di politiche sociali. E possibile altresì accedere ad un Archivio in cui consultare: news ed eventi, statistiche e monitoraggi, bandi e appalti, un breve glossario del sociale, le procedure per laccesso ad alcuni servizi erogati dai Comuni del Distretto e un elenco delle organizzazioni del Terzo Settore operanti nella Provincia di Frosinone. Nel menu F.A.Q. si possono consultare le risposte ad alcune fra le domande più ricorrenti sui servizi e gli interventi socio-assistenziali ed educativi attivati a livello distrettuale, mentre attraverso il menu Link è possibile attivare un collegamento ai principali siti istituzionali di interesse per le politiche sociali. Nella home page, infine, è presente unarea riservata, cui è possibile accedere tramite password, dedicata ai Comuni del Distretto e agli operatori accreditati e destinata alla gestione informatizzata di servizi ed informazioni.

12 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Contatti __________________________________ Comune di Veroli (referente Sub-ambito A) Piazza Mazzoli, Tel – Fax Comune di Boville Ernica Corso Umberto I, 2 – Tel Fax Comune di Ceprano (referente Sub-ambito B) Via Campidoglio – Tel – Fax Comune di Pastena Via Porta Napoli – Tel – Fax Comune di Pofi Piazza Municipio, 1 – Tel Fax Comune di San Giovanni Incarico Piazza Umberto I, 1 – Tel – Fax Comune di Torrice Via Aspromonte, 4 – Tel – Fax Comune di Arnara Via dei Fossi, 10 – Tel – Fax Comune di Strangolagalli Via Municipio, 5 – Tel – Fax Comune di Ripi Piazza L. Manara – Tel Fax Comune di Falvaterra Piazza S. Amati, 1 – Tel – Fax Comune di Ceccano (referente Sub-ambito C) Piazza Municipio, Tel – Fax

13 Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Contatti __________________________________ Comune di Castro dei Volsci Via S. Rocco – Tel – Fax Comune di Vallecorsa Piazza V. di Guerra, 1 – Tel – Fax Comune di Giuliano di Roma B.Go V. Emanuele, 22 – Tel – Fax Comune di Amaseno Viale Umberto I, 1 – Tel – Fax Comune di Villa S.Stefano Piazza D. Iorio – Tel – Fax Comune di Ferentino (referente Sub-ambito D) Piazza Matteotti, 17 – Tel – Fax Comune di Fumone Via Risorgimento – Tel – Fax Comune di Morolo Piazza E. Biondi – Tel – Fax Comune di Patrica Via Plebiscito, 1 – Tel – Fax Comune di Supino Via Roma, 13 – Tel – Fax Amministrazione Provinciale di Frosinone Piazza Gramsci, 13 – Tel – Fax ASL FR – Distretto Sanitario B Via A. Fabi – Tel – Fax


Scaricare ppt "Chi siamoPiano di Zona - ProgettiIl Portale WEBContatti Distretto Sociale B Ufficio di Piano Via Armando Fabi 03100 Frosinone Tel. 0775 265455 – Fax 0775."

Presentazioni simili


Annunci Google