La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

in collaborazione con: la RISERVA NATURALE MONTE RUFENO lUNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "in collaborazione con: la RISERVA NATURALE MONTE RUFENO lUNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO."— Transcript della presentazione:

1

2 in collaborazione con: la RISERVA NATURALE MONTE RUFENO lUNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO

3 MONITORAGGIO CHIMICO e MICROBIOLOGICO DELLE ACQUE DEL BACINO DEL PAGLIA per la.s

4 IL FIUME PAGLIA Il fiume Paglia è il principale affluente di destra del Tevere. Nasce a circa m slm alle pendici meridionali del monte Amiata (1.738 m) in località Pian dei Renaì (comune di Abbadia San Salvatore). Attraversa le province di SIENA, VITERBO E TERNI e sfocia nel Tevere a Sud- Est di Orvieto; è lungo circa 86 km ed ha un regime prevalentemente torrentizio.

5 I siti di campionamento nel bacino del fiume Paglia nella zona di Acquapendente sono: Paglia Ponte Gregoriano S. Anna Chiusarelle Quintaluna Le Crete Porta San Leonardo Briglia

6 ZONA MONITORATA CON PUNTI DI CAMPIONAMENTO Ponte Gregoriano S.Anna Quinta Luna Briglia Quinta Luna Le Crete Chiusarelle Quinta Luna San Leonardo SITI DI CAMPIONAMENTO

7 S.Anna Quintaluna Ponte Gregoriano

8 14/11/ /12/ /02/ /03/ /04/2012

9 DATE DEL CAMPIONAMENTO 4° B TCB: 21/11/ /02/ /01/ /05/2012

10 pH; Temperatura; Conducibilità elettrica c. ANALISI CHIMICO-FISICHE :

11 Ammoniaca NH 3 scarichi urbani Nitriti NO 2 - inquinamento recente Nitrati NO 3 - inquinamento passato Fosfati PO 4 -3 fertilizzanti e detersivi. ANALISI CHIMICHE CON I KIT (LABORATORIO SCOLASTICO)

12 Ammoniaca L acqua superficiale normalmente contiene ammoniaca per i processi di decomposizione di piante e animali. La concentrazione elevata di ammoniaca è indice di fenomeni d inquinamento in atto dovuti per esempio alla presenza di discariche o di scarichi urbani.

13 Nitriti Derivano dall ossidazione dell ammoniaca prima che si formino i nitrati. La loro presenza è indice di inquinamento recente, può avvenire nelle acque naturali anche durante i fenomeni di decomposizione, oppure i nitriti possono raggiungere i fiumi dal dilavamento dei campi coltivati e concimati. In ogni caso testimoniano un elevato contenuto di ammoniaca nell ambiente in cui si trovano.

14 Nitrati I nitrati sono presenti in tracce nelle acque superficiali e a più alti livelli nelle acque sotterranee. Le acque di dilavamento possono trasportare alte concentrazioni di nitrati dai campi coltivati e concimati, contribuendo ad aumentare il loro livello nei fiumi. Ciò provoca inquinamento organico e danni alle forme viventi.

15 Fosfati I fosfati possono essere introdotti nell ambiente attraverso l uso di fertilizzanti e detersivi. A livelli elevati i fosfati provocano un eccessiva crescita di organismi fotosintetizzanti (eutrofizzazione).

16

17 PARAMETRO CAMPIONE Aspetto Colore Odore T °C Misure in situ (aria) T °C Misur e H2O pH (-) Misure in situ Ossigeno disciolto mg/l s cm - 1 Solidi sospesi Totali mg/l Durezz a °F NO 2 - mg l -1 o ppm NH 3 mg l -1 o ppm Ponte Gregoriano ORE 10:30 (PIENA) Leggermente torbido ,631,8010 Chiuserelle ORE 11:00(PIENA) Leggermente torbido 15118,111, ,200 Ponte Gregoriano ORE 11:30(NUVOLOSO) Torbido < Ponte Gregoriano ORE 10:40(SERENO) Molto torbido S.Anna ORE10:30(NUVOLOS O) Torbido < CAMPIONAMENTO Zona: Paglia

18 PARAMETRO CAMPIONE Aspetto Colore Odore T °C Misure in situ (aria) T °C Misure H2O pH (-) Misure in situ Ossigeno disciolto mg/l s cm -1 Solidi sospesi Totali mg/l Durezza °F NO 2 - mg l -1 o ppm NH 3 mg l -1 o ppm Briglia ORE: 9.20(SERENO) Torbido San Leonardo ORE 10.00(SERENO) Limpido Briglia (A) ORE : 10.00(SERENO) Limpido San Leonardo (B) ORE: 10.30(SERENO) Limpido Crete ORE : (MOLTO NUVOLOSO) Limpido Crete ORE: 10.00(SERENO) Limpido Crete ORE:9.30(NUVOLOSO ) Limpido < Crete ORE: 10.00(SERENO) Torbido San Leonardo ORE : 11.30(NUVOLOSO) Leggerme nte Torbido CAMPIONAMENTO Zona: Quintaluna

19

20 Analisi allUniversità di Viterbo Dipartiment o di Scienze Ambientali

21 In ogni tecnica cromatografica devono essere identificabili due fasi immiscibili tra loro: una fase stazionaria, che può essere solida o liquida, e una fase mobile che può essere liquida o gassosa, e che contiene la miscela di sostanze da separare Nella cromatografia su colonna, dove la fase stazionaria è immobilizzata su un supporto (matrice) inerte ed insolubile, impaccato dentro una colonna di vetro, plastica o metallo. Il flusso della fase mobile entro la colonna può avvenire semplicemente per effetto della gravità (come nel caso A illustrato sopra) oppure per azione di una pompa (caso B). In molti sistemi semplici di cromatografia una pompa peristaltica si trova a valle della colonna, anziché a monte. CROMATOGRAFIA SU COLONNA Contenitor e eluente AB Eluente Colonna Materiale impaccato EluentePompa Lana di vetro Uscita eluato (al rivelatore e/o al collettore di frazioni Tappo Setti di nylon

22 ANALISI CHIMICHE CON IL CROMATOGRAFO A SOPPRESSIONE DI IONI (SIC) L'analisi degli anioni state effettuate con il seguente apparecchio: Cromatografo Shimadzu dotato di: rivelatore conduttimetrico sistema di soppressione per eliminare gli ioni delleluente colonna IC SI-90 4E (4.0 x 250 mm) Condizioni al contorno: eluente: Tampone 1.8mM carbonato di sodio + 1.7mM bicarbonato di sodio in soluzione acquosa flusso: 0.9 ml/min analisi quantitativa mediante calibrazione con standard esterno.

23 Colonna Flusso

24

25 COMMENTO AI DATI:Al Ponte gregoriano la concentrazione dei solfati è elevatissima. PARAMETRO CAMPIONE NO 3 - UNIV. mg l -1 o ppm PO 4 -3 UNIV. mg l -1 o ppm Cl - UNIV. mg l -1 o ppm F - UNIV. mg l -1 o ppm SO 4 -2 UNIV. mg l -1 o ppm Ponte Gregoriano ORE 10:30 (PIENA) Chiuserelle ORE 11:00(PIENA) Ponte Gregoriano ORE 11:30(NUVOLOSO) Ponte Gregoriano ORE 10:40(SERENO) S.Anna ORE10:30(NUVOLOSO)

26 PARAMETRO CAMPIONE NO 3 - mg l -1 o ppm PO 4 -3 mg l -1 o ppm Cl - mg l -1 o ppm F - mg l -1 o ppm SO 4 -2 mg l -1 o ppm Briglia ORE: 9.20(SERENO San Leonardo ORE 10.00(SERENO) Briglia (A) ORE : 10.00(SERENO) San Leonardo (B) ORE: 10.30(SERENO) Crete ORE : (MOLTO NUVOLOSO) Crete ORE: 10.00(SERENO) Crete ORE:9.30(NUVOLOSO) Crete ORE: 10.00(SERENO) San Leonardo ORE : 11.30(NUVOLOSO) COMMENTO AI DATI: I nitrati alla Quinta luna sono particolarmente concentrati e segnalano un inquinamento da scarichi civili

27 I dati sperimentali sono legati al regime torrentizio del Paglia: in caso di piena i parametri chimici monitorati sono nulli, mentre in periodi di flusso costante si può osservarne un aumento della concentrazione Le analisi evidenziano delle concentrazioni elevate di alcuni parametri nei campioni prelevati presso la Quinta Luna a valle del depuratore Al Ponte Gregoriano la velocità delleffluente e la maggiore portata abbassano le concentrazioni

28 Indicatori inquinamento fecale : Streptococchi fecali Coliformi fecali Escherichia Coli Coliformi totali

29 Il metodo utilizzato per la ricerca degli indicatori di inquinamento fecale è la tecnica MF (FILTRAZIONE SU MEMBRANA) dove viene usata una membrana filtrante con pori di dimensione di 0.45µm, che posta sullimbuto per filtrazione è in grado di trattenere i batteri. Dopo la filtrazione ogni membrana viene posizionata in una piastra contenente uno specifico terreno di coltura che permette la crescita e la differenziazione dei batteri ricercati. METODICA: TECNICA DELLE MEMBRANE FILTRANTI

30 Si incuba in stufa termostatata; dopo h si procede al conteggio delle colonie. Si moltiplica il numero di colonie per il reciproco della diluizione e si esprime il risultato in UFC/100ml. INCUBAZIONE

31 Sito di campionamento Valori Limiti di legge per le acque di balneazione Limiti di legge per le acque in uscita da un depuiratore Limiti di legge per le acque smaltite in terreni ad uso agricolo S. Anna (19/03/2012) 500/100 ml100/100 ml5000/ 100 ml 20/ 100 ml (2/100ml per irrigare ortaggi) Ponte Gregoriano (27/02/2012) 26/100 ml100/100 ml5000/ 100 ml 20/ 100 ml (2/100ml per irrigare ortaggi) Quinta Luna Le Crete (19/03/2012) 3000/100 ml100/100 ml5000/ 100 ml 20/ 100 ml (2/100ml per irrigare ortaggi)

32 SPECIE BATTERICHE T.Q. 1/101/100 1/1000 Coliformi totali 22°C 280UFC Coliformi totali 36°C 43UFC300UFC Coliformi fecali 22°C Conteggio impossibile 2500UFC Coliformi fecali 36°C Conteggio impossibile 5650UFC Streptococchi fecali 22°C Conteggio impossibile 81000UFC Streptococchi fecali 36°C 18500UFC Conteggio totale 22°C 140 UFC10000 UFC Conteggio totale 36°C 220 UFC11500 UFC

33 SPECIE BATTERICHE T.Q. 1/101/100 1/1000 Coliformi totali +200UFC500UFC4500UFC14000UFC Coliformi fecali +300UFC+200UFC16100UFC38000UFC Streptococchi fecali +100UFC200UFC300UFC1000UFC Conteggio totale 22°C 372UFC Conteggio totale 36°C 362UFC

34 SPECIE BATTERICHE T.Q. 1/101/100 1/1000 Coliformi totali 51UFC170UFC600UFC2000UFC Coliformi fecali 0UFC Streptococchi fecali 0UFC Conteggio totale 22°C 374UFC Conteggio totale 36°C 364UFC

35 SPECIE BATTERICHE T.Q. 1/101/100 1/1000 Coliformi totali 20UFC170UFC2200UFC2000UFC Coliformi fecali 20UFC150UFC1200UFC2000UFC Conteggio totale 22°C 92UFC10000UFC Conteggio totale 36°C 113UFC19000UFC

36 SPECIE BATTERICHE T.Q. 1/101/100 1/1000 Coliformi totali 98UFC720UFC6800UFC8000UFC Coliformi fecali 1UFC800UFC46UFC1UFC Conteggio totale 22°C 840UFC160000UFC Conteggio totale 36°C 510UFC10000UFC

37 SPECIE BATTERICHE T.Q. 1/101/100 1/1000 Coliformi totali Conteggio impossibile 780UFC Coliformi fecali 5UFC Streptococchi fecali 99UFC Conteggio totale IMPOSSIBILE DETERMINARE

38 SPECIE BATTERICHE T.Q. 1/101/100 1/1000 Coliformi totali 36°C Conteggio impossibile 9000UFC17000UFC Coliformi fecali 22°C Conteggio impossibile 1580UFC 3000UFC23000UFC Coliformi fecali 36°C Conteggio impossibile 2080UFC3200UFC26000UFC Streptococchi fecali 36°C Conteggio impossibile 620 UFC1400UFC4000UFC Conteggio totale 36°C Conteggio impossibile 5050UFC

39 Le prove evidenziano che lacqua del Paglia sia a S.Anna sia alla Quinta Luna non è balneabile né può essere usata per lirrigazione. Al Ponte Gregoriano la velocità delleffluente abbassa le concentrazioni e quindi lacqua risulta balneabile.

40 Che tutte le analisi chimiche e microbiologiche sono state effettuate in un laboratorio didattico, quindi si consiglia alle autorità competenti di approfondire e confermare i dati raccolti. SI RICORDA :

41 : Il direttore Massimo Bedini, Il responsabile ufficio comunicazione Marco Capra ed Il resto del personale, in particolare il prof. Vittorio Vinciguerra. :Giuseppe Battellocchi, Graciela Elisabet Fainelli, Donatella Rocchi, Pierluigi Filosomi e Carmela Dursi per il supporto dato. LA CLASSE RINGRAZIA: GLI ALUNNI La Riserva Naturale Monte Rufeno L Universita di Viterbo I proff. La dirigente prof.ssa Maria Rita Salvi Lamministrazione provinciale di Viterbo Lamministrazione comunale di Acquapendente

42 L e Classi IV ATCB e IV BTCB A.S. 2011/2012 Classe IV ATCB Tutor: Prof.ssa Graciela Elisabet Fainelli Alunni: Campana Niccolò Catalano Annalisa Cordelli Simona Ferrantini Ilenia Giuliani Federica Graziano Lisa Inzinna Tatiana Lombardi Maikol Lupi Leonardo Mannaioli Michele Palla Leonardo Pancrazi Francesca Panicali Alessia Perello Manuel Piazzai Federica Rossi Romolo Rotili Giada Shera Enduena Verrucci Elisa Classe IV BTCB Tutor: Prof. Giuseppe Battellocchi Alunni: Balestra M.Cristina Belgi Manola Bisogni Giulia Bisti Mattia Delogu Annarita Ferrigno Marco Manni Matteo Montanucci Federico Pelo Azzurra Ruschena Elisa Vitali Dario Dante

43 GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE


Scaricare ppt "in collaborazione con: la RISERVA NATURALE MONTE RUFENO lUNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO."

Presentazioni simili


Annunci Google