La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Discorso indiretto libero Federica Scarrione, Liceo Galilei, 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Discorso indiretto libero Federica Scarrione, Liceo Galilei, 2010."— Transcript della presentazione:

1 Discorso indiretto libero Federica Scarrione, Liceo Galilei, 2010

2 Discorso indiretto libero è una variante del discorso indiretto che fonde le modalità del discorso diretto e di quello indiretto in una forma ibrida il narratore recupera la voce del personaggio, ma in terza persona, senza interrompere il testo con un verbo dichiarativo e senza le virgolette

3 Discorso indiretto libero tale forma riporta molte tracce del discorso vivo, originario (esclamazioni, interrogazioni, espressioni del parlato) secondo l’immediatezza del discorso diretto però, a differenza dell’analisi esterna propria del dialogo, approfondisce meglio alcuni tratti interiori (culturali, psicologici, come in Verga e Pirandello) del personaggio (perché passa attraverso la mediazione dell’autore).

4 Discorso indiretto libero Il discorso indiretto libero comporta una cooperazione tra narratore e punto di vista del personaggio Infatti in apparenza sembra essere il narratore che continua a "vedere" e a "pensare", ma in realtà è il personaggio.

5 Esempi Invece nel monologo interiore al capitolo IV di Mastro-don Gesualdo, dove Gesualdo rievoca la sua storia: "Egli invece non aveva sonno. Si sentiva allargare il cuore. Gli venivano tanti ricordi piacevoli. Ne aveva portate delle pietre sulle spalle, prima di fabbricare quel magazzino! E ne aveva passati dei giorni senza pane, prima di possedere tutta quella roba!".

6 Esempi Ne Il treno ha fischiato, Pirandello dopo la descrizione di una notte insonne, del protagonista, che all’improvviso aveva udito il fischio lontano di un treno, scrive: "[…] ed era corso col pensiero dietro a quel treno che si allontanava nella notte. C’era, ah!, c’era fuori di quella casa orrenda, fuori di tutti i suoi tormenti, c’era il mondo, tanto, tanto mondo lontano, a cui quel treno s’avviava … Firenze, Bologna, Torino, Venezia … tante città in cui da giovane era stato e che ancora, certo, in quella notte sfavillavano di luci sulla terra".

7 Fonti


Scaricare ppt "Discorso indiretto libero Federica Scarrione, Liceo Galilei, 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google