La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TAVOLA ROTONDA: il riconoscimento delle tecnologie nel sistema DRG: limiti ed opportunità nella versione CMS 24.0 e progetto di sviluppo degli IT-DRG TAVOLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TAVOLA ROTONDA: il riconoscimento delle tecnologie nel sistema DRG: limiti ed opportunità nella versione CMS 24.0 e progetto di sviluppo degli IT-DRG TAVOLA."— Transcript della presentazione:

1 TAVOLA ROTONDA: il riconoscimento delle tecnologie nel sistema DRG: limiti ed opportunità nella versione CMS 24.0 e progetto di sviluppo degli IT-DRG TAVOLA ROTONDA: il riconoscimento delle tecnologie nel sistema DRG: limiti ed opportunità nella versione CMS 24.0 e progetto di sviluppo degli IT-DRG IL RICONOSCIMENTO E LA REMUNERAZIONE DELLE TECNOLOGIE CON I DRG: IL CASO DEI MEDICAL DEVICES (MD) Marino Nonis Direttore Sanitario Ospedale Cristo Re, Roma

2 PARTE PRIMA: REMUNERAZIONE DI RICOVERI E MEDICAL DEVICES IN ITALIA

3 INCENTIVI PER TIPO DI REMUNERAZIONE

4 FINANZIAMENTO ATTIVITA DEL SSN (ex art. 8-sex. 502/92) DEL SSN (ex art. 8-sex. 502/92) ATTIVITA ex COMMA 4 ATTIVITA ex COMMA 4 FUNZIONI ex COMMA 2 Pagamento a prestazione Finanziamento per COSTI Degenze ospedaliere ordinarie e DH Specialistica ambulatoriale PAGAMENTO PER TARIFFE ASSISTENZA: a forte integr. a forte integr.H-territorio; elevato grado personalizzaz.; elevato grado personalizzaz.; sperimentali sperimentali … … PAGAMENTO A FUNZIONE SOGGETTI ACCREDITATI CHE EROGANO ASSISTENZA (Ospedali in primis)

5 Il modello italiano è oggi caratterizzato da più sistemi di remunerazione in quanto: - Coesistono almeno due modalità di finanziamento (a funzione e a prestazione), con incentivi diversi; - Diversa è lapplicazione tra soggetti pubblici e privati; - Di fatto i modelli di remunerazione sono tanti quanti le Regioni, che hanno potestà in materia sanitaria. PIÚ SISTEMI DI REMUNERAZIONE

6 A proposito di DRG ed ICD-9-CM ecco alcuni numeri e medie, riferite alla versione 24: 1. Numero medio di codici di diagnosi per DRG: /538 = 23,1 2. Numero medio di codici di procedura e/o inter- vento per DRG chirurgico: 3.733/255 = 10,7 Significa che, mediamente, con ununica tariffa si rimborsano 23,1 patologie e/o 10,7 atti medico- chirurgici diversi. SISTEMA DRG/ROD: ALCUNI NUMERI E MEDIE

7 I MEDICAL DEVICES (MD) I dispositivi medici rappresentano una componente significativa e dinamica della spesa sanitaria In alcuni casi essi costituiscono una quota importante del costo del percorso di cura ospedaliero (ma sono i pochi dati disponibili a riguardo – p.e. gli studi ad hoc della Regione Lombardia) Tale quota varia sensibilmente, allinterno di un determinato DRG, in ragione della specifica procedura considerata

8 Va sottolineato inoltre come la tariffa associata a ciascuno dei CMS-DRGs si riferisca al costo medio dellassistenza per tutti i pazienti attribuiti allo stesso DRG, con lassunzione implicita che la variabilità interna a ciascun DRG si neutralizzi a livello di singolo DRG o comunque nellambito del case-mix dellintero ospedale che costituisce leffettiva unità di finanziamento. SISTEMA DRG/ROD: RILEVANZA DELLA SCELTA

9 Empiricamente, a livello di singole casistiche (di aziende o reparti) si potranno verificare tre situazioni: - I costi medi effettivamente coincidono con la tariffa del DRG e la tipologia dei codici non ha effetti economici(CASO A); - I costi medi sono decisamente inferiori alla tariffa del DRG, ovvero prevalgono codici leggeri o meno complessi (CASO B); - I costi medi sono decisamente superiori rispetto alla tariffa del DRG, ovvero prevalgono codici pesanti o più complessi (CASO C); ANALISI INTRA-DRG

10 ANALISI INTRA-DRG: CASO A E questa la situazione ideale (o comunque compensata), in cui tariffa e costi medi coincidono. Anche dal punto di vista della selezione o prevalenza della patologia trattata e/o procedure praticate, possiamo assumere che esista coincidenza o non significativa differenza con la MEDIA del DRG. Tariffa/Media Costi Costi

11 ANALISI INTRA-DRG: CASO B I costi medi sono significativamente inferiori rispetto alla tariffa. Può indicare una particolare efficienza operativa dellerogatore, che minimizza i costi unitari ovvero una casistica prevalente di pazienti iso-DRG a complessità minore o con procedure di minor impegno (p.e. senza MD) o infine una combinazione dei casi precedenti Tariffa/Media Costi Costi

12 ANALISI INTRA-DRG: CASO C I costi medi sono significativamente superiori rispetto alla tariffa. O per particolare inefficienza operativa dellerogatore o per condizioni che massi- mizzino i costi unitari o per trattamento pre- valente di pazienti iso- DRG a complessità maggiore o con procedure più impegnative (p.e. senza MD), o infine per combinazione dei casi precedenti Tariffa/Media Costi Costi

13 Per poter riconoscere e distinguere i CASI tra A, B o C è necessario considerare i singoli codici ICD- 9-CM e quindi utilizzare correttamente gli items contenuti nella SDO. Sarebbe quindi indispensa- bile conoscere la distribuzione dei codici nella popolazione che è stata presa a riferimento per definire quella media dei costi. P.e. I DRG , sono determinati da 53 specifici interventi su cuore e vasi, con o senza utilizzo di Medical Devices. TARIFFE E RICONOSCIMENTO DELLE TECNOLOGIE

14 CODICI ICD-9-CM DI MD IN AMBITO CARDIOVASCOLARE

15 Le possibili discrasie hanno avuto, nel caso in cui la tecnologia consistesse in un medical device (ricadendo nella tipologia CASO C) essenzialmente due soluzioni tariffarie: a)Tutti i costi erano comunque considerati dalla tariffa del DRG, per cui nessuna remunerazione aggiuntiva; b)Remunerazione aggiuntiva per il medical device impiegato. SOLUZIONI ADOTTATE Evidenti gli effetti sul governo dellinnovazione di politiche tariffarie di tipo a) rispetto a b)

16 PARTE SECONDA: ALCUNE CARATTERISTICHE DELLESPERIENZA STATUNITENSE E POSSIBILI SVILUPPI IN ITALIA

17 LE REGOLE DI MEDICARE La tariffa DRG è onnicomprensiva, con leccezione dei compensi dei medici Include anche il costo dei MD, anche se per alcuni casi possono essere richiesti rimborsi di tipo straordinario. Lospedale quindi richiede un pagamento per loutlier per coprire tali costi memo.pdf memo.pdf Dato che lutilizzo dei MD è coperto dai DRG, diversi produttori tentano di candidarsi per ottenere un rimborso extra-tariffa aggiuntivo. A questo scopo, è definita una procedura _New_Technology_Application_Final.pdf. È però raro che Medicare approvi tale candidatura. Infatti, solo 2-3 MD sono ad oggi eligibili per un rimborso extra tariffa _New_Technology_Application_Final.pdf Se gli ospedali codificano correttamente lutilizzo del MD, nel tempo Medicare rileva tale fenomeno (esempio utilizzo nuove tecnologie) e ne tiene conto nellaggiornamento frequente di tariffe e pesi Ma… Occorre tenere conto del fatto che il mercato dei MD è in tale contesto prevalente- mente di outpatients (extra- Medicare ed extra-DRG).

18 IL CAMPIONE DI RIFERIMENTO Dallintroduzione del sistema PPS basato sui DRG nel 1983, è a disposizione degli operatori un campione dei ricoveri (dalle SDO degli ospedali per acuti) rappresentativo di tutta lattività, generalmente disponibile mesi dopo il riferimento.

19 PROCEDURA CONSOLIDATA DI AGGIORNAMENTO DEI PESI RELATIVI Sono consolidate le numerose, cicliche e standardizzate procedure che regolano la definizione degli aggiornamenti e dei pesi relativi (RW) dei CMS-DRG a garanzia di Medicare e degli stakeholders; pleonastico ricordare che i CMS-DRG sono solo uno dei tanti sistemi di rimborso. Un ospedale USA, mediamente gestisce una trentina di modalità di pagamento diverse.

20 Con il DM e con laggiornamento della classificazione alla vs. CMS-24.0, assume un ruolo di primo piano la definizione e l aggiornamento delle regole di finanziamento delle tecnologie e della innovazione. La leva tariffaria ha infatti una particolare efficacia nell orientare i comportamenti degli attori della rete ospedaliera ma, ad oggi, non e stato possibile promuovere indagini nazionali utili a verificare in quale misura le tariffe adottate possano creare incentivi-disincentivi non desiderati in presenza di un finanziamento a DRG LOCCASIONE DELLAGGIORNAMENTO DI DRG & TARIFFE

21 Non esiste inoltre un monitoraggio normativo mirato sulle soluzioni adottate dalle singole regioni per il finanziamento, controllo e accesso al mercato di specifiche tecnologie. Senza un monitoraggio sul piano normativo delle azioni regionali risulta difficile interpretare il dato e i fenomeni sanitari tracciati dai flussi informativi (attività e consumi). Tecnologia A Tecnologia B Tecnologia C Tecnologia D

22 LO SCOSTAMENTO TRA TARIFFE E COSTI DI SINGOLE STRUTTURE La tariffa onnicomprensiva dei DRG è determinata sulla base di una ipotesi di costo medio, ma il costo effettivo sostenuto dallo specifico ospedale nella sua erogazione può discostarsi anche sensibilmente in ragione di fattori quali un diverso mix di procedure o di impiego di MD. Per esempio, il DRG 004 interventi sul midollo spinale (eliminato nella v. 24) può comprendere un mix differente in proporzioni di interventi nella struttura dei costi come: Decompressione del canale cervicale Artrodesi cerebrale Collocazione di neurostimolatori

23 COSTI MEDI DIVERSI POSSONO DERIVARE DA MEDIE DIVERSE (PER STRUTTURA O MIX) Quale è la distribuzione % delle diverse procedure nel campione utilizzato per definire la tariffa?

24 1. ESISTENZA DI UN CAMPIONE DI RIFERIMENTO E necessario che anche in Italia sia noto il campione di casi e/o di ospedali, significativamente rappresentativi della ns realtà su cui si basano le tariffe, ovvero da cui si ricostruiscano i costi delle singole prestazioni DRG correlate. Il campione ideale oltre che noto dovrebbe essere di facile lettura e ripartibile tra le diverse voci di costo (p.e. si dovrebbe conoscere la media della voce costo del personale medico o non medico ecc.)

25 Fonte: Orthopedic Network News, July Esempi in ambito cardiologico... Esempi in ambito ortopedico IMPORTANZA DELLA COMPOSIZIONE DELLA CASISTICA DI RIFERIMENTO…

26 2. POSSIBILE RIPARTIZIONE DELLA TARIFFA IN ALCUNE MACROAREE Una volta nota la casistica di riferimento, occorre conoscere, DRG per DRG, le principali voci di costo inerenti, p.e. le seguenti macroaree: 1. Personale medico; 2. Altro personale 3. Costi generali diretti 4. Costi del materiale consumabile (farmaci, presidi e/o dispositivi medici) 5.Costi dei servizi necessari allepletamento del DRG.

27 2.1. OTTENERE COSI UNA MATRICE DI RIPARTIZIONE DRG N° PERS. MED. ALTRO PERS. COSTI GEN. MAT. CONS. COSTI SERVIZI TOTALE A B (X)PMAPCGMCCSTOT E evidente che una siffatta scomposizione permette senzaltro una maggiore EQUITA e consente al programmatore di meglio modulare anche singole e specifiche aree di costo (si pensi al personale medico in Casa di Cura, p.e.)

28 2.2.CON QUESTO NON IMPOSSIBILE PERCORSO I. Definizione disegno e organizzazione dello studio II. Acquisizione dei dati elementari per lo studio III. Sviluppo delle analisi e produzione del rapporto di ricerca IV. Sviluppo delle raccomandazioni e degli standard Conoscenza e condivisione della metodologia da parte dei referenti scientifici Definizione degli obiettivi specifici Disegno del campione e definizione modalità arruolamento degli ospedali collaboranti Revisione letteratura e materiale internazionale esistente Indagine desk sui dispositivi medici selezionati Documento descrittivo del progetto e della metodologia Realizzazione del database validato per le analisi Scrittura di procedure Redazione di un rapporto di analisi Acquisizione dei dati di ricovero Valutazione e soluzione di problematiche specifiche (esempio disomogeneità utilizzo codici di procedura) Ad hoc per il recupero dei dati di consumo e di prezzo per i dispositivi medici selezionati Eventuale ad hoc su altre variabili di interesse (strutturali...) Tempi di sviluppo del progetto: 12 mesi Analisi delle SDO Analisi dei dati di consumo vs volumi di procedure Analisi – simulazioni di tipo economico sulle strutture Definire e sottoporre a consenso raccomandazioni di politica tariffaria Definire e sottoporre a consenso modalità omogenee raccomandate di codifica delle procedure Definire e sottoporre a consenso le modalità di monitoraggio e revisione dello studio Documento con racco- mandazioni su politica tariffaria, codifiche e modalità di monitoraggio e revisione

29 2.3. ADEGUATA SPERIMENTAZIONE ED USO DI UN MODELLO UNICO NAZIONALE (con specifiche, controllabili applicazioni regionali) Questo modello consentirebbe di mantenere invariati gli attuali debiti informativi, valorizzando alcuni specifici outputs. Ovviamente necessaria una verifica in funzione della struttura dellofferta propria di ogni regione; Andrebbe ristudiata la T.U.C. e le modalità di compensazione inter-regionali, cercando di restituire maggiore omogeneità e perequazione al sistema; Con lobiettivo di giungere ad un modello unico nazionale, con specifiche, controllabili applicazioni regionali.

30 Dopo 15 anni di applicazione dei DRG, si tratta di sfruttare a pieno le potenzialità dei sistemi di classificazione (ICD-9-CM e DRG), ma soprattutto di Cartella Clinica e Scheda di Dimissione Ospedaliera, base di ogni evidenza per processi di programma- zione e miglioramento della qualità in sanità. Grazie dellattenzione


Scaricare ppt "TAVOLA ROTONDA: il riconoscimento delle tecnologie nel sistema DRG: limiti ed opportunità nella versione CMS 24.0 e progetto di sviluppo degli IT-DRG TAVOLA."

Presentazioni simili


Annunci Google