La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La carta è costituito da materie prime fibrose prevalentemente vegetali, unite per feltrazione ed essiccate, inoltre questo prodotto può essere arricchito.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La carta è costituito da materie prime fibrose prevalentemente vegetali, unite per feltrazione ed essiccate, inoltre questo prodotto può essere arricchito."— Transcript della presentazione:

1

2 La carta è costituito da materie prime fibrose prevalentemente vegetali, unite per feltrazione ed essiccate, inoltre questo prodotto può essere arricchito da collanti, cariche minerali, coloranti ed additivi diversi. La carta è un materiale sottile e flessibile. È formata da milioni di fibre vegetali. Per farla è necessaria la cellulosa, un insieme di fibre sottili che si ricavano dai vegetali. Si preferisce ricavarla dal legno, perché costa meno. La Carta può essere anche riciclata fino a 7 volte, per migliorare l'ambiente e abbassare i costi di produzione. Indietro

3 I Cinesi per primi utilizzarono i bozzoli del baco da seta come fibra per ottenere dei fogli; e già dal II secolo d.C. utilizzarono la scorza del gelso, gli steli del bambù, le fibre di ramiè ricavate dal china-grass, la canapa. L'uso della carta si diffuse a partire dall'VIII secolo in Asia Minore; successivamente in Africa e Spagna e con il XIII secolo in tutta Europa. Con l'impiego della gelatina animale la carta risultava resistente ai liquidi e quindi permetteva la scrittura. I cascami dell'industria tessile e gli stracci continuarono ad essere la materia prima. Con il XVII secolo e l'introduzione del cilindro olandese, le cui lame metalliche riducevano gli stracci in poltiglia, la preparazione dell'impasto divenne più rapida, non necessitando più di lunghi tempi di macerazione. Nell'800 con l'invenzione della macchina piana per carta ideata da L. N. Robert e della macchina in tondo ideata da M. Leistenschneider iniziò la produzione industriale della carta. Ricavate dal legno furono le materie prime che col tempo presero il posto degli stracci: la pasta di legno meccanica, ottenuta sfibrando il legno delle latifoglie con delle mole di pietra; la pasta chimica, o comunemente detta cellulosa, ottenuta dalla cottura del legno delle conifere con soluzioni di bisolfito di calcio o solfato.

4 Indietro La carta è la materia principe per la stampa. Per parecchi secoli la carta è stata prodotta dagli stracci, o da vegetali come canapa, juta e lino. Oggi essa è ottenuta essenzialmente dalla pasta di legno, cellulosa, paglia, riso e sostanze collanti e coloranti, è fabbricata in stabilimenti industriali con macchine che trasformano l’impasto base e acqua in un nastro di carta continuo avvolto in bobine. I trattamenti successivi più comuni sono la calandratura e la patinatura. In fase di stampa bisogna tener conto che la carta ha una fibra che corre parallela al senso della bobina.

5 I prodotti cartari sono usati in 6 grandi categorie: Carta da stampa: usata generalmente per stampa di giornali, guide telefoniche, volumi pubblicitari e anche carte speciali come carte geografiche e carta moneta; Carta da scrivere e per ufficio: usata per buste, carta per quaderni, carta per disegno, carta per fotocopie, carta carbone e copiativa; Carta da imballaggio: usata per carte per alimenti, carta pergamena, carte siliconate; Cartoni e cartoncini: usata per cartoni a più strati, cartoni ondulati, carta da onda, cartoni pressati; Articoli igienico-sanitari: carta igienica, fazzoletti, tovaglie e tovaglioli, carte per uso medico; Carta per uso industriale: usata per cavi elettrici e condensatori, carte per sigarette, carte per la fotografia, carta adesiva e carta da parati. Indietro

6 La carta, e il cartone, devono essere raccolti in modo differenziato in sacchi, raccoglitori della carta, bidoncini condominiali e nei cassonetti della raccolta multimateriale. La carta e il cartone vengono poi recuperati dal servizio di igiene urbana e portati alla piattaforma ecologica di selezione dove vengono separati dalle frazioni organiche estranee. Il materiale selezionato viene pressato in ecoballe e spedito alla cartiera. Presso la cartiera il materiale da macero viene sminuzzato e messo in un grande spappolatore con acqua fino ad ottenere un impasto fluido ed omogeneo. L’impasto viene disteso, per formare il foglio, su una tela in movimento detta tavola piana che gli consente di perdere una parte di acqua. Il foglio di carta, appoggiato su un feltro di lana, prosegue il suo viaggio attraverso i cilindri aspiranti, che riducono la percentuale di acqua fino al 65% e poi, attraverso un cilindro essiccato e altri cilindri caldi. Infine gli ultimi cilindri lo raffreddano : il foglio enorme uscito da tali apparecchiature, che costituiscono tutte insieme la macchina continua, viene arrotolato in bobine pesanti alcuni quintali. Le prime macchine continue potevano produrre 10 metri al minuto di carta larga metro, oggi invece si superano gli 800 metri con strisce di carta larghe più di 8 metri. Le bobine vengono stipate in magazzini in attesa di subire ulteriori trasformazioni. Infine c’è da dire che la carta si può riciclare per cinque/sei volte.


Scaricare ppt "La carta è costituito da materie prime fibrose prevalentemente vegetali, unite per feltrazione ed essiccate, inoltre questo prodotto può essere arricchito."

Presentazioni simili


Annunci Google