La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 1. 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 2 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento Lallocazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 1. 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 2 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento Lallocazione."— Transcript della presentazione:

1 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 1

2 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 2 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento Lallocazione delle risorse e la pianificazione triennale Le modalità di acquisizione delle risorse umane Il sistema incentivante e di valutazione La formazione

3 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 3 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento La pianificazione triennale Le modalità di acquisizione delle risorse umane Il sistema incentivante e di valutazione La formazione

4 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 4 La politica per LA QUALITÀ E UNA MAGGIORE PRODUTTIVITÀ pone gli utenti al centro e investe sulle risorse umane Si esplicita in un percorso di sistema – coerente, comunicato e condiviso volto alla migliore soddisfazione dellutenza e a una maggiore produttività - che identifica: Gli obiettivi di miglioramento, in termini di prestazioni e di qualità Gli obiettivi di miglioramento, in termini di prestazioni e di qualità Gli obiettivi di cambiamento (per lo sviluppo o per soluzioni radicali a processi critici, o per riorganizzazione secondo nuove logiche di funzionamento) Gli obiettivi di cambiamento (per lo sviluppo o per soluzioni radicali a processi critici, o per riorganizzazione secondo nuove logiche di funzionamento) Il percorso comprende più interventi proposti e utilizza in modo forte la tecnologia disponibile e i servizi web Gli interventi sono necessariamente graduali, esigono partecipazione e risposta costruttiva Gli interventi comprendono le fasi di programmazione, gestione, monitoraggio, valutazione di efficienza ed efficacia, ma anche le azioni correttive ( ALLEGATO N. 1)

5 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 5 utilizzo del posizionamento e dei modelli di benchmarking diffusione delle logiche sottese agli standard ISO 9000 per i servizi e ai sistemi di accreditamento (requisiti minimi o di eccellenza, questionari di soddisfazione, autovalutazione, carta dei servizi) sistema di budget (responsabilità di programmi – risorse- tempi - risultati) approccio per processi e per progetti, responsabilizzazione, coinvolgimento e partecipazione (incarichi per processi trasversali o progetti) utilizzo della tecnologia per semplificare i processi (per le relazioni fra uffici e linterattività con gli utenti) e dei data base per il supporto formazione valutazione rispetto ai risultati (dei dirigenti e del personale, ma anche delle strutture) (ALLEGATO N. 2) GLI STRUMENTI PER LA QUALITÀ E MAGGIORE PRODUTTIVITÀ

6 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 6 Su ogni punto ci sono esperienze significative in atto: Processi di autovalutazione dei corsi e partecipazione al progetto Good Practices Sistema di budget con programmazione triennale (all. 1.4) Rilevazione processi (trasparenza, analisi) all. 1.1 e 1.2 scheda e sintesi all 1.1 scheda rilevazione.xls all 1.1 scheda rilevazione.xls all 1.2 Per Ateneo_processi.xls all 1.2 Per Ateneo_processi.xls Riorganizzazione di alcuni servizi e proposte dei gruppi di lavoro per revisione dei processi critici o da ottimizzare (all 1.3) all 1.3 GdL attivi.xls all 1.3 GdL attivi.xls Progetti sui data base e sulla fruibilità dei dati (Data warehouse per il personale, anagrafe della ricerca e degli studenti, stage, accordi internazionali,…) Valutazione dei risultati (prestazioni) Mirati corsi di formazione (ALLEGATO N. 3) Strumenti

7 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 7 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento La pianificazione triennale Le modalità di acquisizione delle risorse umane Il sistema incentivante e di valutazione La formazione

8 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 8 Modello di funzionamento - Le possibili prospettive per logiche di sistema e di rete: a) POLI per il supporto ORGANIZZATIVO, volti alla gestione unificata dei servizi amministrativi e logistici e dei processi di supporto alla didattica, consentirebbero: a) POLI per il supporto ORGANIZZATIVO, volti alla gestione unificata dei servizi amministrativi e logistici e dei processi di supporto alla didattica, consentirebbero: - di razionalizzare le risorse finanziarie, di spazi e anche umane, - di integrare/associare competenze, - di facilitare la formazione specialista e la professionalità dei dipendenti - di creare valore aggiunto per i servizi erogati b) enfasi sul PRESIDIO DEI PROCESSI dal punto di vista della responsabilizzazione, che può prescindere dalla dipendenza gerarchica/funzionale del personale b) enfasi sul PRESIDIO DEI PROCESSI dal punto di vista della responsabilizzazione, che può prescindere dalla dipendenza gerarchica/funzionale del personale c) affermazione dellINTEGRAZIONE DEI DIVERSI RUOLI verso gli obiettivi/risultato come valore dellAteneo (ALLEGATO N. 4)

9 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 9 la struttura organizzativa attuale: All. 2.1 Struttura organizzativa ateneo gennaio 2007 All. 2.2 Struttura organizzativa amministrazione dicembre 2006

10 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 10 Il modello di funzionamento – ipotesi Logiche di rete e di sistema: All. 2.3 Struttura organizzativa ateneo con proposta poli all 2.3 struttura ateneo prospettiva.doc all 2.3 struttura ateneo prospettiva.doc

11 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 11 Modello di funzionamento – ipotesi Logiche di rete e di sistema: per lamministrazione per lamministrazione All. 2.4 Struttura organizzativa amministrazione di riferimento all 2.4 rivisto con fb.doc all 2.4 rivisto con fb.doc

12 22/01/0712 Seguendo principi organizzativi quali: -Riduzione della frammentazione e riorganizzazione servizi -Diffusione delle posizioni organizzative (collegate a meritocrazia) Vedi all all 2.5 Posizioni rivisto fb.xls Vedi all all 2.5 Posizioni rivisto fb.xlsall 2.5 Posizioni rivisto fb.xlsall 2.5 Posizioni rivisto fb.xls -Condivisione e partecipazione (un esempio i gruppi di lavoro interfunzionali e interstrutturali) e stile di leadership della dirigenza e dei quadri e stile di leadership della dirigenza e dei quadri -Introduzione delle misure dei servizi erogati e valutazione -Formazione come leva (ALLEGATO N. 5)

13 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 13 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento Lallocazione delle risorse e la pianificazione triennale Le modalità di acquisizione delle risorse umane Il sistema incentivante e di valutazione La formazione

14 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 14

15 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 15

16 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 16 La scheda di rilevazione utilizzata (in allegato) risponde alle finalità di: - rilevare le esigenze di risorse attraverso un documento comune per tutte le strutture che metta in luce i punti di forza e di debolezza, le motivazioni delle richieste di nuove risorse o di Pev - rilevare le esigenze di risorse attraverso un documento comune per tutte le strutture che metta in luce i punti di forza e di debolezza, le motivazioni delle richieste di nuove risorse o di Pev - consentire una analisi degli impegni di risorse già disponibili a fronte dei processi gestiti - consentire una analisi degli impegni di risorse già disponibili a fronte dei processi gestiti - collegare le richieste direttamente al valore aggiunto programmato (ALLEGATO N. 8)

17 22/01/07 ORGANICO – STATO ATTUALE ALLEGATO N. 9 ORGANICO – STATO ATTUALE ALLEGATO N. 9 STATO ATTUALE PER TIPOLOGIE R.U.PRESENTI SITUAZIONE al 12 settembre 2006 Organico in servizio T.DET.Nuovi posti assegn ati o in corso total e 1 %cococ o dichia rate dalle strutt ure Prossi mi volont ari studen ti 150 h FTE outsou rcing (fte stima) tot RU % POLO ECONOMICO %4,544,6 74,1 11,0 % POLO UMANISTICO %844,3 78,3 11,0 % POLO SCIENTIFICO % 1,2 93,2 14,0 % POLO LINGUISTICO %13,7 51,78,0% SSIS e centro3471%210,0 28,04,0% totale Strutture per poli % ,80,0325,3 48,0 % AMM. CENTRALE %2384,2 220, 2 32,0 % Portinerie % 3,540,0 61,59,0% Csita181193% 0,0 19,03,0% Altre SBA21 4% 2,0 23,03,0% CLI881%131,0 22,03,0% totale Amministrazione e strutture comuni %36 810,740345,7 50,0 % Posti da assegnare 11 2% 11,02,0% Totale %70,52438,340,0 730, 8 100,0 %

18 22/01/0718 ORGANICO – Situazione e Fabbisogno – Esito della RILEVAZIONE ALLEGATO N. 10 ORGANICO – Situazione e Fabbisogno – Esito della RILEVAZIONE ALLEGATO N. 10 Al 12 settembre 2006 Situazione attuale Situazione desiderata (con riassorb TD) Organic o in servizio 1 T.DET. 2 TOT 1 risorse gestite 3=1+2 Nuovi posti assegnat i o in corso 4 cococo dichiara te 5 Richiest e nuovi POSTI (meno assegnat i) 6 Richie ste SOST. Cessat i 7 TOT 2 8= 6+7 delta TOT 2 - org servizio9=8 -(1+4) POLO ECONOMICO , POLO UMANISTICO POLO SCIENTIFICO POLO LINGUISTICO SSIS e centro AMM. CENTRALE ,53195,523,5 Portinerie Csita Altre SBA21 0 CLI Posti da assegnare Totale ,590,56580,596,5

19 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 19 % RICHIESTE INCREMENTI POSTI PTA PER AGGREGAZIONE STRUTTURE

20 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 20 Riepilogo delle richieste di posti per categoria e area 116,5 = 90.5 (richieste P.N.)+10 (assegnazioni)+6 (rich sostituzione cessati)+ 3 (rich sostituzione future cessazioni)+7 (rich T.DET.) ALLEGATO N. 11

21 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 21 CRITERI PER LE ASSEGNAZIONI Le politiche di allocazione del personale mirano a incentivare in primis: limplementazione di nuovi servizi con attenzione alle professionalità necessarie una volta identificati i servizi garantiti dal Polo e dalle strutture che lo compongono; limplementazione di nuovi servizi con attenzione alle professionalità necessarie una volta identificati i servizi garantiti dal Polo e dalle strutture che lo compongono; la sostituzione di personale cessato o precario necessario a fronte di processi riorganizzati nellambito dei Poli e con le priorità mediate dai poli stessi; la sostituzione di personale cessato o precario necessario a fronte di processi riorganizzati nellambito dei Poli e con le priorità mediate dai poli stessi; il riassorbimento di personale precario per esigenze divenute di carattere ricorrente (senza incremento dei costi, es per passaggio da t.d. a t.i.) il riassorbimento di personale precario per esigenze divenute di carattere ricorrente (senza incremento dei costi, es per passaggio da t.d. a t.i.) sostegno dei processi di cambiamento sostegno dei processi di cambiamento (ALLEGATO N. 12)

22 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 22 ORGANICO - 97 RICHIESTE PEV PER AREE E CATEGORIE

23 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 23 ORGANICO - POSTI PEV DISPONIBILI: 27 PROGRAMMAZIONE n. 26 POSTI 2006 E N. 1 POSTO DAL 2005 Post i CatAreeambiti di utilizzo (*) Stato avanzamento procedura di selezione 13CAmministrativa Amministrativa/contabile generica (previo corso di formazione)raccolta richieste 1CBiblioteche Addetto alla biblioteca (previo corso di formazione)raccolta richieste 2CTecnica 1 addetto ai Dipartimenti tecnico-scientifici e 1 informatico-multimedialità (previo corso formazione) istruttoria per emanazione bando 2D Amministrativo gestionale 1 amministrativo gestionale e 1 contabile gestionaleraccolta richieste 3DTecnica 1 addetto ai dipartimenti tecnico-scientifici e 1+1 tecnico elaborazione dati istruttoria per emanazione bando 4EP Amministrativo gestionale 2 amministrativo gestionale e 2 contabile gestionaleraccolta richieste 2EPTecnica 1 tecnico ufficio tecnico e 1 tecnico per la sicurezzaraccolta richieste 27 TOT. (*) assegnazioni: a PEV conclusa

24 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 24 Modelli di supporto per la identificazione delle priorità (proposti al consiglio dei direttori di dipartimento) sono importanti come uno degli elementi di riferimento, ma non certo sostitutori della interazione costruttiva con le strutture anche se il percorso è più lungo e a volte difficile anche se il percorso è più lungo e a volte difficile

25 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 25 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento La pianificazione triennale Le modalità di acquisizione delle risorse umane Il sistema incentivante e di valutazione La formazione

26 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 26 FORME DI RECLUTAMENTO Definizione dei Profili professionali e di competenze necessari mediante: –Mobilità (bandi interni e personale in disponibilità) –Concorsi pubblici (commissioni con esterni, trasparenza, oggettività, valutazione competenze) –Concorsi a tempo determinato per gli utilizzi propri (sostituzioni per assenze, progetti di miglioramento…) Altre forme alternative: –Utilizzo delle forme di collaborazione a progetto cococo –Outsourcing: all. 4.1 portierato - all 4_1 portierato 22 gennaio.xls all 4_1 portierato 22 gennaio.xlsall 4_1 portierato 22 gennaio.xls –Volontari del servizio civile nazionale su progetti approvati

27 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 27 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento La pianificazione triennale Le modalità di acquisizione delle risorse umane Il sistema incentivante e di valutazione La formazione

28 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 28 SISTEMA INCENTIVANTE La valutazione del personale (prestazioni, posizioni) ma anche del potenziale Le politiche di valorizzazione del personale (PEV- PEO) Il fondo accessorio e la contrattazione integrativa 2006/2007 (all. 5.1) I benefit materiali (buoni pasto, caf, convenzioni con vettori, sussidi) e immateriali (soddisfazione, clima, prestigio..) All. 5.2

29 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 29 SISTEMA INCENTIVANTE BISOGNI ED OBIETTIVI IL CCDI è strumento di attuazione delle linee di indirizzo degli organi di governo, nei rispetto dei limiti e vincoli di bilancio per: -favorire la crescita professionale e retributiva dei dipendenti (PEO) -riconoscere lapporto individuale nel miglioramento della qualità, efficienza ed efficacia dei servizi erogati (indennità legata al sistema di valutazione della prestazione, partecipazione ai gruppi di lavoro) -riconoscere il maggior apporto individuale finalizzato alla realizzazione di strategie aziendali (partecipazione a progetti finanziati dallesterno, apertura serali delle biblioteche etc) -attribuire incarichi di responsabilità valutando i risultati ottenuti

30 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 30 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento La pianificazione triennale Le modalità di acquisizione delle risorse umane Il sistema incentivante e di valutazione La formazione

31 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 31 FORMAZIONE – Le politiche di formazione e aggiornamento La formazione professionale costituisce uno strumento per la crescita del personale e l'innalzamento del livello qualitativo dei servizi prestati dallAteneo A fronte dello stanziamento assegnato per il 2007 il Piano di formazione annuale per il personale tecnico amministrativo contempla gli interventi formativi prioritari ed urgenti. Il piano è oggetto di contrattazione con le OO.SS (art. 4 CCNL) Relazione fra formazione esterna (consiste nella partecipazione ad iniziative formative, specialistiche e mirate, acquistate sul mercato, su richiesta del capo struttura) e formazione interna (mirata e programmata) In allegato la proposta formazione 2007: all 6.1 Piano formativo 2007.xls all 6.1 Piano formativo 2007.xls

32 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 32 FORMAZIONE - CRITERI Puntare sulla formazione INTERNA in quanto: Puntare sulla formazione INTERNA in quanto: mirata, contestualizzata mirata, contestualizzata diffusa al maggior numero di dipendenti diffusa al maggior numero di dipendenti a minor costo. a minor costo. Autorizzare le richieste di formazione esterna solo se negli ambiti formativi effettivamente specialistici. Autorizzare le richieste di formazione esterna solo se negli ambiti formativi effettivamente specialistici. Garantire il criterio della partecipazione anche a rotazione Garantire il criterio della partecipazione anche a rotazione Chiedere il co-finanziamento per la formazione e aggiornamento del PTA appartenente alle strutture con autonomia finanziaria (per incentivare la responsabilizzazine delle richieste), nella misura del 50% della quota discrizione con la copertura delle spese di missione Chiedere il co-finanziamento per la formazione e aggiornamento del PTA appartenente alle strutture con autonomia finanziaria (per incentivare la responsabilizzazine delle richieste), nella misura del 50% della quota discrizione con la copertura delle spese di missione capitalizzare lesperienza formativa tramite incontri a cascata o redazione di report da divulgare. capitalizzare lesperienza formativa tramite incontri a cascata o redazione di report da divulgare.

33 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 33 Introdurre interventi specifici e mirati a supporto del cambiamento. Introdurre interventi specifici e mirati a supporto del cambiamento. Nel 2007 per lo sviluppo di figure direttive è in corso di progettazione un corso di formazione per i quadri con alto potenziale, organizzato in collaborazione con Sum Nel 2007 per lo sviluppo di figure direttive è in corso di progettazione un corso di formazione per i quadri con alto potenziale, organizzato in collaborazione con Sum Favorire la partecipazione a Master di altre università/enti, valutabili preventivamente. Favorire la partecipazione a Master di altre università/enti, valutabili preventivamente. La Commissione interna valuta periodicamento il coofinanziamento, seguendo criteri quali: - presenza o meno a Ca Foscari di iniziative di formazione post laurea similari per obiettivi didattici e contenuti; - valutazione del potenziale e leffettiva ricaduta professionale.

34 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 34 Allegati I Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti I.1 scheda di rilevazione all 1.1 scheda rilevazione.xls all 1.1 scheda rilevazione.xlsall 1.1 scheda rilevazione.xls I.2 sintesi dei processi file copiati il 19 gennaio per allegati\all 1.2 Per Ateneo_processi.xls I.2 sintesi dei processi file copiati il 19 gennaio per allegati\all 1.2 Per Ateneo_processi.xlsfile copiati il 19 gennaio per allegati\all 1.2 Per Ateneo_processi.xlsfile copiati il 19 gennaio per allegati\all 1.2 Per Ateneo_processi.xls I.3 gruppi di lavoro dei segretari di dipartimento 2007\GdL attivi.xls 2007\GdL attivi.xls2007\GdL attivi.xls I.4 sistema di budget II modello di funzionamento II.1 Struttura organizzativa ateneo gennaio 2007 II.1 Struttura organizzativa ateneo gennaio 2007 II.2 Struttura organizzativa amministrazione dicembre 2006 II.2 Struttura organizzativa amministrazione dicembre 2006 II.3 Struttura organizzativa ateneo con proposta poli II.3 Struttura organizzativa ateneo con proposta poli II.4 Struttura organizzativa amministrazione di riferimento II.4 Struttura organizzativa amministrazione di riferimento II.5 Elenco delle posizioni all 2.5 Posizioni rivisto fb.xls II.5 Elenco delle posizioni all 2.5 Posizioni rivisto fb.xlsall 2.5 Posizioni rivisto fb.xlsall 2.5 Posizioni rivisto fb.xls III Lallocazione delle risorse e la pianificazione triennale –III.1 Trend assegnazioni del personale –III.2 Impiego punti 06 e residuo 05all 3_2 punti come utilizzati 22 gen.xls all 3_2 punti come utilizzati 22 gen.xlsall 3_2 punti come utilizzati 22 gen.xls –III.3 Posti PEV disponibili all. 3.3 slide 23_PEV.xls all. 3.3 slide 23_PEV.xlsall. 3.3 slide 23_PEV.xls IV Le modalità di acquisizione delle risorse umane –IV.1 Portierato V Il sistema incentivante e di valutazione –V.1Il fondo accessorio e la contrattazione integrativa BCD (slides) –V.2 Il sistema incentivante per le posizioni organizzative VI La formazione VI.1Piano formativo 2007 all 6.1 Piano formativo 2007.xls all 6.1 Piano formativo 2007.xlsall 6.1 Piano formativo 2007.xls VI.2 Dati sulla formazione (slides)


Scaricare ppt "22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 1. 22/01/07 DOGRU- Ca' Foscari 2 INDICE Le finalità (qualità e produttività) e gli strumenti Il modello di funzionamento Lallocazione."

Presentazioni simili


Annunci Google