La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Torino 19 Febbraio 2010 I servizi per la ricerca e linnovazione: modalità di accesso ai finanziamenti e regole del bando Giuseppe Benedetto Direttore Attività

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Torino 19 Febbraio 2010 I servizi per la ricerca e linnovazione: modalità di accesso ai finanziamenti e regole del bando Giuseppe Benedetto Direttore Attività"— Transcript della presentazione:

1 Torino 19 Febbraio 2010 I servizi per la ricerca e linnovazione: modalità di accesso ai finanziamenti e regole del bando Giuseppe Benedetto Direttore Attività Produttive Poli di innovazione

2 Torino 19 Febbraio 2010 Poli di innovazione - Fasi della misura 1^ programma annuale singole domande di finanziamento Valutazione 1^ programma Valutazione domande 2^ programma annuale Valutazione 2^ programma Finpiemonte ……… Comitato di Valutazione CALL INTERMEDIA SERVIZI ammissione a finanziamento ed erogazione

3 Torino 19 Febbraio 2010 Stato di avanzamento delle attività dei Poli invio progressivo dei piani rimodulati di attività da parte dei soggetti gestori ricezione e istruttoria delle domande da parte di Finpiemonte n. progetti completi ricevuti: 12 n. singole domande di finanziamento ricevute: 38 Finpiemonte termina listruttoria entro 30 gg dalla data di ricezione del cartaceo completo relativo alle n - domande afferenti il progetto il capofila è il referente responsabile del progetto 2^ FASE DI VALUTAZIONE PRIMI PROGRAMMI ANNUALI LE DOMANDE DEVONO ESSERE CARICATE TELEMATICAMENTE ENTRO IL 19 MARZO 2010

4 Torino 19 Febbraio ^ Fase di valutazione primi programmi annuali VALUTAZIONE DEI PROGETTI VALUTAZIONE DEI PROGETTI è effettuata dagli esperti tematici già coinvolti per la valutazione del primo programma annuale la valutazione di merito e lammissione a finanziamento vertono sullintero progetto: se la valutazione è complessivamente positiva, il singolo partner non può risultare escluso. In caso di criticità gravi, prima di esprimere un giudizio definitivo di non ammissibilità lesperto richiede modifiche e/o integrazioni la valutazione di congruità economica verte invece sulla singola domanda: lesperto, motivando la criticità, può rideterminare i costi del singolo partner VALUTAZIONE DEI SERVIZI VALUTAZIONE DEI SERVIZI è effettuata da uno o più esperti trasversali ai 12 i Poli il Comitato regionale ha definito una griglia di valutazione specifica e Finpiemonte redige una graduatoria finale delle domande

5 Torino 19 Febbraio ^ Fase di valutazione primi programmi annuali VALUTAZIONE PROGETTI VALUTAZIONE PROGETTI Criteri di valutazione a)qualità tecnico-scientifica del progetto b)qualità, idoneità tecnica e valore aggiunto della partnership c)ricadute e impatti attesi del progetto d)coerenza rispetto alla traiettoria progettuale e alla linea di sviluppo di appartenenza e)congruità e pertinenza dei costi del progetto Score 1 = molto basso 2 = basso 3 = medio 4 = buono 5 = molto buono Scala 1-5

6 Torino 19 Febbraio 2010 Obiettivi regionali e nuove opportunità per le imprese nei primi programmi è stata riscontrata unelevata prevalenza delle domande relative a progetti la Regione intende promuovere e incentivare laccesso ai servizi innovativi da parte delle imprese aggregate ai Poli: qualità del portafoglio e incidenza delle domande di servizi del Polo come elemento di giudizio nella valutazione dei successivi programmi annuali maggiore flessibilità di accesso: la riapertura dei termini del bando nuove opportunità per le imprese: aggiudicazione della gara open innovation (NineSigma) e apertura dei servizi per laccesso a reti internazionali della conoscenza domanda di servizi pari al 20% circa della domanda totale

7 Torino 19 Febbraio 2010 La nuova call intermedia - Iniziative ammissibili consiste in una riapertura temporanea dei termini del bando è finalizzata a consentire unintegrazione mirata della domanda già espressa nei primi programmi annuali le 7 tipologie di servizi innovativi previste dal Disciplinare studi di fattibilità inerenti a progettualità già incluse nel primo programma annuale (o nelle relative rimodulazioni) es. riformulazione di un progetto di ricerca in uno studio di fattibilità preliminare Non potranno pertanto essere presentati studi di fattibilità nuovi non già inclusi o non afferenti ad attività/progetti già compresi nel primo programma annuale La nuova call intermedia dedicata ai servizi: Potranno essere presentate domande di finanziamento relative a:

8 Torino 19 Febbraio 2010 Tipologie di servizi per la ricerca e linnovazione servizi di gestione della proprietà intellettuale servizi di technology intelligence servizi di supporto allideazione e allintroduzione sul mercato di nuovi prodotti/servizi servizi di supporto allutilizzo del design servizi per laccesso a reti internazionali della conoscenza mobilità di personale qualificato nella ricerca e innovazione servizi di supporto per le nuove imprese innovatrici Le PMI aggregate ai Poli possono accedere alle seguenti tipologie di servizi:

9 Torino 19 Febbraio 2010 La nuova call intermedia: dotazione finanziaria per incentivare laccesso ai servizi il Comitato regionale ha stabilito di stanziare una riserva limitata per gli studi di fattibilità

10 Torino 19 Febbraio 2010 Fasi operative della call intermedia DOMANDE RELATIVE AI SERVIZI DOMANDE RELATIVE AI SERVIZI 1^ FASE i soggetti gestori presentano alla Direzione Attività Produttive un sintetico programma dei servizi (avente struttura simile a quella del programma annuale) la valutazione preliminare è in capo al Comitato di valutazione regionale il soggetto gestore deve indirizzare le imprese verso servizi qualificati, avanzati e altamente innovativi, ed è responsabile di una verifica preliminare della qualità e coerenza del portafoglio di attività proposte 2^ FASE le imprese presentano le singole domande di finanziamento a Finpiemonte Finpiemonte è responsabile dellistruttoria formale e di merito e si avvale del supporto di uno o più esperti trasversali ai 12 Poli

11 Torino 19 Febbraio 2010 Fasi operative della call intermedia 1^ FASE 1^ FASE DOMANDE RELATIVE AI SERVIZI DOMANDE RELATIVE AI SERVIZI le domande sono valutate sulla base di una griglia di valutazione che prevede lattribuzione di punteggi e premialità per ciascuna tipologia di servizi, Finpiemonte redige una graduatoria finale per ogni beneficiario risulteranno finanziabili AL MASSIMO 3 DOMANDE * il limite di 3 domande non tiene conto delle domande presentate sul primo programma * le domande potranno essere riferite a progettualità nuove (purchè coerenti con il programma di attività del Polo) oppure già attivate

12 Torino 19 Febbraio 2010 Domande relative ai servizi - la griglia di valutazione

13 Torino 19 Febbraio 2010 DOMANDE RELATIVE A STUDI DI FATTIBILITA DOMANDE RELATIVE A STUDI DI FATTIBILITA i soggetti gestori anticipano alla Direzione Attività Produttive e a Finpiemonte il piano degli studi di fattibilità che saranno presentati 1^ FASE 2^ FASE le imprese presentano le singole domande di finanziamento a Finpiemonte Finpiemonte è responsabile dellistruttoria formale e di merito la valutazione confluisce nella 2^ fase di valutazione dei primi programmi gli esperti e i criteri di valutazione corrispondono a quelli individuati per i progetti Fasi operative della call intermedia

14 Torino 19 Febbraio 2010 La nuova call intermedia - Tempistiche 31/0330/0431/0530/06 1) i soggetti gestori presentano alla Direzione Attività Produttive il programma dei servizi 3) i soggetti aggregati presentano le domande a Finpiemonte 4) la graduatoria finale viene approvata 2) il Comitato regionale effettua la valutazione dei programmi dei servizi ENTRO IL 31 MARZO 2010 ENTRO IL 30 APRILE 2010 DAL 30 APRILE AL 31 MAGGIO 2010 ENTRO IL 30 GIUGNO 2010

15 Torino 19 Febbraio 2010 Poli di innovazione - Prossime fasi operative incontri qualitativi intermedi tra il Comitato regionale e i soggetti gestori presentazione dei secondi programmi annuali da parte dei soggetti gestori MAGGIO LUGLIO 2010 i soggetti gestori devono verificare lo stato di avanzamento del programma annuale lo stato di avanzamento del programma può essere verificato secondo le modalità ritenute più idonee (es. incontri periodici con gruppi di imprese) le spese sostenute* potranno essere rendicontate nellambito degli aiuti al funzionamento, sulla voce organizzazione di programmi di trasferimento di conoscenze … per il lavoro in rete tra i membri del Polo * Le attività si riferiscono al monitoraggio dellandamento generale dei progetti e delle attività del Polo: non includono il monitoraggio amministrativo o delle rendicontazioni


Scaricare ppt "Torino 19 Febbraio 2010 I servizi per la ricerca e linnovazione: modalità di accesso ai finanziamenti e regole del bando Giuseppe Benedetto Direttore Attività"

Presentazioni simili


Annunci Google