La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. 2 MACCHINA SPENTA – ASSEMBLARE – INSERIRE SCHEDE COLLEGARE DIGITALE 24 TASTI A PRIMA PORTA DKTU DELLA MPB SULLA MPB, ASSICURARSI CHE I DIP SWITCH MODE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. 2 MACCHINA SPENTA – ASSEMBLARE – INSERIRE SCHEDE COLLEGARE DIGITALE 24 TASTI A PRIMA PORTA DKTU DELLA MPB SULLA MPB, ASSICURARSI CHE I DIP SWITCH MODE."— Transcript della presentazione:

1 1

2 2 MACCHINA SPENTA – ASSEMBLARE – INSERIRE SCHEDE COLLEGARE DIGITALE 24 TASTI A PRIMA PORTA DKTU DELLA MPB SULLA MPB, ASSICURARSI CHE I DIP SWITCH MODE E BAT SIANO IN POSIZIONE OFF ALIMENTARE ARMADI PARTENDO DALLALTO ASPETTARE CHE LA MPB PRENDA A CARICO LE SCHEDE E SI ATTIVI LINTERNO 100. IL TEMPO DIPENDE DAL NUMERO DEGLI ARMADI E DELLE SCHEDE (CIRCA 3-4 MINUTI) ENTRARE IN MODO PROGRAMMAZIONE DALL INTERNO 100 (PGM *#) PGM 100/T139 (ITALIA)ATTESA/SALVA PGM 499/T2RESETATTESA/SALVA INIZIALIZZAZIONE DEL SISTEMA

3 3 ASPETTARE CHE LA MPB PRENDA A CARICO LE SCHEDE E SI ATTIVI LINTERNO 100. IL TEMPO DIPENDE DAL NUMERO DEGLI ARMADI E DELLE SCHEDE (CIRCA 3-4 MINUTI) ENTRARE IN MODO PROGRAMMAZIONE DALLINTERNO 100 (PGM *#, PASSWORD 0000) INIZIALIZZAPGM 499/T1ALL DBATTESA/SALVA PGM 499/T2RESETATTESA/SALVA SULLA MPB, SPOSTARE I DIP SWITCH MODE E BAT IN POSIZIONE ON ASPETTARE CHE LA MPB RIPARTA. ESSENDO I DIP SWITCH IN POSIZIONE ON, LA MPB NON DOVRA PIU PRENDERE A CARICO LE SCHEDE E PARTIRA PIU VELOCEMENTE. INIZIALIZZAZIONE DEL SISTEMA

4 4 PROGRAMMAZIONE DA BROWSER IE - 1 Aprire Internet Explorer ed inserire indirizzo IP di IPECS MG (ESEMPIO): Dopo aver premuto INVIO/ENTER, vedrete: Cliccare Inserite password (0000) e Cliccare su Login

5 5 PROGRAMMAZIONE DA BROWSER IE - 2

6 Selezionare dal menù ADMINISTRATION SYSTEM DATA SYSTEM PASSWORD (1) Inserire (2): Current Maint Password = password attuale New Admin Password = nuova password Confirm New Admin Password = nuova password Selezionare il flag (3) Premere tasto SAVE (4) PROGRAMMAZIONE DA BROWSER IE - 3

7 7 PROGRAMMAZIONE DA BROWSER IE - 4 Selezionare dal menù ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA IP ADDRESS PLAN (1) Inserire lindirizzo IP, Subnet Mask e indirizzo IP del router (2) Premere tasto SAVE (3) ATTENZIONE: ogni modifica di parametri in questa tabella richiede il riavvio della centrale !! 3 2 1

8 8 Selezionare dal menù ADMINISTRATION SLOT ASSIGMENT (1) Slot No. = slot fisico in cui è inserita la scheda (99 per terminali IPP, 88 per terminali SIP) Logical No.= indice logico delle porte della scheda, correlato alla tipologia di scheda CO, STN, VM Connection = stato di funzionamento della scheda Type = tipologia di scheda riconosciuta No. of Port = numero di porte State= mostra la numerazione associata alla porta e lo stato della stessa ORDINE FISICO DELLE SCHEDE 1

9 9 Selezionare dal menù ADMINISTRATION SLOT ASSIGMENT SYSTEM OVERVIEW, per avere una visualizzazione dinsieme del sistema ORDINE FISICO DELLE SCHEDE

10 10 Selezionare dal menù ADMINISTRATION LOGICAL SLOT ASSIGMENT (1) Selezionare (2): COL: per la visualizzazione delle schede di linea (PRIB, BRIB, LCOB, VOIB, VOIU) STA: per la visualizzazione delle schede dinterno (DTIB,SLIB, DSIU, WTIB, IP,SIP) VMIB: per la visualizzazione delle schede VSF (VMIB, AAFU) 1 2 ORDINE LOGICO DELLE SCHEDE

11 11 LOGICAL SLOT ASSIGNMENT (PGM 103) Current Order: (3) mostra lordine logico con cui il sistema riconosce la scheda Slot No.: (4) mostra lo slot fisico in cui è inserita la scheda (99 per terminali IP Proprietari, 88 per terminali SIP) ATTENZIONE: modificando (5) lordine logico, occorre: -salvare (6), e poi -resettare il sistema cliccando sul tasto RESET SYSTEM (7) ORDINE LOGICO DELLE SCHEDE

12 12 DIMENSIONAMENTO PORTE NON LEGATE A SCHEDE Selezionare dal menù ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA DECT/IP/SIP MAX PORT (1) Definire (2) in: Maximum number of Dect = numero di terminali Dect che il sistema dovrà gestire Maximum number of IP Phone = numero di terminali IP proprietari (terminale IP/Phontage) che il sistema dovrà gestire Maximum number of SIP Phone = numero di terminali IP a standard SIP Cliccare sul tasto SAVE (3) Resettare il sistema NOTA: il numero di porte definito nei campi VALUE incide sulla capacità del sistema

13 13 Selezionare dal menù ADMINISTRATION SLOT ASSIGMENT SYSTEM OVERVIEW - > cliccare su SYSTEM CAPACITY per la visualizzazione delle porte utilizzate e di quelle disponibili CAPACITA DEL SISTEMA

14 14 Selezionare dal menù ADMINISTRATION SLOT ASSIGMENT SYSTEM OVERVIEW -> cliccare su SYSTEM LICENSE per avere una visualizzazione dinsieme delle licenze disponibili sul sistema LICENZE - SERVIZI ABILITATI

15 15 ABILITAZIONE CANALI MPB: VOIU/AAFU Selezionare dal menù ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA SLOT ASSIGNMENT (1) Individuare lo slot logico 0 e selezionare la voce VOIU (2) Cliccare su SAVE (3) NOTA: comparirà un pop-up di avvertimento per la programmazione della tabella LOGICAL SLOT ASSIGNMENT PGM103 (4) - vedi slide successiva

16 16 ABILITAZIONE CANALI MPB: VOIU/AAFU Selezionare dal menù ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA LOGICAL SLOT ASSIGNMENT (5) Individuare lo slot logico 0 ed inserire nel campo ORDER lordine logico da assegnare alla scheda integrata VOIU (6) Cliccare su SAVE (7) Comparirà un pop-up di avvertimento indicante la necessità di riavviare la centrale per rendere effettive le modifiche (8) Cliccare sul tasto RESET SYSTEM (9), confermare cliccando sul tasto OK (10) e attendere il riavvio della centrale, occorreranno circa 2 minuti (11)

17 17 PIANO DI NUMERAZIONE Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN NUMBERING PLAN TYPE (1) Selezionare Default Numbering Plan = 2 (2) Cliccare sul tasto SAVE (3) NOTE: selezionando lopzione 7 (Delete All Numbering) tutta la numerazione sarà cancellata 1 2 3

18 Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN SYSTEM NUMBERING PLAN (1) Prefix Code = prefisso (cifre iniziali della numerazione) More Digit = numero di cifre consentite dopo il prefisso Esempio: numerazione 3XX Prefix Code = 3; More digit = 2 Esempio: Numerazione 6X Prefix Code = 6; More digit = 1 Cliccare sul tasto SAVE (3) dopo ogni eventuale modifica ATTENZIONE: il sistema non consente lassegnazione di numerazione ad un interno/linea/servizio se non rispetta quanto definito nella tabella sottostante. Nellesempio (2) definendo Prefix Code = 2 e More Digit = 2 si consente la numerazione da 200 a 299 STRUTTURA DEL PIANO DI NUMERAZIONE

19 19 PIANO DI NUMERAZIONE – numerazione degli interni Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN FLEXIBLE STATION NUMBER (1) Per rimuovere un range di interni inserire in Enter Station Range (2) il primo e lultimo interno del range, quindi cliccare su SAVE (5) Per modificare la numerazione di un range dinterni Enter Station Range primo e ultimo interno del range (della vecchia numerazione). Proseguire con Start Station Number inserire il nuovo numero da assegnare al primo interno del range (2), quindi cliccare su SAVE (5). In automatico il sistema associa la nuova numerazione a tutto il range. Per aggiungere o rimuovere una singola numerazione, utilizzare lopzione SEARCH (3) per cercare linterno, quindi inserire o rimuovere il valore nel campo New Station Number (4),cliccare sul tasto SAVE (5)

20 PIANO DI NUMERAZIONE – numerazione degli interni

21 Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN FEATURE NUMBERING PLAN (1) Selezionare FEATURE NUMBERING (2) Inserire nel campo VALUE il codice da utilizzare per quel determinato servizio (3) Cliccare sul tasto SAVE (4) 2 3 PIANO DI NUMERAZIONE – codici servizi

22 22 PIANO DI NUMERAZIONE – codici per impegno gruppi di linee 2 1 Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN FEATURE NUMBERING PLAN (1) Selezionare CO GROUP ACCESS CODE (2) Inserire nel campo VALUE il codice da utilizzare per quel gruppo di linee (3) Cliccare sul tasto SAVE (4) 4 3

23 23 PIANO DI NUMERAZIONE – numerazione gruppi dinterni 4 1 Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN FEATURE NUMBERING PLAN (1) Selezionare STATION GROUP NUMBER (2) Inserire nel campo VALUE il codice da utilizzare per quel gruppo dinterni (3) Cliccare sul tasto SAVE (4) 2 3

24 24 DERIVATI: NUMERAZIONE - OVERVIEW Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION NUMBER DATA STATION DN ASSIGNMENT (1) Cliccare su OVERVIEW (2) My-DN: Per i numeri reali/HWSub-DN: Per i numeri VIRTUALI 1 2

25 25 DERIVATI: NUMERAZIONE - 1 Numero massimo derivati120Numero massimo di apparecchi di qualsiasi tipo (Key, IP, DECT, Soft, SIP) DB per Numerazione 120Numerazione a disposizione degli apparecchi collegati/associati. 60Numeri addizionali da assegnare a tasti. Utilizzo SingoloUn solo apparecchio utilizza questo numero. Normale Hot Desk MultiploIl numero è utilizzato da più apparecchi.

26 26 DERIVATI: NUMERAZIONE - 2 DB per Numerazione 120: My-DN Numerazione a disposizione degli apparecchi collegati/associati. 60: Sub-DN Numeri addizionali da assegnare a tasti, Utilizzo Singolo: SADN Un solo apparecchio utilizza questo numero. Normale: NORMAL Hot Desk: HOTDESK Multiplo: MADN Il numero è utilizzato da più apparecchi. DN: Directory Number SADN: Single Assign DN MADN: Multi Assign DN

27 27 Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION NUMBER DATA STATION DN ASSIGNMENT (1) Inserire in STATION DIRECTORY NUMBER la numerazione da definire (2) 1 2 DERIVATI: NUMERAZIONE SADN: Single Assign Nellesempio la numerazione 105 appartiene ad un interno (My-DN) ed è utilizzata solamente da quello specifico interno (SADN) MADN:Multi Assign DN Nellesempio la numerazione 105 appartiene ad un interno (My-DN) ma può essere condivisa da più interni (MADN)

28 28 DERIVATI: NUMERAZIONE - 3 UTILIZZO MADNDa assegnare a tasti di apparecchi (massimo 10) Link pair; un gruppo di lavoro; Direttore/Segretaria. SADN NORMALDa assegnare su un tasto di un singolo apparecchio Un secondo numero Esempio: 220 SADN HOT DESK PARAMET RI DERIVATOAl quale deve essere assegnato il tasto Es. 100, vuole anche il 220 TASTO FLEX.Tasto sul quale sarà assegnato il numero Es. Tasto#4 = 220 RINGSquilla: subito; ritardo (3s-27s); no ring. subito ACCESSOSolo entrante; tutte; dial after seizure: deve prima premere tasto Tutte: fare/ricevere chiamate Usa come prime DN Presentati con questo numero (CLI) Quando lapparecchio 100 fa chiamate, si presenta come numero 220 (o 100)

29 29 DERIVATI: ESEMPIO DN- GRUPPO DI LAVORO TASTO# TASTO# DKTU 106 BCA

30 30 DERIVATI: ESEMPIO DN- LINK PAIR TASTO# TASTO# DKTU 112 DECT

31 31 LINEE ENTRANTI: instradamento chiamate RING, SETUP, INVITE ICLID ICLID SERVICE SERVICE TYPE ICLID ROUTING NORMAL SERVICE SI ICLID TABLE 262 SI NO NORMAL DID ICLID SERVICE 166/7 SERVICE TYPE 160/2 CO RING ASSIGNMENT 167, OPPURE NORMAL/DISA CO ATT. 168 DID SERVICE DIGIT CONVERSION TABLE 251

32 32 ANALISI CIFRE – PASSANTE/MSN DIGIT CONV. TBL 1 – 9 (251) DID SERVICE UNCONDITIONAL TENANT TIME TABLE INDEX 280/3 RING MODE SYSTEM TIME TABLE 253 ANALISI CIFRE INCOMING CO ALTERNATIVE DESTINATION DESTINAZIONE STA, GRP, CCR, VMIB PO, SYS SPD, CO CODE CONFERENCE ROOM INCOMING TIME TBL IDX 166/14 SI MATCHED CIFRE ERRORE NO NO MATCH CO LINE ATT. 160/6

33 33 Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA CO LINE ATTRIBUTE (1) Inserire nel CO LINE RANGE il LOGICAL NUMBER delle linee (2) Impostare SERVICE TYPE = DID (3) Definire il fascio di linee in uscita a cui la linea deve appartenere nel campo OUTGOING GROUP No (4) Selezionare la DIGIT CONVERSION TABLE che deve essere utilizzata per linstradamento delle chiamate in ingresso (5) Impostare DIGIT SENDING MODE = OVERLAP (6) Spuntare le voci selezionate (7), quindi cliccare su SAVE (8) ANALISI CIFRE – PASSANTE/MSN

34 PASSANTE/MSN (DID Service Type) - CO Line Attribute

35 35 Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA DIGIT CONVERSION TABLE (1) Inserire nel TABLE No lindice logico della tabella da definire (2) NOTA: NON utilizzare la DCT n°1 in quanto associata di default agli interni Scegliere in APPLY TIME se linstradamento deve seguire le tabelle orarie impostate Follow DAY/NIGHT/TIMED (3) o meno UNCONDITIONAL (4) Inserire in DIALED DIGIT (numero chiamato) le cifre che devono essere controllate dalla centrale ed in CHANGED DIGIT la destinazione della chiamata (5). Se la numerazione è un intervallo di interni utilizzare X per definire i valori da 1 a 9 (es. 2XX copre lintervallo da 200 a 299) Se la destinazione è un: - interno o un gruppo dinterni, inserire direttamente la relativa numerazione. - servizio di risponditore automatico CCR, inserire il codice di accesso Announcement Table seguito dallindice della VMIB Announcement Table (es. * *670 codice Announcement Table e 001 indice VMIB Announcement Table) - numero esterno, inserire il codice di accesso ai numeri brevi Speed Dial seguito dallindice del numero breve in cui è stato definito il numero esterno (es. * *555 codice Speed Dial e 2002 indice del numero breve) Cliccare su SAVE (6) PASSANTE/MSN (DID Service Type) - CO Line Attribute

36 PASSANTE/MSN (DID Service Type) – Digit Conversion Table

37 37 ANALISI CIFRE (DID Service Type) - CCR DIGIT CONV. TBL 1 – 9 (251) DID SERVICE ANALISI CIFRE DESTINAZIONE STA, GRP, CCR, VMIB PO, SYS SPD, CO CODE CONFERENCE ROOM MATCHED CIFRE CIFRE RICEVUTE ANNOUNCEMENT TABLE 259 CCR TABLE CIFRE CONVERTITE: CCR FEATURE CODE+Index

38 38 Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA DIGIT CONVERSION TABLE (1) Inserire nel TABLE No lindice logico della tabella da definire (2) NOTA: NON utilizzare la DCT n°1 in quanto associata di default agli interni Scegliere in APPLY TIME se linstradamento deve seguire le tabelle orarie impostate Follow DAY/NIGHT/TIMED o meno UNCONDITIONAL (3) Inserire in DIALED DIGIT (numero chiamato) le cifre che devono essere controllate dalla centrale ed in CHANGED DIGIT la destinazione della chiamata (5). Per il servizio di risponditore automatico CCR inserire il codice di accesso Announcement Table seguito dallindice della VMIB Announcement Table (es. * *670 codice Announcement Table e 001 indice VMIB Announcement Table) Cliccare su SAVE (6) CCR (DID Service Type) – Digit Conversion Table

39 CCR (DID Service Type) – Digit Conversion Table

40 40 Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA ANNOUNCEMENT TABLE (1) Inserire in ENTER TABLE NO lindice della tabella da programmare (2) Creare lassociazione logica tra lANNOUNCEMENT TABLE e la CCR TABLE inserendo lindice logico della CCR TABLE nel campo INDEX (3) Spuntare le voci selezionate (4), quindi cliccare su SAVE (5) CCR (DID Service Type) – Announcement Table

41 Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA ANNOUNCEMENT TABLE (1) Inserire in ENTER CCR BIN NO lindice della CCR TABLE da programmare (2) Definire per le opzioni desiderate DIGIT il tipo di destinazione (3) Inserire la destinazione (4) Spuntare le voci selezionate (5), quindi cliccare su SAVE (6 CCR (DID Service Type) – CCR Table

42 42 ANALISI CIFRE (NORMAL Service type) - SUONERIA CO INCOMING CO ATTRIBUTES 165/166 RING ASSIGNMENT 167 SYSTEM TIME TABLE 253 D/N/TIMED MANUALE D/N/TIMED RING: STA FEATURE: STA e/o GRUPPI CO LINE ATT: 160/2: NORMAL INC. TIME.TBL.INDX 166/14 SI NO TENANT TBL 280/3 INCOMING CO ATTRIBUTES 165/ /10: CLI PREFIX CODE 165/11: INTERNATIONAL CODE

43 43 Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA CO LINE ATTRIBUTE (1) Inserire nel CO LINE RANGE il LOGICAL NUMBER delle linee (2) Impostare SERVICE TYPE = NORMAL (3) Definire il fascio di linee in uscita a cui la linea deve appartenere nel campo OUTGOING GROUP No (4) Impostare DIGIT SENDING MODE = OVERLAP (5) Spuntare le voci selezionate (6), quindi cliccare su SAVE (7) SUONERIA (NORMAL Service type) - CO Line Attribute

44 SUONERIA (NORMAL Service type) - CO Line Attribute

45 45 Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA CO RING ASSIGNMENT (1) Inserire nel CO LINE RANGE il LOGICAL NUMBER delle linee (2) Selezionare SERVICE TYPE = - RING ASSIGNMENT (3) se la destinazione delle chiamate in ingresso è un interno - FEATURE (3) se la destinazione è un gruppo di interni, un servizio DISA o un servizio di risponditore automatico CCR Selezionare il tipo di destinazione nella tabella ATTRIBUTE (3) solo per opzione FEATURE Inserire la destinazione (4) A seconda della modalità di funzionamento di MG è possibile definire una destinazione per la fascia oraria giorno (DAY), notte (NIGHT) e pausa pranzo (TIMED) Spuntare le voci selezionate (5), quindi cliccare su SAVE (6) SUONERIA (NORMAL Service type) - CO Ring Assignment

46 SUONERIA (NORMAL Service type) - CO Ring Assignment

47 47 CO INCOMING CO ATTRIBUTES 165/166 RING ASSIGNMENT 167 SYSTEM TIME TABLE 253 D/N/TIMED MANUALE D/N/TIMED FEATURE: DISA TONE CO LINE ATT: 160/2 NORMAL NORMAL/DISA ATT. 168 PRESET FWD ALT. RING ASSIGN 181 TENANT TONE TABLE DISA DIAL TONE 290 TONE TYPE: ANNOUNCEMENT RING TABLE 265 NORMAL CO RING TIMER CO to CO Attribute Inc – Out: DIRECT = ENABLE CO LINE ATT: ACOUNT CODE? SI ANALISI CIFRE (NORMAL Service type) - DISA

48 48 Selezionare SERVICE TYPE = FEATURE (3) Selezionare ATTRIBUTE = DISA TONE (4) 3 4 NOTA: la durata del tono per il servizio DISA corrisponde al valore inserito nel campo TONE TIME definito nella tabella TONE TABLE in corrispondenza della voce DISA DIAL TONE DISA (NORMAL Service Type) – CO Ring Assignment

49 49 Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA NORMAL/DISA CO ATTRIBUTE (1) Inserire nel CO LINE RANGE il LOGICAL NUMBER delle linee (2) Inserire in DISA RETRY COUNT il numero di tentativi errati consentito dalla centrale prima di trasferire la chiamata entrante alla destinazione definita nella tabella RING TABLE (3) Inserire in PRESET FORWARD RING TABLE INDEX (4) lindice della tabella Spuntare le voci selezionate (5), quindi cliccare su SAVE (6) DISA (NORMAL Service Type) – Normal/Disa CO Attr

50 Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA ALTERNATIVE RING TABLE (1) Inserire in ENTER TABLE INDEX lindice della tabella da definire (2) Definire SERVICE TYPE = RING ASSIGN (3) Inserire in VALUE linterno a cui deve essere trasferita la chiamata per errata selezione (4) Cliccare su SAVE (5) DISA (NORMAL Service Type) – Alternative Ring Table

51 51 Per tutte le numerazioni non definite nella Digit Conversion Table il sistema applica una gestione dinstradamento alternativa. E possibile instradare la chiamata verso il posto operatore di sistema ATTENDANT oppure verso una destinazione (interno, gruppo dinterni) differente ALT RING TABLE DESTINAZIONE ATTENDANT Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA INCOMING CO ALTERNATIVE (1) Inserire nel CO LINE RANGE il LOGICAL NUMBER delle linee (2) Selezionare per le fasce orarie di funzionamento DAY, NIGHT e TIMED nellopzione ERROR la voce ATTENDANT (3) Spuntare le voci selezionate (4) e cliccare su SAVE (5) Per definire linterno che deve svolgere la funzione di posto operatore (6), selezionare dal menù ADMINISTRATION TENANT DATA ATD GROUP ASSIGNMENT Selezionare TENANT NUMBER = 1 ed inserire in MEMBER 1 il numero dinterno (nellesempio linterno 201 riceve le chiamate verso la numerazione non definita nella DCT) MG – Gestione errata selezione

52 MG – Gestione errata selezione

53 53 DESTINAZIONE ALT RING TABLE Per definire una destinazione alternativa a quella del posto operatore, ad esempio un gruppo dinterni, selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA INCOMING CO ALTERNATIVE (1) Inserire nel CO LINE RANGE il LOGICAL NUMBER delle linee (2) Selezionare per le fasce orarie di funzionamento DAY, NIGHT e TIMED nellopzione ERROR la voce ALT RING TABLE (3) Inserire in INDEX lindice della tabella ALTERNATIVE CO RING TABLE (4) Spuntare le voci selezionate (5) e cliccare su SAVE (6) MG – Gestione errata selezione

54 54 Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA ALTERNATIVE RING TABLE (1) Inserire in ENTER TABLE INDEX lindice della tabella definito precedentemente nellopzione ERROR (2) Definire SERVICE TYPE = RING ASSIGN (3) se la destinazione deve essere un interno (4) Definire SERVICE TYPE = FEATURE (3) Scegliere lopzione STATION GROUP se la destinazione deve essere un gruppo dinterni (4) Inserire in VALUE la numerazione del gruppo a cui deve essere trasferita la chiamata per errata selezione (5) Cliccare su SAVE 6) MG – Gestione errata selezione

55 MG – Gestione errata selezione

56 Individuare lo SLOT NUMBER della scheda ISDN: PREPROGRAMMED DATA LOGICAL SLOT ASSIGNMENT COL ricavare lo SLOT NUMBER (1) PROGRAMMAZIONE del TEI delle linee BRIB ISDN o Modalità NT sulla PRIB

57 57 Quindi ADMINISTRATION BOARD DATA ISDN BOARD ATTRIBUTE (1) Nel campo ENTER SLOT NUMBER (2) Inserire il numero dello slot ricavato precedentemente. E mostrato il TEI delle porte della BRIB TEI MODE AUTO nel caso di linee BRA Multipunto TEI MODE FIXED nel caso di linee BRA Punto-Punto Premere SAVE (3), quindi RESET del il sistema per rendere effettive le modifiche apportate Se la scheda è una PRIB: La scheda PRIB è Punto – Punto (FIXED) Qui si sceglie se la linea (LINE MODE) è TE oppure NT. Tranne il caso di giunzioni PRI fra PBX, le linee PRA sono sempre TE PROGRAMMAZIONE del TEI delle linee BRIB ISDN o Modalità NT sulla PRIB

58 PRIB BRIB 3 PROGRAMMAZIONE del TEI delle linee BRIB ISDN o Modalità NT sulla PRIB

59 59 PROGRAMMAZIONE PARAMETRI ISDN – Sincronizzazione Se il sistema ha linee ISDN collegate alla rete pubblica, è necessario sincronizzare IPECS MG con la rete pubblica. Selezionare dal menù ADMINISTRATION BOARD DATA ISDN CLOCK PRIORITY (1) Inserire nel campo NEW PRIORITY lordine con cui la centrale dovrà selezionare la sorgente (scheda PRIB e/o BRIB) per il sincronismo (1= priorità più alta) (2) Premere SAVE (3), quindi ravviare il sistema per rendere effettive le modifiche apportate 3 2 1

60 60 LINEA: ATTRIBUTI – CO Group Access Code Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA CO GROUP ACCESS CODE (1) Inserire in CO GROUP ACCESS CODE il codice di impegno del fascio di linee (2) Impostare CO LINE CHOICE (3) a: 1. ROUND per limpegno delle linee circolare 2. LAST per limpegno delle linee terminale partendo dallultima linea del gruppo 3. FIRST per limpegno delle linee terminale partendo dalla prima linea del gruppo Spuntare le voci selezionate (4) Cliccare su SAVE (5)

61 61 LINEA: ATTRIBUTI – CO to CO Attribute Selezionare dal menù ADMINISTRATION CO LINE DATA CO-to-CO ATTRIBUTE (1) Inserire in CO GROUP NUMBER il numeroil Logical Number delle linee (2) Modificare il campo DIRECT in corrispondenza dellopzione INCOMING -> OUTGOING a seconda se si vuole abilitare o meno linoltro di chiamata diretto tra il gruppo di linee first e second (3) Cliccare su SAVE (4)

62 62 DERIVATI: ATTRIBUTI Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION NUMBER DATA STATION DN ATTRIBUTE (1) Inserire in STATION RANGE il numero dinterno (2) Inserire in (3) STATION NAME: il nome da associare allinterno DIGIT CONVERSION TABLE: la tabella per linstradamento LCR PASSWORD: la password per laccesso al voice mail Spuntare le voci selezionate (4) Cliccare su SAVE (5)

63 63 DERIVATI: ATTRIBUTI – DIGIT CONVERSION TABLE Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA DIGIT CONV TABLE (1) Inserire in TABLE NO lindice della DCT da definire (2) NOTA: non utilizzare mai la DCT n°2 come tabella dinstradamento in quanto è usata di default per linstradamento delle chiamate in ingresso sulle linee Inserire in DIALED DIGIT le cifre che linterno seleziona e in CHANGED DIGIT (3) le cifre che MG deve selezionare. Nellesempio quando lutente digita: - 00 il sistema instrada la chiamata sul fascio di linee 0, seleziona il codice operatore e poi il sistema instrada la chiamata sul fascio di linee *802 e poi seleziona 3 Cliccare su SAVE (4)

64 64 DERIVATI: ATTRIBUTI – DIGIT CONVERSION TABLE Selezionare dal menù ADMINISTRATION SYSTEM DATA DIAL TONE DIGIT TABLE (1) Inserire nel campo VALUE il codice per limpegno delle linee tramite LCR (es. 0) (2) Cliccare su SAVE (3) 1 2 3

65 65 DERIVATI: ATTRIBUTI – Accesso ai gruppi di linee Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION NUMBER DATA CO/IP GROUP ACCESS (1) Inserire in STATION RANGE linterno (o il range di interni) da programmare (2) Selezionare i gruppi di linee che linterno può impegnare (3) Spuntare le voci selezionate (4) Cliccare su SAVE (5)

66 66 DERIVATI: ATTRIBUTI – Classe di Servizio Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION NUMBER DATA COS ASSIGNMENT (1) Inserire in STATION RANGE linterno (o il range di interni) da programmare (2) Inserire la classe di servizio (COS) nel campo VALUE a seconda della modalità di funzionamento DAY/NIGHT/TIMED (3) NOTA: COS 0 consente le sole chiamate interne e di emergenza, COS 1 non ha restrizioni, COS 2-15 segue le TOLL EXCEPTION TABLE Spuntare le voci selezionate (4) Cliccare su SAVE (5)

67 67 DERIVATI: ATTRIBUTI – Classi di Servizio – Toll Exception Table Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA TOLL EXCEPTION TABLE (1) Inserire in COS NO la classe di servizio da programmare (2) NOTA: alla COS n° 2 corrisponde TOLL EXCEPTION TABLE n° 2, COS 3-TOLL3,….. COS 15 – TOLL15 Ogni tabella è costituita da due sottotabelle ALLOW e DENY Selezionare la voce ALLOW per inserire le selezioni consentite Selezionare la voce DENY per inserire le numerazioni da bloccare (3) Inserire in VALUE le cifre che la centrale deve controllare (4) Nellesempio è selezionata la sottotabella DENY, gli interni con COS 2 non posso chiamare in numeri che iniziano con 00, 199, 892, 166, 895 e 144 Cliccare su SAVE (5)

68 68 DERIVATI: ATTRIBUTI Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION NUMBER DATA CALL FORWARD (1) Inserire in STATION RANGE linterno (o il range di interni) da deviare (2) Selezionare in FORWARD TYPE il tipo di deviazione (3): - Incondizionata (UNCONDITIONAL) - Su occupato (BUSY) - Per non risposta (NO-ANSWER) - Su occupato e per non risposta (BUSY OR NO-ANSWER) Inserire in FORWARD NUMBER la destinazione della deviazione (4) CFW No-Answer timer è lintervallo di tempo dopo il quale una chiamata viene deviata per non risposta Spuntare le voci selezionate (5) Cliccare su SAVE (6)

69 69 DERIVATI: ATTRIBUTI – Casella Vocale Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION NUMBER DATA VMIB ATTRIBUTE (1) Inserire in STATION RANGE linterno (o il range di interni) da deviare (2) Selezionare in VMIB ACCESS lopzione ENABLE per consentire allinterno laccesso al servizio di casella vocale, scegliere DISABLE per negarlo (3) Spuntare le voci selezionate (4) Cliccare su SAVE (5) NOTA: per accedere alla propria casella vocale occorre selezionare il codice VMIB ACCESS definito nel piano di numerazione dei servizi (FEATURE NUMBERING PLAN)

70 70 DERIVATI: ATTRIBUTI – Programmazione Tasti Flessibili Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION PORT DATA FLEXIBLE BUTTON ASSIGNMENT (1) Inserire in STATION RANGE linterno (o il range di interni) da programmare (2) Selezionare in TYPE il tipo di programmazione da associare alla pressione del tasto (3): Interni/linee/servizi Inserire in VALUE il corrispondente valore (4) Spuntare le voci selezionate (4) Cliccare su SAVE (6)

71 71 SISTEMA: ATTRIBUTI – schede VOIB/VMIB board data NOTA: ogni scheda VOIB / VMIB deve essere configurata con un indirizzo IP statico e collegata in rete con la MPB. Ciò consente alla VOIB di gestire il traffico voip (RTP) e permette la gestione degli annunci personalizzati sulla scheda VMIB. Selezionare dal menù ADMINISTRATION BOARD DATA VOIB/VMIB BOARD ATTR (1) Inserire in SLOT NUMBER lo slot in cui è inserita la scheda (2) Inserire in IP ADDRESS, ROUTER IP ADDRESS e SUBNET MASK lindirizzo IP, il default gateway e la subnet mask da assegnare alla scheda (3) Cliccare su SAVE (4)

72 72 SISTEMA: ATTRIBUTI – zone data Selezionare dal menù ADMINISTRATION ZONE DATA ZONE ATTRIBUTE (1) Inserire in ZONE RANGE lintervallo 1 -1 (2) Inserire in CODEC TYPE il codec da utilizzare nelle comunicazioni IP (3) Inserire in VOIB SLOT FOR RTP RELAY lo slot della/e scheda/e VOIB che deve gestire il traffico RTP (VOIP) (4) Inserire in VMIB SLOT lo slot della/e scheda/e VMIB che gestiscono il servizio di casella vocale/ risponditore automatico/annunci di cortesia (5) Spuntare le voci selezionate (6) Cliccare su SAVE (7)

73 SISTEMA: ATTRIBUTI – zone data

74 74 SISTEMA: ATTRIBUTI – Tenant Table: definizione del gruppo PO Selezionare dal menù ADMINISTRATION TENANT DATA ATD GROUP ASSIGNMENT (1) Inserire in TENANT NUMBER lindice del Tenant da definire (selezionare 1 per default) (2) Inserire in ATTENDANT GROUP MEMBERS linterno o gli interni che svolgeranno la funzione di posto operatore (3) Cliccare su SAVE (4) NOTA: se necessario configurare le stesse impostazioni nella voce ADMINISTRATION -> TENANT DATA -> NIGHT ATD GROUP ASSIGMENT per definire il Posto Operatore nella modalità di funzionamento notte. E possibile creare un gruppo Posto Operatore con le stesse impostazioni utilizzate nei gruppi dinterni (ATD GROUP ATTR e NIGHT ATD GROUP ATTR) – si rimanda al relativo modulo

75 75 SISTEMA: ATTRIBUTI – musica su attesa NOTA: è possibile utilizzare come sorgenti per la musica su attesa - una sorgente esterna (EXTERNAL MUSIC) - una sorgente interna (INTERNAL MUSIC) - un interno BCA (SLT MOH TYPE) - un annuncio della scheda VMIB (VMIB MOH/BGM TYPE) Selezionare dal menù ADMINISTRATION SYSTEM DATA MUSIC SOURCE (1) per la definizione delle possibili sorgenti Se la sorgente è esterna MG preleverà la musica sullattacco MOH presente sulla MPB Se la sorgente è interna è possibile scegliere tra più melodie, vedi voce INTERNAL MUSIC TYPE (2) Se la sorgente è un annuncio inserire il numero dellannuncio in corrispondenza della VMIB/AAFU su cui è registrato (3) Se la sorgente è un interno BCA definire in STATION NUMBER il numero dinterno (4) Cliccare su SAVE (5)

76 76 SISTEMA: ATTRIBUTI – musica su attesa

77 77 SISTEMA: ATTRIBUTI – musica su attesa Per definire la sorgente della musica su attesa per chiamate interne ed esterne, selezionare dal menù ADMINISTRATION TENANT DATA TONE TABLE (1) Inserire in TENANT RANGE lintervallo 1-1 (2) Selezionare in TONE INDEX il range 41 – 60 (3) Selezionare il tipo di sorgente per le voci NORMAL HOLD TONE (CO – STATION – ATD) e TRANSFER HOLD TONE (CO – STATION) Spuntare le voci selezionate (5) e cliccare sul tasto SAVE (6)

78 78 SISTEMA: ATTRIBUTI – data e ora – network Selezionare dal menù ADMINISTRATION SYSTEM DATA SYSTEM DATE & TIME (1) Scegliere in NETWORK TYPE DATE lopzione NTP (2) Inserire in NTP PRIMARY SERVER ADDRESS il nome di dominio del server NTP (3) NOTA: è necessario definire il DNS IP ADDRESS in ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA IP ADDRESS PLAN Selezionare in STANDARD TIME ZONE la zona oraria di appartenenza GMT +01:00 (4) Cliccare su SAVE (5) 5

79 79 SISTEMA: ATTRIBUTI – data e ora - manuale Selezionare dal menù ADMINISTRATION SYSTEM DATA SYSTEM DATE & TIME (1) Scegliere in NETWORK TYPE DATE lopzione DISABLE (2) Inserire in SYSTEM TIME e SYSTEM DATE lora e la data (3) Cliccare su SAVE (4) 2

80 80 SISTEMA: ATTRIBUTI – time table Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA SYSTEM TIME TABLE (1) Inserire in TIME TABLE INDEX lindice della tabella da definire (2) Scegliere per ogni giorno la modalità di funzionamento del sistema WORKDAY o HOLIDAY (3) NOTA: Se definito come WORKDAY il sistema seguirà le fasce orarie definite in DAY (giorno) / NIGHT (notte) / TIMED (pausa pranzo) Se definito come HOLIDAY il sistema funzionerà in modalità notte Inserire in WEEKLY TIME le fasce orarie di funzionamento (4) Cliccare su SAVE (5)

81 81 SISTEMA: ATTRIBUTI – apriporta Selezionare dal menù ADMINISTRATION SYSTEM DATA EXTERNAL CONTROL CONTACT (1) Selezionare la voce DOOR OPEN (2) Cliccare su SAVE (3) NOTA: per attivare il contatto apri-porta occorre selezionare il codice DOOR OPEN così come definito nel FEATURE NUMBERING PLAN. Linterno inoltre deve essere abilitato impostando DOOR OPEN ACCESS = ENABLE nel menù ADMINISTRATION -> STATION PORT DATA -> STATION PORT ATTRIBUTE 1 2 3

82 82 SISTEMA: ATTRIBUTI – numeri brevi di sistema Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA SYSTEM SPEED DIAL (1) Individuare un indice, quindi inserire in DIAL DIGIT il numero che deve essere selezionato preceduto dal codice di impegno linea (2) Inserire in NAME il nome associato al numero breve (3) Selezionare in TOLL FREE lopzione ON se la chiamata deve superare eventuali restrizioni associate alla classe di servizio dellinterno da cui viene selezionato labbreviato (4) Cliccare su SAVE (5)

83 83 DERIVATI: REGISTRAZIONE DI TELEFONI IP PROPRIETARI/PHONTAGE Verificare che il sistema sia stato configurato per gestire i telefoni IP (proprietari/Phontage) Selezionare dal menù ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA DECT/IP/SIP MAX PORT (1) Verificare che il campo VALUE relativo a MAXIMUM NUMBER OF IP PHONE sia diverso da zero (2) NOTA: il numero di porte definito nel campo VALUE incide sulla capacità del sistema in termini di disponibilità di porte 1 2

84 84 DERIVATI: REGISTRAZIONE DI TELEFONI IP PROPRIETARI/PHONTAGE Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN FLEXIBLE STATION NUMBER (1) Individuare lo slot fisico 99 (2) – Assicurarsi di aver assegnato allo slot 99 un ordine logico nel Logical Slot Assignment Inserire il numero dinterno da associare al telefono IP / Phontage (3) Nellesempio alla porta logica IP n° 1 è associata la numerazione 210 Cliccare su SAVE (4) NOTA: la numerazione associata allinterno IP viene accettata dal sistema solo se definita secondo il formato specificato nella tabella di programmazione SYSTEM NUMBERING PLAN

85 85 DERIVATI: REGISTRAZIONE DI TELEFONI IP PROPRIETARI/PHONTAGE Selezionare dal menù ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA IP-PHONE REGISTRATION (1) Individuare la porta IP tramite lindice logico o la numerazione precedentemente assegnata allinterno (2) Nel caso di terminale IP inserire il MAC ADDRESS del telefono (3) Nel caso di Phontage inserire ID e PASSWORD di autenticazione (3) Cliccare su SAVE (4)

86 86 DERIVATI: REGISTRAZIONE DI TELEFONI IP PROPRIETARI/PHONTAGE Per verificare la corretta registrazione del terminale IP / Phontage selezionare dal menù ADMINISTRATION PRE-PROGRAMMED DATA IP-PHONE REGISTRATION (1) Verificare che lo stato del terminale nella colonna STATUS sia ACTIVE La colonna TYPE visualizza il tipo di terminale registrato Il campo IP ADDRESS visualizza lindirizzo IP del telefono IP o nel caso di Phontage lindirizzo IP del pc su cui è installato lapplicativo. Per Phontage il campo MAC ADDRESS visualizza il mac address del pc Telefono IP Phontage

87 87 DERIVATI: REGISTRAZIONE TELEFONI DECT Selezionare dal menù ADMINISTRATION DECT DATA DECT REGISTRATION (1) Inserire il PARK CODE riportato sulla MPB, quindi cliccare sul tasto SAVE (2) Inserire lAC CODE (1-8 cifre), quindi cliccare sul tasto SAVE (3) Selezionare DECT SUBSCRIBE ENABLE (4) Selezionare nel campo PHONE TYPE il tipo di terminale dect da registrare (proprietario 33xx/34x/4xx oppure standard GAP ST-DECT) Inserire in STATION No il numero dinterno che avrà il terminale, quindi cliccare sul tasto SEND (5) Registrare il telefono seguendo la procedura: MENU -> REGISTRAZIONE TELEFONO -> AFFILIAZIONE -> BASE -> RICERCA … -> CONFERMARE IL PARK CODE -> INSERIRE AC CODE

88 88 DERIVATI: REGISTRAZIONE TELEFONI DECT Per la visualizzazione dello stato di funzionamento dei terminali DECT registrati Selezionare dal menù ADMINISTRATION DECT DATA DECT REGISTRATION, cliccare sul tasto DECT REGISTERED STATUS (1) 1

89 Selezionare dal menù ADMINISTRATION NUMBERING PLAN FEATURE NUMBERING PLAN (1) Selezionare STATION GROUP NUMBER (2) Inserire nel campo VALUE il codice da utilizzare per quel gruppo dinterni (3) Cliccare sul tasto SAVE (4) 2 3 GRUPPI – Creazione di un gruppo dinterni

90 90 GRUPPI – Creazione di un gruppo dinterni Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION GROUP DATA STATION GROUP ASSIGN (1) Inserire in STATION GROUP NUMBER il numero del gruppo da programmare (2) In GROUP TYPE scegliere il tipo di gruppo (3): TERMINAL – le chiamate vengono distribuite partendo dal primo interno del gruppo CIRCULAR – le chiamate vengono distribuite in modo circolare RING - tutti gli interni del gruppo suonano contemporaneamente LONGEST IDLE – linterno che è stato per più tempo libero riceve la chiamata Inserire in GROUP NAME il nome del gruppo che verrà visualizzato sul display del telefono quando una chiamatala raggiunge il gruppo (4) PICKUP OPTION – impostando come ENABLE consente la risposta per assente tra i vari interni del gruppo (5) Cliccare su SAVE (6) Inserire in ADD STATION RANGE gli interni che devono far parte del gruppo e cliccare su ADD (7) Per rimuovere degli interni dal un gruppo inserirli in DEL STATION RANGE e cliccare su DEL Nella tabella (8) vengono visualizzati gli interni appartenenti al gruppo

91 GRUPPI – Creazione di un gruppo dinterni

92 92 GRUPPI – Creazione di un gruppo dinterni Selezionare dal menù ADMINISTRATION STATION GROUP DATA STATION GROUP ATTR (1) Inserire in STATION GROUP NUMBER il numero del gruppo da programmare (2) Vedi Tabella (3) 1 2 Vedi Tabella

93 93 PGM 202 1Greeting Tone TypeNormal; prompt; Annuncio; MOH (int/ext) 2Greeting Play TimerDurata del Greeting (& 5) 3Greeting Tone N° 4Greeting Prompt/Announcement Table -P259Sorgente dellannuncio 5Greeting Repeat CountRipete Greeting (& 2) 6Greeting Repeat Delay timerIntervallo fra ripetizioni del greeting 7Queuing Tone TypeTipo di Tono per le chiamate in coda 8Greeting/ Queuing Timeout timerTempo massimo in chiamata. 9Queuing Tone N°Tono per la coda (N; P; Anc; MOH I/E) 10Queuing Prompt/Announcement Table – P259Annuncio per la coda 11Queuing Repeat CountRipetizione di annuncio per la coda 12Queuing Repeat Delay TimerIntervallo fra annunci (per la coda) PGM 203 1Call in Greeting: in greeting/after greetingSquilla durante/dopo greeting 2Max Queue Count (0 99)Numero massimo di chiamate in coda 3Forward Tipe (no, uncond, Overf, Timeout, OT)Trabocco 4Apply Time type ( 5Forward DestinationDestinazione del Trabocco ( 202/8) 6Wrap Up TimerIntervallo forzato prima della seguente chiamata 7Member No answer -timerPer spostarsi al membro seguente GREETING: ANNUNCIO DI CORTESIA PROMPT: ANNUNCIO DI SISTEMA PRE-REGISTRATO ANNOUNCEMENT: ANNUNCIO REGISTRATO DALLUTENTE QUEUING: CODA NEL GRUPPO FORWARD: TRABOCCO WRAP UP TIMER: INTERVALLO FORZARTO FRA UNA CHIAMATA E LA SEGUENTE GRUPPI – Creazione di un gruppo dinterni

94 94 Selezionare dal menù ADMINISTRATION TABLE DATA ANNOUNCEMENT TABLE (1) Inserire in TABLE NO lindice della tabella da definire (2) Inserire in VMIB SLOT lo slot logico della scheda VMIB che deve fornire lannuncio (3) Inserire in ANNOUNCEMENT NO lindice dellarea dove lannuncio è stato registrato o caricato (4) Spuntare le voci selezionate (5) Cliccare su SAVE (6) GRUPPI – Creazione di un gruppo dinterni - Annunci

95 95 Laccesso per la gestione remota avviene tramite porta Ethernet LAN della MPB Collegare LAN ad una porta Ethernet del router E utilizzato il protocollo PPTP (Point to Point Tunneling Protocol), che attraverso l a cifratura dei dati rende sicura la trasmissione della VPN su rete pubblica) fra MG e i l PC di gestione. Per il PC di gestione è sufficiente MS Windows XP Professional Per connessioni multiple è richiesto un server MS Windows Server 2003 La connessione VPN PPTP viene creata su MG e sul PC La connessione (VPN) è iniziata da MG a seguito di: –Chiamata voce da CLI registrato su IPECS MG –Codice digitato da Posto Operatore Quando il PC di gestione remota riceve la richiesta di connessione, controlla ID e password del richiedente (IPECS MG). MAINTENANCE – Connessione Remota

96 96 Limpostazione su IPECS MG si trova nel menù: Administration System Data PPTP Attribute PPTP Server Information Limpostazione sul PC è una connessione di rete che permetta connessioni in ingresso. MAINTENANCE – Creazione della connessione di accesso remoto 1 2 3

97 97 AttributeValue (esempio)NOTA Server 1 PPTP Server Address xxx.xxxIndirizzo IP statico pubblico del PC remoto PPTP IDMGIpecs2010ID (consigliato il numero telefonico di MG) PPTP Password Password per accesso remoto – deve essere identica in MG e PC. MS Windows 2003 server richiede un numero minimo di caratteri e deve includere maiuscole, minuscole e cifre. PPTP Service CLI335xxxxxxxCLI chiamante: rilevato questo CLI, MG inizia la VPN per la connessione remota Server 2Altra destinazione (il CLI deve essere diverso, perché MG stabilisce la connessione (destinazione) in base al CLI Server 3Altra destinazione (il CLI deve essere diverso, perché MG stabilisce la connessione (destinazione) in base al CLI Server 4Altra destinazione (il CLI deve essere diverso, perché MG stabilisce la connessione (destinazione) in base al CLI MAINTENANCE – Creazione della connessione di accesso remoto

98 MAINTENANCE – Creazione della connessione di accesso remoto

99 99 MAINTENANCE: GESTIONE DATABASE SALVATAGGIO DATABASE: Selezionare dal menù SYSTEM MANAGEMENT DATABASE DATABASE DOWNLOAD (1) Cliccare sul tasto CLICK HERE (2) Attendere la finestra di pop-up Download del file, quindi cliccare sul tasto SALVA (3) CARICAMENTO DATABASE: Selezionare dal menù SYSTEM MANAGEMENT DATABASE DATABASE UPLOAD (1) Cliccare sul tasto SFOGLIA e selezionare il file da caricare (.adm) (2) Cliccare sul tasto UPLOAD (3), quindi attendere la conferma dellavvenuto caricamento (4)

100 100 MAINTENANCE: AGGIORNAMENTO SW SCHEDE Selezionare dal menù S/W UPGRADE FILE UPLOAD (1) Cliccare sul tasto SFOGLIA e selezionare il file da caricare (2) Cliccare sul tasto UPLOAD e attendere la conferma dellavvenuto caricamento (3) iPECS MG Version Master Table ModelFile TypeImage NameVersion Aggiornata al 15 gennaio 2010 MG-100Rom ImageGS55MA0Ba.romA.0Ba MG-300Rom ImageGS56MA0Ba.romA.0Ba BRIBRom ImageGS55N10Aj.rom1.0Aj PRIB/R2Rom ImageGS55Q10Al.rom1.0Al SLIB12/32Rom ImageGS55S10An.rom1.0An VMIB/AAIBRom ImageGS55V10At.rom1.0At VOIBRom ImageGS55T10As.rom1.0As WTIBRom ImageGS55U10Am.rom1.0Am 1 2 3

101 101 MAINTENANCE: AGGIORNAMENTO SW SCHEDE Selezionare dal menù S/W UPGRADE G/W UPGRADE (4) Selezionare il file caricato e cliccare sul tasto SELECT (5) Selezionare lo slot e quindi la scheda da aggiornare (6) Verificare che il file che verrà caricato sia corretto (7) Cliccare sul tasto UPGRADE (8)


Scaricare ppt "1. 2 MACCHINA SPENTA – ASSEMBLARE – INSERIRE SCHEDE COLLEGARE DIGITALE 24 TASTI A PRIMA PORTA DKTU DELLA MPB SULLA MPB, ASSICURARSI CHE I DIP SWITCH MODE."

Presentazioni simili


Annunci Google