La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI GENOVA DISFOR Dipartimento di Scienze della Formazione Corso di studi in Scienze della Formazione Primaria LM 85BIS IL TIROCINIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI GENOVA DISFOR Dipartimento di Scienze della Formazione Corso di studi in Scienze della Formazione Primaria LM 85BIS IL TIROCINIO."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI GENOVA DISFOR Dipartimento di Scienze della Formazione Corso di studi in Scienze della Formazione Primaria LM 85BIS IL TIROCINIO

2 ESPERIENZA PROFESSIONALE ASSISTITA, LUOGO DI MEDIAZIONE TRA LA FORMAZIONE TEORICA E LA CONCRETA PRATICA PROFESSIONALE Il percorso di tirocinio, a partire dallosservazione e dalla conoscenza dei contesti e delle relazioni, passando attraverso la costruzione di una progettazione e di unazione didattica autonoma, permetterà allo studente in formazione di acquisire una sempre più consapevole professionalità docente.

3 CONSISTERÁ IN UN PERCORSO DI : Preparazione, progettazione in gruppo con i tutor coordinatori tirocinio di preparazione; Esperienza diretta nella scuola, classe/sezione, co- progettazione, partecipazione agli organi collegiali tirocinio di esperienza diretta; Rielaborazione, riflessione e comunicazione nel gruppo con il proprio tutor coordinatore tirocinio di riflessione

4 MODALITÁ DI LAVORO ADOTTATE: NELLA SCUOLA SEDE DEL TIROCINIO (tirocinio diretto) IN FACOLTÁ (tirocinio indiretto) INDIVIDUALMENTE (rielaborazione autonoma anche con utilizzo della piattaforma Aulaweb)

5 NELLA SCUOLA SEDE DI TIROCINIO: 1.OSSERVAZIONE dei contesti scolastici 2.INTERVISTE /QUESTIONARI/COLLOQUI 3.LETTURA DI DOCUMENTI 4.PARTECIPAZIONE AGLI ORGANI COLLEGIALI 5.PROGETTAZIONE E AZIONE DIDATTICA La scuola sede di tirocinio diretto sarà assegnata dal tutor coordinatore. Le sedi scolastiche ospitanti saranno concordate con la Commissione Tirocini.

6 IN FACOLTÁ: 1.PARTECIPAZIONE AI SEMINARI DEL TIROCINIO 2.RIFLESSIONE IN GRUPPO SULLESPERIENZA DIRETTA A SCUOLA 3.ESERCITAZIONI INDIVIDUALI E DI PICCOLO GRUPPO

7 INDIVIDUALMENTE: 1.STESURA DI ELABORATI INDIVIDUALI SULLESPERIENZA SVOLTA A SCUOLA E SUI TEMI SPECIFICI PER ANNUALITÁ 2.DOCUMENTAZIONE FINALE DEL LAVORO SVOLTO ( BOOK DI TIROCINIO)

8 OBIETTIVI DELLA PRIMA ANNUALITÁ DEL TIROCINIO -LA CONOSCENZA DEI CONTESTI- -RIFLETTERE SULLA SCELTA PROFESSIONALE -SVILUPPARE LA CAPACITÁ DI LAVORARE IN GRUPPO -ACQUISIRE INFORMAZIONI RELATIVE ALLORGANIZZAZIONE COMPLESSIVA DELLA SCUOLA : * Spazi / Tempi * Ruoli e funzioni * Organi collegiali * Documenti -SAPER DESCRIVERE ED OSSERVARE UN CONTESTO SCOLASTICO IN FUNZIONE DEI PROCESSI DI INSEGNAMENTO-APPRENDIMENTO -ORIENTARSI ALL INTERNO DEL CONTESCO SCOLASTICO COMPRENDENDONE LORGANIZZAZIONE E LA COMPLESSITÁ

9 ORGANIZZAZIONE DEL TIROCINIO Lo studente dovrà svolgere 150 ORE di tirocinio (5 CFU) così suddivise: Tirocinio indiretto (50 ore)Date 3 ore di presentazione e iscrizione al tirocinio21 gennaio 2013 dalle ore 16 alle ore ore seminari26 gennaio 2013 Seminario sulle Indicazioni Nazionali – (4 ore) Venerdì 15 febbraio (6 ore) Ore ; Seminario: Linsegnante che è in me: aspirazioni, aspettative, prospettive. Lunedì 18 febbraio (6 ore) Ore 10-13; Seminario: Educare lo sguardo:l'importanza dell'osservazione nel contesto didattico. 21 ore di riflessione in gruppo (seguite da un tutor coordinatore) Da definire a cura di ogni gruppo di riflessione 10 ore documentazione finale del lavoro svolto (book di tirocinio) A conclusione della prima annualità di tirocinio (ottobre 2013)

10 Tirocinio diretto in classe /sezione (100 ore) 80 ore 20 ore Da svolgersi da marzo a giugno 2013 da svolgersi tra settembre e ottobre 2013

11 Le ore di tirocinio sono state suddivise in 4 moduli tematici e calendarizzate come organizzato in tabella. 25 febbraio 2013 Incontro di PREPARAZIONE e costituzione del gruppo 4 ore di indiretto

12 PERIODOMODULO ORE MARZO- APRILE (Lincontro di riflessione del modulo si svolgerà il 25 marzo o l8 aprile) SCUOLA DELLINFANZIA: OSSERVAZIONE SPAZI/TEMPI in funzione dei processi di insegnamento- apprendimento 31 ore di cui 27 ore di diretto a scuola (oppure 21 in classe+6 di approfondimento con lavoro autonomo o di gruppo su compito concordato) 4 di indiretto APRILE - MAGGIO (Lincontro di riflessione del modulo si svolgerà il 13 o il 20 maggio) SCUOLA PRIMARIA: OSSERVAZIONE SPAZI /TEMPI in funzione dei processi di insegnamento- apprendimento 31 ore di cui 27 ore di diretto a scuola (oppure 21 in classe+6 di approfondimento con lavoro autonomo o di gruppo su compito concordato) 4 di indiretto

13 MAGGIO/GIUGNO (Lincontro di riflessione del modulo si svolgerà il 10 o 17 giugno) SCUOLA DELLINFAZIA E PRIMARIA: RUOLI E FUNZIONI 30 ore di cui 26 ore di diretto a scuola (oppure 21 in classe+5 di approfondimento con lavoro autonomo o di gruppo su compito concordato) 4 di indiretto A SETTEMBRE / OTTOBRE 2013 (COMPLETAMENTO) LACCOGLIENZA (osservazione sulle strategie attivate ad inizio anno scolastico a livello di Istituto e di classe/sezione) 25 ore di cui 20 di presenza a scuola nelle attività preliminari 5 di indiretto conclusivo (3 riflessione finale+2 restituzione book)

14 IL TIROCINIO SI CONSIDERA VALIDO SE : Tirocinio diretto e indiretto vengono svolti contestualmente; Viene svolto il totale del monte ore ( 150 ) previsto; Vengono svolti i compiti assegnati; Viene consegnata la documentazione conclusiva ( BOOK di tirocinio); Sono previste forme di valutazione itinere e finali.

15 Riassumendo… SCADENZE AMMINISTRATIVE Venerdì 15 febbraio: scadenza per consegna PROGETTO FORMATIVO e ISCRIZIONE TIROCINIO; IMPEGNI GIA FISSATI -Sabato 26 gennaio, ore 8,30-12,30. Seminario di tirocinio: Indicare… che cosa? ( Le Nuove Indicazioni Nazionali della scuola). -Venerdì 15 febbraio, ore Seminario di tirocinio: Linsegnante che è in me: aspirazioni, aspettative, prospettive. -Lunedì 18 febbraio, ore Seminario di tirocinio : Educare lo sguardo:l'importanza dell'osservazione nel contesto didattico. -Lunedì 25 febbraio: primo incontro di tirocinio indiretto (preparazione). Lorario sarà comunicato nella mail di convocazione a cura del tutor coordinatore di ogni gruppo. -4 marzo: inizio tirocinio diretto nelle sedi assegnate DOCUMENTI NECESSARI -Libretto di tirocinio (disponibile a breve sul sito e scaricabile) per la registrazione di tutte le firme di presenza alle varie attività. -Modulistica varia (riconoscimento ore, progetto formativo, scheda zone ecc….) reperibile sul sito alla voce «TIROCINIO».

16 ZONA PONENTE : da Genova - Cornigliano a Ventimiglia Tutor coordinatori : Baglietto – Bormida - Rocca – Zunino ZONA CENTRO (da Genova – Sampierdarena a Albaro) /VALBISAGNO Tutor coordinatori: Colao - Di Benedetto – Faorlin – Merenda – Morabito ZONA VALPOLCEVERA/VALLE STURA (Piemonte) Tutor coordinatori : Pisano ZONA LEVANTE : da Genova – Sturla a La Spezia Tutor coordinatori : Cacciabue - Drago ZONE TIROCINIO


Scaricare ppt "UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI GENOVA DISFOR Dipartimento di Scienze della Formazione Corso di studi in Scienze della Formazione Primaria LM 85BIS IL TIROCINIO."

Presentazioni simili


Annunci Google