La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Misure di sostegno nella formazione professionale: sviluppo di modelli per il Canton Ticino Luca Bonini Dipartimento ricerca e sviluppo IUFFP.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Misure di sostegno nella formazione professionale: sviluppo di modelli per il Canton Ticino Luca Bonini Dipartimento ricerca e sviluppo IUFFP."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Misure di sostegno nella formazione professionale: sviluppo di modelli per il Canton Ticino Luca Bonini Dipartimento ricerca e sviluppo IUFFP Lugano

2 Luca Bonini 2 IUFFP Lugano Progetto di ricerca 1.Definizione della problematica 2.Domande di ricerca 3.Approccio e strumenti metodologici 4.Fasi del progetto 5.Risultati fase di osservazione 6.Modello sperimentato da settembre 2006

3 Luca Bonini 3 IUFFP Lugano Sostegno individuale speciale Permeabilità con il percorso AFC Standardizzazione formazione Definizione della problematica

4 Luca Bonini 4 IUFFP Lugano Apprendimento differenziato Metodi pedagogici adeguati Standardizzazione della formazione

5 Luca Bonini 5 IUFFP Lugano Il sostegno individuale speciale Il sostegno individuale speciale è un offerta di rinforzo mediante la quale una persona competente coadiuva il processo evolutivo della persona in formazione che ha difficoltà di apprendimento. Tale sostegno può venire dalle parti più diverse e si spinge oltre i limiti precipui della professione e del luogo di formazione. Per questo è auspicabile un coordinamento molto stretto tra i tre luoghi di formazione. Il sostegno individuale è facoltativo, fatte salve decisioni di autorità giudiziarie o sociali. (Guida UFFT, 2005, p.13)

6 Luca Bonini 6 IUFFP Lugano Domande di ricerca: 1. Quale relazione tra il pubblico di riferimento e il modello di formazione? 2. Quale modello di accompagnamento individuale speciale? 3. Quali misure di sostegno allapprendimento? 4. Quale formazione per i responsabili della formazione?

7 Luca Bonini 7 IUFFP Lugano Approccio e strumenti metodologici Approccio: ricerca-azione Strumenti: - analisi di documenti - analisi statistiche - interviste semi-strutturate - questionari - sperimentazione di modelli/strumenti

8 Luca Bonini 8 IUFFP Lugano Contesto di applicazione Formazione per assistente del commercio al dettaglio Particolarità: 5 materie insegnate (lingua nazionale locale, economia, società, pratica di commercio al dettaglio, ginnastica) Scuole coinvolte :CPC Bellinzona (progetto pilota), CPC Chiasso, CPC Locarno Apprendisti: circa 20 Docenti: 13

9 Luca Bonini 9 IUFFP Lugano Elaborazione del progetto gen-ag Fase di esplorazione set.05 - giu.06 Elaborazione del documento conclusivo agosto 2007Progetto pilota set.06 - giu.07 Sintesi dei dati raccolti agosto 2006 Fasi del progetto

10 Luca Bonini 10 IUFFP Lugano 1.Analisi dei documenti sulla formazione di due anni: documenti legislativi, documenti ufficiali UFFT/EDK 2. Analisi della letteratura sul tema del coaching e dellaccompagnamento 3.Somministrazione di questionari a docenti e apprendisti 4.Raccolta di informazioni durante riunioni svolte con alcuni docenti che insegnano nella formazione biennale 5.Riunioni con i responsabili didattici Fase di esplorazione

11 Luca Bonini 11 IUFFP Lugano 1.Popolazione 2.Grado di soddisfazione 3.Prospettive di riuscita 4.Risultati scolastici 5.Rimediazioni docenti 6.Causa delle difficoltà 7.Gestione dellapprendimento 8.Strategie da sviluppare 9.Accompagnamento/coaching Risultati della ricerca

12 Luca Bonini 12 IUFFP Lugano Popolazione 1

13 Luca Bonini 13 IUFFP Lugano Popolazione 2

14 Luca Bonini 14 IUFFP Lugano Popolazione 3

15 Luca Bonini 15 IUFFP Lugano Grado di soddisfazione

16 Luca Bonini 16 IUFFP Lugano Grado di soddisfazione

17 Luca Bonini 17 IUFFP Lugano Grado di soddisfazione

18 Luca Bonini 18 IUFFP Lugano Prospettive di riuscita

19 Luca Bonini 19 IUFFP Lugano Prospettive di riuscita (2° anno)

20 Luca Bonini 20 IUFFP Lugano Prospettive di riuscita

21 Luca Bonini 21 IUFFP Lugano Prospettive future (2° anno)

22 Luca Bonini 22 IUFFP Lugano Risultati scolastici (1°sem.)

23 Luca Bonini 23 IUFFP Lugano Risultati scolastici (1°sem.)

24 Luca Bonini 24 IUFFP Lugano Risultati scolastici (1°sem.)

25 Luca Bonini 25 IUFFP Lugano Risultati scolastici (1°sem.)

26 Luca Bonini 26 IUFFP Lugano Risultati scolastici (1°sem.)

27 Luca Bonini 27 IUFFP Lugano Rimediazioni docenti

28 Luca Bonini 28 IUFFP Lugano Adattamenti docenti 2

29 Luca Bonini 29 IUFFP Lugano Causa delle difficoltà

30 Luca Bonini 30 IUFFP Lugano Apprendimento

31 Luca Bonini 31 IUFFP Lugano Apprendimento

32 Luca Bonini 32 IUFFP Lugano Apprendimento

33 Luca Bonini 33 IUFFP Lugano Strategie da sviluppare 1.Istituire corsi di recupero 2.Differenziare maggiormente le attività proposte 3.Creare corsi di aggiornamento sul tema delle difficoltà di apprendimento, della metacognizione e della differenziazione 4.Proporre momenti di riflessione metacognitiva durante le lezioni 5.Creare uno strumento per sostenere il processo di apprendimento

34 Luca Bonini 34 IUFFP Lugano Difficoltà

35 Luca Bonini 35 IUFFP Lugano Coaching

36 Luca Bonini 36 IUFFP Lugano Coaching

37 Luca Bonini 37 IUFFP Lugano Coaching

38 Luca Bonini 38 IUFFP Lugano Coaching

39 Luca Bonini 39 IUFFP Lugano 1.Forte eterogeneità degli apprendisti 2.Assenza da parte degli apprendisti di uno sguardo critico sulle loro possibilità di riuscita 3.Tendenza da parte degli insegnanti ad abbassare il livello durante le valutazioni 4.Difficoltà da parte degli apprendisti a prendere coscienza delle difficoltà di apprendimento 5.Difficoltà a realizzare una reale differenziazione dei percorsi formativi 6.Difficoltà a definire il campo dazione degli accompagnatori Sintesi dei risultati della ricerca

40 Luca Bonini 40 IUFFP Lugano Paragone Addetti di cucina Risultati principali - Ambedue hanno la percezione di riuscita - Migliore percezione dei docenti da parte degli addetti di cucina - Maggiore sensazione di ritmo e carico di lavoro sia a casa che in classe negli assistenti di vendita - Il 40 % dei cuochi dice di non avere nessuna difficoltà contro il 25% degli assistenti di vendita - I cuochi incontrano soprattutto difficoltà professionali (40%) mentre solo il 10% delle difficoltà scolastiche. - I venditori le difficoltà scolastiche sono il 25% e solo le maggiori seguite da quelle personali e linguistiche (circa il 20%), mentre quelle professionali sono solo il 15%. - Nei due casi più della metà non sa cosa si intende per coaching

41 Luca Bonini 41 IUFFP Lugano 1° anno Formazione AFC Docenti Apprendista M. tirocinio SettembreNovembreDicembreGiugno Fase di osservazione Bilancio intermedio Differenziazione/ Misure di sostegno Bilancio 1° anno Certificazione Differenziazione/ Misure di sostegno Formazione biennale A A B B C C D D A A B B C C D D 2° anno (ev. 3° anno) Giugno Servizio di accompagnamento Fasi Settembre Modello sperimentato da settembre 2007


Scaricare ppt "Progetto Misure di sostegno nella formazione professionale: sviluppo di modelli per il Canton Ticino Luca Bonini Dipartimento ricerca e sviluppo IUFFP."

Presentazioni simili


Annunci Google