La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Responsabile Nazionale: Stefano Giulini Castiglioni Agosteo, Dipartimento di Ingegneria Nucleare, Politecnico di Milano e INFN, Sezione di Milano. Partecipanti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Responsabile Nazionale: Stefano Giulini Castiglioni Agosteo, Dipartimento di Ingegneria Nucleare, Politecnico di Milano e INFN, Sezione di Milano. Partecipanti."— Transcript della presentazione:

1 Responsabile Nazionale: Stefano Giulini Castiglioni Agosteo, Dipartimento di Ingegneria Nucleare, Politecnico di Milano e INFN, Sezione di Milano. Partecipanti INFN-MI Stefano Giulini Castiglioni Agosteo (PO, 50%), Armando Foglio Para (PA, 30%), Marco Caresana, (RU, 30%), Andrea Pola (RU, 50%) Alberto Fazzi (PA, 50%), Vincenzo Varoli (PA,50%); INFN-PD Flavio Dal Corso (Tecn. INFN, 40%)responsabile locale Franco Gonella (Tecn. INFN, 20%) Matteo Pegoraro (Dir.Tecn., 20%) Pierluigi Zotto (PA, 30%) MI-PDMICRO-SI MICRO-SI: SVILUPPO DI UN MICRODOSIMETRO AL SILICIO PORTATILE

2 Scopo dellesperimento MICRO-SI Lo scopo dellesperimento è la realizzazione di un microdosimetro al silicio portatile, che permetta di effettuare la caratterizzazione di campi di radiazione nelle missioni spaziali, nella radioterapia e nella ricerca. n + (As) n + (P) p+ (B) deep imp ~2 m 500 m E stage Thin diode ST Microelectronics technology Charge collection Sensitive volume Il microdosimetro è stato sviluppato dopo vari studi: SID (con cui il gruppo di Padova ha collaborato nel ), SISP (con una breve collaborazione nel 2003) e FAR14 (in ambito MIUR). Rivelatore

3 The 1 mm 2 detector Front view I ΔE = 40 pA C ΔE = 170 pF C E = 2 pF I E = 60 pA ΔE stage E stage

4 Impegni di Padova 1.Risposta dei rivelatori micrometrici ad adroni carichi a.Costruzione di una camera di irraggiamento sotto vuoto (2008) b.Adattamento elettronica di lettura correnti (riutilizzata dal Radiation Monitor di ZEUS - Padova) e messa a punto della camera di irraggiamento ( ) c.Misure al Van De Graaff CN del LNL ( ) Le misure di risposta dei rivelatori allirraggiamento sono state completate entro la primavera del Disegno dellelettronica di read-out integrato del Microdosimetro a.Studio di fattibilità di amplificatore integrato (2008). b.Produzione prototipo a componenti discreti e definizione specifiche per versione ASIC ( ) c.Produzione I prototipo in tecnologia CMOS 0.35µ AMS con un run MPW EuroPractice (fine 2010). Prototipo prodotto e testato al banco (Q1 2011) d.Produzione secondo prototipo ASIC a fine 2011 e test nel e.Ingegnerizzazione entro Ritardi dovuti a fermo macchine del CN e disguido burocratico nellassegnazione fondi 2011

5 La camera di irraggiamento sotto vuoto è stata costruita nel I pochi test eseguiti nel 2009 (a causa fermo del CN e problemi al nostro sistema di acquisizione) sono serviti alla messa a punto della camera. Le misure di irraggiamento sono state eseguite dal maggio 2010 a marzo Risposta dei rivelatori micrometrici ad adroni carichi Crociera di allineamento C3C2C1 C4 Crociera di allineamento Rivelatore

6 Misure di tolleranza allirraggiamento. Le misure di tolleranza allirraggiamento sono state completate entro marzo 2011 Sono stati irraggiati 4 rivelatori: 1.1 Misure alla camera di irraggiamento Comportamento delle correnti di leakage dei due stadi in funzione della dose

7 1.1 Misure alla camera di irraggiamento Caratteristica IV dello stadio E a diverse dosi di irraggiamento

8 1.1 Misure alla camera di irraggiamento Caratteristica IV dello stadio ΔE a diverse dosi di irraggiamento

9 1.1 Misure alla camera di irraggiamento Confronto tra diversi rivelatori del danno da radiazione sullo stadio E

10 La sottomissione del primo prototipo dellASIC di frontend è stata fatta il 30 agosto 2010, in tecnologia CMOS 0.35µ AMS con un run MPW EuroPractice. 2. Lamplificatore integrato. Struttura a blocchi dellamplificatore integrato di read-out del microdosimetro

11 Prestazioni al rumore del prototipo. Le prestazioni di rumore serie (2.2 e/pF) sono quasi al valore di proposta (2 e/pF), mentre il rumore parallelo è nettamente peggiore (350 e contro 100 e) 2.1. Test sul prototipo di amplificatore integrato.

12 Range dinamico del prototipo. Con errore entro l1% lamplificatore rileva protoni fino a 6 MeV e alpha fino a 4 MeV

13 Motivazioni. 1.Il CN ha subito un arresto da marzo a giugno 2011 che ha impedito il test dellamplificatore connesso al rivelatore 2.Allinizio dellanno ci sono stati problemi di assegnazione dei fondi, risolti solo a giugno Di conseguenza è stata persa la scadenza del 1 luglio per la sottomissione ad EuroPractice della II versione del prototipo. La prossima occasione per una nuova sottomissione è a novembre 2011, e i chip saranno consegnati a febbraio-marzo Proposta Test al banco e su fascio dellamplificatore nel I semestre 2012 Produzione scheda con elettronica accessoria di read-out (ADC, memoria, alimentazione rivelatori, interfaccia USB) nel II semestre Richiesta di prolungamento per il 2012.

14 Richieste finanziarie 2011 Materiale inventariabile0 Consumo 1 schede di test: 2 K 1 schede completa di read-out: 7 K 9.0 Trasferte interne1.0 Totali10.0 Richieste ai servizi 2011 OE: sviluppo schede e software acquisizione (Labview)6 mu


Scaricare ppt "Responsabile Nazionale: Stefano Giulini Castiglioni Agosteo, Dipartimento di Ingegneria Nucleare, Politecnico di Milano e INFN, Sezione di Milano. Partecipanti."

Presentazioni simili


Annunci Google