La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Parrocchia Maria Ss. Assunta • Il termine “Vangelo” proviene dal greco “euangèlion” che alla lettera vuol dire “annuncio di un avvenimento lieto e straordinario”.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Parrocchia Maria Ss. Assunta • Il termine “Vangelo” proviene dal greco “euangèlion” che alla lettera vuol dire “annuncio di un avvenimento lieto e straordinario”."— Transcript della presentazione:

1 Parrocchia Maria Ss. Assunta • Il termine “Vangelo” proviene dal greco “euangèlion” che alla lettera vuol dire “annuncio di un avvenimento lieto e straordinario”. I primi cristiani hanno usato questo termine per definire l’evento Gesù Cristo nella sua globalità (vita, insegnamento, miracoli …) • Primo utilizzo: 1 Ts 1,5; 2, : come annuncio della salvezza •Solo in Rm. 1,1-7 si chiarisce il contenuto dell’annuncio: passione, morte e resurrezione di Cristo.

2 Parrocchia Maria Ss. Assunta • Nel corso della storia il titolo “vangelo” è stato applicato anche a 4 scritti. Questa scelta non è però arbitraria, ma fondata negli scritti stessi •Il titolo “vangelo” è stato dato solo a scritti essenzialmente narrativi, escludendo perciò lettere e apocalisse. •Riservato agli scritti orientati al passato e non al presente.

3 Parrocchia Maria Ss. Assunta I Vangeli canonici sono 4 e sono quelli riconosciuti dai credenti come scritti sotto l’ispirazione dello Spirito Santo. CRITERI: 1.Apostolicità 2.Fedeltà agli insegnamenti di Gesù 3.Criterio liturgico

4 Parrocchia Maria Ss. Assunta NASCITA DEI VANGELI •La predicazione di Gesù •Gli apostoli, dopo la Pentecoste, predicano un “vangelo essenziale” abitualmente chiamato kérigma •Il kerigma (dal greco: κηρύσσω (/ke'rysso/), che letteralmente significa: gridare o proclamare 1 – L’ANNUNCIO  Un esempio: « … Gesù di Nazaret … voi l'avete inchiodato sulla croce per mano di empi e l'avete ucciso. Ma Dio lo ha risuscitato... Questo Gesù Dio l'ha risuscitato e noi tutti ne siamo testimoni.... (cfr Atti degli Apostoli 2, )

5 Parrocchia Maria Ss. Assunta 2 – Dall’annuncio ai primi scritti •Il convertiti ascoltano la predicazione •Espongono problemi, domande, interrogativi … a cui i testimoni rispondono narrando episodi, parabole, discorsi… di Gesù •Si formano, nelle comunità o in possesso di privati, documenti scritti di appunti, brevi narrazioni, paginette … •Inoltre probabilmente esistevano gli “Atti” del processo di Gesù

6 Parrocchia Maria Ss. Assunta •A partire dall’anno 70 d. C. inizia la redazione dei vangeli •Non sono un libro di storia di Gesù, ma la “storia dell’esperienza pasquale”. •Sono lo sviluppo di quella notizia iniziale che qualcuno aveva già messo per iscritto o in modo occasionale o in modo più sistematico.

7 Parrocchia Maria Ss. Assunta •Oggi si è concordi nel ritenere che non si può puntare sul Gesù storico contro il Kerygma o sul Kerygma contro il Gesù storico, ma di coglierne in qualche modo la continuità, il rapporto. •Senza il riferimento alla vicenda terrena di Gesù è il Kerygma stesso a svuotarsi e a vanificarsi: il Signore glorioso diventa senza volto. E senza il Kerygma la vicenda storica perde di interesse e di attualità.

8 Parrocchia Maria Ss. Assunta •PREMESSA: tutto arriva a noi non direttamente dalla bocca di Gesù, ma filtrato attraverso la comunità; ma al tempo stesso tutto è “autentico”. Nel Vangelo nessun singolo dettaglio ha un valore autonomo, ma è in funzione dell’insieme, di una certa immagine di Gesù. Per cui interrogarsi sul “valore storico dei Vangeli” equivale praticamente ad interrogarsi sul valore storico di questa immagine (aspetto analitico e sintetico).

9 Parrocchia Maria Ss. Assunta •I Vangeli “sinottici” sono quelli di: Matteo, Marco, Luca. •Sono detti “sinottici” perché hanno somiglianze tali che è possibile scriverli su tre colonne e, con un’occhiata (in greco: syn-opsìs = vedere insieme), verificarne le concordanze e le divergenze. CONVERGENZE 1.Materiale: gran parte il medesimo 2.Ordine di successione 3.Formulazione DIVERGENZE 1.Materiale non presente in tutti e tre. 2.Materiale collocato in ordine diverso 3.Materiale formulato diversamente

10 Parrocchia Maria Ss. Assunta

11

12 •Se ci fossero solo convergenze, con divergenze minime, avremmo non tre testi ma tre copie d in unico testo. •Se, viceversa, ci fossero solo divergenze, con sporadiche convergenze, avremmo tre testi tra i quali non c’è nessun rapporto diretto Le convergenze, tuttavia, rimangono troppo forti per essere attribuite al caso.

13 Parrocchia Maria Ss. Assunta •L’ipotesi delle due fonti è quella più semplice e più accettata PREMESSA FONDAMENTALE: l’esclusione di una dipendenza di Luca da Matteo o di Matteo da Luca.

14 Parrocchia Maria Ss. Assunta •Collaboratore e discepolo di Paolo, al quale resta accanto nella prigionia (Col. 4,10; Fm. 1,24). •Anche discepolo di Pietro (1 Pt. 5,13). •Cugino di Barnaba ed è chiamato negli Atti anche Giovanni Marco. •Probabilmente fu scritto a Roma e per una comunità cristiana di Roma •Intorno al 70 d. C. •DESTINATARI: una comunità di origine “gentile” e lo dimostra l’assenza di problematiche palestinesi.

15 Parrocchia Maria Ss. Assunta •Fu scritto per una comunità formata prevalentemente da “giudei convertiti”, come dimostrano il linguaggio e il riferimento a tradizioni culturali palestinesi (riferimenti poco sereni). •Composto tra il 70 e l’80 d. C. •Fu scritto probabilmente ad Antiochia e per una comunità del posto •E’ uno dei 12 apostoli. Era un pubblicano, cioè un esattore delle tasse per i Romani e fu chiamato proprio mentre stava compiendo il suo ufficio. •Viene chiamato anche Levi, figlio di Alfeo

16 Parrocchia Maria Ss. Assunta •Discepolo di Paolo e suo compagno nei viaggi missionari. •Era medico, di origine pagana. •Autore del terzo vangelo e degli atti degli Apostoli. •Scrive il suo vangelo probabilmente in Grecia (Acaia) e per una comunità di cristiani provenienti dal paganesimo. •Composto tra il 75 e l’85 d. C., certamente dopo la caduta di Gerusalemme

17 Parrocchia Maria Ss. Assunta 1.DISCORSI : Cap. 4 (parabole) e cap.13 (escatologico) Per Marco l’insegnamento scaturisce essenzialmente dalla vicenda di Gesù. 1.EPISODI : sono di tre tipi 1.Miracoli: una ventina 2.Controversie 3.Racconti biografici 2.DETTI

18 Parrocchia Maria Ss. Assunta 1.Particolarità di Matteo: è rappresentata da 5 grandi discorsi di Gesù. 2.Per quanto riguarda il materiale utilizzato da Matteo: 1.Tutto il materiale narrativo e i miracoli presenti in Mc. si trovano anche in Mt. 2.Gran parte del materiale presente in Lc., soprattutto i detti, viene utilizzato anche da Mt. (fonte “Q” in comune) 3.Una quarta parte del materiale gli è proprio, a partire dai ricordi dell’infanzia, differenti rispetto a Lc.

19 Parrocchia Maria Ss. Assunta Per quanto riguarda il materiale utilizzato da Luca: 1.Il materiale proveniente da Marco lo segue con più fedeltà rispetto a Mt. 2.Gran parte del materiale presente in Mt., soprattutto i detti, viene utilizzato anche da Lc. (fonte “Q” in comune) 3.Metà del Vangelo consta di materiale proprio.

20 Parrocchia Maria Ss. Assunta  E’ il Vangelo del “Figlio di Dio”  Presenta una struttura essenzialmente “geografica” –Attività di Gesù in Galilea (cc. 1-8) –Il viaggio a Gerusalemme (cc. 8-10) –Avvenimenti a Gerusalemme: passione, morte e resurrezione (cc )  Si divide in due parti: Gesù Cristo- Figlio di Dio  Conclusione: 16,8 (l’attuale non è di Marco)

21 Parrocchia Maria Ss. Assunta

22  E’ il Vangelo dell’UNICO maestro  E’ costruito intorno a 5 grandi discorsi  Il tema dominante che dà unità a tutto il Vangelo è quello del “Regno”  Mantiene la struttura geografica di Marco: Galilea – viaggio - Gerusalemme

23 Parrocchia Maria Ss. Assunta

24  E il Vangelo del Salvatore misericordioso  Utilizza il materiale con maggiore fedeltà rispetto a Matteo  Distingue tre fasi nel ministero di Gesù: –Galilea (cc. 4-9) –Samaria (cc. 9-18) –Gerusalemme (cc )  Elemento unificatore delle due opere di Luca è Gerusalemme

25 Parrocchia Maria Ss. Assunta

26  VANGELO:questo termine, impiegato solo da Mc, posto all’inizio fa capire il suo intento che non si limiterà a raccontare ma che attraverso il racconto farà filtrare il messaggio.  Per Mc il Vangelo è il “racconto storico” su Gesù, utilizzato come mezzo espressivo del messaggio.  Divisione del Vangelo in due parti: –Gesù Cristo –Figlio di Dio

27 Parrocchia Maria Ss. Assunta  Caratteristica di Matteo: il suo Vangelo è una catechesi ecclesiale. La Chiesa è intesa come una comunità nella quale è presente Cristo.  La catechesi è tutta incentrata sul “FARE”. Ecco perché l’unico maestro è Gesù e non gli scribi.  Il fare consiste: –Nell’accogliere, attuare e diffondere il Regno di Dio –Nell’essere miti e misericordiosi come il Padre –Nel creare una comunità i fratelli.

28 Parrocchia Maria Ss. Assunta  PUNTO CENTRALE: il punto centrale dell’opera lucana (vangelo e Atti) è la SOTERIOLOGIA, cioè il tema della salvezza, tema da cui dipendono gli altri temi, quali la Cristologia e la Ecclesiologia.

29 Parrocchia Maria Ss. Assunta


Scaricare ppt "Parrocchia Maria Ss. Assunta • Il termine “Vangelo” proviene dal greco “euangèlion” che alla lettera vuol dire “annuncio di un avvenimento lieto e straordinario”."

Presentazioni simili


Annunci Google