La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SILSIS – Pavia - Area 3 Laboratorio di Glottodidattica Lapproccio lessicale nel sillabo di lingua straniera unità 5 Stefano Rastelli,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SILSIS – Pavia - Area 3 Laboratorio di Glottodidattica Lapproccio lessicale nel sillabo di lingua straniera unità 5 Stefano Rastelli,"— Transcript della presentazione:

1 SILSIS – Pavia - Area 3 Laboratorio di Glottodidattica Lapproccio lessicale nel sillabo di lingua straniera unità 5 Stefano Rastelli,

2 Laboratorio di Glottodidattica 1. principi di organizzazione del lessico Capitolo V, p. 67 in genere per organizzare il lessico si usa riferirsi ai principi di argomento e situazione Food You are having a meal at home with a friend. One of you will probably say these things during the evening. Guest or Host? No, thanks, it's lovely but I'm fine Oh, go on then, just a drop This looks lovely. Did you do it yourself? Shall we eat? Sugar? Now, what can I get you? Don't wait for me Make yourself at home Goodness, is that the time? Administration Which of these words is not usually used with form? application order supply registration duplicate

3 Laboratorio di Glottodidattica 2. principi di organizzazione del lessico per organizzare il lessico ci si può anche riferire al principio della "nozione" o "idea" (in un senso leggermente più ampio di come in genere tale termine viene interpretato nell'approccio comunicativo) Scusarsi I'm sorry, I ws miles away I'm sorry about yesterday. I was out of order I shouldn't have told her. I'm really sorry I brought you a few flowers I hope you'll let me pay for the damages Don't worry, it wasn't your fault

4 Laboratorio di Glottodidattica 3. principi di organizzazione del lessico uno dei principi di organizzazione più forti è la metafora quando una metafora è identificata, l'apprendente può sfruttare il ground e addentrarsi verso espressioni mai viste la rabbia il tempo

5 Laboratorio di Glottodidattica 4. principi di organizzazione del lessico un'altro principo di organizzazione del lessico è la persona (grammaticale) siamo abituati a fare fare esercizi cambiando le persone (io, tu, lui ecc.) l'Approccio Lessicale inverte il paradigma: cambiare la persona produce frasi molto strane I'll see you tomorrow > *You'll see me tomorrow I haven't seen you for ages. Tou're looking well > *..him...he p.73 "Changing the grammatical person does not produce pragmatic equivalents" "Learners' classroom language rerely has the I_centric quality of everyday usage"

6 Laboratorio di Glottodidattica 5. principi di organizzazione del lessico un'altro principo di organizzazione del lessico è il phonological chunking la prassi del "citation form of a word" è deleteria I'm getting up at six tomorrow Qual è il verbo della frase?

7 Laboratorio di Glottodidattica 6. principi di organizzazione del lessico un'altro principo di organizzazione del lessico è il phonological chunking la prassi del "citation form of a word" è deleteria I'm getting up at six tomorrow Qual è il verbo della frase?

8 Laboratorio di Glottodidattica 7. principi di organizzazione del lessico Il quaderno delle parole (notebook) l. scoraggiare l'inclusione di ogni parola nuova 2. ogni parola inserita deve essere recuperata immediatamente dall'apprendente a domanda 3. l'input va strutturato secondo alcuni principi organizzativi 4. deve essere L2>L1 piuttosto che il contrario 5. il tempo in classe deve essere speso non tanto per registrare il nuovo lessico ma per organizzarlo 6. deve essere pensato soprattutto per un uso individuale e autonomo 7. l'insegnante deve sapersi muovere agilmente da un tipo lessicale a un altro e deve insegnare agli studenti a ri-organizzare le liste trasversalmente secondo nuovi principi: ad es., greetings, misunderstandings, my feelings, expressions of place

9 Laboratorio di Glottodidattica 8. principi di organizzazione del lessico Il quaderno delle parole (notebook) se vogliamo che gli studenti imparino segmenti di parole, allora dovremmo incoraggiare l'uso di strumenti di visualizzazione diversi dal classico "due parole" dismissobjection express meet raise withdraw

10 Laboratorio di Glottodidattica 9. principi di organizzazione del lessico Il quaderno delle parole (notebook) "the language should be edited before being recorded. The idea is not fill the box with any words which could collocate but to selectively record only those which collocate strongly or frequently.. are useful to the individual learner's specific needs or interests" muchbetter slightly marginally significantly

11 Laboratorio di Glottodidattica 10. principi di organizzazione del lessico Il quaderno delle parole (notebook) contextual opposites: gli opposti tradizionalmente registrati non rendono il senso delle parole nella vita reale (non sono UL) an old/new friend a good/poor result oppositeadjectivenoun sillybrightidea cushychallengingjob slightserioushindrance

12 Laboratorio di Glottodidattica 11. principi di organizzazione del lessico Il quaderno delle parole (notebook) collocation cascades "nome-chiave" più "verbo-collocato" prices rose > fell > fluctuated > what else can prices do?

13 Laboratorio di Glottodidattica 12. principi di organizzazione del lessico Il quaderno delle parole (notebook) espressioni semi-fisse in formato vario I should emphasise point out draw your attention to the fact remind you explain ci ricordano che la lingua è un equilibrio tra potenzialità generativa delle regole e limitazioni imposte dal lessico

14 Laboratorio di Glottodidattica 13. esercizi sul LA Gli esercizi (attività&esercizi) devono essere basati su materiali non solo corretti, ma soprattutto di alto uso. Deve essere una lingua probabile e che abbia senso. "grammar tend to become lexis as the event becomes more probable" (p.90)

15 Laboratorio di Glottodidattica 14. esercizi sul LA 1. identificazione di chunks 2. matching 3. completing (fill-in-the-blanks) 4. sequencing 5. deleting molti esercizi possono essere simili a quelli già visti nei libri di testo. Ma qui è il focus è sul lessico e non sulle proprietà strutturali del linguaggio

16 Laboratorio di Glottodidattica 15. esercizi sul LA Laboratorio Costruire un esercizio usando come risorsa il mensile Easy Milan

17 Laboratorio di Glottodidattica 16. esercizi sul LA Laboratorio Costruire un esercizio usando come risorsa una qualsiasi lettura nella L2 che trovate in un testo regolarmente usato in classe.

18 Laboratorio di Glottodidattica 17. esercizi sul LA Laboratorio Costruire un esercizio usando come risorsa un esercizio strutturale-grammaticale che trovate in un testo di L2 usato in classe.

19 Laboratorio di Glottodidattica 18. esercizi sul LA Laboratorio Costruire un esercizio usando come risorsa l'italiano L2 e questa lista di unità polirematiche


Scaricare ppt "SILSIS – Pavia - Area 3 Laboratorio di Glottodidattica Lapproccio lessicale nel sillabo di lingua straniera unità 5 Stefano Rastelli,"

Presentazioni simili


Annunci Google