La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio di Didattica della Matematica Percorsi Abilitanti Speciali Università degli studi di Cagliari AA 2013/2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio di Didattica della Matematica Percorsi Abilitanti Speciali Università degli studi di Cagliari AA 2013/2014."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio di Didattica della Matematica Percorsi Abilitanti Speciali Università degli studi di Cagliari AA 2013/2014

2 Rally Matematico Transalpino E’ un confronto fra classi, dalla terza elementare al secondo anno di scuola secondaria di secondo grado, nell'ambito della risoluzione di problemi di matematica. Si svolge in Algeria, Argentina, Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo e Svizzera. È organizzato dalla Associazione Rally Matematico Transalpino il cui "… obiettivo è promuovere la risoluzione di problemi per migliorare l'apprendimento e l'insegnamento della matematica tramite un confronto fra classi."

3 Rally Matematico Transalpino Il RMT propone agli allievi : di fare matematica nel risolvere problemi; di apprendere le regole elementari del dibattito scientifico nel discutere e risolvere le diverse soluzioni proposte; di sviluppare le loro capacità, oggi essenziali, di lavorare in gruppo nel farsi carico dell'intera responsabilità di una prova; di confrontarsi con altri compagni, di altre classi.

4 Rally Matematico Transalpino Agli insegnanti il RMT permette: di osservare gli allievi (i propri in occasione delle prove di allenamento o quelli di altre classi in occasione della gara ufficiale) in attività di risoluzione di problemi; di valutare le produzioni dei propri allievi e le loro capacità di organizzazione, di discutere le soluzioni e di utilizzarle ulteriormente in classe; d'introdurre elementi innovativi nel proprio insegnamento tramite scambi con colleghi e con l'apporto di problemi stimolanti;

5 Rally Matematico Transalpino Per l'insegnamento della matematica in generale e per la ricerca in didattica, il RMT costituisce una sorgente molto ricca di risultati, di osservazioni e di analisi. Ciascuna prova consta di un certo numero di problemi, da 5 a 7, per categoria, da risolvere in 50 minuti. Molti problemi sono comuni a diverse categorie. Sono scelti, in numero e grado di difficoltà, in modo che ogni allievo, indipendentemente dal suo livello, possa trovarvi il proprio ruolo e che l'insieme del compito sia globalmente troppo pesante per un solo individuo, per quanto capace e veloce sia. È la classe intera che è responsabile delle risposte date. Gli allievi devono produrre una soluzione unica per ciascuno dei problemi. Non c'è solo la "risposta giusta" che conta, le soluzioni sono giudicate anche in base al rigore dei passaggi e alla chiarezza delle spiegazioni fornite. L'insegnante non è nella propria classe durante lo svolgimento della prova (ad eccezione della prova di allenamento), è sostituito da un collega che ha il solo compito di "sorvegliare" la classe.

6 Olimpiadi della Matematica Gare individuali Gare a squadre: 7 studenti dello stesso istituto

7 Campionati internazionali di giochi matematici Gara, articolata in tre fasi: le semifinali, la finale nazionale e la finalissima internazionale. In ognuna di queste competizioni i concorrenti saranno di fronte ad un certo numero di quesiti (di solito, 8-10) che devono risolvere in 90 minuti o in 120 minuti, a seconda della categoria. La gara a squadre è riservata alle Scuole medie superiori, che hanno partecipato ai "Giochi d'Autunno" o che hanno iscritto almeno 20 studenti ai "Campionati Internazionali di Giochi matematici". Le squadre sono costituite da un numero qualsiasi di elementi. Il professore della scuola può far parte della squadra, eventualmente insieme eventualmente ad altri colleghi.


Scaricare ppt "Laboratorio di Didattica della Matematica Percorsi Abilitanti Speciali Università degli studi di Cagliari AA 2013/2014."

Presentazioni simili


Annunci Google