La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le soluzioni Sono miscele omogenee di due o più sostanze (in forma di molecole, atomi, ioni) di cui quella presente in quantità maggiore è definita solvente,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le soluzioni Sono miscele omogenee di due o più sostanze (in forma di molecole, atomi, ioni) di cui quella presente in quantità maggiore è definita solvente,"— Transcript della presentazione:

1 Le soluzioni Sono miscele omogenee di due o più sostanze (in forma di molecole, atomi, ioni) di cui quella presente in quantità maggiore è definita solvente, le altre soluti. possono essere solide (leghe) liquideaeriformi Anche se il solvente e il soluto sono in fasi diverse, esse assumono lo stato di aggregazione del solvente

2 La solubilità E la quantità massima di soluto che può sciogliersi, ad una data temperatura, in una data quantità di solvente: la soluzione in questo caso di dice satura. Una soluzione è insatura quando il solvente è ancora in grado di sciogliere soluto o soluti. Una soluzione insatura può essere diluita, se la quantità di soluto disciolta è piccola o concentrata se invece è grande, relativamente alla quantità di solvente.

3 Equilibrio dinamico in una soluzione satura Una soluzione è satura quando il numero delle particelle di soluto che lasciano la loro posizione nel reticolo cristallino è uguale, nellunità di tempo, a quello delle particelle che ritornano a far parte del solido. A questo punto il solido non si scioglie più e rimane del corpo di fondo. La quantità di soluto, per unità di solvente, necessaria a formare una soluzione satura, rappresenta la sua solubità. Si è raggiunto uno stato di equilibrio dinamico: una trasformazione continua ad avvenire, ma contemporaneamente ha luogo, e con la stessa velocità, la trasformazione in senso contrario.

4 Il processo di solubilizzazione I soluti possono essere: ionici di tipo covalente polare di tipo covalente non polare I solventi possono essere di tipo covalente polare di tipo covalente non polare I soluti ionici sono solubili in solventi covalenti polari. I soluti covalenti polari sono solubili in solventi covalenti polari. I soluti non polari (o leggermente polari) sono solubili in solventi non polari (o leggermente polari).

5 + - - ione sodio ione cloruro molecola dacqua δ+δ+ δ+δ+ + Le molecole di H 2 O si comportano come dipoli e si orientano verso i cristalli di NaCl, in modo tale da orientare i propri poli positivi e negativi verso gli ioni periferici di carica opposta, vincendo progressivamente le forti attrazioni esistenti. - Solido ionico in solvente covalente polare

6 Solubilità di un solido covalente polare in un solvente polare glucosio CH 2 OH H O C H OH OH H CC C H OH H OH C Il glucosio forma con lacqua legami ad idrogeno. Da un cristallo si separano molecole idratate. = =

7 Soluto apolare in solvente apolare naftlalene trielina Il naftalene è solubile nella trielina perché tra le due sostanze si instaurano le forze di Van der Waals.

8 + + - Soluzioni di liquidi in liquidi:miscibilità. Liquidi polari Due o più liquidi polari si miscelano tra di loro grazie allinstaurarsi di attrazioni dipolo-dipolo + Alcol etilico + - Acqua

9 + Liquidi polari e apolari + olio acqua miscela Un liquido apolare non potrà miscelarsi con uno polare, perché le forze intermolecolari sono diverse

10 Liquidi apolari Due o più liquidi apolari si miscelano tra loro perché tra essi si instaurano le forze di Van der Waals. + Tetracloruro bromo miscela di carbonio

11 La dissoluzione dellidrossido di sodio in acqua è un processo esotermico, quella dellidrossido di ammonio è endotermico. Il cloruro di sodio si scioglie in acqua senza modificazione della temperatura del sistema. Effetti termici nella dissoluzione di un composto ionico La dissoluzione di un composto ionico avviene in due fasi: 1-demolizione della struttura cristallina del composto ionico con richiesta di energia e 2- idratazione degli ioni, con liberazione di energia. Il bilancio energetico di questi due processi può rendere il processo esotermico o endotermico.

12 Effetti termici nella dissoluzione di un composto ionico (liberazione di energia) 1-disgregazione del cristallo ( assorbimento di energia) 2- idratazione

13 Le proprietà colligative delle soluzioni Il solvente, come ogni sostanza pura, possiede delle proprietà fisiche caratteristiche. La presenza del soluto, nella soluzione, modifica le caratteristiche del solvente. Alcune proprietà delle soluzioni dipendono esclusivamente dalla concentrazione della soluzione, cioè dal numero di particelle di soluto presenti, non dalla sua natura. Queste particolari proprietà si definiscono proprietà colligative e sono: labbassamento della tensione di vapore, linnalzamento del punto di ebollizione, labbassamento della temperatura di solidificazione, la pressione osmotica.

14 Abbassamento della tensione di vapore La tensione di vapore di una soluzione contenente un soluto non volatile è minore di quella del solvente puro: infatti alla superficie della soluzione alcune particelle di solvente sono sostituite da quelle di soluto, che non hanno alcuna tendenza ad evaporare. molecola del solvente molecola del soluto

15 tempo Temperatura(°C) inizia lebollizione acqua salata acqua pura Innalzamento della temperatura di ebollizione Le interazioni che si vengono a creare tra soluto e solvente diminuiscono la tendenza delle molecole del solvente a liberarsi, per passare allo stato di vapore. E necessaria più energia per vincere queste interazioni, rispetto a quella necessaria al solvente puro. Di conseguenza, si registrerà una temperatura di ebollizione più elevata.

16 tempo Temperatura(°C) inizia il congelamento acqua salata acqua pura Abbassamento della temperatura di solidificazione Labbassamento della temperatura di solidificazione della soluzione, rispetto a quella del solvente puro, è dovuta al disturbo che le particelle di soluto provocano alle molecole del solvente, le quali dovendole accoglierle, cambiano il loro modo di aggregarsi. Le particelle di soluto costituiscono un ostacolo alla solidificazione del solvente perché si interpongono tra le sue molecole impedendo loro di organizzarsi in un reticolo cristallino

17 Osmosi Losmosi è un processo che consiste nel passaggio delle molecole del solvente da una soluzione più diluita ad una più concentrata quando tra esse è posta una particolare membrana, detta membrana semipermeabile, capace di lasciarsi attraversare solo dalle molecole del sovente e non da quelle del soluto. molecola del soluto molecola del solvente

18 Pressione osmotica solvente puro soluzione movimento del solvente pressione osmotica pressione necessaria per contrastare laumento del volume Quando solvente e soluto sono separati da una membrana semipermeabile (a) le molecole del solvente tendono a spostarsi verso la soluzione dove sono meno concentrate (osmosi). Il volume della soluzione aumenta (b) e quindi diminuisce la concentrazione di soluto. La pressione osmotica è quella che si deve applicare per impedire laumento del volume della soluzione. (a)(b) (c) Molecola del soluto Molecola del solvente

19 Modi per esprimere la concentrazione La concentrazione si può esprimere in vari modi : Molarità: E definita dalle moli di soluto disciolte in un litro di soluzione (solvente + soluto) M = moli (soluto) V(L)( soluzione) n° moli = Molarità (mol) x V(L) L

20 Percentuale in massa (% m/m): indica la quantità in grammi di soluto disciolta in 100 g di soluzione. Percentuale in volume (% V/V): indica il volume in cm 3 di soluto disciolto in 100 cm 3 di soluzione

21 Fattori che influiscono sulla solubilità di un gas temperatura ,0070 0,0060 0,0050 0,0040 0,0030 0,0020 0,0010 Solubilità in g per 100 g di acqua O 2 CH 4 N 2 La solubilità dei gas nei liquidi è influenzata dalla pressione e dalla temperatura. Essa diminuisce allaumentare della temperatura e, ad una determinata temperatura, risulta proporzionale alla pressione del gas sul liquido. Pressione in atm Solubilità in (g / 100 g di acqua a 25°C)x O 2 N 2 He

22 Fattori che influiscono sulla solubilità dei solidi e dei liquidi La solubilità della maggior parte dei liquidi e dei solidi aumenta al crescere della temperatura KNO 3 KBr NaCl Ce 2 (SO 4 ) 3 Li 2 SO 4 NaNO 3 Pb(NO 3 ) 2 Temperatura °C Solubilità in g per 100 g di acqua


Scaricare ppt "Le soluzioni Sono miscele omogenee di due o più sostanze (in forma di molecole, atomi, ioni) di cui quella presente in quantità maggiore è definita solvente,"

Presentazioni simili


Annunci Google