La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Microeconomia Corso D John Hey. Oggi Un riassunto dei punti e concetti importanti nel corso. Suggerimenti per gli esami. Pausa. Esercitazione 8 con il.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Microeconomia Corso D John Hey. Oggi Un riassunto dei punti e concetti importanti nel corso. Suggerimenti per gli esami. Pausa. Esercitazione 8 con il."— Transcript della presentazione:

1 Microeconomia Corso D John Hey

2 Oggi Un riassunto dei punti e concetti importanti nel corso. Suggerimenti per gli esami. Pausa. Esercitazione 8 con il bello Luca.

3 Economia – perché? People Are Different

4 I Punti importanti per gli esami Non è un corso di matematica. Non dovete ricordare formule (eccetto qualche risultati specificati alla fine di questa presentazione). Non dovete fare la matematica – solamente grafici e un pò di manipolazione algebrica. Ho messo questo file sul sito.

5 Parte 1 Capitoli 2 a 9 Economie senza Produzione Il dettaglio e nella presentazione prime due parti del corso.

6 Capitolo 2 I Guadagni dello Scambio Concetti importanti: Il prezzo di riserva per un compratore. Il prezzo di riserva per un venditore. Il surplus del compratore. Il surplus del venditore.

7 Capitolo 2 Nellequilibrio concorrenziale il surplus totale e massimizzato.

8 Capitolo 3 Beni Discreti Una curva di Indifferenze è il luogo dei punti rispetto ai quali l'individuo si ritiene indifferente. Preferenze Quasi-Lineare... curve di indifferenza parallele per quale abbiamo una misura di quanto sta meglio l'individuo che non e ambigua.

9 Capitolo 3 Beni Discreti La curva di domanda e una scala con un gradino ad ogni prezzo di riserva. La curva di offerta e una scala con un gradino ad ogni prezzo di riserva.

10 Capitolo 3 Beni Discreti Il surplus del compratore e larea fra la curva di domanda ed il prezzo pagato. Il surplus del venditore e larea fra la curva di offerta ed il prezzo ricevuto.

11 Capitolo 4 Beni Perfettamente Divisibili Preferenze quasi-lineari. Gli stessi concetti e gli stessi risultati come il capitolo 3.

12 Capitolo 5 Preferenze Quasi-lineare Sostituti Perfetti con parametro a Complementi Perfetti 1 con parametro a Cobb-Douglas con parametro a

13 Capitolo 6 Domanda ed Offerta con il reddito in forma di dotazione La Domanda ed Offerta dipendono dalle preferenze. Sei sappiamo le preferenze possiamo dedurre la domanda ed offerta. Sei sappiamo la domanda ed offerta possiamo inferire le preferenze.

14 Capitolo 7 Domanda ed Offerta con il reddito in forma di moneta Lo stesso tipo di risultato come Capitolo 6.

15 Capitolo 8 Lo Scambio Il capitolo più bello del libro la cosa più importante nel corso La Scatola di Edgeworth. Per studiare lo scambio fra due individui. Cerchiamo uno scambio efficiente e chiediamo se ce uno scambio giusto.

16

17

18

19

20

21 Capitolo 8 Lo Scambio La curva dei contratti e il luogo dei punti efficienti nel senso di Pareto. Un punto fuori della curva dei contratti e inefficiente. Un punto sulla curva e efficiente.

22

23 Capitolo 9 Benessere … … …

24 Parte 2 Economie con Produzione Capitoli 10 – 15 Il dettaglio e nella presentazione prime due parti del corso.

25 Capitolo 10 Limpresa e La tecnologia Isoquanti Nello spazio degli input (q 1,q 2 ) il luogo dei punti per cui loutput e costante. (una curva di indifferenza – il luogo dei punti per cui lindividuo e indifferente.)

26 Capitolo 5 Capitolo 10 Individui Comprano beni e producano utilita… …dipende dalle preferenze… …che si puo rappresentare con curve di indifferenza.. …nello spazio (q 1,q 2 ) Imprese Comprano input e producano output… …dipende dalle tecnologia… …che si puo rappresentare con isoquanti.. …nello spazio (q 1,q 2 )

27 Due dimensioni La forma degli isoquanti: dipende della sostituzione fra i due input. Il modo in cui loutput cambia da un isoquanto ed unaltro – dipende dai rendimenti di scala.

28 Sostituti Perfetti con parametro a un isoquanto: q 1 + q 2 /a = costante Funzioni di produzione y = A(q 1 + q 2 /a) rendimenti di scala costante y = A(q 1 + q 2 /a) b rendimenti di scala decrescente (b 1)

29 Complementi Perfetti con parametro a un isoquanto: min(q 1,q 2 /a) = costante Funzioni di produzione y = A min(q 1,q 2 /a) rendimenti di scala costante y = A[min(q 1,q 2 /a)] b rendimenti di scala decrescente (b 1)

30 Cobb-Douglas con parametri a e b un isoquanto: q 1 a q 2 b = costante Funzioni di produzione y = A q 1 a q 2 b a+b<1 rendimenti di scala decrescenti a+b=1 rendimenti di scala costanti a+b>1 rendimenti di scala crescenti

31 Capitolo 11 Minimizzazione dei costi e domanda dei fattori produttivi La Domanda dipende dalla tecnologia. Sei sappiamo la tecnologia possiamo dedurre la domanda. Sei sappiamo la domanda possiamo inferire la tecnologia.

32 Capitolo 12 Curve di Costo La Curva di Costo Totale La forma dipende dai rendimenti di scala: Concava con RdS Decrescenti Lineare con RdS Costante Convessa con RdS Crecenti.

33 Capitolo 12 La curva di costo marginale......linclinazione della curva di costo totale La curva di costo medio......linclinazione di una retta dallorigine alla curva di costo totale.

34 Capitolo 13 Lofferta dellimpresa La condizione per loutput ottimo: p = costo marginale dove il costo marginale è crescente. La curva di offerta quindi è la curva di costo marginale. Il profitto dellimpresa è larea fra il prezzo e la curva di offerta.

35 Capitolo 14 La Frontiera delle possibilita produttiva Di solito è concava.

36 Capitolo 15 Produzione e Lo Scambio Un capitolo difficile. Il saggio di trasformazione (l'inclinazione della ppf della società) è uguale al saggio marginale di sostituzione dei due individui (l'inclinazione delle curve di indifferenza). Si ricordi che il saggio marginale di sostituzione dei due individui deve essere uguale in corrispondenza della curva dei contratti.

37 Capitolo 16 Evidenza Empirica Bello ma difficile.

38 Parte 3 - Applicazioni Capitolo 19. Capitoli 20, 21 e 22 – scelta intertemporale Capitoli 23, 24 e 25 – scelta in condizioni di rischio. Capitolo 26 – il mercato di lavoro.

39 Capitolo 19 Variazione Compensativa ed Equivalente Preferenze Non-Quasi-Lineari. L'effetto sul comportamento e sul benessere di una variazione dei prezzi.

40

41

42 Capitolo 19 la variazione compensativa è l'ammontare di soldi che l'individuo avrebbe bisogno al prezzo nuovo per essere compensato per gli effetti avversi della variazione di prezzo. la variazione equivalente è l'ammontare di soldi che deve essere sottratto dal reddito al prezzo originale per ridurre il benessere dell'individuo dello stesso ammontare indotto dall'aumento di prezzo. la variazione nel surplus del consumatore si colloca tra la variazione equivalente e la variazione compensativa.

43 Capitoli 20, 21 e 22 Scelta Intertemporale. Capitolo 20: il vincolo di bilancio. Capitolo 21: un modello di preferenze – il modello di Utilità Scontata. Capitolo 22: Scambio nei mercati dei capitali.

44 Capitolo 20 Il vincolo di Bilancio in un mercato perfetto: c 1 (1+r) + c 2 = m 1 (1+r) + m 2 Nello spazio (c 1,c 2 ) una retta con inclinazione -(1+r).

45 Capitolo 21 Il modello di Utilità Scontata U(c 1,c 2 )=u(c 1 ) + u(c 2 )/(1+ρ) dove ρ e il tasso di sconto dellindividuo. u(c 2 )/(1+ρ) è il valore scontato dellutilita dal secondo periodo... … scontato al tasso di sconto dellindividuo.

46 Il Modello di Utilità Scontata Se u(.) è concava (lineare, convessa), le curve di indifferenza nello spazio (c 1,c 2 ) sono convesse (lineari, convesse). Linclinazione di ogni curva di indifferenza sulla linea di eguale consumo nello spazio (c 1,c 2 )= -(1+ ρ).

47 Capitolo 22 Lo scambio nei mercati dei capitali. La Scatola di Edgeworth. c 1 = c 2 se ρ = r c 1 > c 2 se ρ > r c 1 < c 2 se ρ < r

48 Capitoli 23, 24 e 25 Scelta in condizioni di rischio Capitolo 23: il vincolo di bilancio. Capitolo 24: un modello di preferenze – il modello di Utilità Attesa. Capitolo 25: Scambio nei mercati dei assicurazione.

49 Capitolo 23 Il vincolo di Bilancio in un mercato equo. π 1 c 1 + π 2 c 2 = π 1 m 1 + π 2 m 2 Nello spazio (c 1,c 2 ) una retta con inclinazione - π 1 /π 2 … dove π 1 e π 2 sono le probabilità dei due stati.

50 Capitolo 24 Il Modello di Utilità Attesa: U(c 1,c 2 ) = π 1 u(c 1 )+ π 2 u(c 2 ) Una curva di indifferenza è data da π 1 u(c 1 )+ π 2 u(c 2 ) = costante Se la funzione u(.) è concava (lineare,convessa) le curve di indifferenza nello spazio (c 1,c 2 ) sono convesse (lineari, concave). Linclinazione di ogni curva di indifferenza sulla retta di certezza = -π 1 /π 2

51 Capitolo 24 Un individuo avverso al rischio in un mercato assicurativo perfetto sempre sceglie assicurazione completa.

52 Capitolo 25 Lo scambio in mercati di assicurazione. La Scatola di Edgeworth. Lequilibrio concorrenziale dipende dalle preferenze e dalle dotazioni.

53 Capitolo 26 Il Mercato di Lavoro. Lofferta viene dalla scelta dei individui fra consumo e tempo libero (vede capitolo 6) La domanda viene dalle imprese (vede capitolo 11). La Legislazione sul salario minimo?

54

55 Parte 4 – Inefficienze del Mercato Capitolo 27: Tassazione. Capitolo 28: Monopolio (e Monopsonio). Capitolo 30: La Teoria dei Giochi. (Capitolo 31: Duopolio).

56 Capitolo 27 Tassazione Chi paga la tassa? Gli acquirenti? I venditori?...dipende dalla domanda e dellofferta. Leffetto sul surplus? Ce una perdita secca a causa della tassa.

57 Capitolo 27 La cosa piu importante dalla Capitolo: Con una tassa, ci sono due prezzi del bene – Il prezzo pagato dagli acquirenti, Il prezzo ricevuto dai venditori.

58 Capitolo 27 Come funzione del prezzo pagato dagli acquirenti una tassa non causa alcuna variazione nella curva di domanda ma spostamenti della curva di offerta verso l'alto nella misura dell'ammontare della tassa. Come funzione del prezzo ricevuto dai venditori una tassa non causa alcuna variazione nella curva d'offerta ma spostamenti della curva di domanda verso il basso nella misura dell'ammontare della tassa. Nell'equilibrio nuovo la tassa è uguale esattamente alla differenza tra il nuovo prezzo d'equilibrio pagato dagli acquirenti e il nuovo prezzo d'equilibrio ricevuto dai venditori. Il carico della tassa dipende dalle inclinazioni (relative) delle curve di domanda e offerta. La tassa causa una perdita secca di surplus dal mercato - che nessuno riceve.

59 Capitolo 28 Monopolio e (Monopsonio) Un monopolio causa una perdita secca di surplus dal mercato - che nessuno riceve. Legislazione sul prezzo massimo... (Un monopsonio causa una perdita secca di surplus dal mercato - che nessuno riceve. Legislazione sul prezzo mimimo...)

60 Capitolo 30 La Teoria dei Giochi Un giocatore ha una strategia (scelta) dominante se questa scelta è migliore indipendentemente dalla scelta dell'altro giocatore. Una configurazione di strategie di un gioco è chiamato equilibrio di Nash se nessun giocatore vuole cambiare la propria scelta data la scelta dell'altro giocatore. I giochi possono avere nessuno equilibrio di Nash (in stratege pure), un unico Equilibrio di Nash oppure equilibri di Nash multipli.

61 Capitolo 31 Duopolio In un'istituzione con fissazione delle quantità l'equilibrio di Nash porta ad una produzione totale tra la produzione concorrenziale e la produzione di monopolio. Situazioni collusive sono migliori per entrambe le imprese - ma instabili. Può essere preferibile per un'impresa essere il leader. In un'istituzione con fissazione del prezzo l'unico equilibrio di Nash implica costo marginale uguale al prezzo.

62 Sul promemoria Funzioni di utilità: SP con parametro a: u(q 1,q 2 ) = q 1 + q 2 /a CP con parametro a: u(q 1,q 2 ) = min(q 1,q 2 /a) Cobb-Douglas con parametro a: u(q 1,q 2 ) = q 1 a q 2 1-a Funzioni di produzione: SP con parametro a: y = f(q 1,q 2 ) = q 1 + q 2 /a CP con parametro a: y = f(q 1,q 2 ) = min(q 1,q 2 /a) Cobb-Douglas con parametri a e b: y = u(q 1,q 2 ) = q 1 a q 2 b La derivata di: a + bx + cx 2 e b + 2cx

63 Da ricordare: domande Sostituti perfetti con parametro a: se p 1 /p 2 < a allora q 1 = m/p 1 q 2 = 0 se p 1 /p 2 = a allora.... se p 1 /p 2 >a allora q 1 = 0 q 2 = m/p 2 Notate: di solito 0 o tutto il reddito. Complementi perfetti con parametro a: q 1 =m/(p 1 + ap 2 ) e q 2 =am/(p 1 + ap 2 ) Notate: q 2 /q 1 = a Cobb-Douglas con parametro a q 1 = am/p 1 e q 2 = (1-a)m/p 2 Notate: p 1 q 1 = am e p 2 q 2 = (1-a)m

64 Da ricordare (scelta intertemporale e rischiosa) Con il modello di Utilità Scontata, linclinazione di ogni curva di indifferenza sulla retta di uguale consumo = -(1+ρ) dove ρ e il fattore di sconto. Con il modello di Utilità Attesa, linclinazione di ogni curva di indifferenza sulla retta di certezza = -π 1 / π 2 dove π 1 e π 2 sono le probabilità dei due stati.

65 Da ricordare Scelta Intertemporale: la retta di bilancio in un mercato perfetto ha inclinazione –(1+r) dove r è il tasso di interesse. Scelta Rischiosa: la retta di bilancio in un mercato equo ha inclinazione -π 1 / π 2 dove π 1 e π 2 sono le probabilità dei due stati. Monopolio: se la curva di domanda è p = a – by quindi la curva di ricavo marginale è = a – 2by quindi ha la stessa intercetta sullasse verticale e linclinazione il doppio,

66 I Punti importanti per gli esami Non e un corso di matematica. Non dovete ricordare formule (eccetto qualchi risultati gia specificati nella presentazione). Non dovete fare la matematica – solamente grafici e un pò di manipolazione algebrica.

67 Cose practiche Portate agli esami penne di colori diverse, matite, gomma, righello. Usate i grafici e disegnare rette e curve precisamente usando matite di colori diversi. Usate il cervello non la memoria. Eliminate risposte ovviamente sbagliate. In bocca lupo!

68 Esami 9.00 il 23 giugno il 7 luglio 2008

69 Arriverderci Buono lavoro per lesame. Grazie per essere venuti al corso.

70


Scaricare ppt "Microeconomia Corso D John Hey. Oggi Un riassunto dei punti e concetti importanti nel corso. Suggerimenti per gli esami. Pausa. Esercitazione 8 con il."

Presentazioni simili


Annunci Google