La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

17 marzo 2009 Nuove modalità operative per liscrizione dei lavoratori alla lista di mobilità L. 223/91.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "17 marzo 2009 Nuove modalità operative per liscrizione dei lavoratori alla lista di mobilità L. 223/91."— Transcript della presentazione:

1 17 marzo 2009 Nuove modalità operative per liscrizione dei lavoratori alla lista di mobilità L. 223/91

2 2 2 Gestione della lista di mobilità: riferimenti normativi Legge Regionale 28 settembre 2006 n art. 4, comma 2, lettera e ….attribuisce in via esclusiva alle Province le funzioni amministrative concernenti la gestione delle liste di mobilità di cui alla L. 223/91 e L. 236/93 - art. 8, comma 2 …..attribuisce alla Commissione Regionale per le politiche del lavoro e della formazione lapprovazione delle liste regionali dei lavoratori in mobilità di cui alla L. 223/91 e L. 236/93 Decreto Regionale n 8259 del 24/07/2008 Approvazione delle modalità operative delle funzioni attribuite alle Province in materia di mobilità, in attuazione della LR 22 ….stabilisce, altresì, che lo svolgimento delle attività gestionali da parte delle Province decorra dal 1 gennaio 2009 Nota della D. G. Istruzione Formazione e Lavoro del 18/11/2008 ….posticipa al 1 aprile 2009 lavvio della predisposizione delle liste provinciali dei lavoratori in mobilità

3 3 3 Istituto della mobilità: fasi e procedure FASE SINDACALE La procedura prende avvio con lobbligo da parte del datore di lavoro di inviare formale comunicazione di apertura della procedura di mobilità alle rappresentanze sindacali aziendali; alle rispettive associazioni di categoria ovvero, in loro assenza, alle associazioni di categoria aderenti alle confederazioni maggiormente rappresentative sul piano nazionale; allAgenzia Regionale per lIstruzione, la Formazione e il Lavoro A.R.I.F.L. competente, per conto della Regione Lombardia, a ricevere la dichiarazione di avvio procedura di mobilità se la procedura interessa una o più unità produttive dislocate nel territorio lombardo; al Ministero del Lavoro se la procedura investe unità produttive ubicate in più regioni.

4 4 4 Istituto della mobilità: fasi e procedure FASE ISCRIZIONE DEI LAVORATORI ALLA LISTA DI MOBILITÀ Esaurita la fase sindacale, qualunque sia lesito, entro 120 gg dalla data di sottoscrizione dellaccordo, il datore di lavoro ha facoltà di collocare in mobilità i dipendenti eccedenti comunicando per iscritto a ciascuno di essi il recesso nel rispetto dei termini di preavviso. Contestualmente lelenco dei lavoratori collocati in mobilità deve essere inviato alla Provincia nel cui territorio è ubicata lunità produttiva interessata alla procedura.

5 5 5 Iscrizione dei lavoratori nella lista di mobilità Per liscrizione dei lavoratori nella lista di mobilità il datore di lavoro invia una comunicazione alla Provincia nel cui territorio è ubicata lunità produttiva interessata alla procedura. Se la procedura interessa unità produttive dislocate in più province della Regione Lombardia il datore di lavoro dovrà trasmettere la comunicazione ad ogni singola provincia. La comunicazione sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio deve contenere: - dichiarazione del datore di lavoro attestante il possesso del requisito occupazionale di cui allart. 1 comma 1 della L.223/91 nel semestre antecedente lavvio della procedura (più di 15 dipendenti); -lindicazione delle modalità con le quali sono stati applicati i criteri di scelta di cui allart. 5 comma 1 della L.223/91 ad eccezione della causale cessazione di attività; - esclusivamente nel caso di mancato accordo e per la causale riduzione di personale, dichiarazione attestante che nel collocare in mobilità i lavoratori è stato garantito il rispetto dell art. 6, comma 5 bis, della L.236/93.

6 6 6 Documentazione da inviare in Provincia Alla comunicazione, dovranno essere allegati i seguenti documenti: scheda azienda debitamente timbrata e firmata dal legale rappresentante schede lavoratori da collocare in mobilità debitamente timbrate e firmate dal legale rappresentante (ciascuna Provincia dovrà ricevere solo le schede dei dipendenti che prestavano attività lavorativa in una o più unità produttive ubicate nel proprio ambito territoriale) copia dellaccordo sindacale o copia del verbale di esame congiunto in sede pubblica; copia della ricevuta del versamento dovuto allInps, limitatamente alle fattispecie previste dalle vigenti disposizioni, o dichiarazione attestante le motivazioni per le quali non si è proceduto al versamento; estremi degli eventuali Decreti Ministeriali di concessione del trattamento C.I.G.S.

7 7 7 Documentazione da inviare in Provincia Se i licenziamenti dei lavoratori avvengono in periodi differenti, il datore di lavoro trasmette la prima volta tutta la documentazione prima indicata. Nelle comunicazioni successive produrrà solo i documenti relativi a: 1. modalità di applicazione dei criteri di scelta 2. scheda azienda 3. scheda lavoratore

8 8 8 Istituto della mobilità: fasi e procedure FASE VALIDAZIONE E APPROVAZIONE DELLA LISTA DI MOBILITÀ Al termine dellinserimento dei dati nel sistema informativo Sintesi la Provincia redige la lista provinciale ed entro il 15 di ogni mese provvede alla sua validazione per la conseguente messa in disponibilità dei dati sul sistema informativo. Se nel corso della fase istruttoria dovessero emergere casi dubbi questi verranno portati allattenzione delle Parti Sociali per un approfondimento prima dellinserimento in lista. La Regione, dopo tale termine, accederà ai sistemi provinciali Sintesi per lassemblaggio delle liste provinciali da portare allapprovazione della Sottocommissione Regionale Mobilità e provvederà a comunicare alle Province e allInps gli estremi dellapprovazione delle liste stesse.

9 9 9 Iscrizione in lista di mobilità: flusso operativo Lista mobilità L. 223/91 Il datore di lavoro invia la comunicazione alla Provincia ENTRO LULTIMO GIORNO DEL MESE Inserimento lavoratori in lista provinciale fino a 3 gg lavorativi antecedenti il 15 del mese _________ Eventuale approfondimento casi dubbi Il 15 di ogni mese Validazione con Atto Provinciale Approvazione da parte della Sottocommissione Regionale Mobilità delle Liste Provinciali

10 10 Ammortizzatori Sociali: flusso operativo TIPOLOGIA STRUMENTO TERMINE PRESENTAZIONE ISTANZA SVOLGIMENTO ESAME CONGIUNTO ACCORDO TESSILE Entro lultimo giorno del mesela 1° settimana del mese successivo Max entro il 10° giorno del mese ACCORDO QUADRO REGIONALE Entro lultimo giorno del mesela 2° settimana del mese successivo Entro il 15 del mesela 4° settimana del mese ACCORDO CRISI MALPENSA Entro lultimo giorno del mesela 2° settimana del mese successivo Entro il 15 del mesela 4° settimana del mese GESTIONE LISTA DI MOBILITÀ LISTA MOBILITA 223 Il datore di lavoro invia la comunicazione alla Provincia Entro lultimo giorno del mese Inserimento lavoratori in lista provinciale fino a 3 gg lavor. antecedenti il 15 del mese - Eventuali approfondimenti Casi Dubbi - Il 15 di ogni mese Validazione lista con Atto Provinciale Approvazione liste provinciale da parte della Sottocommissione Regionale Mobilità


Scaricare ppt "17 marzo 2009 Nuove modalità operative per liscrizione dei lavoratori alla lista di mobilità L. 223/91."

Presentazioni simili


Annunci Google