La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diagrammi di fase Se aumento T, la tensione di vapore aumenta, perché aumentano il numero di molecole allo stato gassoso. Aumentando la superficie del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diagrammi di fase Se aumento T, la tensione di vapore aumenta, perché aumentano il numero di molecole allo stato gassoso. Aumentando la superficie del."— Transcript della presentazione:

1 Diagrammi di fase Se aumento T, la tensione di vapore aumenta, perché aumentano il numero di molecole allo stato gassoso. Aumentando la superficie del liquido il processo va più veloce. 95° Dato che le molecole liquide hanno una energia cinetica media minore, perché via via il loro numero è minore perche’ evaporano, la T del liquido scende. ECCO PERCHE’ QUANDO L’ALCOL EVAPORA SULLA PELLE SENTO FREDDO!

2 Ebollizione: si verifica quando il liquido evapora aperto all’aria ad una certa T per la quale l’evaporazione avviene in tutto il liquido anziché solo sulla superficie: SI FORMANO BOLLE DENTRO IL LIQUIDO CHE SALGONO SULLA SUPERFICIE! Punto di Congelamento Punto di Fusione LA TEMPERATURA resta costante durante il processo di evaporazione in quanto il calore fornito viene utilizzato solo per convertire le molecole del liquido in vapore. T eb = la T alla quale la tensione di vapore del liquido diventa uguale alla pressione esterna.

3

4 Diagrammi di fase La curva liquido-gas mostra la dipendenza della tensione di vapore del liquido dalla temperatura Punto triplo: punto dove coesistono le tre fasi (l), (s) e (g) in equilibrio fra loro La curva solido-liquido mostra la dipendenza della temperatura di fusione dalla pressione esercitata sul sistema La curva solido-gas mostra la dipendenza della tensione di vapore del solido dalla temperatura Diagramma di fase dell’acqua

5 Diagrammi di fase Diagramma di fase CO 2 1 atm In tutti i diagrammi di fase a pressioni inferiori al valore di pressione del punto triplo Possono esistere solo solido e gas. Quindi tutte le sostanze che hanno la P del punto triplo inferiore a quella atmosferica (es. acqua) non possiedono una T di sublimazione normale ma a P= 1 atm fondono e poi evaporano. Viceversa per CO 2 che sublima a P = 1 atm perche’ la P del punto triplo è superiore alla P atmosferica

6 Soluzione ideale Se tutte le forze intermolecolari di attrazione che coinvolgono le molecole del soluto e del solvente hanno lo stesso valore, si ottiene una soluzione ideale. Nella formazione di una soluzione ideale l’entalpia di solubilizzazione è uguale a zero.

7 Proprietà colligative Proprietà di soluzioni diluite (ideali o reali che tendono all’idealità) che non dipendono dalla natura chimica del soluto ma solo dal numero relativo delle sue particelle rispetto al numero di particelle del solvente.

8 P = x 1 P 1 + x 2 P 2 Tensione di vapore di soluzione ideale (es. miscela benzene/toluene): 1 = soluto 2 = solvente P 1 tensione di vapore del soluto puro P 2 tensione di vapore del solvente puro

9 Dato che x 2 < 1 per definizione, la tensione di vapore della soluzione è minore di quella del solvente puro

10 Aggiunta di un soluto non volatile a un solvente è quello di spostare la curva di equilibrio liquido-gas verso temperature più alte (innalzameno ebulloscopico) e la curva di equilibrio solido-liquido verso temperature più basse (abbassamento crioscopico)

11 Poiché T eb = la T alla quale la tensione di vapore del liquido diventa uguale alla pressione esterna. Quindi una soluzione bolle a temperatura piu’ alta del solvente puro. T fus = la T alla quale la tensione di vapore del solvente liquido è uguale alla tensione di vapore del solido. Quindi una solido fonde a temperatura piu’ bassa del solvente puro. P = x 2 P 2 x 2 < 0

12 Innalzamento ebulloscopico e Abbassamento crioscopico  T eb = K eb C m  T cr = K cr C m BaCl 2 in acqua dà luogo a tre molecole, quindi determina abbassamento della tensione di vapore pari a tre volte quello di una sostanza che non si dissocia, a parità di C m Dalla legge di Raoult si puo’ ricavare:

13 La pressione osmotica Membrana semipermeabile Si definisce pressione osmotica di una soluzione la pressione da applicare sulla superficie della soluzione stessa, quando questa è in contatto col solvente puro attraverso una membrana semipermeabile, affinché non si abbia passaggio netto di molecole dal solvente puro alla soluzione Il solvente tende ad avere la stessa energia libera nei due recipienti, cosa che può fare solo diluendo la soluzione  = C M RT Soluzione con stessa pressione osmotica si dicono isotoniche

14 La pressione osmotica Misure di pressione osmotica sono servite a determinare la massa molare di soluti in soluzioni poco concentrate (es. le proteine) dalla relazione:  = C M RT = n/V RT = m/MV RT Come prima, soluzioni di NaCl o di BaCl 2 danno pressioni osmotiche rispettivamente 2 e 3 volte maggiori rispetto alla concentrazione della soluzione, perché ogni mole di soluto libera in soluzione 2 e 3 moli di ioni in soluzione, rispettivamente.

15

16

17 La fase disperdente puo’ essere gassosa o liquida e la fase dispersa Solida, liquida o anche gassosa. Fumi sono solidi dispersi nei gas La nebbia (aereosoli) sono dispersioni di liquidi in gas

18 Energia del sistema più stabile si ottiene al diminuire della sua superficie totale, quindi minor energia di una unica sfera rispetto a tante sfere, ma se le particelle sono elettricamente cariche dello stesso segno, la repulsione columbiana fa sì che le goccie di liquido non si uniscono

19 Es. idrossido di Fe

20 Dispersioni liquide caratterizzate da fase dispersa anche essa liquida Schiume: dispersioni di gas nei liquidi


Scaricare ppt "Diagrammi di fase Se aumento T, la tensione di vapore aumenta, perché aumentano il numero di molecole allo stato gassoso. Aumentando la superficie del."

Presentazioni simili


Annunci Google